ALTAVILLA DI LAPPANO

Fotografia di Mario Aiello - anni '90

In evidenza:

VOCABOLARIO tipico del diletto altavillese
ALBUM - Immagini storiche e recenti



Per gentile concessione di Aldo Passarelli, che già ci ha fatto provare forti emozioni regalandoci filmati di quasi cinquant’anni fa, posso proporvi oggi un documento veramente unico: si tratta di una splendida fotografia, stavolta di circa cento anni fa (!), quando a Cosenza comparvero i primi studi fotografici, come ad esempio l’Atelier “Fotografia Bruzia”.

L’immagine ritrae un gruppo di bambini appena usciti dalla Chiesa della Madonna Assunta, in posa sulle gradinate di una casa che si incontra scendendo per la prima “vinedda”.

Dall’abbigliamento e da ciò che alcuni di essi recano in mano, si desume che l’evento immortalato potrebbe essere la loro Prima Comunione. Ce n’erano tanti: ne contiamo ben trentanove, compreso il bambino più piccolo che fa capolino in basso a destra; ma mancano qui sia tutti gli altri bambini più piccoli, sia gli adolescenti, per cui ad Altavilla c’erano almeno un’altra cinquantina di giovanissimi! Veramente incredibile, vista la desolazione di oggi.

Invito tutti a riconoscere i volti dei propri antenati e a comunicarmelo, chiedendo magari alle persone più anziane, in modo da condividere e conservare gelosamente questa che è la più antica traccia del laborioso popolo altavillese. Buona ricerca!

Carta d'identità

Regione             
Calabria        

Provincia
Cosenza

Comune
Lappano

Coordinate geografiche
Latitudine Nord 39.333687
Longitudine Est 16.311429

Altitudine
679 metri sul livello del mare

Popolazione
200 abitanti circa

Prefisso telefonico
0984

CAP
87050

Chiese
Madonna dell'Assunta
Madonna della Neve

Feste
Madonna della Neve, terza domenica di agosto


Percorsi naturalistici
Il sentiero lungo il torrente Corno (vedi nel menu a destra)

Altro
Ruderi del castello medievale
Centro storico
Museo della civiltà contadina
Zona panoramica (valle del Crati)
Boschi di castagni
Pineta
Funghi in autunno e a fine primavera
Fonti d'acqua potabile
Monti della Sila e Mar Tirreno a pochi minuti d'auto
Aria salubre (la presenza di lucciole, con l'arrivo della bella stagione, è un ottimo indicatore)

Associazioni
Il Castello di Altavilla

Mappa di Google





Nota dell'autore

Quello che leggerete nelle prime pagine web di questa sezione, posto che vi vada di farlo, fa riferimento a fonti autorevoli, ma è frutto di una elaborazione personale sicuramente imprecisa, approssimativa e parziale, a volte semplicistica, che in ogni modo si propone, come unico obiettivo, quello di rendere noto, anche ad un pubblico più vasto e specialmente ai giovani, fatti e argomenti di notevole interesse, sia per chi ama riscoprire in genere il passato, per trarne eventualmente degli insegnamenti, sia per coloro che abitano questo luogo ameno, ma di cui ignorano i passaggi evolutivi che attualmente ci consentono di vivere un tempo tutto sommato di benessere, senza conoscere i quali non si può possedere né un’identità culturale, né gli strumenti idonei per far progredire in maniera assennata la nostra piccola comunità.


Qualcuno mi ha raccontato che una volta, quando si passava davanti alla porta di una casa, anche se non si incontrava nessuno dei suoi abitanti, ci si alzava lo stesso il cappello, in segno di saluto. Era un gesto emblematico, che testimonia la grande umanità di coloro che ci hanno preceduto. Qualche altra persona mi ha ricordato i sacrifici, le sofferenze, il lavoro, l’impegno civile e il valore di quanti hanno fatto la storia di questa nostra frazione del Comune di Lappano che sorge nella Presila cosentina. Del resto le dimensioni antropiche non escludono la grandezza d’animo dei singoli ed è anche per tale motivo che ho inteso scrivere e rendere pubblici questi pochi appunti, prima che si perda anche l’ultimo ricordo di ciò che c’è stato prima di noi.

In queste stesse pagine non nascondo il desiderio di stimolare in tutti, in sintonia con lo spirito del sito, un ulteriore sforzo per togliere dal cassetto tutto il materiale conservato, affinché, come altrove è già avvenuto, anche il nostro piccolo paese abbia un’immagine da proporre al visitatore o da mostrare, con gli odierni mezzi di comunicazione, agli appassionati o a quella Little-Altavilla che anche al di là dell’oceano ci segue. E per la verità l’interesse suscitato è stato grande, al di là anche delle mie più rosee aspettative. Molti si sono messi a ricordare e a raccontare, altri hanno tirato fuori un sacco di fotografie di cui essi stessi ormai non si ricordavano più. Sui loro volti ho visto la nostalgia, ma anche il sorriso nel rivedere le cose belle della loro vita.

Nella seconda parte della sezione troverete approfondimenti, immagini storiche e recenti del paese, il vocabolario del dialetto altavillese e tematiche diverse relative alla nostra località.

Ringraziando coloro che hanno partecipato alle ricostruzioni storiche e che mi hanno fornito materiali e testimonianze, chiedendo scusa anticipatamente, prego i lettori di segnalarmi omissioni o imprecisioni. Non ho ancora finito di contattare tutti, ma lo farò. Mi serve ancora un po' di tempo.