home

Cappelle

Qui alcune cappelle. Altre alla pagina Cappelle 2 

 

Anche a non essere proprio "da gesa" fa sempre piacere passare davanti a una cappella, non da ultimo perché spesso sono situate alla fine di una salita. Fortunatamente diverse sono state restaurate negli ultimi decenni, grazie anche alla generosità di alcuni villeggianti. Chi si interessa alle capelle di Dalpe troverà le informazioni essenziali nel libro di Mario Fransioli "Dalpe", pp. 127-131, da cui tolgo alcuni dati per le mie didascalie. Ho utilizzato anche le copie del Bollettino parrocchiale pubblicate dai primi anni Ottanta e amorosamente custodite dalla mamma in un armadio di casa.

 

CAPPELLA GRANDE

 

Cappella grande, tra Dalpe e Cornone. Citata nel 1651, forse ricostruita dopo il 1753, restaurata nel 1899 e ultimamente nel 1998 dall'architetto Luigi Frisoni. Era chiamata un tempo Cappella della Confraternita ("della Beata Vergine della Cintura", detta anche "Confraternita pacificatrice"), associazione costituita nel 1675 e rifondata nel 1753. Per informazioni al riguardo rimando al libro "Dalpe" di Mario Fransioli (pp. 132-136).

 

Cappella grande, dipinto centrale con la Madonna della cintura.

 

Cappella grande, volta.

 

CAPPELLA DEL PONTE DI CORNONE

Cappella del ponte di Cornone. Come il vecchio ponte medievale a cui faceva da sentinella stava per crollare a causa dell'incuria, ma è stata salvata in tempo e rimessa a nuovo con i fondi versati in memoria di Ina Viglezio. Nella cappella inaugurata il 25 agosto 2006 è stato posto un crocifisso in ceramica, opera dello scultore milanese Luigi Mocellin, donato dalla famiglia Riccardo Ticozzi.

Cappella del ponte di Cornone. 

 

CAPPELLA DELLA FAURA (DI CORNONE)

 

Anche la Cappella della faura, situata sul lato destro della Piumogna lungo il sentiero che scende dal ponte di Cornone, era in condizioni deplorevoli ma è stata restaurata in tempo. I primi lavori erano stati effettuati anni fa dai militari. È stata inaugurata il 25 agosto 2006 insieme alle cappelle del ponte di Cornone e di Pianaselva. Ora è visibile anche dala strada di Pianaselva, da dove scende un sentierino. Vale la pena esplorare la zona dietro la cappella, dove il fiume si è scavato un suggestivo passaggio nella roccia: guarda le foto alla pagina LA PIUMOGNA.

Cappella della faura, dipinto centrale: "Nel grembo della madre siede la sapienza del padre", dice la scritta in latino.

 

CAPPELLA DI  PIANASELVA 

 

 Cappella di Pianaselva: così la chiamo io ma Mario Fransioli parla nel suo libro "Dalpe" (p.231) di Cappella di San Pellegrino ***. Si trova lungo la strada di Pianaselva, giusto prima della radura. Fino a poco tempo fa immersa nel bosco, oggi solitaria: gli alberi che la circondavano sono stati rasi al suolo. La cappella è stata fatta costruire nel 1861 (v. foto sotto) da Francesco D'Ambrogio, negoziante di bestiame e sindaco di Dalpe a un paio di riprese, e da suo nipote don Pietro D'Ambrogio, parroco di Dalpe tra il 1854 e il 1869. I dipinti sono opera del pittore Tommaso Calgari di Osco. La cappella restaurata è stata inaugurata il 25 agosto 2006.  *** Cercando su Santiebeati.it ho trovato una sfilza di Pellegrini, ma non il "nostro", che dovrebbe essere il San Pellegrino "delle Alpi" "figlio di un re di Scozia" vissuto nel VII secolo e che secondo Wikipedia non è neppure riconosciuto ufficialmente come santo dalla Chiesa cattolica. Padre Angelico Cattaneo, ne "I Leponti", 1874 (vol. I, p. 154) ammette che non si sa bene chi sia: "Ciò che è certo, è tenuto in grande venerazione dai devoti vallerani, e per santo miracoloso".


  Cappella di Pianaselva, dipinto centrale.



                                   Cappella di Pianaselva. Volta.



Cappella di Pianaselva. Parete sinistra: San Pellegrino (a sinistra nella foto) e San Francesco d'Assisi.



 

              Cappella di Pianaselva. Parete destra: San Pietro e Sant'Ambrogio.


                              

                                   Cappella di Pianaselva. Sant'Ambrogio.



                                 Cappella di Pianaselva. I nomi dei committenti.



CAPPELLA SOTTO PIANASELVA

Cappella sulla strada da Pianaselva a Faido, già sul territorio di quest'ultimo comune. Non ho informazioni al riguardo.


"CAPPELLA DEL TATA"

Cappella di casa Vassalli in zona Fóss, periferia residenziale di Cornone. In famiglia la chiamiamo "cappella del Tata", soprannome del pittore, di cui troverai traccia anche nelle pagine MURALES e Cascata di Dalpe.

 

"Cappella del Tata", dipinto.
 

"Cappella del Tata": le labbra che fanno discutere i passanti....