RACCONTI TEATRALI


I Racconti Teatrali sono piccoli spettacoli di narrazione pensati per poter essere rappresentati in scuole, biblioteche, auditorium e spazi non attrezzati in genere. Non hanno particolari esigenze tecniche e si rivolgono ad un pubblico di massimo 100 spettatori

TRILOGIA DELLA PAPPA con Mirko Rizzi

L’alimentazione è un bisogno fondamentale dell’uomo. Il cibo fin dagli albori della civiltà, ha esercitato sempre una forte influenza sui comportamenti sociali. La sua condivisione in famiglia e in società, rappresenta una modalità di comunicazione, di contatto con il mondo esterno e di scambio con gli altri.Compito della scuola è quello di accompagnare i bambini nella conquista di un atteggiamento consapevole, positivo verso il cibo e gli alimenti, che consenta loro di capire, di scegliere, di trovare la propria strada e il proprio benessere a tavola. I Racconti Teatrali della “TRILOGIA della Pappa” nascono come progetto per la Scuola Materna ed il Primo ciclo della Scuola Elementare dedicato a sviluppare un sano e ludico rapporto con il cibo attraverso storie che ne sappiano scoprire magie, “abusi” comici e usi inaspettatamente divertenti.
La Minestra di Sasso
In una terra fredda e lontana, c’è un paese dove la gente ha smesso di amare. Nessuno saluta nessuno, nessuno aiuta nessuno. I cuori induriti dal vento freddo hanno perso calore e la voglia di star bene con gli altri. Ma un giorno, giunge da un lontano orizzonte uno straniero senza nome. Chiede ospitalità ma non la ottiene. E allora al centro della piazza comincia a cucinare una misteriosa minestra fatta con i sassi che incuriosisce tutti. “La minestra di sasso” è una fiaba popolare che affronta i temi dell’indifferenza e del rispetto degli altri utilizzando a sostegno della narrazione i frutti della terra. Dal banco del narratore verdure fresche si animeranno per dar vita alla miriade di personaggi che intervengono nella storia e naturalmente alla gustosissima minestra di sasso.
Furto in Pasticceria - da Italo Calvino
In una fredda notte d'inverno tre ladri originali e molto poveri si imbattono in un “colpo” che cambierà per sempre le loro vite. Un racconto per stomaci “forti”, un racconto appiccicoso, cremoso e zuccheroso che dimostra ancora una volta che non sono i soldi a far girare il mondo. Perchè quando il caso ci riporta ad essere bambini esistono tentazioni alle quali non siamo proprio in grado di resistere. “Furto in Pasticceria” dall'omonimo racconto di Italo Calvino contenuto in “Ultimo viene il corvo” è un racconto che ci parla di un'Italia che non c'è più, dove i ladri sembrano personaggi di De Sica e la fame a volte sa essere poesia. Un racconto dove la pasticceria assume i contorni di uno straordinario Paese dei Balocchi a nostra completa disposizione.
La Macedonia di Fiabe
Una macedonia per 4000 invitati ad una festa di matrimonio è un lavoraccio, soprattutto se a doverla fare è il più grande cuoco del mondo: Messier Patè. Tanto più che egli è anche lo sposo. Si genera confusione, si mescola e si spremono agrumi e meningi, lupi inseguono belle addormentate e porcellini addestrano Biancaneve e streghe perdute nel bosco si fanno aiutare da principi; ma il sole sorgerà ancora.
“La Macedonia di Fiabe” si snoda attraverso l’ utilizzo e la successiva destrutturazione comica delle fiabe classiche utilizzando tutti i frutti utili alla preparazione di una vera macedonia. I ruoli si invertono, le storie si mescolano alla ricerca di nuove unioni di sapori, significati punti di vista alternativi.

I racconti sono adatti a bambini tra 3 ed 8 anni e può essere fatto in qualsiasi luogo per un massimo di 100 spettatori.


IL POZZO DEI DESIDERI con Mirko Rizzi

Tre storie pescate in fondo al Pozzo dei Desideri; tre storie che raccontano in modi diversi il rapporto tra gli esseri umani, i loro Desideri ed alcuni dei percorsi (non sempre fruttuosi) che essi possono intraprendere per tentare di raggiungerli. Non casualmente le tre storie di intitolano: “Lo Sciocco”, “L'Avaro” ed “Il Coraggioso”. Storie che si svolgono (e si ascoltano), attorno ad un pozzo dal quale emergono ricordi di questi buffi ed avventurosi personaggi. Al termine dell'ascolto i bambini saranno invitati a prendere una moneta dal tesoro e ad esprimere il loro Desiderio segreto gettandola all'interno del pozzo.

Il racconti sono adatti a bambini tra 3 ed 8 anni e può essere fatto in qualsiasi luogo per un massimo di 100 spettatori.


IL RAGNO D'ORO (fiaba popolare cinese) con Mirko Rizzi

Un piccolo vermicello bianco è disperato perchè si sente brutto ed inutile mentre vorrebbe essere bello e colorato come un fiore. "Sai cosa bisogna fare per essere felici? - gli dice sempre la sua mamma -  Restare sul proprio albero, mangiare la propria fogliolina e tutto andrà bene." Ma il piccolo vermicello ha la testa dura come un mattone ed un giorno decide di scendere dal suo albero per andare a cercare un animale che lo possa aiutare a diventare più bello. Dalla tradizione popolare cinese un racconto di crescita, avventuroso e divertente, attraverso l'incontro con animali conosciuti ed esotici alla ricerca del mitico e misterioso ragno d'oro. 

Il racconti sono adatti a bambini tra 3 e 5 anni e può essere fatto in qualsiasi luogo per un massimo di 100 spettatori.  



RACCONTI DI NATALE


BABBO NATALE TI RI-PRENDO di e con Mirko Rizzi - NOVITA' NATALE 2014!

“Il mio regalo era sulla letterina. Non l’avrai mica persa, vero?”

Martina ha 4 anni. E’ intelligente, vivace, curiosa, testarda ed ha una memoria di ferro. “Sei proprio una femmina!” dice suo fratello Matteo. Ma c’è qualcuno che ha il terrore di lei. Chi? Suo Papà! Perchè non si sa come ha perso la sua letterina e non ha la più pallida idea di che cosa lei desideri. Prova di tutto ma Martina non è mai contenta, vuole solo la cosa scritta sulla letterina. Ma cosa sarà? E ce la farà il suo povero babbo a farla felice? 
A grande richiesta” e dopo oltre 100 repliche di “Babbo Natale ti prendo” ritornano Matteo, la sua famiglia e la sua nuova sorellina Martina, capace non solo di non farsi scappare mai Babbo Natale, ma anche di farlo diventare pazzo.

Il racconti sono adatti a bambini tra 3 e 10 anni e può essere fatto in qualsiasi luogo per un massimo di 100 spettatori.


BABBO NATALE TI PRENDO di e con Mirko Rizzi

Questa storia è la storia di un bambino. Un bambino come tanti, lo sapete come sono fatti i bambini no? E questo bambino ha un nome come tanti bambini, infatti questo bambino si chiama Matteo. Matteo ha 4 anni quasi 5, perchè gli anni li compie a gennaio. Mancano pochi giorni a Natale e quando un pomeriggio il suo papà lo chiama e gli chiede cosa desidera per Natale lui risponde: "Voglio incontrare Babbo Natale"
Da quando aveva 4 anni, la notte tra il 24 ed il 25 dicembre, Matteo si apposta pronto a tutto pur di riuscire ad incontrarlo ma, per qualche sbaglio o per qualche imprevisto, l’ incontro sfuma irrimediabilmente. Ma quest’anno, a 8 anni suonati, ha deciso che niente lo potrà fermare: il buio, vecchie zie, aiutanti freddolosi, gatti diabolici, bisogni impellenti e soprattutto lui, il nemico di sempre: il Grande Sonno.
“Babbo Natale ti prendo” è un esilarante racconto originale di Mirko Rizzi di prossima pubblicazione; senza connotazioni religiose riesce attraverso il gioco e la magia del Teatro e del Racconto orale a ricreare quell'autentico spirito natalizio che appartiene ai bambini ed alla magia di Babbo Natale.

Il racconti sono adatti a bambini tra 3 e 10 anni e può essere fatto in qualsiasi luogo per un massimo di 100 spettatori. Esiste anche una versione teatrale adatta a spazi attrezzati e per un pubblico più numeroso. Esiste anche una versione teatrale.


IL NATALE DELLO SPAZZACAMINO di e con Mirko Rizzi

Un buffo spazzacamino racconta di come suo nonno, uno spazzacamini vero, sapesse tante storie divertenti viste dall'alto dei tetti. Infatti in una fredda notte d'inverno vide tre ladri originali e molto poveri imbattersi in un “colpo” che cambierà per sempre le loro vite. Un racconto per stomaci “forti”, un racconto appiccicoso, cremoso e zuccheroso che dimostra ancora una volta che non sono i soldi a far girare il mondo. Perchè quando il caso ci riporta ad essere bambini esistono tentazioni alle quali non siamo proprio in grado di resistere. “Furto in Pasticceria” dall'omonimo racconto di Italo Calvino contenuto in “Ultimo viene il corvo” è un racconto che ci parla di un'Italia che non c'è più, dove i ladri sembrano personaggi di De Sica e la fame a volte sa essere poesia. Un racconto dove la pasticceria assume i contorni di uno straordinario Paese dei Balocchi a nostra completa disposizione.

Il racconti sono adatti a bambini tra 3 e 10 anni e può essere fatto in qualsiasi luogo per un massimo di 100 spettatori. Esiste anche una versione teatrale adatta a spazi attrezzati e per un pubblico più numeroso.