FISCO - Mini glossario di termini fiscali svizzeri

Dizionario dell'italiano ticinese, grigionese e federale. Lessico svizzero italiano. Glossario di termini utilizzati in Svizzera.

 

HOMEPAGE                                                                   BIBLIOGRAFIA

 

A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L M  N  O  P

  Q   R  S  T  U  V  W   X  Y  Z 


Ho riunito su questa pagina le voci del vocabolario alfabetico riguardanti imposte e tasse. Con i tasti Ctrl+F si possono cercare anche termini tedeschi e francesi.

Informazioni pratiche sul sistema fiscale svizzero ->  SWISS-TAX.CH.

Termini fiscali svizzeri - Termini equivalenti in tedesco, francese, italiano e inglese riuniti sul "Dictionnaire" del sito www.tst-treuhand.ch, direttamente accessibile solo su registrazione. Si può aggirare l'ostacolo con questa RICERCA IN URL.

Lessico bancario UBS - Utile per i termini bancari svizzeri e no, quadrilingue. Non l'ho praticamente usato qui perché non conosco le eventuali differenze tra termini bancari elvetici e italiani.

Termini finanziari svizzeri (tradition.axone.ch) - Breve spiegazione in italiano. Traduzioni D/F/E.

Nuovo: calcolatori d'imposta a fondo pagina.


GLOSSARIO

Aliquota d'imposizione  - Entrate complessive di ogni genere a titolo d'imposta di Confederazione, cantoni e comuni in % del PIL (prodotto interno lordo). Ted.: Steuerquote, franc.: quote-part d'impôt. (Definizione trovata su un documento online dell'Amministrazione federale).

Aliquota d'imposta  - Percentuale, in genere progressiva, che, moltiplicata per i fattori imponibili (reddito, sostanza o utile), permette di ottenere l'imposta cantonale semplice (v.), la quale servirà poi a fissare l'imposta cantonale effettiva e l'imposta comunale. Esempio: 4%  (aliquota d'imposta) x  100'000 (reddito imponibile) = 4'000 (imposta cantonale semplice). Ted.: Steuersatz, franc.: taux d'impôt o taux d'imposition. Da non confondere con il coefficiente d'imposta (v.) o moltiplicatore, in tedesco Steuerfuss o Steueranlage. V. anche le spiegazioni alle voci "Imposta cantonale semplice" e "Moltiplicatore". Aliquota media d'imposta: si ottiene dividendo l'imposta da pagare per il reddito imponibile. una aliquota media del 25% significa che un quarto del reddito imponibile finisce in mano al fisco. Tedesco: Durchschnittssteuersatz. Aliquota marginale d'imposta, o aliquota fiscale marginale: Aliquota "sull'ultimo franco". Un'aliquota marginale del 30% significa che dell'ultimo franco del proprio reddito imponibile 30 centesimi vanno al fisco. In pratica vuol dire che una detrazione ulteriore di 100 franchi dal reddito imponibile nella dichiarazione d'imposta consentirebbe di risparmiare 30 franchi, mentre di ulteriori 100 franchi guadagnati 30 andrebbero al fisco (sempre che non si passi a una aliquota marginale superiore...). Più alta è l'aliquota marginale più alto è anche il risparmio d'imposta grazie a "ottimizzazioni fiscali". Tedesco: Grenzsteuersatz.

Grenzsteuersätze <Tabella delle aliquote marginali nei capoluoghi cantonali (doc. PDF da 123-pensionierung.ch.

Calcolatore dell'aliquota marginale (Grenzsteuer-Rechner) nelle singole località: Rba-webmarket.ch/rechner/


Aliquota fiscale - Aliquota d'imposizione (v.) + contributi alle assicurazioni sociali pubbliche obbligatorie (AVS, AI, IPG e assicurazione disoccupazione)
in % del PIL
. Tedesco: Fiskalquote, francese: quote-part fiscale. (Definizione trovata su un documento online dell'Amministrazione federale).

Aliquota marginale d'imposta - V. Aliquota d'imposta

Armonizzazione fiscale - Uniformazione di diversi sistemi fiscali a livello nazionale o internazionale. "Secondo la legge federale sull'armonizzazione delle Imposte dirette dei Cantoni e dei Comuni (LAID -> testo), i Cantoni sono obbligati ad armonizzare formalmente le loro leggi tributarie. Devono quindi essere uniformati l'oggetto d'imposta (il bene tassato), il periodo di computo, i principi dell' Imposta alla fonte nonché le disposizioni del diritto procedurale e penale tributario." (Glossario del Dipartimento federale delle finanze).

Barema -> Tabella (fiscale = delle aliquote, ecc.), tariffa (anche nel senso di: insieme delle aliquote fiscali), tariffario. Francese: barème.

Bouclier fiscal -> Plafond fiscale, limite massimo d'imposta. Sistema vigente nei cantoni di Ginevra e Vaud: il bouclier fiscal fissa un tetto massimo per le imposte cantonali e comunali sul reddito e il patrimonio, le quali non devono superare il 60% del reddito netto imponibile. Di questo regime approfittano i super-ricchi con un grande patrimonio ma un reddito relativamente ridotto, come i proprietari fondiari. Attenzione a non tradurre Scudo fiscale (v. a questa voce), che in italiano significa condono fiscale; se proprio si vuol tradurre con "scudo" si farà bene a far notare la differenza.

Calcolo alternativo dell'imposta (per i coniugi) - Nuovo metodo di calcolo dell'imposta dei coniugi, posto in consultazione dal Consiglio federale il 29.8.2012, mirante a eliminare gli svantaggi fiscali dei coniugi con doppio reddito o pensionati rispetto ai concubini nell'ambito dell'imposta federale diretta (IFD). "Con questo meccanismo di correzione, l'autorità fiscale calcola dapprima l'ammontare dell'imposta per i coniugi come finora, sommando i rispettivi redditi e applicando la tariffa per i coniugi. Successivamente esegue un calcolo alternativo dell'ammontare dell'imposta. I redditi da attività lucrativa e le relative deduzioni nonché i redditi da pensioni sono assegnati ai coniugi in modo individuale. Le rimanenti categorie di reddito e deduzioni vengono ripartite per metà. Al reddito calcolato in questo modo viene applicata la tariffa per le persone sole. Ai coniugi viene fatturato l'importo più basso tra i due importi calcolati con questo metodo" (dal Comunicato CF 29.8.2012). Ted. alternative Steuerberechnung, franc. calcul dit alternatif de l'impôt. V. anche alla voce Splitting.

Coefficiente d'imposta - Corrisponde ad un moltiplicatore d'imposta (v.) a livello cantonale. Nella maggior parte dei cantoni (Ticino escluso) per determinare l'imposta effettivamente dovuta bisogna moltiplicare l'imposta cantonale semplice (v.) per il coefficiente d'imposta che viene fissato generalmente ogni anno dal legislativo. Ad esempio a Berna, l'imposta semplice verrà moltiplicata per il coefficiente 3,06 per fissare l'imposta cantonale effettiva a carico del contribuente, per il coefficiente 1,54 per fissare l'imposta comunale della città federale (in Ticino si parla qui di moltiplicatore, rispetto all'imposta cantonale effettiva), per il coefficiente 0,2 per fissare l'imposta parrocchiale. Tedesco: Steuerfuss, franc.: coéfficient d'impôt, ma nel canton Berna, per semplificare ulteriormente le cose si parla di Steueranlage in tedesco e di quotité d'impôt in francese!. Vedi anche le spiegazioni (tentativi!) alle voci Imposta cantonale semplice e Moltiplicatore d'imposta

Evasione fiscale, frode fiscale - In Svizzera si fa una distinzione netta, a livello di punibilità, tutela del segreto bancario (-> Wikipedia, DFF) e assistenza all'estero, tra evasione e frode fiscale. L'evasione fiscale - nei testi legali si parla di sottrazione d'imposta (Steuerhinterziehung, soustraction d'impôt) - è in pratica un peccato di omissione: il contribuente non dichiara una parte di reddito o patrimonio. In Svizzera è considerata una semplice contravvenzione di diritto amministrativo, punita con la multa -> Art. 56 Sottrazione d’imposta ; Art. 175 Sottrazione consumata . La frode fiscale (Steuerbetrug, fraude fiscale) presuppone invece una vera e propria falsificazione di dati ed è un reato punito con la detenzione o la multa: Art. 59 Frode fiscale ; Art. 186 Frode fiscale. La Svizzera accorda di norma assistenza giudiziaria o amministrativa (tra autorità fiscali) all'estero per la frode ma non per l'evasione. Dopo la vertenza fiscale USA-UBS (febbraio 2009), la ministra di giustizia elvetica Eveline Widmer-Schlumpf di ritorno da Washington ha introdotto il nuovo concetto intermedio di "sottrazione d'imposta aggravata" ("grobe Steuerhinterziehung"), ancora tutto da definire (v. Blick, 4.3.2009). Adeguamento a norme OCSE: Il 13 marzo 2009, cedendo alla pressione internazionale, il Consiglio federale ha deciso di adeguarsi agli standard OCSE , di fatto annullando la distinzione tra evasione e frode fiscale nei riguardi dell'estero (questa è invece mantenuta sul piano nazionale). -> Comunicato. Nei mesi successivi è una vera corsa alla rinegoziazione dei trattati bilaterali contro la doppia imposizione (sono oltre 70 -> "Elenco delle CDI svizzere", lista aggiornata DFF; raccolta sistematica) per includervi l'assistenza amministrativa in materia fiscale come previsto nell'art 26 del modello di convenzione bilaterale pubblicato dall'OCSE, relativo allo scambio di informazioni fiscali -> [PDF] Modello di convenzione fiscale dell'OCSE (in francese). Per uscire dalla "lista grigia" dei paesi poco cooperativi pubblicata dall'OCSE il 2 aprile (-> pagina OCSE sull'evasione fiscale ) su mandato del G20 devono infatti essere firmate almeno 12 convenzioni rivedute. Traguardo raggiunto il  25 settembre (v. alla voce Segreto bancario sotto pressione alla pagina SCANDALI). L'assistenza sarà concessa solo in caso di sospetti concreti e motivati, ha sempre ribadito il ministro delle finanze Hans Rudolf Merz. Il 17 luglio 2012 il Consiglio dell'OCSE approva un nuovo commento all'art. 26 che prevede di includere le richieste raggruppate nell'assistenza amministrativa in materia fiscale. La Svizzera accetta (-> comunicato 18.7), sebbene solo il Consiglio degli Stati si sia dichiarato a favore della norma, mentre il Nazionale si è detto contrario.
Svizzera-USA: Nella convenzione di doppia imposizione con gli USA del 2.10.1996, in vigore dal 1.1.1998 (-> Ordinanza di applicazione
), in deroga alla prassi corrente, già si parla di "truffe e delitti analoghi" (-> Art. 26 Scambio di informazioni), concetti meglio precisati nel successivo accordo del 23 gennaio 2003 (-> comunicato DFF). Secondo tale accordo, "la Svizzera presta assistenza amministrativa anche per fatti che non costituiscono frode fiscale in base al diritto svizzero, ma presentano lo stesso livello di illiceità della frode fiscale definita nel diritto elvetico" (cit. da un comunicato del DFF; in pratica sembra intendersi una parificazione con la frode per i casi di evasione di una certa gravità). Il 23 settembre 2009 Svizzera e USA firmano un Protocollo di modifica del trattato secondo gli standard OCSE (messaggio del 27.11.2009), che non distinguono tra frode ed evasione fiscale (-> comunicato DFF). Il Protocollo è approvato dal parlamento svizzero il 18.6.2010. L'8.8.2011 (rapporto pubblicato sul Foglio federale del 13.9.2011) il Consiglio federale preconizza la consegna di informazioni a Washington, nell'ambito dell'assistenza amministrativa,  anche sulla base di semplici richieste raggruppate. Non è necessario che il fisco USA fornisca nomi e dati personali: gli basterà far valere un semplice "modello di comportamento" ritenuto illegale per ottenere l'identificazione, purché "la persona in possesso delle informazioni richieste o i suoi collabortori (abbiano) considerevolmente contribuito a siffatto comportamento". Sono escluse le "fishing expedition", ossia le ricerche generiche su gruppi estesi o categorie di persone, nella speranza che qualcuno finisca nella rete (-> testo PDF, pagina 5933).  Il 16.3.2012 il parlamento approva un decreto federale che completa in tal senso la convenzione di doppia imposizione CH-USA, adeguandone l'interpretazione da parte svizzera ( testo PDF - testo digitale non ancora in raccolta, perché non ancora in vigore).

NOTA: tra i due paesi è tuttora in vigore la convenzione di doppia imposizione del 1996/98, perché il Senato USA, a causa della costante opposizione del senatore repubblicano "libertario" Rand Paul all'entrata in materia che deve essere unanime, non ha ancora ratificato la revisione approvata dal parlamento elvetico nel 2010 per venire incontro alle richieste di Wahington (-> ats/Cdt 5.6.2014).
FATCA - Nel febbraio 2013 la Svizzera firma con gli USA un accordo  FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) (fr.wikipedia), sottoposto con un messaggio al parlamento il 10.4.2013. Si tratta tuttavia di un "FATCA light" ("modello 2"): la convenzione garantisce che i conti detenuti da cittadini statunitensi nelle banche elvetiche vengano notificati alle autorità fiscali Usa con il consenso del titolare o in virtù dell'assistenza amministrativa mediante domande raggruppate. Senza l'accordo dell'interessato, le informazioni non sono fornite automaticamente, ma scambiate in base alla disposizione sull'assistenza amministrativa contenuta nella convenzione per evitare le doppie imposizioni. L'accordo è approvato dal parlamento nel settembre 2013. L'entrata in vigore è stata fissata al 30 giugno 2014. Il 21.5.2014 il Consiglio federale ha proposto di passare al "modello 1", che consentirebbe uno scambio automatico e reciproco. Il vantaggio di questo sistema è che gli istituti finanziari svizzeri potrebbero applicare il diritto elvetico, e non quello americano come prevede FATCA 2 (-> comunicato; notizia ats-tio.ch).

LEX USA (AFFOSSATA) - Il 29.05.2013 il Consiglio federale trasmette al parlamento un disegno di legge - definito dalla stampa Lex USA - che consente alle banche di collaborare direttamente con il Dipartimento di giustizia USA e di fornire le informazioni necessarie a risolvere la controversia fiscale con gli Usa, compresi dati riguardanti loro dipendenti. Il Consiglio nazionale nega però per due volte l'entrata in materia (2a: 19.6.2013), accettata dagli Stati, affossando definitivamente la legge. -> Comunicato CF (con link Messaggio e Legge). Il 3.7.2013 Il CF stabilisce che le banche possono chiedere singolarmente un'autorizzazione sulla base dell'art. 271 CP -> comunicato, ats-swissinfo.

DICHIARAZIONE CONGIUNTA SVIZZERA-USA SULLE BANCHE  - Il 29 agosto 2013 Svizzera e USA firmano una "dichiarazione congiunta" che dovrebbe consentire di metter fine alla lunga vertenza fiscale evitando alle banche elvetiche insidiosi procedimenti penali negli Stati Uniti. Le banche sono autorizzate a seguire il "programma unilaterale" imposto da Washington secondo il "piano B" approvato il 3.7.2013 (v. LEX USA). Quelle che hanno gestito capitali americani violando il diritto fiscale statunitense dovranno attendersi multe molto salate, tra il 20 e il 50% del valore del denaro non dichiarato. -> Comunicato.

Svizzera-UE: Con l'UE la Svizzera ha concluso due accordi bilaterali in ambito fiscale. Il primo (Fiscalità del risparmio, ted. Zinsbesteuerung -> DFF) prevede il prelievo di un'imposta alla fonte per i clienti europei delle banche elvetiche (euroritenuta). Essa ha progressivamente raggiunto il 35% nel luglio 2011, come l'imposta preventiva applicata ai clienti svizzeri (v. alla voce Fiscalità del risparmio). Il secondo accordo (Lotta contro la frode) prevede una collaborazione piena in materia di frode fiscale indiretta (dazi doganali, Iva, imposte sui consumi). Il 21.5.2014 il Consiglio federale ha approvato una bozza di negoziato che prevede di discutere con l'Ue lo scambio automatico di informazioni sullo standard OCSE, dando un nuovo orientamento alle trattative in corso sull'estensione dell'accordo sulla fiscalità del risparmio (-> comunicato, notizia ats-tio.ch). Svizzera-Germania: i due paesi firmano un accordo fiscale il 21.9.2011 (-> comunicato), poi riveduto con un protocollo aggiuntivo firmato il 5.4.2012, che prevede un'imposta liberatoria alla fonte del 21-41% per regolarizzare i capitali finora depositati in nero nelle banche elvetiche, con un versamento anticipato di 2 miliardi di franchi, e un'imposta analoga del 26,375% sui redditi futuri degli stessi (-> comunicato; PDF Protocollo che completa la Convenzione sull’imposta alla fonte in ambito internazionale - in fr). L'intesa è però affossata per il no (23.11.2012) del Bundesrat, la camera dei Länder tedesca, a maggioranza rosso-verde, no divenuto definitivo nel dicembre 2012. Accordi analoghi sono firmati con il Regno Unito il 20.3.2012 (anticipo di 500 milioni di franchi, imposta liberatoria del 21-41% sui vecchi capitali // 27-48% sui redditi futuri -> comunicato) e con l'Austria il 13.4.2012 (imposta del 15-38% sui vecchi capitali // 25% sui redditi futuri -> comunicato) e sono entrati in vigore il 1.1.2013. (Scheda ATS su aliquote Germania, GB e Austria -> Tio.ch). Questi accordi dovrebbero servire da modello ad altri paesi UE, nonostante le critiche espresse dalla Commissione europea. Link di approfondimento utili sul sito della Confederazione: DFF - Assistenza amministrativa e giudiziaria in caso di reati fiscali; DFF - Il segreto bancario. Link Wikipedia  sulle definizioni all'estero:  Evasione ed elusione fiscaleTax avoidance and tax evasion; Steuerverkürzung, Steuerflucht; Evasion fiscale, Fraude fiscale; Expatriation fiscale, Soustraction fiscale (Suisse), Forfait fiscal (Suisse).

Fiscalità del risparmio - Tassazione del risparmio. Un accordo di fiscalità del risparmio (Zinsbesteuerungsvertrag, in tedesco) per scoraggiare l'evasione fiscale (v.) è stato concluso dalla Svizzera con l'Unione europea nell'ambito dei Bilaterali bis (v.) ed è entrato in vigore il 1.7.2005. L'accordo introduce a beneficio dei paesi UE una ritenuta alla fonte (ted.: Steuerrückbehalt) sugli interessi prodotti da fondi depositati in Svizzera dai loro cittadini (euroritenuta). Inizialmente del 15%, essa è passata al 20% il 1.7.2008 e ha raggiunto il 1.7.2011 il 35%, tasso in vigore per l'imposta preventiva (v.) elvetica, destinata a scoraggiare l'evasione fiscale dei cittadini svizzeri (l'imposta preventiva viene restituita al contribuente che dichiara al fisco il reddito del risparmio, sul quale paga un'imposta generalmente inferiore). Il ricavo della trattenuta d'imposta è riversato in misura del 75% (3/4) allo Stato UE in cui il contribuente è domiciliato (Revenue sharing), mentre il resto rimane in Svizzera. La ritenuta è detta anche imposta dell'agente pagatore (v.). Il modo con cui la Svizzera applica l'accordo ha suscitato critiche, in particolare da parte dell'Italia. Si veda sull'argomento l'articolo dell'avv. Tuto Rossi Come aggirare l'Euroritenuta e tirarsi addosso mezza Europa. Il 21.5.2014 il Consiglio federale ha approvato una bozza di negoziato che prevede di discutere con l'Ue lo scambio automatico di informazioni sullo standard OCSE, dando un nuovo orientamento alle trattative in corso sull'estensione dell'accordo sulla fiscalità del risparmio (-> comunicato; notizia ats-tio.ch).

Fishing expedition - "Battuta di pesca" = ricerca generica su gruppi estesi o categorie di persone, nella speranza che qualcuno rimanga attaccato all'amo. Espressione inglese divenuta corrente in Svizzera in relazione ai negoziati in materia di assistenza amministrativa fiscale avviati con diversi paesi, in particolare USA, Francia, Gran Bretagna e Germania. V. Evasione fiscale.

Flat rate tax - Imposta ad aliquota unica ( o fissa, letteralmente tassa ad aliquota piatta). In Svizzera è stata introdotta il 1° gennaio 2008 dal cantone di Obvaldo dopo che il Tribunale federale aveva dichiarato anticostituzionale la sua imposta regressiva (v.). Lo stesso ha fatto il canton Sciaffusa, ma qui la flat rate del 9,9% vale solo a partire dai 200'000 franchi di reddito. È seguito Uri nel 2009 (il popolo ha accolto la riforma fiscale il 28.9.2008), mentre a Turgovia il popolo ha respinto il 27 settembre 2009 il modello proposto (tasso unico del 6%). Flat tax è spesso usato per Flat rate tax (-> en.wikipedia ), ma non sono esattamente sinonimi, ho letto sul web mentre cercavo info su questa voce. -> Flat tax - it.Wikipedia.

Forfait fiscale - Regime fiscale semplificato offerto in Svizzera da alcuni cantoni, e riconosciuto anche dal diritto federale, ai ricchi stranieri senza un'attività lucrativa nel paese da almeno 10 anni. Sinonimi: imposizione forfettaria (ted. Pauschalsteuer, fr. Imposition forfaitaire, à forfait), tassazione globale e, ufficialmente, imposizione secondo il dispendio (ted. Besteuerung nach dem Aufwand; fr. Imposition d'après la dépense). Base di calcolo dell'imposta forfettaria - invece del reddito imponibile - è la stima del tenore di vita del contribuente: in pratica è un multiplo dell'affitto pagato per l'alloggio, o del valore locativo in caso di proprietà. A fine 2010 erano al beneficio del forfait fiscale 5445 persone in Svizzera, tassate in media 122'681 franchi, per un gettito complessivo di circa 668 milioni (ats 14.6.2011). Campioni in materia erano Vaud (1397), Vallese (1162), Ticino (776), Ginevra (690) e Grigioni (287). L'8 febbraio 2009 gli zurighesi hanno deciso di sopprimere l'imposizione forfettaria nel cantone, suscitando un dibattito nazionale al riguardo. Li hanno imitati i cittadini di Sciaffusa (25.9.2011), Appenzello esterno (11.3.2012) e Basilea Campagna (23.9.2012), come pure il parlamento di Basilea Città (19.9.2012). Altri cantoni (San Gallo, Turgovia, Lucerna, Berna) hanno inasprito le condizioni. Il 14.4.2011 il Consiglio nazionale ha respinto una iniziativa del canton San Gallo che chiedeva l'abolizione di questo privilegio. Il 29.6.2011 il Consiglio federale ha approvato un progetto di riforma che alza i parametri di concessione -> Comunicato 30.6; PDF: 11.043 Messaggio concernente la legge federale sull'imposizione secondo il dispendio. Il parlamento lo ha seguito per l'essenziale (settembre 2012): la base di calcolo deve ammontare almeno al settuplo delle spese abitative (finora al quintuplo); inoltre, ai fini dell'imposta federale diretta (IFD) deve valere una base minima di calcolo di 400 000 franchi. Anche per l'imposta cantonale è previsto un importo minimo, che i Cantoni potranno stabilire liberamente. Più info: fr.wikipedia; de.wikipedia - DFF - Imposizione secondo il dispendio; Art. 14 Imposizione secondo il dispendio della Legge federale sull’imposta federale diretta; Ordinanza del 15 marzo 1993 sull’imposizione secondo il dispendio nell’imposta federale diretta. (DA AGGIORNARE DOPO ENTRATA IN VIGORE DELLA NUOVA LEGGE FEDERALE)

Frode fiscale -> V. Evasione fiscale.

Globalista - Ricco straniero senza attività lucrativa in Svizzera tassato in base al sistema forfettario dell'"imposizione secondo il dispendio", detta anche tassazione globale o forfait fiscale (v. a quest'ultima voce). Esempi: CdT.ch - Globalisti, avanti tutta; Lorenzo Quadri: "Accaparriamoci i "globalisti" cacciati da Sciaffusa". Altri esempi: risultati Google.

Imposizione forfettaria o imposizione secondo il dispendio - V. Forfait fiscale.

Imposta cantonale semplice - Imposta "base" corrispondente a un dato percento del reddito o della sostanza. Si ottiene moltiplicando il reddito o la sostanza imponibile per una data aliquota d'imposta (v.), in genere progressiva. Esempio: un reddito imponibile di 100'000 franchi, moltiplicato per l'aliquota fiscale 4% dà un'imposta semplice di 4'000 franchi. Nella maggior parte dei cantoni questa imposta semplice viene ancora moltiplicata per un coefficiente d'imposta (v.) per determinare l'imposta effettiva da pagare: uno per l'imposta cantonale, uno (variabile da comune a comune) per l'imposta comunale, un altro ancora per l'imposta parrocchiale. Ad esempio a Berna, la suddetta imposta semplice di 4'000 franchi verrà moltiplicata per il coefficiente 3,06 per avere l'imposta cantonale, per il coefficiente 1,74 per fissare l'imposta di un dato comune, per il coefficiente 0,2 per fissare l'imposta parrocchiale. V. anche Moltiplicatore d'imposta. Tedesco: einfache Kantonssteuer, einfache Steuer. Francese: Impôt cantonal simple, impôt simple. -> AFC - Calcolo dell'imposta Il simbolo segnala che il link rinvia a una pagina esterna al nostro servizio del cui contenuto non siamo in alcun modo responsabili..

Imposta degressiva -> V. Imposta regressiva.

Imposta dell'agente pagatore - Nome dato alla ritenuta alla fonte nell'ambito dell'accordo con l'UE sulla fiscalità del risparmio. Per agente pagatore si intende in genere la banca -> Droit-bilingue.ch.Tedesco: Zahlstellensteuer; francese: impôt à l'agent payeur.

Imposta federale diretta (IFD) - Imposta sul reddito per le persone fisiche e sull'utile per le persone giuridiche, riscossa dai cantoni per conto della Confederazione. Aliquota d'imposta (v.) fortemente progressiva. Si aggiunge all'imposta cantonale e a quella comunale. Tedesco: direkte Bundessteuer; francese: Impôt fédéral direct. IFD - Dizionario storico della Svizzera .-> RS 642.11 Legge federale sull’imposta federale diretta (LIFD). -> calcolo Imposta federale diretta.

Imposta liberatoria (alla fonte) - Imposta alla fonte prospettata nelle trattative con la Germania e altri paesi europei con l'obiettivo di salvare il segreto bancario ed evitare lo scambio automatico delle informazioni fiscali prospettato dall'Unione europea. L'imposta liberatoria, come l'imposta preventiva (v.) elvetica, sarebbe prelevata di regola dalle banche su interessi, dividendi e altri redditi del capitale dei clienti residenti nei paesi oggetto di accordi al riguardo e versata in modo anonimo alle autorità fiscali dei paesi in questione. Il calcolo dell’imposta è effettuato sulla base di un’aliquota fissa, indipendentemente dalla situazione reddituale o patrimoniale personale del contribuente.Tipo:  PDF Domande e risposte sull’imposta liberatoria (PDF, 26 kb). Info: DFF. Tedesco: Abgeltungsteuer; franc.: Impôt libératoire.

Imposta precedente - Imposta sul valore aggiunto (IVA, v. a questa voce) riscossa a ogni fase della produzione e distribuzione di beni nonché alla loro importazione, così come nell'ambito delle prestazioni di servizi.  Nella catena che va dal prestatore al consumatore, il contribuente IVA può esigere il rimborso delle imposte pagate a uno stadio anteriore. Nel caso di ditte private l’imposta precedente viene recuperata detraendola dall’IVA da versare. In francese: impôt préalable, in tedesco: Vorsteuer.

Imposta preventiva - Imposta alla fonte del 35% prelevata dalla Confederazione sui redditi dei capitali mobili (in particolare su interessi e dividendi), come sulle vincite delle lotterie svizzere, allo scopo di prevenire l'evasione fiscale. Il prelievo viene infatti restituito quando gli interessi sono stati notificati al fisco. Poiché l'aliquota dell'Imposta sul reddito è in genere inferiore a quella preventiva non vale la pena, almeno per i piccoli risparmiatori, non dichiarare i propri conti di risparmio. In francese: impôt anticipé, in tedesco Verrechnungsteuer. -> RS 642.21 Legge federale sull’imposta preventiva. Da non confondere con la imposta precedente (v.).

Imposta regressiva (o decrescente) - Imposta in cui l'aliquota media diminuisce all'aumentare della base imponibile: l'imposta aumenta in modo meno che proporzionale all'aumento dell'imponibile: R = 1000, I = 100; R = 2000, I = 150. È il contrario dell'imposta progressiva, nella quale l'aliquota media aumenta all'aumentare della base imponibile: l'imposta aumenta in modo più che proporzionale all'aumento dell'imponibile: I = 1000, I = 100; I = 2000, I = 300 -> La giustizia sociale, fedemarkez.com. Imposta regressiva non è un elvetismo ma credo sia stata applicata finora solo in Svizzera, seppure solo temporaneamente. Essa è stata infatti dichiarata anticostituzionale il 1° giugno 2007 dal Tribunale federale, chiamato a sentenziare sulla sua introduzione, il 1° gennaio 2006, nel cantone di Obvaldo, a partire da un reddito di 300'000 franchi. Il 1°.1.2008 Obvaldo ha così introdotto la "flat rate tax", con un'aliquta unica d'imposta per tutti i redditi, alti o bassi che siano. Lo stesso ha fatto il canton Sciaffusa, che già aveva introdotto l'imposta regressiva nel 2004 per i redditi sopra i 500'000 franchi (allora non c'erano stati ricorsi al TF). V. anche alla voce Imposta degressiva per gli aspetti linguistici.

Imposta semplice - V. Imposta cantonale semplice.

Imposta sulla cifra d'affari (ICA) - Sostituita nel 1995 dall'Imposta sul valore aggiunto (IVA, v. a questa voce). -> Dizionario storico della Svizzera). In tedesco si chiamava Warenumsatzsteuer (Wust), in francese Impôt sur le chiffre d'affaires (ICHA).

Imposta sulla sostanza - Imposta sul patrimonio delle persone fisiche, prelevata ogni anno da tutti i cantoni svizzeri, in aggiunta all'Imposta sul reddito. Tedesco: Vermögenssteuer; francese: impôt sur la fortune. -> Dizionario storico della Svizzera.

Imposta sul valore aggiunto (IVA) - Imposta generale sul consumo introdotta in Svizzera il 1.1.1995, ha sostituito l'imposta sulla cifra d'affari (ICA). Spiega il Glossario del DFF: "In quanto imposta generale sul consumo è un' Imposta indiretta, riscossa su beni e prestazioni di servizi. L'imposta sul valore aggiunto (IVA) è riscossa a ogni fase della produzione e distribuzione di beni nonché alla loro importazione, così come nell'ambito delle prestazioni di servizi e in caso di ottenimento di prestazioni di servizi dall'estero. A causa della Deduzione dell'imposta precedente il consumatore paga comunque l'IVA una volta sola. Visto che l'IVA dovrebbe essere sopportata dai consumatori essa viene loro trasferita, qualora la situazione concorrenziale lo permetta. L'aliquota normale ammonta al 7,6 per cento, l'aliquota ridotta al 2,4 per cento (ad es. alimentari, medicinali) e l'aliquota speciale per le prestazioni alberghiere ammonta al 3,6 per cento. Determinate operazioni sono escluse dall'IVA (ad es. nel settore della sanità e dell'istruzione) o esenti dall'imposta (ad es. esportazioni). L'IVA genera quasi un terzo delle Entrate della Confederazione". Per sette anni, dal gennaio 2011 alla fine del 2017, l'aliquota usuale è aumentata temporaneamente di 0,4 punti a favore dell'Assicurazione invalidità (AI) per salire all'8%. Quella sui beni di prima necessità è salita al 2,5% (+0,1 punti) e quella speciale per il settore alberghiero al 3,8% (+0,2 punti) ->  Art. 25 Aliquote d’imposta della Legge sull'Iva. L'aumento è stato accettato da popolo e cantoni il 27.9.2009. Aliquota unica? Una riforma dell'IVA presentata dal governo il 26.6.2008 prevedeva una notevole semplificazione, con l'introduzione di un'aliquota unica. Questa era stata inizialmente fissata al 6,1% e avrebbe colpito anche i settori della salute e sociale. Successivamente è stata aggiornata al 6,5% per gli anni 1911-18 e al 6,2% per gli anni seguenti. La riforma ha incontrato però molte opposizioni dentro e fuori il parlamento. Il 15.12.2010 il Consiglio nazionale ha deciso, con 106 voti contro 62, di rinviare il progetto al governo, chiedendogli di elaborare un nuovo progetto a due aliquote: la Camera vuole che l'alimentazione, la ristorazione e il settore alberghiero beneficino di un tasso ridotto e che si prevedano eccezioni nei settori della sanità, dalla formazione, della cultura, dello sport e degli istituti di beneficenza. Il 30.1.2013 il governo ha presentato un nuovo progetto con due varianti: entrambe prevedono un tasso normale dell'8%, mentre il tasso ridotto sarebbero invece del 2,8% o del 3,8%. (-> comunicato).

Moltiplicatore d'imposta - Fattore per il quale viene moltiplicata una imposta di base. In Ticino si parla di moltiplicatore per l'imposta comunale. Questa è calcolata applicando il moltiplicatore comunale, che varia da comune a comune ed è espresso in percentuale rispetto all'imposta cantonale ->  Moltiplicatori d'imposta comunali). Nel canton Grigioni il moltiplicatore è chiamato tasso fiscale, che però sembra avere anche altri significati (v. a questa voce). In tutti i cantoni salvo Ticino e Vallese esiste anche un moltiplicatore cantonale, oltre che comunale: invece che di moltiplicatore si parla di "coefficiente d'imposta" (ted. Steuerfuss, nel canton Berna Steueranlage, franc. quotité d'impôt), da non confondere con l'aliquota d'imposta (v., Steuersatz, taux d'impôt o taux d'imposition). Si tratta di una percentuale che, moltiplicata per i fattori imponibili (reddito, sostanza o utile imponibili), permette di ottenere l'"imposta cantonale semplice". Nella maggior parte dei cantoni (Ticino escluso) per determinare l'imposta effettivamente dovuta bisogna moltiplicare l'imposta "semplice" per il coefficiente d'imposta, che viene fissato generalmente ogni anno dal legislativo (è con questo strumento che spesso i cantoni decidono di aumentare o abbassare le imposte). Ogni comune fissa poi un suo coefficiente d'imposta, sempre riferito alla suddetta imposta "semplice". Dove "semplice" non ha evidentemente nulla a che fare con "semplicità": chi emigra oltralpe dal Ticino ci mette un po' a capire il meccanismo. Che non so se sono riuscito a spiegare (ammesso che l'abbia capito!).

Progressione a freddo  - Passaggio da un'aliquota d'imposta a una superiore in seguito all'aumento del salario nominale, quale adeguamento all'inflazione, mentre il salario reale non è cresciuto. A causa della progressione a freddo il potere d'acquisto diminuisce perché corroso dal fisco. Tedesco: kalte Progression -> de.wikipedia, francese svizzero: progression à froid -> fr.wikipedia. In Italia corrisponde al concetto di drenaggio fiscale -> it.wikipedia, o fiscal drag -> en.wikipedia. "Le conseguenze della progressione a freddo per l’imposta sul reddito delle persone fisiche sono compensate periodicamente", prevede la Costituzione elvetica -> Art. 128 cap. 3 - Imposte dirette. Applicazione: Art. 39  della Legge federale sull’imposta federale diretta; PDF: Ordinanza sulla progressione a freddo esteriore.

Rubik (modello, progetto, accordo, sistema) - Modello d'accordo fiscale basato su un'imposta liberatoria alla fonte, in modo da evitare lo scambio automatico di informazioni con altri paesi e garantire la salvaguardia del segreto bancario. Ideato da Alfredo Gysi (*Lugano, 1948), Ceo della Banca della Svizzera Italiana (BSI) dal 1994 a fine 2011, poi presidente del CdA, e presidente dell’Associazione banche estere in Svizzera (ABES) dal 1999 (-> comunicato BSI), il modello fa riferimento al noto cubo di Rubik, puzzle a incastro tridimensionale, ed è stato adottato dall'Associazione svizzera dei banchieri (ASB) , che lo ha presentato ufficialmente il 17 settembre 2009 a Zurigo in occasione dell'annuale Giornata dei banchieri. Esso è stato successivamente applicato agli accordi fiscali firmati dalla Svizzera con Germania, Regno Unito e Austria (v. Evasione fiscale). Funzionamento: Le banche prelevano un'imposta alla fonte su tutti i redditi generati dai capitali piazzati nelle banche elvetiche. Gli introiti vengono girati all'Amministrazione federale delle contribuzioni, che li riversa a sua volta alle autorità fiscali del paese d'origine del cliente, senza dover rivelare il nome di quest'ultimo. Il campo d'applicazione è quindi più vasto di quello della direttiva sulla fiscalità del risparmio (v.). Oltre che agli interessi la nuova trattenuta si applica infatti anche ai dividenti, ai redditi di investimenti collettivi e ai guadagni in capitale. Altra differenza di peso: l'imposta colpisce non solo le persone fisiche, ma anche quelle giuridiche. Per essere applicabile la nuova normativa va negoziata bilateralmente con ogni stato interessato: il sistema è troppo complesso, non potrebbe essere trattato a livello europeo, ha spiegato nel 2009 l'allora presidente dell'ASB Pierre Mirabaud.

Scudo fiscale - La locuzione è ora usata anche in Ticino nel senso italiano di condono fiscale (Wikipedia, Cronologia degli aspetti svizzeri), ma attenzione alle traduzioni di notizie provenienti dalla Svizzera romanda: in francese "bouclier fiscal" indica un provvedimento mirante a fissare un limite massimo alle imposte complessive (fr.wikipedia) -> Per l'applicazione in Svizzera v. alla voce Bouclier fiscal. Ancora diverso è il senso del termine inglese Tax shield (in tedesco Steuerschild). In Italia è chiamato scudo un "provvedimento fiscale teso a favorire, pagando una penale ridotta, il rientro in Italia di capitali esportati illegalmente" (Treccani.it).

Società bucalettere
-> Società schermo, società casella postale, società fittizia, società di comodo
sono possibili alternative, non tutte o del tutto soddisfacenti. Lo stesso vale per i sinonimi proposti dalla Cancelleria federale nel suo elenco degli anglicismi: società fuori giurisdizione, società offshore. Le società bucalettere sono società che hanno in un paese soltanto un indirizzo postale ma nessuna amministrazione né altro personale, sono costituite per motivi fiscali o di anonimato e non sono di per sé illegali anche se possono servire a scopi illegali. Tedesco: Briefkastenfirma. Francese: société boîte aux lettres. Più info alla pagina GIUDIZIARI - Termini giudiziari svizzeri.

Splitting  - Procedimento per la fissazione dell'imposta sul reddito in base al quale il reddito dei coniugi cumulato viene diviso per un determinato divisore: 2 in caso di splitting totale o integrale, da 1,1 a 1,9 in caso di splitting parziale, secondo il progetto che è stato in discussione a livello federale
in alternativa all'idea di una tassazione individuale dei coniugi, ma che è poi stato abbandonato. Il reddito complessivo dei coniugi viene così tassato alla relativa aliquota, di solito sostanzialmente più bassa rispetto a quella che viene normalmente applicata al reddito comulato. Esempio: in caso di splitting totale, l'aliquota d'imposta di un reddito complessivo di 100'000 franchi corrisponde a quella applicata alla metà di questo importo, ossia 50'000 franchi; se il parlamento svizzero optasse per il divisore 1,9 in discussione in passato, un reddito cumulato di 100'000 franchi sarebbe tassato con l'aliquota di solito applicata a un reddito di 52'631 franchi. Il sistema dello splitting è già applicato in alcuni cantoni, come Ginevra, dove è stato introdotto lo splitting integrale nel 2009. Il 29.12.2012 il Consiglio federale ha messo in consultazione un nuovo modello, chiamato calcolo alternativo dell'imposta (v.).

Tassa di bollo
- Imposta indiretta e viene prelevata come: 1) tassa d'emissione dell'1 per cento sui diritti di partecipazione svizzeri (ad es. azioni), dell'1,2 per mille sull'emissione di obbligazioni di prestiti svizzeri, dello 0,6 per mille sull'emissione di obbligazioni di cassa svizzere e dello 0,6 per mille sull'emissione di titoli del mercato monetario svizzero; 2) tassa di negoziazione sul controvalore, vale a dire sul prezzo pagato in occasione dell'acquisto o della vendita di un titolo (1,5 per mille per documenti emessi da persone domiciliate in Svizzera, 3 per mille per documenti emessi da persone domiciliate all'estero); 3) tassa di bollo sui premi di assicurazione, sui premi di determinate assicurazioni (5% sul premio netto mentre per le assicurazioni riscattabili a premio unico la tassa è solo del 2,5%)." (Glossario del Dipartimento federale delle finanze). Francese: droit de timbre; tedesco: Stempelabgabe.

Tassa d'incentivazione - Tassa che incoraggia, con incentivi finanziari (negativi, trattandosi di una tassa!), a tenere determinati comportamenti, in genere a favore dell'ambiente. Varianti: tassa d'incitamento, sul calco del francese taxe d'incitation,  tassa incitativa, tassa dissuasiva (l'espressione che sembrerebbe più appropriata). Un esempio è la tassa sul CO2 (v.) Le varie locuzioni traducono il termine tedesco Lenkungsabgabe, letteralmente tassa dirigistica, da lenken = guidare, condurre, dirigere pilotare, influenzare. Tassa d'incentivazione è praticamente l'unica variante che trova qualche riscontro, seppure raro, su pagine web italiane. Tassa d'incentivazione  sembra anche la variante più usata sulle pagine web svizzere, in particolare dall'Amministrazione federale e in testi legali: Ordinanza realtiva alla tassa d'incentivazione sui composti organici volatili (OCOV), UFAM - Tassa d’incentivazione sui COVComunicati Tassa d’incentivazione sui COV - Archivio.

Tassa di mutazione - Imposta sulle operazioni nell'ambito della circolazione giuridica. Grava tutti i trasferimenti di proprietà dei beni immobili (e i diritti a essa connessi) situati nel cantone o nel comune. Oggetto di questa tassa è quindi il passaggio di proprietà come tale. Tedesco: Handänderungssteuer; francese: Droits de mutation.

Tassa militare - Tassa d'esenzione dall'obbligo militare, in base alla legge omonima (LTEO). Ammonta al 3% del reddito soggetto all'imposta (minimo 200 franchi). Deve pagarla chiunque non sia incorporato nell'esercito o non sia soggetto all'obbligo di prestare servizio civile, come pure chi, durante l'anno, non presta il servizio militare o civile cui sarebbe tenuto. Tedesco: Militärsteuer o, ufficialmente, Wehrpflichtersatzabgabe.

Tassa sul CO2 - Tassa sulle emissioni di anidride carbonica (CO2) applicata ai combustibili fossili, in vigore in Svizzera dal 1° gennaio 2008. Esempio di tassa d'incentivazione (v.). I suoi proventi devono essere ridistribuiti alla popolazione e alle imprese. -> UFAM - Tassa sul CO2, AFD - assa sul CO2.

Tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP) - Tassa federale in vigore dal 1° gennaio 2001, applicata agli autocarri con un peso totale superiore alle 3,5 tonnellate. Per viaggiare sulle strade svizzere e del Liechtenstein ogni autotrasportatore deve corrispondere un importo proporzionato alla distanza percorsa, al peso e alle emissioni inquinanti del veicolo. La TTPCP deve contribuire a limitare l'incremento del traffico pesante su strada, a promuovere il trasferimento del traffico merci alla rotaia e a proteggere l'ambiente. Più info con Google. Ted. : Leistungsabhängige Schwerverkehrsabgabe (LSVA); franc.: Redevance sur le trafic des poids lourds liée aux prestation (RPLP).

Tassazione forfettaria, tassazione globale - V. Forfait fiscale.

Tasso di imposizione -> Aliquota d'imposta (v.). Sul calco del francese taux d'imposition (tedesco: Steuersatz).
 

Tasso fiscale - Termine utilizzato nel canton Grigioni per indicare il coefficiente d'imposta (v., tedesco Steuerfuss) a livello cantonale e il moltiplicatore d'imposta (v.) a livello comunale. -> Tassi fiscali comunali grigionesi (Portal.gr.ch). Negli art. 3 e 39 della Legge sulle imposte per il Cantone dei Grigioni (LIG) "tassi fiscali" traduce però anche il tedesco Steuersätze, che corrisponde di solito all'aliquota d'imposta (v.): una percentuale che, moltiplicata per i fattori imponibili (reddito, sostanza o utile imponibili), permette di ottenere l'"imposta cantonale semplice". Se pare complicato leggere il tentativo di spiegazione alla voce Moltiplicatore d'imposta.


IMPOSTE - Info e calcolatori

SWISS-TAX.CH  - Portale sulle imposte in Svizzera, anche in italiano (un po' stentato ma meglio di niente, clicca sotto sulla bandierina). Con informazioni varie, gli uffici di tassazione (Steuerverwaltungen), le leggi sulle imposte (Steuergesetze), le informazioni sulle imposte (Steuerinformationen), le decisioni sulle imposte (Steuerentscheide), la raccolta di codici legislativi riguardante le imposte (Gesetzsammlungen).

AMM. FED. CONTRIBUZIONI - CALCOLO IMPOSTA

- Modulo per il calcolo dell'imposta (cantonale, comunale, IFD). Ticino  2009  2010  2011

Calcolatori veloci (bastano pochi dati, solo in tedesco):

Compara la differenza di imposizione tra due comuni svizzeri (il tuo e quello dove potresti andare a vivere): Rba-webmarket.ch/rechner/steuervergleich/index.php

Calcola l'imposta marginale (quanto verresti a pagare di più d'imposta per un dato aumento del tuo reddito): http://www.rba-webmarket.ch/rechner/grenzsteuer/index.php

Calcola l'imposizione nel caso di un ritiro del capitale della cassa pensione o del terzo pilastro: http://www.rba-webmarket.ch/rechner/kapital/index.php?link=sks

Calcola il risparmio d'imposta in caso di versamento di una data somma al terzo pilastro: http://www.rba-webmarket.ch/rechner/saeule3a/index.php?link=sks

Calcola l'imposta di successione o donazione: http://www.rba-webmarket.ch/rechner/erbschaftssteuer/index.php?link=sk



Ċ
pippo tabasio,
04 set 2010, 13:58