auto elettriche‎ > ‎

peugeot ion

La Peugeot iOn è una graziosa vetturetta compatta, lunga poco meno di 3,5 metri ma con 4 porte e 4 posti decisamente comodi, specie i due anteriori. Il bagagliaio, posteriore e forzatamente ridotto, è ampliabile abbassando uno o entrambi i sedili dietro. Motore e batterie sono sotto il piano di carico “visitabili” alzando il sottofondo del bagagliaio semplicemente svitando quattro dadi “a farfalla”. Davanti dall’esterno, si accede al rifornimento dei liquidi, che sono essenzialmente quello di raffreddamento e i vari livelli di lubrificazione e di accessori come l’acqua degli spruzzini. Praticamente è prevista una manutenzione molto ridotta.

 

Dentro ci si sta bene con un’ottima visibilità, specie per i due davanti, anche in cattive condizioni atmosferiche grazie al tergicristallo monospazzola di ampie dimensioni. Curiosa la strumentazione che conserva il simbolino della pompa di benzina come indice dell’autonomia anche se qui i prodotti petroliferi e relativi odori sono del tutto sconosciuti. La leva del cambio, con le funzioni sopra descritte è ben posizionata nelle pur scarse occasioni che venga utilizzata con veicolo in movimento. La pedaliera a due pedali è ben spaziata, nulla fa presagire il tipo di trazione e praticamente solo il pilota è al corrente se la iOn è in moto oppure no. E’, ribadiamolo, una vettura che nasce elettrica ma che non subisce per questo alcun condizionamento rispettando tutte le esigenze di una vita a bordo confortevole, tipica delle esigenze di spostamenti urbani ma anche di medio raggio, compatibili con l’autonomia.
 


La iOn va benissimo in rapporto alla facilità di guida e all’adeguamento alle esigenze del traffico che è chiamata ad affrontare. Fa pochissimo rumore all’interno e praticamente nullo all’esterno. Scatta coerentemente in accelerazione, ha uno sterzo assistito in elettrico preciso con raggio di sterzata contenuto, per districarsi con efficacia. Apprezzabile il confort di assorbimento, ce l’aspettavamo decisamente più “dura”. La climatizzazione ha soddisfatto nonostante una temperatura esterna decisamente elevata, decisamente sopra i 30 gradi. Naturalmente si spegne alle soste ed esercita la funzione “start stop” con naturalezza. Raggiunge i parametri di progetto anche per quanto riguarda la velocità massima, coincidente con quella ammessa dal Codice della Strada. Stabilità molto elevata, tale da evitare interventi dello ESP di cui è comunque dotata. Il suo limite è ovviamente e solamente l’autonomia ridotta in quanto è così attrezzata che invoglierebbe ad affrontare viaggi al di sopra delle sue attuali possibilità. Guidata con due persone a bordo per circa un’ora su percorso suburbano non ha dato cenni di calo nelle prestazioni e l’indicatore di autonomia è sceso “solo” di qualcosa attorno ad un decimo rispetto alla carica completa.
 

 

Scheda tecnica

Dimensioni L =3,48 m l= 1,475 m h= 1,6 m
Interasse : 2,55 m
Raggio di sterzata tra muri = 4,5 m
Motore = elettrico, sincrono, a magneti permanenti.
Potenza massima = 47 kW da 2.500 a 8.000 giri/min
Coppia massima = 180 Nm da 0 a 2.500 giri/min
Regime massimo = 8.500 giri/min
Velocità massima = 130 km/h
Accelerazione 0-400 m = 19,9”
Accelerazione 0-1.000 m = 36,9”
Batteria = litio ioni, 330 volt
Energia massima caricata = 16 kWh
Autonomia = 130 km
Tempo di ricarica = 6 ore da presa domestica
Massa a vuoto = 1110 kg
Numero posti = 4

Comments