News ufologiche‎ > ‎

UFO a Canneto di Caronia (Sicilia)

[22/12/2009]

ALIENI O MILITARI A CARONIA: 'UNA VICENDA NON ANCORA CONCLUSA MA FORSE SOLO INIZIATA'

20/12/2009 – Nella puntata della 2^ Serie del programma presentato da Enrico Ruggeri, andata in onda l'11 Dicembre 2009, è stato trattato l’argomento degli “Incendi di Caronia: militari o alieni? Ed ecco come viene presentato e commentata una
vicenda che “al contrario di quanto si crede non si è ancora conclusa ma forse è solo iniziata.

‘Misteri’ 11/12/2009 (Mediaset): “Quella che vedete sembra una semplice foto del paesaggio siciliano ma in realtà è un documento davvero eccezionale. Ingrandendola è possibile notare un elicottero militare inseguìto da un oggetto volante non identificato: un Ufo, uno dei tanti fotografati in Sicilia sopra la costa di Caronia, teatro di una delle più incredibili storie degli ultimi anni. Al contrario di quanto si crede la vicenda non si è ancora conclusa ma forse è solo iniziata.

La storia dei misteriosi fuochi di Caronia comprende, infatti, anche un comunicato che rappresenta un caso unico al mondo: diffuso dalla Protezione Civile, che è un organo governativo, il comunicato parla espressamente di ‘possibili tecnologie non terrestri. Tecnologie militari evolute anche di origine non terrestre potrebbero esporre in futuro le popolazioni a conseguenze non desiderate’.


Gli incidenti di Canneto di Caronia potrebbero essere stati tentativi di ingaggio militare tra forze non convenzionali, oppure un test non aggressivo mirato allo studio dei comportamenti e delle azioni in un determinato territoriale campione territoriale scarsamente antropizzato".

“Ruggeri: “Il mare d’inverno, qualcuno ci ha pure scritto delle canzoni. In questa parte del mediterraneo ai primi del ‘900 Guglielmo Marconi faceva i primi esperimenti… Esperimenti che riuscivano da tutte le parti, tranne che in questo spicchio. Qua siamo a Canneto di Caronia e già ai primi del ‘900 dal punto di vista elettromagnetico succedevano dei fenomeni molto particolari.


Un secolo dopo da queste parti tutto impazzisce. Ci sono centinaia di elettrodomestici che si bruciano, che esplodono; ci sono centinaia di casi che ancora non vengono spiegati. Noi oggi cercheremo di capire che cosa è successo agli inizi degli anni 2000 qui a Canneto di Caronia. Forse ci sono delle spiegazioni che non era il caso di diffondere”.

[15/12/2009]

PURE DOPO ‘MISTERI’ (ITALIA 1) QUELLI DI CARONIA RIMANGONO MISTERI


Il quinto appuntamento con Mistero, il programma condotto da Enrico Ruggeri, scritto da Candido Francica, Cristina Meda e Ade Capone, è andato in onda ieri sera alle ore 21:10, su Italia 1.
Il tema proposto da Enrico Ruggeri erano il clima e i cambiamenti climatici, visti in una chiave molto indagatrice e sospettosa o, se vogliamo, alternativa a quella ‘convenzionale’.

Insomma, la trasmissione ha voluto indagare se (per caso) dietro al fenomeno del Climate Changing vi sia la mano consapevole dell'uomo e, ancora più nello specifico, del governo americano. Si, perché sembrerebbe che dal 1992 le autorità USA abbiano dato l’avvio ad un un progetto denominato HAARP, acronimo di High Frequency Active Auroral Research Programme, il cui obiettivo è quello di sfruttare il clima per scopi politici.

Un dato di fatto accertato è che i cambiamenti climatici nel nostro pianeta sono in atto. L'ipotesi (alternativa) sta nel sostenere che dietro al devastante Climate Changing, ci sia la mano (consapevole) del governo americano. Repetita iuvant

E in atto è pure il progetto HAARP (High Frequency Active Auroral Research Programme): l'installazione ha sede a Gakona, in Alaska. Si tratta di un trasmettitore di onde elettromagnetiche corte e a bassa frequenza. Altri impianti come questo si trovano in Norvegia, Russia e Porto Rico.

Da ciò agli strani ed inspiegati fenomeni di Canneto di Caronia il passo non dovrebbe essere breve ma pare lo sia. Se non altro in quanto nella stessa puntata di Mistero è andata in onda l’intervista esclusiva a un ufficiale della Marina Militare Italiana, il quale si è fatto latore di una nuova spiegazione ai misteriosi incendi, che nel 2004 hanno sconvolto la piccola frazione di Canneto di Caronia, in provincia di Messina. 

Secondo la sua versione le cause degli incendi (ancora oggi senza spiegazione) potrebbero essere di origine extraterrestre. “Conclusione a cui è giunto dopo che i sopralluoghi dell'Enel hanno dato esito negativo circa motivazioni scientifiche”.

E l’idea che sempre più si fa strada è che Barack Obama abbia davvero intenzione di chiarire qualcosa che può essere attinente al mistero e quindi agli Ufo ed altro ancora. Ma è da credere che, qualora veramente il presidente americano dovesse decidere di parlare, il vero argomento sarà proprio il progetto HAARP (acronimo di High Frequency Active Auroral Research Programme) e l’obiettivo di sfruttare il clima per scopi politici.

Per ciò che concerne Caronia e gli strani fenomeni meglio conosciuti come i fuochi di Caronia, con i suoi incendi improvvisi nelle abitazioni, la presenza di flussi elettromagnetici anomali e gli avvistamenti di oggetti volanti non identificati, si era detto che entro fine anno sarebbero ripartiti i monitoraggi. L’istituzione di un gruppo di lavoro interdisciplinare non si può dire che sia rimasta lettera morta perché in Sicilia, a parte la Protezione Civile, c’è stata la nomina di un commissario per l’emegenza.

Ma rimane lettera morta la ‘promessa’ di dotare il comitato di una sede operativa, dove ospitare le apparecchiature della centrale di coordinamento: sensori e macchinari.

“Più volte ci sono stati sospetti, se non certezze, che Caronia sia solo una delle facce di un prisma molto particolare, l'area del Basso Tirreno (basta ricordare strani fenomeni incendiari avvenuti su alcuni traghetti in servizio da Palermo alla Sardegna). Quindi, è molto probabile che i sensori vengano installati anche alle Eolie e in altre zone, allo scopo di creare una vera e propria rete di immagazzinamento dei dati”.


[15/12/2009]

Mistero è a Canneto di Caronia: tracce di Ufo?

La cittadina siciliana è stata devastata nel 2004 da incendi inspiegabili

Canneto di Caronia

Quinta puntata di Mistero fissata all'11 dicembre. Ecco i temi.

Enrico Ruggeri si occupa dei cambiamenti climatici in atto nel nostro pianeta. L'ipotesi, alternativa a quella convenzionale, consiste nel sostenere che, dietro al devastante fenomeno delClimate Changing, vi sia la mano consapevole dell'uomo e, in particolare, del governo americano. 

Sembra che dal 1992 le autorità degli Stati Uniti abbiano avviato il progetto HAARP, acronimo di High Frequency Active Auroral Research Programme: sfruttare il clima per scopi politici. L'installazione ha sede a Gakona, in Alaska: è un trasmettitore di onde elettromagnetiche corte e a bassa frequenza. Altri impianti simili sono in Norvegia, Porto Rico e Russia. 

In esclusiva, a Mistero l'intervista a un Ufficiale della Marina Militare Italiana che propone una nuova spiegazione ai misteriosi incendi, che nel 2004, hanno scosso la piccola cittadina siciliana di Canneto di Caronia

Secondo la sua versione le cause degli incendi, rimaste ancora sconosciute, potrebbero non avere un origine terrestre. Conclusione a cui è giunto dopo che i sopralluoghi dell'Enel hanno dato esito negativo circa motivazioni scientifiche. 

E ancora, le telecamere del programma esplorano i segreti di una misteriosa comunità spirituale del Piemonte chiamata Damanhur. Questa comunità è stata fondata nel 1975 da Oberto Airudi, che sostiene di avere capacità paranormali e di guarigione, e da una dozzina di persone che insieme a lui approfondiscono da anni tematiche spirituali.

Infine, diverse prove alimentano nuove domande sia sull'esistenza del Sasquatch, misterioso scimmione americano che ricorda il leggendario yeti, sia sulle cause del drammatico naufragio del Titanic.



 
SPECIALE: UFO A CARONIA?
 
Partiamo da un presupposto: Ufo ( o se preferite l’acronimo italiano Ovni) non significa automaticamente extraterrestre.

I fatto che l’oggetto volante non sia identificato, quindi, può anche sottointendere che si tratti di tecnologie più evolute o coperte da segreto.
Del resto il gruppo interistituzionale che ha studiato per diversi anni i “fenomeni di Canneto di Caronia” non ha lasciato spazio ad altre possibilità nella sua relazione depositata oltre un anno fa.

“Siamo di fronte - scrivevano gli scienziati chiamati a far parte del tavolo tecnico – a tecnologie militari evolute anche di origine non terrestre che potrebbero esporre in futuro intere popolazioni a conseguenze indesiderate.

Gli incidenti di Canneto di Caronia potrebbero essere stati tentativi di ingaggio militare tra forze non convenzionali oppure un test non aggressivo mirato allo studio dei comportamenti e delle azioni in un indeterminato campione territoriale scarsamente antropizzato».

A supporto della tesi, i numerosi avvistamenti concentrati, guarda caso, proprio nella stessa fascia di territorio siciliano, quella di Canneto di Caronia.

Nel tempo, e soprattutto da quando gli incendi misteriosi hanno tolto la pace alle famiglie che abitano nella piccola frazione, numerose sono state le testimonianze – anche fotografiche e video - di persone che hanno giurato di avere visto oggetti luminosi volanti.

Una serie di testimonianze che fanno parte di un voluminoso carteggio coperto dal segreto militare e che solo in pochissimi hanno visto. A fornire foto e testimonianze anche Antonino Spinnato, dipendente del Parco dei Nebrodi, ma soprattutto uno dei 40 residenti della frazione colpita dagli incendi inspiegabili.Spinnato ha deciso mostrare qualcuna delle immagini del suo archivio ad Am Notizie, raccontando anche qualche vicenda della quale è stata informata la Protezione Civile.
Intanto, però, bisogna partire da lontano. I primi avvistamenti misteriosi su Canneto risalgono a 25 anni fa.

Vi è notizia di strane luci notate sulla Statale 113 già nel 1984 mentre dieci anni dopo diversi avvistamenti avvennero nelle campagne della zona.

Nel decennio successivo, proprio nel periodo in cui si scatenarono i misteriosi roghi, le date diventano più precise: il 5 maggio del 2004 ed il 2 dicembre 2004 altri episodi mai chiariti hanno alimentato il mistero intorno alla presenza di oggetti non identificati.Ancora più stupefacenti sono alcune foto che Spinnato ha deciso mostrare.Nelle prime due si nota un misterioso oggetto seguire un elicottero della Protezione Civile nel corso di un monitoraggio su Caronia. Lo stesso elicottero fu costretto ad atterrare poco dopo a causa di stranissimi danni riportati dalle pale. Ma non mancano testimonianze fotografiche scattate lungo la vallata che separa Caronia da Santo Stefano Camastra. Luci inspiegabili, oggetti amorfi, ed altri singolari avvistamenti mai chiariti.
Nino Spinnato non ha molti dubbi. “La relazione del tavolo interistituzionale della Protezione Civile- dice- parla di esperimenti militari o alieni.

Per me, l’una non esclude l’altra. Anzi”.

“Per chi ha ancora dubbi- aggiunge- può sempre chiedere ai tantissimi cittadini di Santo Stefano Camastra che nel pomeriggio del 18 novembre scorso si riversarono in strada per vedere una ventina di oggetti metallici che sorvolavano la zona”.
 
 
Comments