Commissione medica locale patenti guida

E' una commissione medica Prevista dall’art. 119 del codice della strada che si caratterizza per essere:
  • provinciale: di norma una sola per ogni provincia;
  • composta di norma da tre medici:
    - il Presidente: medico legale dell’ASL
    - 2 medici (titolari e supplenti): nominati dal presidente su indicazioni di varie amministrazioni pubbliche.
  • viene integrata da ulteriori membri in casi specificamente previsti dal codice della strada:
      • un medico dei servizi per lo svolgimento delle attività di prevenzione, cura, riabilitazione e reinserimento sociale dei soggetti con problemi e patologie alcolcorrelati per la valutazione di soggetti inviati perchè affetti  tali patologie o perchè sorpresi alla guida in stato di ebbrezza;

Può avvalersi di singoli consulenti oppure di istituti medici specialistici appartenenti a strutture pubbliche con onere a carico del soggetto esaminato.

Le spese per le visite mediche, gli accertamenti strumentali e di laboratorio richiesti dalla Commissione Medica Locale sono a carico dell’utente (Art. 330 c.6 DPR . 495/92).

In tutti i casi di sua competenza la commissione medica locale, oltre a giudicare l’idoneità alla guida fissa la durata dell’intervallo di validità della patente.

Con il comma 4 art. 119 del d.l.vo 285/92 che istituiva le commissione mediche al fine di accertare con maggior attenzione l’handicap riscontrato, interpellando eventualmente il comitato tecnico come previsto dal comma 10 art. 119 d.l.vo 285/92 “Con decreto del Ministro dei trasporti, di concerto con il Ministro della sanità, è istituito un apposito comitato tecnico che ha il compito di fornire alle Commissioni mediche locali informazioni sul progresso tecnico-scientifico che ha riflessi sulla guida dei veicoli a motore da parte dei mutilati e minorati fisici.” lo scopo del Legislatore fosse quello di consentire al soggetto affetto da disabilità di poter attivare tutti gli strumenti possibili per adattare eventualmente il veicolo in modo tale da permettere l’idoneità alla guida, in riferimento anche all’art. 2 della Costituzione Italiana nel rispetto della sicurezza stradale propria e della collettività.

I compiti

Rilascia il certificato di idoneità alla guida per:

  • soggetti diabetici con patenti C, D, CE, DE e sottocategorie;
  • coloro per i quali è fatta richiesta dal Prefetto o dall'Ufficio provinciale della D.G. della M.C.T.C.;
  • coloro che abbiano superato i 65 anni ed abbiano titolo a guidare autocarri , autotreni ed autoarticolati;
  • coloro che abbiano superato i 60 anni e siano in possesso di una patente di categoria “D” o “DE”;
  • coloro nei confronti dei quali gli accertamenti clinici, strumentali e di laboratorio facciano sorgere dubbi circa l'idoneità al medico accertatore;
    • malattie cardiovascolari (art.320 c.a);
    • diabete (art.320 c.B);
    • endocrine (art.320 c.C);
    • del sistema nervoso (art.320 c.D):
      • encefalite, sclerosi multipla, miastenia grave o malattie del sistema nervoso, associate ad atrofia muscolare progressiva e/o disturbi miotonici;
      • malattie del sistema nervoso periferico;
      • postumi invalidanti di traumatismi del sistema nervoso centrale o periferico
        epilessia (assenza di crisi da almeno due anni e rilasciabile con validità max. di due anni) - non idoneità per patenti c, d, e
  • malattie psichiche (art.320 c.E);
  • uso di alcol, stupefacenti (art.320 c.F);
  • degli organi emato-poietici (art.320 c.G);
  • dell’apparato uro-genitale (art.320 c.H);
  • deficit visivi (art. 325)
  • uditivi (art. 326)
  • da minorazioni degli arti, colonna vertebrale (art. 327)
  • anomalie somatiche (art. 328)
  • mutilati e minorati fisici.
  • Revisione della patente per chi ha 80 anni - Abrogata con l'art. 11 del decreto legge n. 5 del 9 febbraio 2012 (il cosiddetto "decreto semplificazioni") 
     
Documentazione necessaria nel caso di visita per il rilascio (conseguimento) della patente:
  • Carta di identità
  • Marca da bollo da € 14,62
  • 3 fotografie (uguali) formato tessera
  • Ricevuta del versamento, effettuato sul conto corrente postale XXXX intestato all’ASL di XXXXX Commissione Medica Locale Patenti servizio tesoreria , di:
    € 18,59 per sedute ordinarie
    € 24,79 per sedute patologie vista, udito, diabete
    € 30,99 per sedute per portatori di patologie motorie (“Comm.ne Arti”)
  • Certificato (o attestato dell’ottico) del grado di correzione delle lenti per chi porta occhiali o lenti a contatto.
  • Documentazione medica specialistica relativa alla patologia di cui si è portatori.

Documentazione necessaria nel caso di visita per il rinnovo della patente:

  • Patente di guida/Carta di identità
  • Marca da bollo da € 14,62
  • Ricevuta del versamento di:
    € 18,59 per sedute ordinarie
    € 24,79 per sedute patologie vista, udito, diabete
    € 30,99 per sedute patologie arti
    sul conto corrente postale XXXX intestato all’ ASL di XXXXX  Commissione Medica Locale Patenti servizio tesoreria.
  • Ricevuta del versamento di  € 9,00 sul conto corrente postale 9001 intestato al Dipartimento Trasporti Terrestri
  • Certificato di rifrazione lenti per chi porta occhiali o lenti a contatto.
  • Documentazione medica specialistica relativa alla patologia di cui si è portatori.

Documentazione necessaria nel caso di visita per revisione patente:
(es. guida in stato di ebbrezza da alcol o stupefacenti)

  • Verbale di infrazione e/o di ritiro della patente
  • L’Ordinanza del Prefetto di presentarsi a visita presso la commissione medica;
  • Patente di guida/Carta di identità
  • Marca da bollo da € 14,62
  • 3 fotografie (uguali) formato tessera
  • Ricevuta del versamento di € 24,79 sul conto corrente postale XXXXX  intestato all’ ASL di XXXX Commissione Medica Locale Patenti servizio tesoreria.
  • Per visita a seguito di guida stato d’ebrezza da alcol presentarsi con gli esiti dei seguenti esami del sangue:
    1. gamma g.t., transaminasi, emocromo e transferrina desialata (C.D.T.).
  • Per la I visita a seguito di contestazione di stato di ebbrezza da stupefacenti:
    1. Almeno 3 cm. di capelli in regione nucale alta ( in caso di capelli di lunghezza insuff. si procederà all’esame ripetuto delle urine e l’eventuale idoneità alla guida sarà di durata ridotta);
    2. alle visite successive alla I è obbligatorio presentarsi con capelli di lunghezza superiore ai 6 cm., in regione nucale alta.
  • per chi porta occhiali o lenti a contatto: Certificato o attestazione dell’ottico  del grado di correzione delle lenti.
  • Documentazione medica specialistica relativa alle patologie di cui si è portatori.

Documentazione Sanitaria:
Portare con sè la documentazione medica relativa alla patologia di cui si è affetti: in particolare quella più recente.
Per alcune specifiche patologie la commissione richiede di presentarsi con la seguente documentazione sanitaria

  • In caso di guida con occhiali o lenti a contatto un documento dell’ottico o dell’oculista che attesti il grado di correzione di ciascuna lente;
  • per i diabetici: certificazione del centro antiabetici o di diabetologo con l’indicazione del tipo di diabete, della terapia, della presenza e grado delle complicanze, della situaizone del compenso metabolico.
  • per i pazienti affetti da epilessia o in trattamento antiepilettico certificazione del neurologo che attesti anche la durata dell’intervallo libero da crisi.
  • Per i pazienti affetti da patologia di natura psichica: certificato psichiatrico che attesti la patologia da cui sono affetti il grado di compenso, la terapia effettuata e l’indicazione dell’incidenza del quadro clinico e farmacologico sulla capacità di guida.
  • Per i pazienti cui inviati a visita per guida in stato di ebbrezza e per coloro comunque con patologia alcolcorrelata necessitano i seguenti accertamenti di laboratorio: emocromo – transaminasi – gamma g.t. e CDT (Transferrina Desialata)

La commissione ha in ogni caso la facoltà (art. 330 D.P.R. 485/92) di richiedere gli ulteriori accertamenti specialistici e di laboratorio che ritenesse necessari per giungere a formulare il suo giudizio sull’idoneità o meno alla guida.

Coloro che debbono sottoporsi all’accertamento dell’idoneità alla guida in caso di pregresso uso di sostanze stupefacenti o per violazione dell’art. 187 del c.d.s. (guida in stato di ebbrezza per uso di sostanze stupefacenti), salvo nel caso della prima visita, debbono sottoporsi ad esami di laboratorio, prescritti direttamente dalla commissione che richiedono una lunghezza dei capelli in regione nucale di almeno 6 cm.


N.B.
1) Tutti gli esami e le visite specialistiche debbono essere effettuati presso strutture pubbliche (AS.L. - Ospedali) NON PRIVATO CONVENZIONATO.
IL COSTO DEGLI ACCERTAMENTI E’ A TOTALE CARICO DEL RICHIEDENTE COME PREVISTO DALLA NORMATIVA VIGENTE (Art. 330 comma 6 DPR 495/92 “Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada”), ED IL MEDICO NON PUO’ PORLI A CARICO DEL SERVIZIO SANITARIO (NON DEBBONO ESSERE PRESCRITTI SUL RICETTARIO REGIONALE). NON SONO VALIDE ESENZIONI DI ALCUN TIPO.
2) Tutti gli esami ed i referti di visite specialistiche devono essere prodotti in originale e saranno trattenuti dalla
Commissione Medica e non restituiti.
3) La Commissione si riserva di richiedere ulteriori accertamenti diagnostici al momento della visita

ATTENZIONE:
Il personale amministrativo non può effettuare prescrizioni mediche, conseguentemente di seguito vengono solo indicati i protocolli diagnostici previsti dalla Commissione Medica di Genova. L’utente potrà prenotare, con la presente indicazione, presso i centri CUP dell’ASL, gli esami.Chi si presenterà senza gli esami indicati alla Commissione Medica Locale Patenti, avrà dalla stessa la regolare prescrizione degli esami da fare e dovrà presentarli successivamente; considerati i tempi necessari. Resta fermo il fatto che La Commissione si riserva di richiedere ulteriori accertamenti diagnostici al momento della visita

Modulistica: Benchè i costi sia gli stessi vi sono diversità di metodologie e tempi per le prenotazioni delle visite.

Alcuni esempi:

Modalità differenti anche per le prenotazioni delle visite

Ditelo a noi di Franco Bomprezzi

anna Lunedì, 01 Marzo 2010

prenotazione visita per patenti speciali a roma

Ho accolto con piacere la notizia che si può prenotare la visita per il rinnovo della patente speciale telefonicamente...Ho pensato meno male un buona notizia che mi evita di farmi accompagnare agli uffici preposti...dopo una mattinata passata al telefono con le linee perennemente occupate..mi rendo conto che è la solita presa in giro

 
 
Nell'allegato 1 un breve video delle persone in attesa per prenotare la visita presso la C.M.L di Genova.
 
  
Modalità di ricorso contro il giudizio delle Commissioni patenti di guida :

ll ricorso (art. 119 c. della strada c.5) va presentato:

  • entro trenta giorni al Ministro dei trasporti.
  • Questi decide, sentita la commissione medica centrale istituita presso il Ministero dei trasporti.
  • Tale commissione esprime il suo parere avvalendosi eventualmente di accertamenti demandati agli organi sanitari periferici delle Ferrovie dello Stato.

Modulo per il ricorso avverso al giudizio della commissione (formato PDF)

OSSERVAZIONI:
Dopo le visite di revisione per coloro che guidano in stato di ebrezza o sotto l'effetto di sostenze stupefacenti, ora anche la revisione perchi ha compiuto gli 80 anni. Si allungano così, ulteriormente i tempi di attesa per le visite per il conseguimento e la revisione.
 
Benchè importante sia il possesso dei requisiti psicofisici non riteniamo soddisfacente una visita di pochi minuti presso una commissione medica.
Nella Commissione Merdica di Genova anche nel pomeriggio del 03 febbraio 2011 vi erano n. 80 persone a dover sottoporsi a visita. La durata media delle visite era di 5-10 minuti. Inoltre, non è forse più sensato valutare con test pratici di guida i tempi di reazione dei guidatori ultra 80 enni come proposto dall'ASAPS?.
A voi le opportune considerazioni!
 
A nostro avviso questo iter burocratico nascosto dietro al discorso della sicurezza dei cittadini, sembra tutt'altro che a favore della sicurezza ma solo ad una speculazione sulle spalle dei poveri cittadini e a tutelare solo ed esclusivemente procurando lavoro ai medici italiani tutelati dalle forti lobby ancora oggi molto presenti.
Ricordiamo che le CML richiedono accertamenti medici di esami e visite speciualistiche presso strutture pubbliche ma escluse dal SSN. Pertanto il costo è a totale carico dei cittadini interessati.
  
     
 
 
Decreto semplificazioni, la rivincita degli ottantenni: Con l'art. 11 del decreto legge n. 5 del 9 febbraio 2012 (il cosiddetto "decreto semplificazioni") il comma 2 bis dell'art. 115 è abrogato: non esiste più!
Pagine secondarie (1): Commissione patenti Chiavari
Č
č
ď
Commissione.mp4
(11816k)
Daniele Lercari,
28/nov/2010 06:27
Comments