ESERCITO - Mini dizionario dei termini militari svizzeri

Dizionario dell'italiano ticinese, grigionese e federale. Lessico svizzero italiano. Glossario di termini utilizzati in Svizzera.

 HOMEPAGE                         BIBLIOGRAFIA, GLOSSARI SETTORIALI

 

* POLITICA - Mini glossario della politica svizzera e ticinese 

* ASSICURAZIONI - Mini glossario di termini delle assicurazioni sociali e del settore sanitario in Svizzera 

* FISCO - Mini glossario di termini fiscali svizzeri    

* GIUDIZIARI - Mini glossario di termini giudiziari svizzeri

* SCANDALI IN SVIZZERA

 SERVIZI SEGRETI SVIZZERI (1970 - 2013) - Nomi e sigle

 

A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L M  N  O  P

  Q   R  S  T  U  V  W   X  Y  Z

Ho inserito in questa pagina i termini del dizionario alfabetico che hanno a che fare con la vita militare: denominazioni ufficiali, parole tradotte a orecchio, parole di gergo. Queste ultime sono probabilmente un po' antiquate: non conosco gli sviluppi più recenti.

Abbreviazioni - Per le principali abbreviazioni in uso nell'esercito elvetico e il loro significato clicca QUI. Per un elenco completo nelle lingue nazionali [formato PDF] clicca gli allegati a fondo pagina. I webmaster del Dipartimento federale della difesa, forse per ragioni "tattiche" di camuffamento o più probabilmente perché sottoccupati si divertono a cambiare i link con una frequenza impressionante. Per trovare i link con Google: site:admin.ch "abbreviazioni in italiano", o, per più risultati site:admin.ch abbreviazioni esercito.

Funzioni - L'elenco alfabetico riportato sotto consente di trovare le abbreviazioni accompagnate dalle definizioni per esteso di tutte le funzioni di Esercito XXI (v.) in tedesco, francese e italiano.  Se i link non dovessero più funzionare cercare con Google: site:admin funzioni esercito.

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W Z

Funzioni nell'esercito svizzero - Data di pubblicazione: 18.06.2010 | Grandezza: 1425 Kb | Formato: PD


Incorporazioni - L'elenco alfabetico riportato sotto consente di trovare le abbreviazioni accompagnate dalle definizioni per esteso di tutti gli stati maggiori, tutte le compagnie, batterie, squadre, colonne e distaccamenti di Esercito XXI (tedesco/francese/italiano). Se i link non dovessero più funzionare cercare con Google: site:admin.ch incorporazioni.

A B C D E F G H I J K L M N P R S T V W Z


 
Gradi militari e distintivi dell'esercito svizzero -> DDPS: GRADI  -- v. anche DE.WIKIPEDIA: elenco in tedesco, francese, italiano, mostrine,  IT.WIKIPEDIA (gradi italiani e svizzeri).

TruppaSottufficialiSottufficiali superiori
Recluta (recl)Carporale (cpl)Sergente maggiore (sgtm)
Soldato (sdt)Sergente (sgt)Sergente maggiore capo (sgtm capo)
Appuntato (app)Sergente capo (sgt capo)Furiere (fur)
Appuntato capo (app capo) Aiutante sottufficiale (aiut suff)
  Aiutante di stato maggiore (aiut SM)
  Aiutante maggiore (aiut magg)
  Aiutante capo (aiut capo)
UfficialiAlti ufficiali superioriComandante in capo dell'esercito
Tenente (ten)Brigadiere (br)Generale
Primotenente (I ten)Divisionario (div) 
Capitano (cap)Comandante di corpo (cdt C) 
Maggiore (magg)  
Tenente colonnello (ten col)  
Colonnello (col)  
  • Gradi militariIl contenuto si apre in una nuova finestra

    Esercito attulità, 1-2006

    Grandezza: 611 Kb | Formato: PDF


 
Mini glossario 
 

Aggregato -> Gruppo elettrogeno (-> Wikipedia) rimorchiabile in uso nell'esercito. Tedesco: Aggregat = gruppo elettrogeno. Parola che si impara in servizio militare e si continua a dire pensando che sia italiano.

Aiutante - Sottufficiale di grado più alto nell'esercito svizzero, con compiti soprattutto di istruzione: "L'aiutante sottufficiale è il capo della sezione logistica o il capo della sezione del picchetto incidenti", recita in bella lingua  l'art. 29 del Regolamento di servizio. Ted. e fr.: Adjudant. Gli aiutanti sono praticamente i soli militari svizzeri professionisti, escludendo i vertici dell'esercito. Una volta c'era anche un Ufficio federale dell'aiutantura nell'amministrazione militare, ma non so esattamente a che cosa servisse (forse a niente, se lo hanno abolito) -> wikipedia.

Annunciarsi - Presentarsi a un superiore urlando gradi e cognome: "tenente, recluta Bernasconi!". Annunciarsi partente: Congedarsi da un superiore.  

Appuntato - "Buon soldato": il grado più basso dell'esercito svizzero (ma propriamente anche quello di soldato è considerato un grado), conferito ai soldati più meritevoli, che hanno "ricevuto qualificazioni molto buone o ottime". Ted. Gefreiter, franc. appointé. Può fungere da caporale. Per le differenze tra Italia e Svizzera -> Wikipedia. Lo stesso grado esiste anche nei corpi di polizia. La riforma Esercito XXI (2004) ha introdotto anche il grado di appuntato capo, ted. Obergefreiter -> Wikipedia. Per le differenze tra Italia e Svizzera -> Wikipedia.

Armasuisse - Il "centro di competenze" del Dipartimento (ministero) della difesa svizzero responsabile per lo sviluppo, l'acquisto e l'eliminazione del materiale bellico dell'esercito. Ha sostituito il 1.1.2004 il vecchio Aggruppamento dell'armamento. Sito web: Ar.admin.ch. 

Aspirante (sost.) -> Allievo ufficiale. In Italia c'è "aspirante ufficiale" (-> risultati Google) e come sostantivo "aspirante" = " mar., aer., grado riservato agli allievi dell’accademia in attesa di essere nominati ufficiali (De Mauro online).

Attiva (sost.) - Classe di età tra i 20 e i 32 anni nel sistema militare svizzero prima della riforma dell'esercito entrata in vigore il 1. gennaio 1995: le truppe dell'attiva. Tedesco: der Auszug, francese: l'élite. Passati i 32 anni si entrava nella Landwehr (v.) e più tardi ancora nella Landsturm (v.), sorta di truppe di riserva.

Attivo (agg.) - Si dice servizio attivo quello prestato in "caso effettivo", ossia in caso di minaccia per la sicurezza interna (guerra o minaccia di guerra ma anche sommovimenti interni). Tedesco: Aktivdienst -> de.wikipedia.

Basciare -> Coprire con un telone. "Basciare il cannone", si diceva in servizio militare. E naturalmente "sbasciare il cannone" per togliere il telone che lo copriva "a riposo" o in viaggio. Dal francese bâcher = coprire con un telone (bâche). Mai sentito fuori dal ristretto ambito militare.

Bonetto -> Berretto militare, in Italia: bustina = piccolo copricapo militare che, quando non è usato, si può appiattire piegandolo (De Mauro online). Dal francese: bonnet. Quando andavo io a militare c'erano il bonetto A, bustina leggera per la libera uscita, il bonetto B, di stoffa più pesante, esso pure per la libera uscita, il bonetto ex "da lavoro", di stoffa più grezza, e il bonetto d'inverno, con pelliccia copriorecchie. Un collega più giovane mi dice che quest'ultimo è oggi chiamato colloquialmente (anche dagli stessi ufficiali e sottufficiali) "lupo" o "pluto" (i copriorecchi abbassati ricordano Pluto, il cane di Topolino).

Bonetto d'inverno


Brigadiere - Generale di brigata, a una stella. V. Generale. Un tempo era chiamato colonnello brigadiere. In Italia brigadiere = sottufficiale dell'arma dei carabinieri o della guardia di finanza, corrispondente al sergente maggiore (Garzanti online).

Camerata -> Commilitone. Anche in Svizzera è termine "bruciato" che richiama il fascismo italiano. È però ancora corrente nell'esercito.

Caposezione militare - Persona (un civile, in genere in servizio part-time) incaricata di informare il "cittadino-soldato" nel suo comune di residenza sugli obblighi militari (tiro obbligatorio, corsi di ripetizione, ispezioni). Il caposezione militare tiene aggiornato, per conto del Dipartimento (ministero) federale della difesa, l'elenco delle persone residenti nel comune che fanno parte dell'esercito. Tedesco: Sektionschef.

Carne di scimmia -> Carne in scatola, nel gergo militare. Una delle tante traduzioni dal francese (-> Garzanti) del linguaggio militare svizzeroitaliano. L'espressione viande de singe, boîte de singe (o "singe" tout court) era usata dai soldati francesi della Prima Guerra mondiale ("poilus"). L'origine non è stata accertata: c'è chi sostiene che risalga alla fine del XIX secolo, quando i soldati francesi nella neocolonia Costa d'Avorio sarebbero stati "ridotti a mangiare carne di scimmia", chi dice che ci fosse una etichetta su una scatola di "corned-beef" rappresentante una scimmia (o - altra versione - con il nome di un produttore chiamato Singer), e chi afferma - la versione forse più verosimile - che un apriscatole in dotazione ai "poilus" nel 1916-1918 portava la marca "Le singe" (vero -> foto; info: fr.wikipedia, languefrancaise.net).

http://metog.caius.homeip.net/photos/ouvre%20boite%20le%20singe%20p2.jpg                                                  Apriscatole "Le Singe" - da metog.caius.homeip.net


Cittadino soldato - V. Esercito di milizia.

Civilista - Chi svolge il servizio civile al posto di quello militare. Con Google lo trovo come sostantivo solo in siti svizzeri, mentre in siti italiani trovo "servizio civilista". -> Serviziocivile.ch. 

Comandante di corpo - Generale di corpo d'armata, a tre stelle. V. Generale.

Comando forze speciali (CFS) - Nuova organizzazione annunciata nell'aprile 2010 e raggruppante le unità speciali dell'esercito svizzero (professionisti e uomini di milizia: formazioni d'esplorazione e di granatieri, tra cui l'unità speciale Distaccamento d'esplorazione dell'esercito DEE 10, servizi speciali della sicurezza militare) -> Comunicato. Ted.: Kommando Spezialkräfte (KSK), fr.: Commandement des forces spéciales, CFS. La ristrutturazione è cominciata il 1° maggio 2010 e dovrebbe concludersi a fine 2011.

Condotta -> Comando, conduzione, guida, direzione. Termine militar-burocratese che mi sembra poco o punto usato in Italia in questo senso. Verosimilmente sul calco del francese "conduite" (in tedesco è Führung). Per "comando di milizie" si diceva nel Medioevo, leggo sui dizionari. Lo Stato maggiore di condotta dell'esercito (SMCOEs - ted. Führungsstab der Armee FST A)) "si occupa principalmente della pianficazione e della condotta delle operazioni e degli impieghi dell'esercito in Svizzera e all'estero". Il bunker del Consiglio federale (v.) è definito "impianto di condotta" (ted. Führungsanlage, fr. installation de conduite, v. Parlament.ch). "Condotta di tiro" ("sistema di condotta di tiro") si trova però anche su pagine web italiane: risultati Google; ultimamente l'amministrazione federale usa peraltro "direzione del tiro" (apparecchi per la direzione del tiro, ted. Feuerleitgeräte, fr. appareils de conduite de tir).

Congedo -> In Italia: licenza. Il De Mauro online dà congedo = "cessazione del servizio militare | stato del militare che ha cessato di prestare servizio". Licenza: "autorizzazione concessa a un militare di allontanarsi temporaneamente, per ragioni private, dal corpo o dalla nave nei quali presta servizio". 

Corso di ripetizione - Periodo, generalmente di tre settimane, in cui i cittadini elvetici sono chiamati alle armi, per rinfrescare le conoscenze militari acquisite nella scuola reclute (v.), che in Svizzera dura normalmente quattro mesi. 

Corvée -> Corvé (o corvè) o comandata in Italia: (mil.) servizio di fatica assegnato ai soldati; essere di corvé, essere addetto a tale servizio | il gruppo di soldati cui è stato assegnato il servizio (Garzanti online). Nell'italiano ticinese sono mantenute la grafia e la pronuncia francese: corvée di cucina.

Distaccamento d'esplorazione dell'esercito 10 (DEE 10) - Unità d'élite dell'esercito elvetico, composta di militari professionisti e operativa dal 1.8. 2007 Colloquialmente: "i Rambo dell'esercito svizzero", o anche "Los Rambolinos" sulla bocca di militari e giornalisti svizzerotedeschi (v. Weltwoche 30.08.2006). È subordinata al Comando granatieri 1, di stanza nella regione del Monte Ceneri (Ticino). Non è dunque parte dei servizi segreti, ma è presumibile una collaborazione operativa. Effettivi: circa 40 uomini a fine 2010 secondo fonti di stampa (aggiornate?), istruiti a Isone (TI). Era previsto inizialmente un effettivo completo di 91 militari nel 2011 ma sembra esserci stato un blocco o un rallentamento dopo le critiche suscitate dal caso Libia (v. sotto). Tra i suoi compiti figurano: "la protezione di cittadini svizzeri e beni all'estero in caso di aumento della minaccia, il soccorso e il rimpatrio di cittadini svizzeri dalle zone di crisi e la ricerca di informazioni chiave negli ambiti summenzionati" -> comunicato 16.8.2007.  Base legale è l'Ordinanza concernente l'impiego di truppe per la protezione di persone e beni all'estero (OPBE). Nel 2009 Berna prevedeva l'invio di circa 30 uomini al largo della Somalia per l'operazione UE anti-pirateria "Atalanta" (la missione è stata poi affossata dal Consiglio nazionale in settembre). Nel giugno 2010 il DEE 10 è stato evocato dalla stampa nell'ambito delle rivelazioni sui progetti di intervento per liberare i due ostaggi svizzeri in Libia -> CRONOLOGIA ILLUSTRATA DEL CASO GHEDDAFI - SVIZZERA Il 18.6.2010 il Consiglio federale ha deciso di prolungare il rapporto di lavoro di durata limitata per i membri del DEE 10 da cinque a 10 anni, compresi i 18 mesi di istruzione in Ticino. Il 28.12.2010 il ministro della difesa Ueli Maurer ha annunciato un riorientamento, affermando che il DEE 10 dovrà essere impiegato in prevalenza o unicamente (i resoconti divergono) per interventi all'interno della Svizzera e non più all'estero. Il 22.12.2011 il DFAE annuncia l'impiego di un distaccamento speciale da metà gennaio 2012 a difesa dell'ambasciata svizzera in Libia, senza precisare se si tratterà di uomini del DEE 10 (-> comunicato, la notizia era stata anticipata dalla NZZ il 20). Tedesco: Armee-Aufklärungsdetachements 10 (AAD 10 -> de.Wikipedia), francese: Détachement de reconnaissance de l'armée 10 (DRA 10 -> fr.Wikipedia). Contatto: Cdo gran 1, Cdo DEE 10, Caserma CH-6802 Rivera -> Pagina web, Opuscolo DEE 10 (PDF).Badge distaccamento d'esplorazione dell'esercito 10

Badge DEE 10

Divisionario - Generale di divisione, a due stelle. V. Generale. Un tempo era chiamato colonnello divisionario.

Esame di coscienza - Esame, da parte di una speciale commissione di ammissione, cui deve sottoporsi chi vuole essere ammesso al servizio civile per spiegare le sue ragioni di coscienza. Il parlamento ne ha deciso nel 2008 la soppressione a favore della semplice prova dell'atto (v.).

Esercito XXI - Riforma dell'esercito svizzero entrata in vigore il 1.1.2004. Ha sostituito la riforma provvisoria Esercito 95, in vigore dal 1.1.1995. -> Dizionario storico della Svizzera; -> Esercito svizzero in Wikipedia. Novità principali per i militari: obbligo di servire ridotto alla fascia 20-30 anni (in precedenza fino a 42); riduzione dei giorni totali di servizio da 300 a 260 in media (da 900 a 760 per i quadri); scuola reclute allungata da 15 a 18-21 settimane a seconda
delle truppe; in seguito sei o sette corsi di ripetizione di 19 giorni ciascuno; ogni anno fino al 15% dei coscritti possono compiere il servizio militare in ferma continuata; introduzione di nuovi gradi: appuntato capo; sergente capo, sergente maggiore capo, aiutante capo.

Esercito di milizia - Così è definito l'esercito in Svizzera, dove si parla anche di "cittadini soldati". Diversamente dalla maggior parte dei paesi del mondo, ogni cittadino giudicato idoneo al servizio segue un periodo di istruzione di base (scuola reclute), di 18  o 21 settimane a dipendenza dell'Arma***, seguito da un certo numero di "corsi di ripetizione". I "cittadini soldati" si portano a domicilio il proprio equipaggiamento, armi personali comprese, in modo da essere sempre pronti in caso di mobilitazione. Il proscioglimento dal servizio militare avviene oggi al più presto a 30 anni; un tempo l'obbligo durava fino a 60! Se in democrazia dovesse valere il "chi tace acconsente", la Svizzera non avrebbe più esercito. Il 26 novembre 1989, l'iniziativa per l'abolizione ha mobilitato il 69,2 degli iscritti, il 64,4 % dei quali l'ha respinta. Meno del 45% dell'elettorato ha dunque difeso quella che si amava definire la "vacca sacra" elvetica. La maggioranza, o ha detto "sì" (oltre il 24%) o ha taciuto (quasi il 31%).   (*** Recentemente è stata tuttavia introdotta per un numero ristretto di coscritti la "ferma continuata" senza corsi di ripetizione, analoga alla naia in Italia). Più informazioni sul sito del Dipartimento federale della difesa. V. anche Esercito XXI.

Fass -> Fucile d'assalto. Acronimo usato nell'esercito svizzero in italiano e francese (ted. Stgw = sturmgewehr), adottato anche come parola comune. Il modello attualmente in dotazione è l'SG 550 (Wikipedia), prodotto dalla Swiss Arms AG (ex SIG), ed è chiamato Fass 90 (Stgw 90 - Sturmgewehr 90, Scheda del produttore) perché adottato dall'esercito svizzero nel 1990. Per i modelli v. Swissrifles.ch.

                              Fass90, da Swissrifles.ch.

Forze aeree - Forze Aeree Svizzere -> Wikipedia. Ted. Schweizer Luftwaffe, franc. Forces Aériennes Suisses, ingl. Swiss Air Force. Nome ufficiale dell'aeronautica militare svizzera. -> Sito web.

Forze terrestri - Nome ufficiale dell'esercito di terra elvetico. Tedesco: Heer. Francese: Forces terrestres. -> Sito web.

Galba -> Rancio, pasto distribuito ai militari (gergo militare). Su questa parola v. Lurati pp. 190-191.

Gamascia  -> Gambale = sorta di ghetta di pelle allacciata sopra la scarpa a protezione della gamba (De Mauro online). Dal tedesco Gamasche = gambale, ghetta, passato nell'italiano ticinese dall'uso del termine durante il servizio militare. V. anche alla voce Ghette.

Gamella (mil.) - Non è un ticinesismo per "gavetta" come è stato sostenuto: lo danno il Garzanti e il De Mauro online: gavetta per il rancio. È invece probabilmente un ticinesismo nel senso di "faccia poco raccomandabile" (dialetto: "che gamèla!"), peraltro colloquiale informale.

 

Gamella


Generale - In Svizzera può essercene al massimo uno, nominato in caso di guerra. Il lettore ticinese storce dunque il naso quando legge sulla stampa italiana di "generali svizzeri". O lo storceva in passato, perche oggi anche la stampa svizzerotedesca parla tranquillamente di generali: "Schmid (il ministro della difesa, ndr) stoppt Generäle", titolava la SonntagsZeitung il 25.5.2008, p. 9. In realtà è soltanto una questione formale: quelli che all'estero sono chiamati generali in svizzera sono detti brigadiere (generale a una stella), divisionario (generale a due stelle) e comandante di corpo (generale a tre stelle). Il generale propriamente detto corrisponde a un generale a quattro stelle. Per le differenze nei gradi militari tra Italia e Svizzera v. Wikipedia. Per i distintivi dell'esercito svizzero v. Gradi militariIl contenuto si apre in una nuova finestra (formato PDF).

Gnägi - Dolcevita grigioverde con cerniera sul collo che si porta sotto la tenuta d'assalto (v. Tenuta). Da Rudolf Gnägi, ministro della difesa elvetico tra il 1968 e il 1979. Detto anche Tricot (v.)

Gnägi

 

Granata (sost.) -> Bomba a mano. Granata = proietto d’artiglieria dirompente o perforante, munito di spoletta a percussione o a tempo: g. anticarro, g. antiaerea (De Mauro online) -> Wikipedia. Granata per bomba a mano è usato anche in Italia -> Wikipedia. In Ticino granata (eventualmente granata a mano), si usa però praticamente solo per indicare la bomba a mano: dal francese grenade (à main) e dal tedesco Handgranate, in uso nell'esercito. La granata nel senso indicato dal De Mauro è detta "obus" in francese e "Geschoss" in tedesco. In italiano il Dipartimento federale della difesa traduce "granata", ma mi pare che in servizio militare la chiamassimo semplicemente "colpo".

Gruppo per una Svizzera senza esercito (GSsE) -  Gruppo antimilitarista nato nel 1982. Ottenne un grande successo con la sua iniziativa popolare per l'abolizione dell'esercito (una vera e propria "vacca sacra" in Svizzera a quei tempi), certo bocciata dal popolo elvetico il 26.11.1989, ma accolta da un clamoroso 35,6% dei votanti. -> Dizionario storico della Svizzera, WikipediaSito web .Sigla tedesca: GSoA -> Gsoa.ch, sigla francese GSsA -> Gssa.ch).

Impianto di condotta -< V. Condotta.

Istruzione di reparto -> V. Pagare il grado.

Lanciamine -> Mortaio = "pezzo di artiglieria ad avancarica con bocca da fuoco corta, in grado di effettuare tiri con grandi angoli di inclinazione, particolarmente efficace nel colpire bersagli vicini, ma nascosti da rilievi o fortificazioni" (De Mauro online). Lanciamine = "dispositivo collocato a poppa delle navi posamine, costituito da un piano inclinato dal quale le mine vengono lasciate cadere in mare" (De Mauro). Il termine lanciamine è usato nell'esercito svizzero al posto di mortaio e viene dal tedesco Minenwerfer, che anche i dizionari online traducono "lanciamine". Wikipedia in italiano dà Minenwerfer = lancia-mine, ma con senso limitato a un tipo di mortaio usato dagli eserciti tedesco e austroungarico nella Prima Guerra Mondiale.


Lance-mines 12 cm Lanciamine = mortaio (da Checkpoint-online.ch)


Landsturm - Truppe formate da soldati fra i 43 e i 50 anni (fino a 60 prima del 1961). Abolita nel 1995. 

Landwehr - Truppe formate da soldati fra i 33 e i 43 anni, abolite con la nuova organizzazione dell'esercito. 

Lasagna - Appellativo scherzoso per i gradi più alti dell'esercito (brigadiere, divisionario, comandante di corpo), eventualmente per i gradi intermedi (maggiore, tenente colonnello, colonnello, che io chiamerei piuttosto "tagliatelle") - con riferimento alla forma delle decorazioni giallo-oro sul cappello e sulle mostrine per indicarne il grado. V. Spaghetti

Lazzaretto  -> Ospedale militare. Dal tedesco Lazarett con lo stesso significato. In italiano: ospedale dove un tempo venivano ricoverate in isolamento le persone affette da malattie contagiose (Garzanti online).

Libretto di servizio - Documento individuale di identità (un libretto dalla copertina rigida) dell'esercito in cui sono contenute le informazioni relative al soldato e ai suoi trascorsi militari (servizi effettuati, promozioni, eventuali giorni di carcere militare) ed è elencato il materiale ricevuto in dotazione.

Libretto di tiro - Documento di dimensioni simili a quelle del Libretto di servizio (v.) in cui sono iscritti in particolare i risultati ottenuti nel tiro obbligatorio (v.) effettuato fuori dal servizio militare. I due libretti sono sempre assieme come fratelli.

Lupo - V. Bonetto d'inverno. 

Magazzino -> Caricatore di armi automatiche o semiautomatiche. Dal tedesco Magazin. La classica parola che si impara in servizio militare e si finisce per pensare che sia italiano.

Munizione da tasca - Scatola di munizioni che ogni cittadino-soldato svizzero si portava a casa dopo ogni servizio militare, con l'arma personale (fucile d'assalto o pistola). Nel settembre 2007, le Camere federali, con l'intento di ridurre i rischi provocati dalle armi, hanno approvato una mozione in cui si ingiungeva il ritiro di questa munizione, in tutto 257'000 scatole. Il ritiro è stato portato a termine nel corso del 2010.  -> Pagina web ad hoc. Ted. Taschenmunition, franc. Munitions de poche.

Mutazioni  -> Avanzamenti, promozioni e cambiamenti nei comandi all'interno di una compagine, in particolare esercito e polizia. Termine usato ufficialmente nell'Amministrazione federale. Francese: mutations, tedesco Mutationen. I dizionari danno mutazione con diversi significati, ma mi pare che si senta soprattutto in biologia (mutazioni genetiche), e non nel senso  sopra indicato.

Obice -> Da evitare per "granata" = proietto d’artiglieria dirompente o perforante, munito di spoletta a percussione o a tempo. Infatti, obice = pezzo di artiglieria con canna piuttosto lunga in grado di effettuare tiri con traiettoria molto alta per colpire bersagli defilati (De Mauro online). Obice per granata si sentiva ogni giorno alla RTSI e si leggeva nelle notizie dell'ATS ai tempi della guerra del Libano, traduzione a orecchio del francese obus =  granata. Lo stesso errore facevano del resto anche corrispondenti italiani  dal Libano, tanto che obice "impropr., proiettile di una bocca da fuoco" è riportato anche dal De Mauro online.

Oggetto pio -> Vanghetta (= milit., piccola vanga con la lama ripiegabile nel manico, in dotazione ai soldati per eseguire lavori di scavo o di sterro) o altro attrezzo di lavoro pieghevole in dotazione alla truppa. Gergo militare per "oggetto pioniere", attrezzo da pioniere.  Francese: outil de pionnier.

 Klappspaten Oggetto pio

 

Ordine di marcia  -> In Italia: cartolina precetto. In Svizzera si ricevo ogni volta che si è chiamati a prestare servizio militare. V. Esercito di milizia. 

P26, P-26 - "Organizzazione di resistenza" in caso di occupazione comunista, equivalente elvetico delle varie "Stay Behind" o "Gladio" nei vari paesi della NATO ai tempi della guerra fredda, facente capo al servizio segreto militare svizzero, come la P-27 (v.). La sua esistenza venne alla luce dopo lo "scandalo delle schedature" e fu rivelata, in un rapporto che fece un gran chiasso, da una commissione parlamentare d'inchiesta il 19.11.1990.

P27, P-27 - "Servizio di informazioni straordinario" per missioni "a maggiore rischio" all'estero, parallelo al servizio di intelligence militare ufficiale, durante la guerra fredda. La sua esistenza venne alla luce dopo lo "scandalo delle schedature" e fu rivelata, in un rapporto che fece un gran chiasso, da una commissione parlamentare d'inchiesta il 19.11.1990. Come la P-26 (v.) è stata smantellata, almeno ufficialmente. V. alla pagina SERVIZI SEGRETI.

Pacchettaggio -> "Armi e bagagli" del soldato: sacco (zaino), eventualmentte sacco effetti (borsa con gli effetti personali), fucile d'assalto. Dal francese paquetage = bottino = (mil.) sacca di tela in dotazione ai soldati; anche, il suo contenuto (Garzanti online). Ted. Packung.

Pagare il grado -> Guadagnarsi il grado sul campo, esercitandolo in genere durante una scuola reclute (v.). Nell'esercito di milizia svizzero (v.) chi ottiene le qualifiche per una promozione, dopo un periodo di istruzione specifica "paga" il grado sottoponendosi a una "istruzione di reparto" (ted. Verbandsausbildung, fr. instruction en formation), svolgendo cioè le nuove mansioni (di caporale, sergente maggiore, furiere, tenente, capitano) durante una scuola reclute -> Comunicato Admin. Per "pagare" il grado di sergente un caporale scelto doveva un tempo (oggi non so) svolgere due corsi di ripetizione in più. Sost.: pagamento del grado (ted. Abverdienen, fr. paiement des galons).

Pamir -> Cuffie militari antirumore, utilizzate negli esercizi di tiro. Cuffia = "spec. al pl., dispositivo che, applicato all’orecchio, consente l’isolamento acustico dall’ambiente esterno a chi lavora con macchinari particolarmente rumorosi".

  Pamir

         

Pellerina -> Mantellina, mantella = indumento di tessuto impermeabile, di foggia semplice e molto ampio in modo da essere indossato sopra gli abiti per ripararsi dalla pioggia. Termine usato in servizio militare. Dal francese pèlerine = mantellina, pellegrina, passato anche al tedesco: Pelerine. 

 

Pellerina


Pentagono - Così è chiamato scherzosamente, richiamandosi alla sede del Dipartimento della difesa USA, il grande edificio amministrativo del Dipartimento federale della difesa (DDPS) a Berna, alla Papiermühlestrasse 20, che ha però la forma di una croce irregolare. Qui ha sede anche il Servizio delle attività informative della Confederazione SIC, ossia il servizio segreto svizzero riformato passato interamente alle dipendenze del DDPS dal 1° gennaio 2010. Ted. Pentagon.

Piazza d'armi - Sito militare destinato all'istruzione e ad esercizi di tiro, può raggruppare caserma e stand di tiro (v.). Ted. Waffenplatz, franc. Place d'armes.  

Pinz -> Pinzgauer, veicolo fuoristrada di fabbricazione austriaca, utilizzato dall'esercito svizzero per il trasporto di uomini, materiale, armi leggere, munizioni e vettovaglie (v. Haflipinz.ch, de.wikipedia).

 Zweiachsiger Pinzgauer Pinz, da de.wikipedia.

 

Planca -> Plancia: "milit., ripiano posto sopra le brande di una caserma, per collocarvi oggetti personali" (De Mauro online, che lo dà comunque come tecnico-specialistico e obsoleto). Francese: planche. Lurati traduce planca = "insieme standardizzato di sacco, cappotto, ecc." (p. 192, cit. anche in Petralli p. 366). Il fatto è che zaino militare ecc. sono, o erano, riposti sulla plancia in questione, per cui "controllare la planca" = controllare quel che c'è sopra.

Pluto - V. Bonetto d'inverno

Primo tenente - Grado tra il tenente e il capitano. 

Prova dell'atto - Espressione ricorrente nelle discussioni politico-legislative sul servizio civile: l'"atto" con cui il richiedente si dichiara disposto a prestare servizio civile per una durata maggiore - una volta e mezzo, o 390 giorni invece di 260 - di quella del servizio militare è un indizio sufficiente a dimostrare la sua credibilità e serietà, sostengono i fautori della "prova dell'atto". Il parlamento svizzero ha infine accolto la loro tesi (il Consiglio nazionale l'11.06.2008, il Consiglio degli Stati, il 18.09.2008), decidendo di abolire il cosiddetto esame di coscienza (v.).

Putzstock - Bacchetta metallica (montabile ad avvitamento) con scovolo all'estremità per pulire il fucile d'assalto. Scóvolo = s. m. lunga spazzola di forma cilindrica, usata per pulire l'interno delle bocche da fuoco (Garzanti) o della canna di un'arma da fuoco (Zingarelli). Tedeschismo (= bacchetta di pulizia) del linguaggio militare svizzeroitaliano, non so se ancora in uso.
 

Raggio d'uscita - Limite di presidio, in Italia (così perlomeno si chiamava un tempo). Perimetro, fissato dal comandante, attorno alla caserma o agli accantonamenti da cui il soldato non è autorizzato ad uscire. Tedesco: Ausgangsrayon, franc. rayon de sortie -> 43 Settore comunitario e raggio d’uscita del del Regolamento di servizio dell’esercito svizzero. Se non ricordo male ai miei tempi si chiamava raggio di accantonamento.

Ridotto nazionale (storico) - Termine della strategia militare elvetica durante la Seconda guerra mondiale. Consisteva nel ritirare le truppe nella regione alpina per organizzare in essa la resistenza armata in caso di invasione dell'Altipiano elvetico da parte delle truppe della Germania nazista. Si usa ancora dire oggi mentalità da ridotto nazionale e simili per indicare persone o partiti ostili ad ogni apertura verso l'esterno. -> Ted. Schweizer Reduit - de.wikipedia.

Rileva -> Cambio (della guardia), sostituzione, rimpiazzo. Si impara in servizio militare e si ripete pensando che sia italiano. Dal francese relève, con i significati sopra indicati. 

RUAG, Ruag - Gruppo specializzato nelle tecnologie dell'armamento, con sede a Berna; società anonima proprietà della Confederazione. RUAG Schweiz AG (o RUAG Suisse SA) è stata costituita il primo gennaio 1999 come holding raggruppante le quattro aziende d'armamento della Confederazione privatizzate a quella data: SE Berna (elettronica), SF Emmen (aerei) e SW Thun (armi), SM Thun (munizioni). La direzione della nuova impresa federale era stata affidata all'allora capo dell'armamento Toni Wiki. Sito web: Ruag.com. Più info: de.wikipedia.org.

Saccapane -> Per "tascapane" (= borsa di tessuto che spec. i militari e i cacciatori portano a tracolla o sul fianco per mettervi cibo o altro) lo danno anche il De Mauro e il Garzanti online,a  dispetto di chi lo ritiene un ticinesismo.

Sacco -> Sostituisce praticamente sempre "zaino" nell'italiano ticinese: sacco militare, sacco da montagna. Sacco effetti: borsa per gli effetti personali, nell'esercito. Saccoletto per sacco a pelo si dice anche in Italia, mi dice un test Google, mentre non si dirà schlafsack, usato in dialetto e anche in italiano ticinese.

Sacco effetti vecchio modello

 

Schlafsack -> Sacco a pelo. Il termine tedesco è rimasto nel dialetto e nell'italiano ticinese.  

 

Schlafsack militare svizzero

 

Scuola di sezione - Scuola di plotone (Google). Esercizio di istruzione formale, in genere giornaliero, a livello di sezione (plotone), consistente nel marciare al passo, scattare avanti e indietro e simili amenità. Tedesco svizzero: Zugschule -> Google. In vista di grandi occasioni c'è anche la scuola di batteria o scuola di compagnia, con la partecipazione di tutte le sezioni di una batteria o di una compagnia.

Scuola reclute - Periodo di istruzione di base di 18  o 21 settimane a dipendenza dell'Arma nell'esercito svizzero: v. Esercito di milizia. A volte detta, sul calco dialettale, scuola recluta.

Servizio di parco -  Manutenzione "dell'arma personale, delle armi collettive, delle munizioni, dei veicoli e degli apparecchi, come pure del resto del materiale". Il servizio di parco comprende anche "la cura e il ricovero degli animali dell'esercito." -> Art 50 Servizio di parco del Regolamento di servizio dell’esercito svizzero. Tedesco: Parkdienst; francese: service de parc.

Servizio interno - Nell'esercito, manutenzione dell'equipaggiamento personale e del materiale di corpo personale, igiene corporale e pulizia dell'alloggio -> Art. 51 del Regolamento di servizio. Tedesco: innerer Dienst; francese: service intérieur.

Servizio specializzato per il controllo di sicurezza relativo alle persone (o ... per il "CSP") - Servizio della Segreteria generale del Dipartimento federale della difesa (DDPS) incaricato di valutare eventuali rischi per la sicurezza di determinate persone, in particolare dipendenti della Confederazione o di imprese legate agli armamenti (come la Ruag, che è proprietà della Confederazione) o al settore dlela sicurezza -> pagina web; base legale: OCSP Pagina esterna. Il contenuto è aperto in una nuova finestraArt. 3). Ted.: Fachstelle für Personensicherheitsüberprüfungen, Fr.: Service spécialisé chargé des contrôles de sécurité relatifs aux personnes.

Sezione (mil.)  -> Suddivisione di una compagnia o di una batteria. In Italia: plotone. Una sezione è suddivisa in gruppi, agli ordini di un caporale o di un appuntato. Tedesco: Zug, plur. Zügen; francese: section. V. anche Scuola di sezione.

Sibla -> Bersaglio. Una di quelle parole che si imparano in servizio militare e si finisce per pensare che siano italiano. Dal francese cible = bersaglio.

SIS - Servizio informazioni strategico. Servizio di "intelligence" all'estero, sottoposto al Dipartimento federale della difesa (DDPS). Tedesco: Strategische Nachrichtendienst (SND); francese: Service de renseignement stratégique (SRS). Come il SAP (v.) in ambito civile, è frutto di una radicale (per lo meno formale) ristrutturazione del vecchio servizio segreto militare denominato Gruppo informazioni e sicurezza (GIS, poi Grinfo, tedesco UNA), a seguito dello "scandalo delle schedature" (v.). A questo riguardo vedi anche le voci P26 e P27. -> Sito web. V. alla pagina SERVIZI SEGRETI.

Soldatenstube - Locale con spaccio di bibite, sigarette ecc. destinato ai soldati, di solito nei pressi delle caserme. Parola tedesca che ogni soldato svizzeroitaliano impara durante il servizio militare (francese: foyer du soldat). 

Soldato d'esercizio - Soldato impiegato nel controllo di accessi, sicurezza integrale, pulizia degli stabili e protezione da incendi. Ted. Betriebssoldat, fr. Soldat d'exploitation.

Spaghetti -  Denominazione scherzosa per indicare gli ufficiali di grado inferiore - tenente, primo tenente, capitano - con allusione alle "righe" giallo-oro sui cappelli e sulle mostrine per indicarne il grado. Anche per gli ufficiali di grado superiore si pesca nel repertorio della pasta: v. Lasagna.

Stand di tiro -> Poligono di tiro. Una genere di struttura di cui la Svizzera abbonda essendo necessaria per l'espletamento (mi si perdoni il burocratese) del tiro obbligatorio (v.).

Stato maggiore di condotta -> V. Condotta.

SWISSINT - Centro di formazione dell'esercito inagurato il 4.12.2004 presso Stans (NW), costato 4,2 milioni di frs. Ogni anno organizza corsi per i militi impegnati nella missione Swisscoy in Kosovo. Dispensa anche corsi di formazione per osservatori militari dell'Onu e per operazioni di mantenimento della pace.

Tassa militare - Tassa d'esenzione dall'obbligo militare, in base alla legge omonima (LTEO). Ammonta al 3% del reddito soggetto all'imposta (minimo 200 franchi). Deve pagarla chiunque non sia incorporato nell'esercito o non sia soggetto all'obbligo di prestare servizio civile, come pure chi, durante l'anno, non presta il servizio militare o civile cui sarebbe tenuto. Tedesco: Militärsteuer o, ufficialmente, Wehrpflichtersatzabgabe.

Taz, TAZ - Tuta mimetica. Sigla tedesca: Tarnanzug. V. Tenuta.

Tenuta - Divisa militare (anche in Italia: Garzanti online).  Un tempo c'erano la tenuta A, leggera di libera uscita e per i congedi (v.) a casa, la tenuta B, pure di libera uscita ma più pesante, e la tenuta ex, di stoffa grezza, da lavoro (ma in precedenza, penso, di libera uscita). Per il lavoro sporco c'era anche la tenuta blu (o tuta blu). L'uniforme principale era la tenuta d'assalto (o tuta d'assalto), tuta mimetica da combattimento. Oggi questa è chiamata anche taz (ted. Tarnanzug): i militari ne hanno una "da lavoro" e una per le licenze e le grandi occasioni, chiamata PA (Persönlicher Anzug), mi dicono colleghi più giovani. Per chi volesse approfondire: pagina Vestiario e pacchettaggi del DDPS - Regolamento: Vestiario e pacchettaggi (formato PDF).

Tiro obbligatorio - Esercizio di tiro annuale cui sono obbligati - astretti nell'italiano militare elvetico (il termine è dato come letterario dal Garzanti online!) - i cittadini svizzeri tenuti a prestare servizio militare, negli appositi stand di tiro (v.) di cui la Svizzera è disseminata. I risultati vengono naturalmente iscritti nel Libretto di tiro, compagno di una vita insieme al Libretto di servizio (v.). Un tempo questa corvée, da prestarsi fuori dai giorni di servizio militare (corsi di ripetizione, v.)  durava fino a 42 anni, quando si consegnavano definitivamente i "panni militari" che ogni "cittadino-soldato" deve tenersi in casa. Oggi questa consegna avviene prima e così anche la fine di l'obbligo del tiro "fuori servizio". In questo ambito da segnalare anche la locuzione re del tiro: titolo onorifico che spetta al migliore tiratore in certi concorsi di questo sport nazionale.


Toblerone -> Elmento di sbarramento anticarro in cemento, con la forma del noto cioccolato (v. dizionario alfabetico). I tobleroni allineati erano visibili un tempo in molti paesaggi elvetici. Molti sono stati smantellati ultimamente.

Datei:Sperre.jpg Tobleroni, da de.wikipedia.

Tricot - Dolcevita grigioverde con cerniera sul collo che si porta sotto la tenuta d'assalto (v. Tenuta). Dal franc. tricot = maglia. Detto anche Gnägi (v.).

Truppe del treno, soldati del treno -> Truppe e soldati con cavalli da tiro per il trasporto di materiale nelle zone senza strade. Le credevo da tempo abolite ma le ho riviste al Telegiornale il 27.11.2008. Per l'origine del termine v. alla voce Treno nel dizionario alfabetico -> T.

Uditore (giustizia militare) - Pubblico ministero militare.  

Uditore in capo - Capo della giustizia militare elvetica. Sorta di procuratore generale dell'esercito, ma con maggiori competenze rispetto all'omologo civile: "L'Uditore in capo, in quanto la competenza non spetti al comandante di truppa, nella sua qualità di suprema istanza d'accusa per le questioni militari, avvia le procedure penali della giustizia militare. Tra le stesse s'annoverano, in virtù delle Convenzioni di Ginevra, i procedimenti contro presunti criminali di guerra. L'Uditore supervisiona l'opportuno svolgimento e l'espletamento delle procedure penali della giustizia militare. Inoltre, nel quadro delle disposizioni legali, l'Uditore in capo esercita i diritti e i doveri processuali attribuitigli. Tra questi s'annovera, ad esempio, il ricorso ai pertinenti rimedi giuridici". L'Ufficio dell'uditore in capo "è responsabile, a livello amministrativo e organizzativo, del corretto funzionamento della giustizia militare. È il centro di competenza per i tribunali militari di tutte le istanze e per le autorità penali militari; le stesse sono indipendenti sotto ogni punto di vista dai vertici dell'esercito e dall'Amministrazione. In quanto tale crea pure le premesse affinché suddetti organismi possano adempiere in modo ottimale i compiti assegnati loro dalla legge". Le citazioni sono tratte dal sito del Dipartimento federale della difesa Vbs.admin.ch (inutile dare un link più preciso, cambiano continuamente).

Via di servizio -> Via gerarchica. Espressione della vita militare, si è trasferita anche in ambito civile. "La via di servizio risulta dall’ordinamento del comando. Essa collega i singoli livelli di comando, senza ometterne alcuno." (-> Regolamento di servizio dell’esercito svizzero Art. 20 Via di servizio).

Zappatore - Soldato appartenente alle truppe del genio. Ted. Sappeur; franc. sapeur. Il termine si è mantenuto nell'esercito svizzero, dove esistono ancora zappatori semplici, zappatori d'aerodromo e zappatori carristi (Panzersappeure, sapeurs de chars) di tipo A e tipo B (differenziazione che mi sfugge). I dizionari italiani danno zappatore = soldato addetto a scavare trincee, gallerie ecc. (Garzanti online). Non sembra tuttavia essere un termine ancora usato: "Gli zappatori erano soldati specializzati, a volte mercenari. Essi scavavano trincee per bloccare l'avvicinamento del nemico, oppure gallerie alla base delle fortificazioni per provocarne il crollo", dice Wikipedia.


Ċ
pippo tabasio,
04 set 2010, 13:27
Ċ
pippo tabasio,
04 set 2010, 13:27
Ċ
pippo tabasio,
04 set 2010, 13:20
Ċ
pippo tabasio,
09 set 2010, 12:14
Ċ
pippo tabasio,
04 set 2010, 13:35
Ċ
pippo tabasio,
04 set 2010, 13:33
Ċ
pippo tabasio,
09 set 2010, 12:14
Ċ
pippo tabasio,
04 set 2010, 13:38