Chi siamo

Ester e Mauro iniziano a ballare il Tango studiando con il maestro Ubaldo Sincovich a Trieste. Si appassionano a questa danza e cominciano a studiare con insegnanti di fama internazionale. Durante il loro percorso di studio incontramo Josè Halfon e Viriginia Cutillo, ora direttori artistici della Scuola Tango Brujo a Buenos Aires e promotori del Nuevo Tango Salon. Vanno a studiare da loro a Buenos Aires questo nuovo stile e da essi ricevono la spinta e lo sprono ad insegnare. Contemporaneamente e tutt'ora studiano e si aggiornano con i seguenti maestri: Sebastian Arce e Mariana Montes, Chicho Frumboli e Juana Sepulveda, Fabian Salas e Lola Diaz, Damian Rosenthal e Celine Ruiz, Osky Casas.




MUGGIA,

22 MAGGIO 2004


poesia

TANGO


autore

Edoardo MARCHIO


 I DUE CORPI
AVVOLTI DA NUBE
COMPLICE, ELETTRIZZATA,
DOVE SOGNI, ANELITI,
LUCI E OMBRE SI AGITANO,
INTENSE
SI ESPANDONO
PER RITRARSI PRONTE
NEL LORO ANCORA SPERDERSI, SFUMARSI;
E, RIAPPARIRE
IN ESPLOSIONI IMPROVVISE
IN VORTICI E  SINUOSITA’
FORME  ED AVVILUPPI RAPIDI,
MASCHI,
DENSI,
COME SGUARDI AUDACI,
INQUIETANTI,
CHE TI INCROCIANO PER STRADA
E PIU’ NON TI ABBANDONANO.

SENTI I PASSI
E I RITMI INCALZANTI COME  ONDE
CHE SI INFRANGONO SUL BAGNASCIUGA:
ORA LENTE
ORA RAPIDE,
PRECIPITANDO IMPROVVISE;
PER PERMARSI
NEL SILENZIO DELL’ATTESA,
NELL’ONDEGGIARE DI UNA PAUSA
E PROROMPERE
SCATTANTI COME  MOLLE,
A RIPRENDER  SLANCI
E CAREZZE SOFFICI
COME FRUSCII
DI ALI D’ANGELO.


SI MUOVONO
COME UN SOL CORPO
L’ARMONIA DEL CIELO LI PRENDE
E VIBRA
COME
GOCCE DI RUGIADA SU UNA FOGLIA
NELLA BREZZA DEL MATTINO.
POI UN OCHO CON PASSI AMPI
A DISEGNARE L’INFINITO
E UN INGINOCCHIARSI:
DOLCE
LENTO
DOMINANTE,
COME A RAGGIUNGERE  UN GIACIGLIO
DI FOGLIE TENERE
DOVE IL LORO SPIRITO SI FONDE
PER UN ATTIMO
CON L’UNIVERSO.


----------------------------------------------

Impressioni scritte di un allievo dopo la prima lezione di tango

il giorno 24 settembre 2009

BALAR EL TANGO.

El tango xe un balo fato de caminade...

La copia camina avanti e indrio,zercando de schivar i altri balerini,fasendo,di tanto in tanto,dei gropi co le gambe...  

EL CORSO.

I maestri xe ssai cocoli: i gà tuti e due el codin.La maestra xe quela più picia...

Gavemo cominciado co le caminade: tuti in fila,sù e zò,zercando de portar el peso prima su una gamba e dopo su l'altra. 

A un certo punto iera un pochi de alievi che andava in sù e un pochi in zò...Alcuni i xe rivadi in parochia che la xe la vizin...

Se gà quindi formado le copie che,tenindose per i brazi le gà cominciado a caminar insieme ...I maestri poi gà impizza el stereo...

Bisognassi,gà dito la maestra,girar tuti in senso antiorario e che xe una regola importante quando che se andarà a balar fora..

Mi gò centrà tre copie,i me gà investì due e,ala fine,i maestri gà ciamado i vigili quei de via Locchi per iutar un poco...

Per finir in beleza i maestri ne gà fato provar l'abbraccio.Alora,la spiegazion de la maestra xe stada che,la teta dela dona deve star tra le tete de l'omo.Non bisogna strucar la dona e la man drio solo apogiata,legera... La dona la pol meterla dove che la vol... 

Tuti i alievi e anche qualche alieva se gà trasformado in folpi e i maestri coinvolti anche lori nell'insalata i gà partecipado al festin caminando,tuti insieme per festeggiar questo belissimo inissio corso :o) !!!!

ALA FINE.

Xe una roba strana, una energia che te entra dentro e che no te lassa e anche tornando verso casa buto el peso prima a destra e poi asinistra...A destra e a sinistra ... e me ripenso all'emozion  che me ga lassà tutti quei abbracci....