Home‎ > ‎

Trasumanar e organizzar

pubblicato 15 giu 2011, 05:42 da Anna de Martini   [ aggiornato in data 15 giu 2011, 05:47 ]
                                
Con carico ,ma senza carica (nemmeno onorifica)...dal 13 marzo al 13 giugno abbiamo faticato.I faticatori tutti volevano bene ad Anna... come madre mi sono sentita fiera come non mai!   Ho anche avuto qualche preoccupazione.

...arriva un momento in cui è meglio prendere le distanze dall'opera e dire:"fatto! alla prossima!"Sul campo restino magliette per chi ne vuole!"
E' già arrivato quel momento?

Mi pare che alla gente adesso (e a noi stesse) per non scivolare nelle stereotipie  dell'attivismo catto-comunista si debba chiedere di più:

A chi lamenta la carenza organizzativa chiederei di organizzarsi e di organizzare
A chi lamenta la scarsa qualità espressivo-musicale chiederei di prodursi gratuitamente ad un più alto livello,di trovare grandi artisti disposti a farlo disinteressatamente
A chi lamenta la scarsa utilità politica dell'operazione chiederei di provare in altro modo,credendo in quello che credono ,ma mettendolo in atto.

SI POSSONO ELENCARE LE INIZIATIVE PORTATE A BUON FINE al fine...di chiedere,alla luce dell'esperienza recente,a ciascuno se e cosa desideri fare nei prossimi mesi per il paese.SI POSSONO ORGANIZZARE ORGANIZZAZIONI per gioco,per finta,ma anche sul serio.Si deve poter STUDIARE il modo,i modi per ragionare limpidamente,ponendosi senza ambiguità le questioni etiche,considerando  ESSENZIALE il momento ,soprattutto individuale ,della riflessione...

Voi che state pensando?



Paola PP
Comments