Slide parte prima Introduzione

   

LA Dislessia e i DSA 
disturbi specifici dell'apprendimento

- Dislessia: disturbo della lettura

- Discalculia: disturbo del calcolo

- Disgrafia: disturbo del tratto grafico
- Disortografia: disturbo rispetto alle forme grammaticali, doppie, accenti H muta




Percentuali 

si stima che i dislessici siano il 4% della popolazione scolastica. 


Un dislessico per classe.








Neuro diversità 

La dislessia non è una malattia, non è una disabilità e non è un handicap. 

Io non ho non ho uno svantaggio, ma sono diverso a livello neurologico. 
Il mio cervello funziona diversamente. 







Parallelo col mancinismo

Un caso analogo significativo potrebbe essere quello di un ragazzo mancino. 
tutti riconosciamo che il cervello dei mancini è differente da quello dei destrosi, ma questa diversità non è un handicap, una disabilità o una malattia.
si tratta di una semplice differenza neurologica.

Se io chiedessi ad un gruppo di persone: - Quanti di voi fanno fatica a scrivere? - sarebbero ben pochi ad alzare la mano, ma se chiedo loro di impugnare la biro con l'altra mano e pongo la stessa domanda ecco che il numero delle mani alzate diventa di gran lunga superiore. 
Questa è una banalità, ma rende bene l'idea dell'origine della difficoltà dei dislessici.
Una persona mancina si trova in situazioni invalidanti se messa in condizioni non appropriate. 
Se costretto a scrivere con la mano destra il mancino incontra grandi difficoltà. 
Allo stesso modo i dislessici riscontrano enormi difficoltà nello svolgere compiti predisposti per i non dislessici. 
In passato qualcuno ha pensato di cambiare la testa dei mancini e renderli destrosi, ma poi si è giunti alla conclusione che è la testa di tutti gli altri che deve cambiare. Deve cambiare la mentalità. 
Per i mancini questa cosa è successa e non si sentono più persone che definiscono il mancinismo una malattia. 
Affermare - Quella persona è affetta da mancinismo. - stride con la nostra attuale consapevolezza in materia, ma purtroppo per la dislessia non abbiamo ancora raggiunto la stessa consapevolezza comune. 
Ne è la prova il fatto che spesso impropriamente si usa il termine "persona affetta da dislessia" invece del più corretto e sintetico termine "dislessico".


                                                                                                               CONTINUA...
Comments