Consulta

La Consulta comunale degli studenti, dei dottorandi e dei ricercatori delle Università e delle Accademie milanesi è nata dall’esigenza di realizzare una sede di contatto diretto e di confronto stabile tra gli Organi comunali (a partire dall'Assessorato e relativa Commissione Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca, che sono i promotori dell'iniziativa) e le predette categorie universitarie delle rispettive Istituzioni milanesi, con le seguenti finalità:

  • comprendere i bisogni e le esigenze, in rapporto alla vita nella città di Milano, delle diverse componenti presenti nelle Istituzioni partecipanti alla Consulta e conoscerne le proposte, anche attraverso un tavolo di confronto e di programmazione, per sottoporle all’attenzione dell’Amministrazione comunale;
  • favorire la conoscenza reciproca tra le Istituzioni, promuovere una forma di sinergia tra le realtà universitarie e accademiche milanesi ed una condivisione con i cittadini delle attività, degli eventi e dei temi della ricerca attraverso la creazione di un network;
  • sviluppare le tematiche connesse alle problematiche emergenti, nella vita quotidiana, dal rapporto tra studenti, dottorandi e ricercatori e la città, con i suoi servizi e le sue strutture: disponibilità alloggiative, mobilità, sistema delle biblioteche, convenzioni con strutture museali e impianti sportivi, rapporti con il mondo del lavoro, ecc.;

La Consulta ha il compito di:

  • formulare pareri obbligatori, non vincolanti, sulle deliberazioni concernenti:
    • la realizzazione di iniziative a sostegno del sistema integrato del capitale umano, lo sviluppo dei rapporti con le Università e le Accademie sulle tematiche dell’accoglienza e del sostegno ivi comprese le iniziative sugli alloggi;
  • predisporre pareri facoltativi, su richiesta dell’Amministrazione Comunale, sulle delibere riguardanti le seguenti tematiche:
    • lo sviluppo di progetti innovativi ed iniziative nel campo dell’alta formazione, sviluppo di progetti innovativi nell’ambito della promozione del lavoro e dell’impresa, la realizzazione di iniziative finalizzate alla circolazione, attrazione e valorizzazione dei talenti;
  • partecipare anche con funzioni consultive, su richiesta dell’Amministrazione, alla predisposizione delle proposte di deliberazione riguardanti servizi e interventi di interesse diretto per le categorie rappresentate;
  • formulare proposte su temi e questioni rientranti nelle materie di cui ai punti precedenti.