Blog‎ > ‎

ECOSISTEMA CAMERALE alla Plenaria OPEN GOVERNMENT FORUM

pubblicato 02 dic 2016, 09:36 da Francesca Sanesi



20161128_111504.jpg



Si è aperta col ringraziamento del Ministro Marianna Madia la Plenaria del Forum Open Government Partnership - OGP tenutasi il 28 novembre scorso presso il Ministero della Semplificazione Amministrativa e Pubblica Amministrazione, volta a presentare il III Piano di Azione nazionale che sarà illustrato al Global Summit 2016 di Parigi dal 7 al 9 dicembre.

“Con 52 azioni diverse l’Italia si presenta, finalmente, con un piano “open gov” ambizioso e uno dei fattori determinanti, in questa edizione, è stato sicuramente il modello partecipativo attuato”.

Con queste parole il Ministro ha espresso il ringraziamento a tutti i partecipanti al Forum perchè finalmente, anche l’Italia, ha messo in moto un meccanismo di dialogo collaborativo con i diversi portatori d’interesse sul tema specifico. Meccanismo, quello del “partenariato”, che diventerà modello da seguire, come dimostrato da analoga consultazione avviata pochi giorni fa dall’ANAC e da realtà territoriali come i Comuni di Roma e Milano per la redazione delle rispettive “agende digitali” .


Tra i portatori d’interesse chiamati alla partecipazione al Forum e a tre dei tavoli di lavoro c’è Ecosistema Camerale che, ricordiamo, ha contribuito  al III Piano d’azione nazionale con diverse idee e progetti. Adesso si avviano le fasi di attuazione e monitoraggio.


La giornata si è conclusa proprio con il Tavolo di lavoro sugli Open Data, nell’ambito del quale il valore del Registro Imprese (“open non significa gratis”), banca dati di interesse nazionale, è stato più volte rimarcato e sul quale ci si è riproposti, con Agid e il Team OGP, di organizzare un incontro specifico  coinvolgendo la rappresentanza istituzionale del Sistema Camerale.


Soddisfazione per Esc che vede sempre più riconosciuto il ruolo di soggetto “portatore di interessi” ed è inserito a pieno titolo nell’elenco degli attori da consultare quando le istituzioni nazionali e alcuni grandi Comuni (come Roma) avviano piani o progetti che riguardano il ruolo e lo sviluppo di azioni del sistema pubblico.


L’associazione è stata, infatti, invitata ai tavoli del Forum dell’OGP ai quali ESC assicura sempre una presenza proattiva. I contributi inviati da ESC sotto forma di azioni sono stati accolti e sono tra le schede progetto di cui è composto il 3° Piano Nazionale dell’Open Government.


Recentemente l’associazione è stata anche chiamata dal Comune di Roma a partecipare ai tavoli di lavoro per implementare l’Ideario della costruenda Agenda Digitale di Roma Capitale.


Infine, Esc ha ricevuto l’invito dall’ANAC per le audizioni sullo schema di Linee guida sull’accesso generalizzato (Linee Guida recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico (art. 5 co. 2 del d.lgs. 33/2013)  posto poi in consultazione pubblica sul sito ANAC. In merito, Esc ha assicurato un contributo sulle predette Linee guida circa le modalità attuative del cosiddetto “accesso civico generalizzato” introdotto dal FOIA, che non si limita solo a formulare osservazioni, ma propone soluzioni organizzative per le P.A. nella prima fase transitoria.

ESC – Ecosistema camerale

www.ecosistemacamerale.it, 2 dicembre 2016

tweet @Ecosist_CamCom
Comments