Chiesa di San Rocco
 

L'oratorio di San Rocco a Cornone è stato costruito nel 1489. Gli ultimi restauri si sono conclusi nel 1993. Per maggiori notizie si veda Mario Fransioli, "Dalpe", pp. 120-122.

 

La "géséta" all'imbocco del villaggio.

 

                            Affresco nel cortile dell'oratorio.

 

Fiori nel cortile.


Lato Est.

 

La chiesetta e i fiori della Giuliana.

 

Il campanile (io lo preferivo con l'intonaco).

 

Abside.

 

Volta. Gesù fra gli angeli.

 

San Rocco, pellegrino e taumaturgo, nato a Montpellier fra il 1345 e il 1350 e morto a Voghera fra il 1376 ed il 1379 molto giovane, a non più di trentadue anni di età (Santiebeati.it). Patrono di Cornone, celebrato il 16 agosto, ma festeggiato a Gribbio: quando ero bambino tutta la gente di Dalpe in grado di camminare attraversava il Bosco Grande. La strada non arrivava ancora fino al suddetto monte di Chironico, che era un tempo abitato tutto l'anno. Detto non senza orgoglio: anch'io ho partecipato alla costruzione come manovale del Pèpi - il sindaco e impresario Giuseppe Dotti - per guadagnarmi un po' di soldi nelle vacanze estive.


Santa Cecilia, vergine e martire, secolo II-III (Santiebeati.it), festeggiata (un tempo almeno) il 22 novembre. Patrona dei musicisti e seconda patrona di Cornone (anticamente ad accompagnare San Rocco c'era San Sebastiano, che si è però perso per strada).

                                        Santa Cecilia vista da vicino.


Madonna col bambino.


Angelo presso l'ingresso Sud. 


Iscrizione sul restauro compiuto nel 1861. 

 

Primo piano sul Gesù crocifisso nella sala mortuaria dell'oratorio. Qualcuno mi sa dire chi l'ha fatto?

 

 Gesù crocifisso, vicino all'altare.

 

 



Altarino indù appena fuori dalla chiesetta di Cornone? No, petali di rosa e chicchi di riso per il matrimonio della Diana e del Massimo (13 ottobre 2007), foto scattata il giorno dopo, 14.10.2007 (come la maggior parte delle foto di questa pagina, avendo finalmente trovato la porta aperta).