Coop. V Casette Pater 4

Casette Pater -  Progetto definitivo Via Matteo Ripa (Acilia)

clicca sulle parole sottoelencate per vedere il progetto completo: 

planimetrie-prospetti  

foto fabbricato -  

costo appartamenti

(disponibilità per nuovi soci)

i prezzi sono comprensivi di polizza assicurativa per il rimborso delle somme versate in caso di inadempienze

trasmissione Planimetria Congiunta 09-12-2013 (visionabile in sede o dietro autorizzazione)
Geologo Gianni C......... (01-03-2014)  (preventivo presentato dalle altre Coop. assegnatarie del PdZ - Comp.A - visionabile in sede o  dietro autorizzazione)

20 gennaio 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE - In data 19 gennaio 2018 siamo intervenuti in Commissione Edilizia Comunale ed è stata inoltrata la seguente e-mail a tutti gli Operatori della 167  Del. 355/2004 Edilizia Sociale.     

Oggetto: Riunione Commissione Urbanistica richiesta dai Comitati di Quartiere Entroterra per moratoria edilizia e riesame del Piano Regolatore Generale all'interno del Municipio X 

Buongiorno a Tutti,
in riferimento alla riunione della Commissione Urbanistica di ieri, si comunica che (grazie anche alla partecipazione della nostra delegazione) non è stata accettata dalla Commissione la moratoria edilizia all'interno del Municipio X, proposta dal Coordinamento Comitati Quartieri dell'Entroterra. 
Nel nostro intervento abbiamo sottolineato la nostra totale disponibilità a collaborare con i Comitati per contrastare ogni forma di degrado e per contribuire alla sicurezza del territorio (anche perchè sui PdZ annoveriamo numerose cooperative con soci appartenenti alle Forze dell'Ordine) al riguardo ho espresso al Presidente Iorio la nostra disponibilità a partecipare a qualsiasi tavolo riservato a degrado, sicurezza, viabilità, idrogeologico, modifiche future del PRG o su altri argomenti, all'interno del X Municipio. 
E' stato ribadito chiaramente che non vanno minimamente intaccati i nostri diritti acquisiti e quindi l'intoccabilità dei Piani di Zona sul territorio. Tali nostri diritti hanno fondate radici di legittimità, nettamente confermate anche dalle numerose sentenze del TAR in nostro favore.  
Se l'Amministrazione vuole commettere un arbitrio è libera di farlo ma se ne assume ogni conseguenza. 
Per quanto attiene alle sentenze favorevoli del TAR mi risulta che qualche operatore già ha inoltrato richiesta di risarcimento all'Amministrazione Comunale. Al riguardo comunico che sono in attesa di un incontro con l'Avvocato per valutare un ricorso collettivo per i risarcimenti di tutti gli Operatori che hanno vinto il ricorso al TAR .
Per evidenti motivi, ritengo tale azione nettamente più efficace anche per il successivo esposto alla Corte dei Conti. Il nostro interesse, oltre a quello di essere risarciti dall'Amministrazione è quello di far pagare personalmente l'Amministratore pubblico che ha causato il danno. Ricordo che tale principio è stato già applicato dalla Corte dei Conti per Sindaci di passate amministrazioni comunali e sono certo che avrà identico esito anche per noi. Un ricorso collettivo costa meno e ottiene più risultati. Entro la prossima settimana vi confermo l'incontro con il legale. 
A fine riunione la Presidente Iorio ha ribadito che la Commissione è ferma sui PdZ in attesa di una ricognizione dell'Assessore che interessa anche PdZ del passato.
Pertanto, allego alla presente email una richiesta di riunione della Commissione Urbanistica dedicata ai PdZ 355/2004 e chiedo cortesemente alla Presidente Iorio, che legge in cc, di protocollarla e calendarizzare la riunione. 

12 dicembre 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE Abbiamo partecipato oggi ad un incontro con i vertici del  Ministero dello Sviluppo Economico richiesto dal Ministro Carlo Calenda. E' stato preso l'impegno di rappresentare, le nostre giuste richieste. al Tavolo per Roma che si svolge periodicamente presso il Ministero. Sono state consegnate le sentenze del TAR che come è noto sono tutte favorevoli per gli operatori. Per l'occasione è stato anche redatto un prospetto economico a dimostrazione della assurda gestione dei Piani di Zona da parte del Comune di Roma (che danneggia anche se stesso). Per vedere il prospetto clicca su: prospetto economico con sentenze TAR 

11 dicembre 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE e-mail inoltrata alla Sindaca RAGGI e in cc al Vicepresidente Camera Deputati Luigi Di Maio

Gent.ma Sindaca RAGGI,

sin dall'arrivo della Sua Giunta, la situazione relativa ai PdZ   (Del Reg. Lazio 355/2004) non ha avuto alcun riscontro.
Come potrà notare dal prospetto allegato sono attualmente sette le sentenze del TAR favorevoli per gli operatori (ed altre stanno arrivando). 
Nonostante questa situazione i Commissari ad Acta, nominati dalla Regione Lazio, trovano notevoli difficoltà a procedere per mancanza di risposte (in tempi ragionevoli) da parte dell'Amministrazione Comunale.
Pertanto, sono già state attivate, presso l'organo giudiziario competente, le relative richieste di danni nei confronti del Comune di Roma. 
Vista la nostra assoluta buona fede ed il nostro totale rispetto di leggi e regolamenti vigenti (da chiunque emanati), è assolutamente necessario che la S.V. gestisca personalmente i PdZ Del 355/2004 perchè non è più tollerabile la situazione di disinteresse assoluto, anzi di evidente contrasto, attuata dall'Amministrazione Comunale. 
Nella certezza di poter contare sulla saggezza della S.V. ed in attesa di essere convocati esclusivamente dalla S.V., salutiamo cordialmente

05 dicembre 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE e-mail inoltrata al Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda:

OGGETTO: Richiesta per poter partecipare al TAVOLO PER ROMA 

Ill.mo Sig. Ministro Carlo Calenda,

chi scrive rappresenta, spontaneamente, un gruppo di Cooperative Edilizie delle Forze dell'Ordine e alcune Imprese Edili romane che nel lontano anno 2004 parteciparono e vinsero un bando della Regione Lazio (Del. 355/2004) per costruire alloggi legge 167 nei Piani di Zona disposti dal Comune di Roma.
Purtroppo, nonostante siano passate tre Giunte in Campidoglio e siano stati assegnati i terreni alle Cooperative (e queste hanno provveduto alla progettazione e tutto quant'altro necessario sui lotti assegnati) ancora non siamo riusciti ad iniziare i lavori. La Giunta Alemanno ha modificato la convenzione che devono stipulare le Cooperative col Comune, idem la Giunta Marino.
Ma da quando è arrivata la Giunta Raggi tutto e fermo immobile. Chi scrive (con le Giunte precedenti alla Raggi) ha avuto sempre rapporti ed incontri costruttivi e collaborativi.
Con l'attuale Giunta, nonostante le numerose richieste scritte e verbali, MAI UN INCONTRO NE CON LA SINDACA NE CON L'ATTUALE ASSESSORE ALL'URBANISTICA.
Quindi alcune Cooperative ed Imprese, per vedere affermati i loro diritti, si sono rivolti al TAR del Lazio che ovviamente gli ha dato ragione (allego al riguardo la sentenza inerente il PdZ Tenuta Vallerano) ma nonostante la nomina dei Commissari da parte della Regione Lazio ancora l'Amministrazione Comunale fa melina !
Una situazione insopportabile che sta arrecando grave nocumento alla Città di Roma con Imprese e Cooperative chiuse e danni economici con relativi licenziamenti di personale tecnico ed amministrativo. 
Anche la prestigiosa ISVEUR nata 40 anni fa, che ha armonicamente disegnato e realizzato numerosissime urbanizzazioni della nostra Città è in liquidazione !   
Stiamo vivendo un momento terribile per l'edilizia capitolina e quindi mi permetto di chiederLe di far partecipare due di noi (in rappresentanza di Cooperative ed Imprese) al TAVOLO PER ROMA  per verificare, se la Giunta Raggi presenzia, la disponibilità o meno dell'Amministrazione Comunale di dare seguito ai nostri diritti acquisiti che consentirebbero alla Città, attualmente ferma,  un movimento economico vicino al miliardo di euro. 
Con la speranza, quantomeno di un incontro a breve con la S.V. , salutiamo cordialmente.

13 gennaio 2017 Coop V Casette Pater e mail ricevuta da Assessorato Urbanistica Comune di Roma:

Gentile Dott. Di Lella,

con riferimento a quanto da Lei concordato per le vie brevi con l’Assessore Berdini, si comunica che il Tavolo Tecnico, relativo ai PdZ in oggetto, è stato fissato per il giorno  24/01/2017 alle ore ......... presso la Sala Riunioni dello scrivente Assessorato.

Si invita l’Ufficio di competenza, il quale legge la presente per conoscenza, a garantire la propria collaborazione e presenza al suddetto incontro.

Cordialmente. ........ .........

          Assessorato all’Urbanistica e Infrastrutture

          Staff Assessorato

          Via del Turismo, 30 – 00144 Roma

          Tel. 0667106562 - 6491       

05 settembre 2015 Coop V Casette Pater -  Raccomandata per posta elettronica, Ufficio Contratti racc. Uff. Contratti
31 luglio 2015 Coop V Casette Pater - Visto l'imminente inizio dei lavori che sta coinvolgendo notevolmente i soci, si ritiene opportuno comunicare con loro esclusivamente in riunioni o tramite e-mail ed sms, pertanto il presente sito, per quanto attiene il PdZ Casette Pater, pubblicherà sono notizie di carattere generale. 
30 giugno 2015 Coop V Casette Pater - Gli impegni da intraprendere consigliano di tenere un'assemblea dei soci Giov. 9 luglio 2015 ore 16,00 Via S. Teodoro n. 70 con OdG: firma convenzioni - 
29 maggio 2015 Coop. V Casette Pater - Assegnazione definitiva PdZ - Delibera n. 160 del 15 maggio 2015
20 aprile 2015 Coop V Casette Pater - Assemblea dei soci Giovedì 23 aprile 2015 ore 16,30 Via S. Teodoro n. 70
29 gennaio 2015 Coop V Casette Pater - Consegnata in Dipartimento/Assessorato la copia informale dello Statuto Casette Pater 4 bis 
23 gennaio 2015 Coop V Casette Pater - Prima di dare il via al progetto definitivo è necessaria una nuova Assemblea dei Soci per valutare alcune richieste di cambio assegnazione alloggio e la possibilità di realizzare la Geotermia. Assemblea Roma Via S.Teodoro n. 70 - Mart. 03 febbraio 2015 ore 16,00 -
25 novembre 2014 Coop V Casette Pater - nell'Assemblea odierna i soci hanno scelto le seguenti tipologie di alloggi Tipologia alloggi Casette Pater - l'argomento sarà trattato anche nella prossima Assemblea dei soci, perché sono arrivate (in serata, via telefonica) un paio di richieste per l'alloggio da 4 camere. 
30 ottobre 2014 Coop V Casette Pater - nella riunione, tenutasi in mattinata con il Direttore del Dipartimento, è stata firmata dai rappresentanti delle Coop. del Comparto A una bozza d'accordo ( accordo ingresso carrabile ) inerente l'ingresso carrabile per la nostra Cooperativa. Dovrebbero essere quindi conclusi i dissidi tecnici sul Comparto A e nei prossimi giorni si provvederà a dare l'incarico per il frazionamento. Il nostro Architetto sta concludendo il progetto, quindi terremo un Assemblea della nostra Cooperativa il prossimo MARTEDI' 11 novembre 2014 ore 16,00 in Via S. Teodoro n. 70 (convocata tramite sms) - Il Direttore ha evidenziato anche alcuni temi, relativi alla cubatura commerciale, che tratteremo durante la prossima Assemblea. 
25 ottobre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata al Direttore del Dipartimento Edilizia Pubblica di Roma Capitale:
Ill.mo Sig. Direttore,
nei recenti incontri avuti con l'Ass.re ......... è stato evidenziato che il PdZ Casette Pater 4 sarà il primo Piano di Zona (della Delibera n. 355) a firmare le convenzioni con il Comune di Roma. Lo scrivente ed il CdA della Cooperativa: Polizia Locale Arvu V, che dopo oltre 10 anni hanno sentito pronunciare certe parole, hanno avuto gli animi rallegrati, quindi, sono disponibili da domani a firmare le convenzioni con il Comune di Roma, ma è necessario risolvere alcuni contrasti tecnici che si trascinano da circa un anno.
In estrema sintesi:
- in data 04 novembre 2013 veniva presentata al Dipartimento, dalla S.V. diretto, la Planimetria congiunta del Comparto A, debitamente firmata dai due tecnici incaricati Arch. .............. per la Coop. Polizia Locale Arvu V; Arch. ............. incaricato per le Coop.......... e ..........., più firme dei Presidenti delle 3 Coop. 
Subito dopo, come rappresentante della Coop. Polizia Locale Arvu V, chiedevo di convocare riunioni (anche finalizzate al frazionamento del Comparto A - verbalmente, con e-mail e raccomandate) con un unico riscontro senza esito, quindi dopo ben un anno ancora non siamo riusciti nell'intento.
Ad oggi, nonostante una risposta ad un quesito senza conseguenze per la Planimetria Congiunta presentata in data 04 novembre 2013, ancora da parte dell'Arch. ............... vengono esposti problemi tecnici non condivisi dal nostro tecnico Arch. .....................
Pertanto, chiediamo cortesemente che la S.V.convochi INFORMALMENTE i tecnici ed i rappresentanti delle 3 Coop. per tentare l'ultimo tentativo di mediazione bonaria tra le parti.
Se fallisse anche questo tentativo, al fine di chiudere definitivamente questo logorante aspetto, siamo disponibili a rinunciare all'accordo raggiunto con la planimetria condivisa del 04 novembre 2013 (che tra l'altro concedeva alle Coop. ........... e .............. un vantaggio sul Comparto di circa 400 mq) e quindi, invitiamo UFFICIALMENTE l'Amministrazione Comunale di Roma Capitale a mezzo dell'Ufficio da Lei diretto a procedere, con l'unico metodo che non da preferenze, l'estrazione a sorte, per determinare il collocamento sul Comparto A - 
La preghiamo di svolgere il tutto, con estrema celerità, perché intendiamo rispettare quanto esposto nelle riunioni dall'Ass.re .........: firmare le convenzioni entro il corrente anno.
Nella certezza di poter contare sulla Sua sempre dimostrata saggezza,capacità e disponibilità, in attesa di urgente riscontro, salutiamo cordialmente. CDL
14 ottobre 2014 Coop Casette Pater - e-mail inoltrata al CdA della nostra Cooperativa e,p.c. ai Presidenti delle altre Coop. del PdZ: 
La riunione tenutasi ieri alle ore 18,30 presso lo studio dell'Arch. ............... (PdZ Casette Pater 4) è stata notevolmente costruttiva, in estrema sintesi:
- Nella prossima settimana gli architetti incaricati risolveranno in toto gli aspetti tecnici del Piano e provvederanno ad incaricare lo Studio Tecnico che si occuperà del frazionamento.
- Nei primi giorni di novembre p.v. avremo  i progetti preliminari (che io definirei definitivi) per attuare tutti gli adempimenti interni alla nostra Coop. Polizia Locale Arvu V   
- Nei prossimi giorni si provvederà ad istituire il Consorzio del PdZ assieme all'Isveur. 
06 ottobre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti i CdA delle Coop. che hanno avuto assegnato il PdZ (ed ai tecnici):
Vi allego alla presente e-mail tutte le Slide proiettate oggi alla riunione tenuta dall'Ass.re .................... (era presente alla riunione l'Arch................ da me avvisato dell'incontro).
Come potete vedere da una delle Slide, saremo i primi ad essere chiami dall'Amministrazione per la firma della convenzione entro fine anno, pertanto, è necessario attivarsi per arrivare a questo appuntamento con le idee chiare e con tutti i progetti "approvati almeno verbalmente"  dagli uffici di Roma Capitale.
La firma è un impegno notevole per i soci delle Cooperative, tra l'altro vanno versati al costituendo Consorzio il 50% degli importi per le opere di urbanizzazione (una cifra che credo superi i 10.000 euro a socio, dipende dal numero di alloggi), cosa di non poco conto, quindi, prima della firma delle convenzioni è necessario mostrare ai soci il loro appartamento in pianta i parcheggi etc. Devono avere cognizione di come stanno investendo i loro risparmi. 
Per quanto attiene al Consorzio Casette Pater 4, inoltro in allegato, uno Statuto per un altro Piano di Zona similare (redatto dall'Isveur), che con qualche piccola modifica può andare bene anche per noi. Io, ad esempio, propongo un Consiglio Direttivo a tre con ruoli paritari. Presidenza all'Isveur e due consiglieri uno per le Coop della ..... Avv........... e uno per i VV.UU Dott. Crescenzo Di Lella. Propongo l'Avv. .......... perché in un contesto similare è emerso l'impedimento da parte di appartenenti alla ....... di poter far parte del Consiglio Direttivo dei Consorzi. 
Pertanto, così come suggerito dal Presidente delle Coop. .........................., convoco una riunione sui temi suindicati e su altri ed eventuali, il giorno:
LUNEDI'  13 ottobre 2014 alle ore 18,30 presso lo Studio dell'Arch. ......................(riservata ai CdA delle Coop.)
Il nuovi schemi di convenzione non sono ancora presenti nel Sito internet del Comune di Roma (Delibere Assemblea Capitolina), vi allego quindi in allegato la copia inoltrata ai Consiglieri Comunali il giorno della discussione/approvazione. Non sono sicuro se quella approvata sia identica. 
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
Non pubblichiamo la bozza di altro Consorzio, per motivi di privacy (può essere visionata in sede).
Non pubblichiamo la bozza delle Convenzioni, perché a breve sarà disponibile quella approvata dall'Assemblea Capitolina (Consiglio Comunale). 
30 settembre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail pervenuta dal Geom. Dott. ________ che ha effettuato i rilievi topografici: 
Gentili Signori,
nella mattinata del 29/09/14 lo Scrivente e l'Ing. ....................
sono stati ricevuti dal direttore dell'Ufficio Tecnico del CBTAR
Ing. ............... per avere indicazioni circa la situazione di 
rischio idraulico del PdZ Casette Pater e per la redazione del
corrispettivo studio idraulico vincolante ai fini del rilascio
del titolo abilitativo da parte del Comune di Roma.
Sostanzialmente è stato ribadito che nonostante l'ubicazione del
lotto (che dal rilievo eseguiti dallo Scrivente risulta essere ubicato ben 9 metri 
al di sopra del canale di bonifica più vicino) per il momento non è permessa la realizzazione
di ambienti interrati o seminterrati, di conseguenza il progetto esecutivo del Comparto A
non dovrà prevedere la presenza dei box auto ad una quota inferiore a quella del piano di
campagna. La situazione potrebbe cambiare nel caso che lo studio tuttora in corso da parte del
Dipartimento di Ingegneria Ambientale dell'Università di Roma 3 dimostri la scarsa possibilità di
allagamento dell'area in oggetto, inutile dirvi che si tratta di un processo lungo.
Si invitano pertanto i progettisti a mettersi in contatto con l'Ing. ......... per accordarsi
per le eventuali modifiche da apportare al progetto congiuntamente alle problematiche 
idrauliche dell'area che il collega saprà meglio spiegarvi.
29 settembre 2014 Coop V Casette Pater - L'incontro tenutosi in mattinata tra i nostri tecnici esterni incaricati (Ing. Idraulico e Geometra) ed i vertici del Consorzio di Bonifica ha evidenziato, al momento, l'impossibilità di poter costruire il piano interrato a causa dell'attuale normativa. Uno studio universitario sta rivedendo tutti i parametri attinenti il territorio consortile, che si presume verranno adottati dal Consorzio. Tutto questo iter procedurale, crediamo occuperà molto tempo, pertanto, i nostri Architetti dovranno lavorare ad un progetto che escluda il piano interrato. Nel contempo l'Ing. Idraulico completerà la relazione, da consegnare al Consorzio, perché il N.O. anche senza l'autorizzazione per il piano interrato, va comunque consegnato al Comune per il rilascio del progetto di costruzione.     
28 settembre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata ai nostri tecnici incaricati ed agli altri operatori del Comparto A:
Per quanto attiene al PdZ Casette Pater 4 , ricordo che la convenzione è stata approvata, pertanto, per iniziare i lavori, necessita solo il N.O. del Consorzio di Bonifica.
E' necessario quindi, recarsi in Consorzio, assieme a l'Ing. .......... ed al Dott. .........., per verificare o meno la possibilità di edificare l'interrato.
Restiamo in attesa di essere convocati (con la dovuta urgenza), dai tecnici suindicati, nelle giornate di lun. o giov. -  Come orario suggerisco le ore 11,30  ma va bene qualsiasi altro orario.
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella

Risposta del Geom. Dott. .......
Io e l'Ing. ........ andremo al CBTAR verso domani verso
le 10 che siamo aspettato dall'Ing. ........., non andiamo per il progetto 
di Casette Pater, ma coglieremo l'occasione per mostrare la doc.ne parziale
realizzata da me e l'Ing. (rilievo quotato dei lotti e canali e curva pluviometrica)
per avere delle indicazioni più precise su come impostare lo studio idraulico
e viste le quote rilevate in confronto al canale madonnetta sia possibile mantenere
i box interrati.
Vi terremo aggiornati, Buona Domenica a tutti.
25 settembre 2014 Coop V Casette Pater e-mail inoltrata al Presidente del Consorzio di Bonifica:

Al Sig. Presidente del Consorzio di Bonifica Tevere ed Agro Romano

Dott.ssa ..............................

Ill.mo Presidente,

quanto successo oggi mi ha notevolmente rammaricato,

Alle ore 11.19 sono stato chiamato dal numero 06 56194, una gent.ma Sig.ra, credo la segretaria del Dott. ..........., mi ha chiesto perché avevo inserito il mercoledì nella sottoelencata e-mail. Ho risposto che questo riporta il sito del Consorzio del Tevere ed Agro Romano, lun. mer. e ven. – Il Lun. ed il Giov. è riservato alle informazioni telefoniche.


 – La cortese Sig.ra, mi ha informato che le giornate per il ricevimento per problemi tecnici sono il lunedi ed il giovedì (allora perché non inserite sul sito informazioni esatte !). Ho chiesto quindi alla Sig.ra, con estrema cortesia,  se o il lun o il giov. era possibile parlare con l’ing. .......... per  sottoporgli il materiale redatto dai nostri tecnici, utile per il N.O. del Consorzio relativo al Piano di Zona di L. 167 Casette Pater 4 Comparto A (Acilia) - 


La cortese Sig.ra ha chiesto, evidentemente all’Ing. ......... (la voce che rispondeva era maschile) se fosse possibile acconsentire a tale richiesta, con un tono arrogante e spocchioso la risposta dell’uomo alla Sig.ra è stata “non devono parlare con  me ma con gli uffici”.  

Ho fatto notare alla cortese Sig.ra che la nostra era una richiesta sensata, ricevere gli utenti è parte del lavoro di un funzionario pubblico. Mi ha risposto che erano sterili polemiche e mi ha attaccato il telefono !


Ora io mi chiedo: può un Dirigente pubblico scaricare l’utenza in tal modo ?

Non era meglio (e doveroso) rispondere all’e-mail per iscritto, senza far sentire all’utente toni ed atteggiamenti spocchiosi ?  

Si può esercitare il potere, di un ente pubblico, in un modo così arrogante ?


Chi scrive rappresenta Cooperative Edilizie con soci che dal 2004 cercano di poter ottenere un diritto, maturato dopo aver vinto un bando regionale.

Dopo 10 anni siamo stanchi ed amareggiati e non intendiamo più tollerare simili comportamenti da Marchese del Grillo.

Dopo 10 anni ancora non riusciamo a mettere un mattone. Ora dobbiamo inchinarci al “gioco”(come i Romani con i Sanniti) del Consorzio di Bonifica. Altri soldi spesi per ottenere un Nulla Osta (che prima mai il Comune ha chiesto) su un terreno che è situato ad una quota  più alta dell’Eur, che non si allagherà mai perché a poca distanza a circa 200 mt.   è ubicato il sottopassaggio di Acilia (con una quota di circa 15 mt. sotto al nostro terreno). A mia memoria non ricordo che questo sottopassaggio si sia mai allagato !

Comunque non ci tiriamo indietro, ubbidiamo, ma pretendiamo rispetto per chi scrive e per i soci che rappresenta. Gente che, nonostante la crisi, sta compiendo enormi sacrifici per soddisfare i propri bisogni abitativi.

Sig. Presidente Le chiediamo, cortesemente, un Suo autorevole intervento affinché a breve possiamo  finalmente iniziare a costruire sul nostro Piano di Zona.

In attesa di riscontro, salutiamo cordialmente.       

 

e-mail inoltrata in data 24 settembre 2014 all'Ing. ..................

 Il.mo Ing.. .................merc. 01 ottobre 2014 (giornata di ricevimento del pubblico) alle ore 11,30 i rappresentanti delle Cooperative Edilizie con soci appartenenti alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale, assieme ai tecnici incaricati, saranno presso la Sede del Consorzio di Bonifica Tevere ed Agro Romano per sottoporre alla S.V. lo studio tecnico/idraulico effettuato sul PdZ Casette Pater 4, che è in attesa dell'N.O. consortile. 

Le chiediamo, cortesemente, una conferma per l'incontro suindicato.  
In attesa di poterLa incontrare, salutiamo cordialmente.
Dott. Crescenzo Di Lella
cell 335 8126163
Consorzio Casa Polizia Locale
01 settembre 2014 Coop V Casette Pater - E' arrivata in sede la risposta al quesito relativo alla distanza da Viale dei Romagnoli (che conferma la tesi da noi sostenuta) - Per vedere la risposta clicca su: risposta quesito distanza - Per completare la progettazione manca solo il N.O. del Consorzio di Bonifica (nella prossima settimana dovremmo incontrare, assieme ai tecnici che hanno redatto le relazioni, i vertici del Consorzio). 
22 agosto 2014 Coop V Casette Pater - In occasione dell'accordo inerente in nuovo Stadio della Roma a Tor di Valle, abbiamo inviato un e-mail all'Ass.re Caudo ed al Sindaco Marino, nella quale chiediamo che la metro B venga prolungata fino ad Acilia: 
".......L’Assessore Caudo, in questo frangente, ha dimostrato notevole saggezza perché chiede soluzioni ottimali, quella più importante è senza dubbio la metro. E’ impensabile uno Stadio senza metro (speriamo solo che la metro venga prolungata almeno fino ad Acilia, un breve tratto all’aperto con costi irrisori e con benefici enormi)........." 
31 luglio 2014 Coop V Casette Pater - Da notizie ufficiose risulta giunta in Dipartimento la risposta relativa al quesito sulla distanza da lasciare, tra Via dei Romagnoli e il primo fabbricato del Comparto A; la distanza risulta essere mt. 8,00 - Se tale notizia risulterà confermata la planimetria di coordinamento, a suo tempo firmata, non dovrebbe subire variazioni - Per preparare il progetto finale necessitiamo solo della risposta del Consorzio di Bonifica ( Posti auto interrati si o no ? ) -  
22 luglio 2014 Coop V Casette Pater - E' stato dato l'incarico all'Ing. Idraulico, necessario per il N.O. del Consorzio di Bonifica (per visionare clicca):e-mail ed incarico relazione Tec. Idraulica
08 luglio 2014 Coop. V Casette Pater - E' pervenuta la risposta alla Diffida del 28 giugno 2014 (per vederla clicca:risposta alla diffida). 
Si è preferito replicare con la seguente e-mail: 
Ill.mo Pres. P........
per motivi di opportunità preferisco non fare commenti su quanto da Lei scritto.
Preme solo ribadire che sono passati altri 12 giorni dalla mia Diffida, senza alcun riscontro reale.  
CDL
Preme riferire ai soci della nostra Coop. Polizia Locale Arvu V che, indipendentemente dai contrasti suevidenziati, l'attività inerente il N.O. del Consorzio di Bonifica prosegue e dagli ultimi colloqui che ho avuto con i tecnici "incaricati" (scrivo tra virgolette perché incaricati verbalmente) il tutto si dovrebbe concludere prima della pausa estiva. CDL 
28 giugno 2014  Coop. V Casette Pater - E' stata spedita una Diffida al Pres. delle Coop. "V.........." e "L........." (per visionare la Diffida, clicca sotto).
29 maggio 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti gli assegnatari del PdZ (ed al CdA della nostra Cooperativa): 
Da notizie ufficiose, sembra sia stato determinato in via definitiva (manca solo l'ok dirigenziale), il costo del terreno del PdZ Casette Pater 4.
Il costo è di circa euro 6,00 a mc, pertanto non supera i 2000 euro ad alloggio. 
Viene così premiato il lavoro fatto dallo scrivente e dal suo Staff che fin dall'inizio si è prodigato per farsi assegnare, dal precedente Assessore, il Piano di Zona, per poi portalo avanti ai minimi costi, con la collaborazione del Coll........... e dell'Avv. ..........-  
Comunico, inoltre, che le Convenzioni la settimana prossima dovrebbero andare in Giunta, hanno quasi completato la firma dei Dirigenti.  
Nonostante questo, sapute alcune notizie oggi,  devo esprimere tutto il mio rammarico per come è stato gestito il problema "distanza fabbricato da Via dei ..............". Risulta allo scrivente che oltre alla Ripartizione competente, sono state coinvolte altre due Ripartizioni, pertanto dovranno esprimersi tre Ripartizioni ! ! ! 
Rendo noto, sin da ora, che la mia richiesta di parere per il problema suesposto, è stata inoltrata solo dopo quella avanzata dal vostro tecnico (fa fede la data e l'ora del protocollo) e che a nulla sono valsi i miei sforzi, avanzati anche con numerosissime e-mail, per cercare di risolvere razionalmente il tutto.
09 maggio 2014 Coop V Casette Pater - Nella riunione tenuta oggi, che ha visto la presenza del Topografo, Geologo e Ing. Idraulico, è stato dato l'incarico ai predetti di svolgere l'attività inerente il N.O. per il Consorzio di Bonifica. I due Architetti stanno completando in bozza la progettazione degli edifici, che si completerà non appena avremo la risposta al quesito, posto al Dipartimento Viabilità, sulla distanza da lasciare tra Viale dei ..............i e il primo fabbricato del PdZ ed i risultati relativi al N.O. del Consorzio di Bonifica ( autorimessa interrata si o no ? )  
04 maggio 2014 Coop V Casette Pater - venerdì 09 maggio 2014 si terrà la prevista riunione tra gli assegnatari del PdZ per definire gli adempimenti necessari al N.O. del Consorzio di Bonifica. Sono stati invitati il Topografo, il Geologo e l'Ing. Idraulico.
25 aprile 2014 Coop V Casette Pater - Siamo in attesa di essere convocati ad una riunione (da parte delle altre Coop. Comparto A), per definire nei dettagli gli ulteriori adempimenti, già iniziati, necessari ad ottenere il N.O. dal Cons. di Bonifica. Attualmente il Topografo sta ultimando i rilevamenti del PdZ e zone limitrofe.
09 aprile 2014 Coop V Casette Pater - Nonostante la mediazione spontanea di Funzionari del Dipartimento, non si riescono a limare alcune divergenze tra le parti. Se non ci saranno progressi in questa settimana, crediamo sia opportuno convocare un Assemblea dei soci per trattare l'argomento.
06 aprile 2014 Coop V Casette Pater - Al fine di riuscire a concordare una riunione tra tutti gli operatori assegnatari del PdZ per deliberate attività lavorative, ci stiamo scambiando con questi numerose e-mail, telefonate ed sms, che evito di pubblicare per la pochezza dei contenuti. Purtroppo, sino ad oggi ancora non abbiamo una data. Domani (lunedì) ci attiveremo nuovamente per sollecitare l'incontro.
18 marzo 2014 Coop V Casette Pater - resoconto e-mail e telefonate della giornata:
ORE 6,38 - Risposta alla mia e-mail di ieri da parte del Presidente Giovanni P.......
Illustrissimo.. Dottore.. Presidente.. DI LELLA
Per come si evidenzia nella foto io desumo che :
1 - non tutti i Soggetti sul PdZ centravano nella foto pertanto esclusi di proposito dallo scatto ;
2- non tutti i Soggetti interessati sul PdZ sono stati avvisati per la riunione che Lei fa riferimento ;
Una mia considerazione :
Se dovessi comunicare una riunione importante, urgente come mi comporterei ? 
Di certo non provvederei ad avvisare i Soggetti interessati, oggi per domani, via email rischiando che questi non la leggano , soprattutto di Domenica!!!
Ma CHIAMEREI . 
Attendo comunicazione dal miio telefono, 
Saluti 
Giovanni P.......
ORE 8,22 - risposta Crescenzo Di Lella
Ill.mo Presidente P.........
la Sua incomprensibile e-mail, da una prima lettura, risulta diffamatoria (sia per lo scrivente sia per gli agenti ed i professionisti presenti all'appuntamento) Pertanto, La prego cortesemente specificare il punto 1 ed in particolare quali sono le persone deliberatamente escluse di proposito dallo scatto. Se non riuscirà a farlo ne trarrò le dovute conseguenze,
Chi scrive sta svolgendo il proprio lavoro con abnegazione e trasparenza e non può tollerare atteggiamenti meschini e diffamatori, da chiunque proposti.
In attesa di urgentissimo riscontro.
Dott. Crescenzo Di Lella
ORE 9,00 risposta Presidente Giovanni P........
I primi due punti se non l'ha capito era una battuta! 
Il succo è che non si può organizzare un incontro urgente il giorno prima per giorno dopo avvisando tra l'altro per email e di Domenica!
Comunque a breve la chiamo! 
Sino ad esso ho risposto per email perché ho notato che ultimamente gradisce più questo metodo di comunicazione dandomi poi del Lei che non a voce telefonicamente dandomimi del Tu come solitamente si è fatto!
Nessuno dubita che si sta lavorando e che si sta impegnando a risolvere i problemi. 
Ma bisogna avere maggiore collaborazione rispettando ruoli e competenze.
Ci sentiamo appena mi libero.
Saluti 
Giovanni P........ 
ORE 9,45 telefonata conciliatoria del Presidente Giovanni P........, con l'impegno che in settimana saranno affrontati i problemi da me segnalati - CDL -
17 marzo 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti gli operatori del PdZ: 
ORE 15,20 OGGETTO: Attività svolta per PdZ Casette Pater 4 - 
In mattinata è stata consegnata in Dipartimento, una ulteriore ricerca catastale (vedi allegato), utile a determinare il prezzo reale dell'intero Piano di Zona. Sono mesi che ci prodighiamo per venire a capo ad una situazione catastale risalente al 1942 - Si spera che la relazione consegnata in mattinata (assieme alle precedenti) consentirà, finalmente, all'Amministrazione di determinare celermente il costo reale del Piano (basta moltiplicare gli importi per i vari indici ISTAT) !  
Così come evidenziato dalla foto allegata, la riunione tenuta in mattinata tra i vari soggetti interessati al PdZ, non ha dato esito, perché non era presente personale tecnico/amministrativo, del gruppo maggioritario sul PdZ - Sarebbe stata notevolmente importante la presenza di persone in rappresentanza delle Cooperative maggioritarie ubicate sul Comparto A, perché da un colloquio avuto con la Sig.ra Di F...... del Consorzio di Bonifica (tel. 06 5........), sono in firma le risposte consortili alle nostre domande, che come dalla stessa comunicatomi, includono nel Consorzio il Comparto A (il B risulta escluso) - Pertanto, prima di ogni altro atto è necessario provvedere:
1) al rilevamento topografico di tutte le zone limitrofe al Comparto A (secondo le direttive avute dal Dott. D'A........ dai vertici del Consorzio Tevere ed Agro Romano).
2) relazione sull'assorbimento del suolo, redatta da un Geologo.  Può essere lo stesso che svolgerà le indagini geologiche per le fondazioni dei fabbricati. Il preventivo, precedentemente approvato va riesaminato perché, come riferito in mattinata dall'Arch. G........, non comprende tutte le voci tecniche indicate negli altri due preventivi presentati.
3) I predetti rilevamenti vanno consegnati ad un Ing. Idraulico, che si occuperà di redigere la relazione da inviare al Consorzio Di Bonifica ( l'ingegnere calcolerà anche le dimensioni delle vasche in cemento, per il recupero dell'acqua piovana, che credo dovremmo edificare in loco).   
Con le mie continue segnalazioni posso risultare petulante, ma cerco solamente di portare il mio contributo alle Cooperative del gruppo maggioritario sul PdZ, a cui spetta (di diritto) il ruolo di coordinamento (che comprende anche la costituzione del Consorzio tra gli assegnatari del PdZ). 
In attesa di essere convocato/i a breve e nel ribadire la necessità di almeno un incontro settimanale tra gli assegnatari, saluto cordialmente. 
CDL     (per vedere l'allegato: ricerca catastale clicca a sinistra su Coop V Casette Pater 4 - Per vedere la foto della riunione: clicca a sinistra su foto PdZ Casette Pater 4)
16 marzo 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutte le persone interessate all'evoluzione del Comparto A -
Alla luce della situazione attuale è opportuno che tutti i soggetti interessati all'evoluzione del Comparto A, si incontrino domani 17 marzo 2014 ore 11,30 ingresso Dipartimento.
Cordialmente.
CDL
12 marzo 2014 Coop V Casette Pater - e-mail della giornata:
ORE 11,38 - Al CdA della Cooperativa Edilizia Polizia Locale Arvu V - Casette Pater 4 -
da un colloquio avuto con l'Arch. Luigi Co....... (che cura la progettazione per le Coop con soci appartenenti alla......), ho saputo che il Suo Studio sta modificando la Planimetria Congiunta Operatori Comparto A, per un ipotetico vincolo (che se esistente, tra l'altro, risulterebbe superabile con una semplice richiesta) che imporrebbe  una determinata distanza tra la strada e l'inizio delle costruzioni del nostro Comparto A. 
Così come evidenziato in precedenza, da un sopralluogo effettuato dallo scrivente sul posto, quasi nessun fabbricato (edificato sulla stessa strada), risulta collocato alla distanza sostenuta dall'Arch. Co......... Come si evidenzia dalla foto allegata, anche la sede del Municipio ad Acilia (distante pochi mt. dal nostro Comparto A) è stata edificata a 5 mt. dalla strada ! ! !
Risulta, inoltre, che l'Arch. Co..... ha telefonato al Geom. Archeologo Dott. Cristian D'A........, bloccando l'attività che questi si apprestava a svolgere, indispensabile per ottenere il N.O. da parte del Consorzio di Bonifica Tevere ed Agro Romano. Il Dott. D'A......... aveva già contattato i vertici tecnici consortili e si apprestava ad operare, così come da loro suggerito.  
Preme sottolineare che in data 09 dicembre 2013 (vedi allegato) è stata presentata in Dipartimento una Planimetria Congiunta Operatori Comparto A, debitamente firmata dalle parti. Questa risulta attualmente vigente ed una sua eventuale modifica, comporta una nuova concertazione tra le tre Coop. interessate e la redazione di una nuova Planimetria Congiunta da ripresentare in Dipartimento.
Visto quanto suesposto, ed in attesa di essere convocato/i per la concertazione, preme ribadire la mia totale estraneità, agli evidenti ritardi che subirà il PdZ - L'Assessore ha assicurato che a giugno p.v. firmeremo la convenzione. Prima di questa data dovremmo aver già concordato la progettazione con gli uffici comunali interessati.  
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
ORE 13,47 Risposta del Presidente delle Coop.: L.......; V.........
 Buongiorno! 
Risulta.. Risulta.. 
Ma parliamo di fatti e non di cose ipotetiche. 
Il vincolo o c'è o non c'è! 
Se l'Architetto Co....... segue ed adotta le norme e le procedure correnti è giusto che proceda in questa direzione ed un domani nessuno potrà essere attaccabile. 
La fretta e ciò che hanno fatto altri poco mi interessa. Un domani ognuno risponderà delle proprie azioni. 
Quindi lasciamo i due tecnici (C....... e G.........) , che in primiss sono responsabili, di lavorare senza interferire. 
Risulta.. Risulta.. 
A me invece risulta che l'Architetto Co........ si sia accordato telefonicamente con Crescenzo Di Lella e poi di aver chiamato il Geometra Archeologo Cristian D'a............
Penso che sia l'interesse di tutti i Soci di tutte le cooperative entrare in un appartamento senza avere nessun tipo di problema tecnico/normativo. 
L'astuzia e la fretta non portano da nessuna parte. 
Buon proseguimento di giornata a tutti voi. 
Giovanni P..........
ORE 14,13 - risposta di Crescenzo Di Lella
Ill.mo Presidente P.......,
al fine di evitare inutili polemiche, conviene rispondere alle mie e-mail, allegando i dinieghi, per iscritto, espressi nei nostri confronti del nostro PdZ. Altrimenti non posso che scrivere risulta.
Io nelle mie note allego sempre la documentazione a supporto delle mie tesi.
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
01 marzo 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata all'Arch. G.......:
Buonasera Architetto,
nella riunione convocata, con urgenza, ieri sera ore 18,30  dall'Arch. C........, sono stati esaminati i preventivi relativi alle indagini geologiche.
Come puoi notare il preventivo presentato dalle Coop. ....... (Geol, Gianni C........) è quello con il costo più basso, quindi è stato votato a maggioranza dai presenti.
Chi scrive ha chiesto di effettuare un confronto tecnico tra i preventivi, per evidenziare se le voci elencate in quello del Geol. C..... siano simili a quelle indicate nel preventivo della newgeo consolidamenti. 
Ho anche ribadito che necessitiamo di una relazione sull'assorbimento dell'acqua dal terreno (da presentare al Consorzio di Bonifica), che spero venga svolta a titolo gratuito dal Geol. C.......  
Un ulteriore preventivo, sebbene richiesto, non è pervenuto.  
Cordialmente.                (per vedere i preventivi clicca sopra)
CDL        
22 febbraio 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata ad Dir. del Consorzio di Bonifica Tevere ed Agro Romano:
Ill.mo Dott. M.........,
chi scrive è uno degli assegnatari del Piano di Zona Casette Pater 4, sito in zona Acilia. Il Piano di Zona e formato da due Comparti A e B. Su questi Comparti dovranno costruire le 4 Cooperative assegnatarie del PdZ, tutte composte da soci appartenenti alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale di Roma Capitale. 
Su indicazione del Dipartimento del Comune di Roma, che cura la 167, ci siamo recati presso l'Ufficio Tecnico del Consorzio diretto dalla S.V. , dove con sommo stupore abbiamo appreso che il Comparto B del nostro Piano di Zona e fuori dal Consorzio, mentre il Comparto A (sempre facente parte dello stesso Piano di Zona) e dentro all'area consortile, per pochi metri ! ! ! Nonostante facente parte, sempre del centro abitato di Acilia ! ! ! 
I due Comparti sono ambedue, a 43 mt sul livello del mare. Quindi sono i più alti della zona (sono più alti dell'Eur !), Quindi per pochi metri, sebbene nello stesso Comune e Municipio devono rispettare normative diverse. Uno può fare il locale interrato e l'altro no, uno deve fare delle vasche in cemento e l'altro no (credo sia così, siamo in attesa della risposta, alla nostra domanda, avanzata al Suo Consorzio). Si immagina Lei il caos che si crea nelle riunioni comuni dei soci assegnatari dello stesso  PdZ ?
Quanto suesposto credo dimostri l'incongruenza della Delibera del Consiglio Comunale di Roma n. 609 del 2 marzo 1982. Quantomeno la parte detta del Comune di Roma, doveva comprendere tutto il centro abitato di Acilia alla stesso livello (forse così era nel 1982 poi il centro si è esteso ma la Delibera no ! ).
Si dovrebbe prendere atto della situazione odierna e modificare la Delibera del 1982 - Sempre rispettando la stessa quota del confine attuale.
Ma chi fa una cosa del genere con tante Autorità che si occupano dello stesso problema ?  Io credo nessuno. 
Il Sindaco Marino, dopo gli ultimi allagamenti (molti dei quali in zone sotto livello del Tevere e forse anche del Mare, credo molte costruzioni abusive e poi sanate), si è lavato le mani infischiandonese dei problemi dei poveri come noi che dopo oltre 10 anni ancora non riusciamo a mettere un mattone, mentre credo che si firmano, senza problemi, le convenzioni con i privati. Il Suo IO è soddisfatto: finalmente cemento 0 per i poveri e strade aperte, per i soliti noti. Lui ora dorme sereno, mentre noi meno, perché abbiamo fatto investimenti, con notevole sacrificio, senza nessun riscontro. lo stipendio medio e di circa 1300 euro al mese !
Alla luce di quanto suesposto Le chiediamo un urgente incontro, per avere suggerimenti utili a risolvere questa assurda discrasia che si crea per pochi metri su lotti allo stesso livello.    
In attesa di poterLa incontrare, salutiamo cordialmente.
Dott. Crescenzo Di Lella
15 febbraio 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti gli operatori del Piano:
OGGETTO: Piano Assetto Idrogeologico 
L'Arch. Corrado G........ si è recato, presso gli Uffici del Bacino del Tevere, dove ha constatato che il nostro PdZ (A) ricade in dei vincoli Idrogeologici, per superare i quali bisogna ottemperare a quanto verrà indicato dall'Autorità di Bacino. Non dovrebbe essere qualcosa di molto complicato, ma credo che dovremo attivarci per realizzare, in comune, opere edilizie quali: vasche in cemento, condotte, pompe, etc.
Al momento è necessario produrre una domanda all'Autorità di Bacino ed attendere la relativa risposta. 
Alla luce di quanto suesposto, ribadisco la necessità di costituire il Consorzio a breve. In attesa della costituzione del Consorzio, credo sia necessario, almeno un incontro settimanale, dove i responsabili delle Cooperative ed i Tecnici incaricati esaminino i vari problemi attinenti il Piano di Zona.
Il primo incontro, salvo diverso parere, potremmo tenerlo sabato ... febbraio 2014 alle ore 11,00 in Via S. T............ Roma. Resta inteso che i Tecnici incaricati, lun. o mart. p.v,. provvederanno a consegnare le domande redatte dalle Cooperative all'Autorità di Bacino. 
Informo, inoltre, che nell'incontro che i sindacati hanno avuto ieri con l'Ass.re Caudo sono state presentate le modifiche alla convenzione, redatte dall'Assessorato. Il tutto è visibile sul sito www.consorziocasapl.it  ( sul sito cliccare su colonna a sinistra: convenzione). 
L'Assessore ha dato la certezza che a maggio, primi giugno, firmeremo le convenzioni. Il Direttore del Dipartimento ha detto che, in questo frangente, è possibile presentare i progetti. Allo scopo verrà istituito un apposito gruppo di coordinamento che visionerà l'iter progettuale.
Credo che dobbiamo attivarci per fare in modo di essere preparati a giugno, per la firma della convenzione. Dobbiamo avere le idee chiare che tutto l'iter progettuale sia compiuto e tutti gli ostacoli siano superati. Firmare vuol dire impegnarci anche finanziariamente.
Fortunatamente il lavoro svolto dallo scrivente, dal Sig. T......, dal Sig. L...... e prioritariamente dal nostro Arch. G........, credo ci porti ad acquistare il terreno ad un prezzo irrisorio (ma rimangono sempre le spese relative alle opere di urbanizzazione ed alla costruzione dei fabbricati).    
Possiamo sentirci anche telefonicamente per raccogliere le firme, che credo sono ancora da apporre sulla domanda alla Soprintendenza.
Cordialmente.
CDL
12 febbraio 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti gli operatori del PdZ ed al Direttore del Dipartimento:
Al fine di affrontare, celermente ed adeguatamente, alcuni temi comuni del PdZ, si ritiene indispensabile la costituzione immediata di un Consorzio di Coordinamento del Piano.
Pertanto, vista la notevole maggioranza delle Coop. ...... e nel rispetto della normativa Comunale vigente, si resta in attesa della riunione di costituzione presso il Notaio da Voi nominato.
Resta inteso che nel CdA del Consorzio è auspicabile la presenza della minoranza (Coop. Polizia Locale Arvu V).
In attesa di conoscere la data prescelta e declinando ogni responsabilità per eventuali problemi connessi agli adempimenti suindicati, saluto cordialmente.
Crescenzo Di Lella
03 febbraio 2014 coop V Casette Pater - Consegnata al protocollo del Dipartimento l'accurata documentazione catastale utile (si spera) a determinare definitivamente il costo del PdZ. La documentazione è accompagnata da una dettagliata relazione dell'Arch. G......... 
30 novembre 2013 - Gli Architetti (.........) hanno completato la planimetria generale del comparto A con il posizionamento dei fabbricati. La planimetria va firmata dai Presidenti delle Cooperative e dai tecnici e consegnata in Dipartimento. 
A breve convocheremo una riunione dei soci che avrà nell'OdG anche la scelta dell'alloggio.   
15 novembre 2013 - NO mutui INPDAP alle Cooperative (vedi Home page) 
30 ottobre 2013 - Sono terminati gli scavi archeologici anche sul comparto B - Restiamo in attesa del nulla osta della Soprintendenza - Si sta predisponendo il frazionamento del comparto A - A breve terremo una riunione dei soci - 
25 ottobre 2013 - Sono terminati gli scavi archeologici sul comparto A (senza ritrovamenti). Il terreno è buono. 
Per ottenere il nulla osta è necessario completare gli scavi anche sul comparto B - (per vedere foto, clicca a sinistra su: foto PdZ Casette Pater 4)
21 ottobre 2013 - Sono iniziati gli scavi archeologici   (per vedere le foto clicca sulla colonna a sinistra:  foto PdZ Casette Pater 4)
19 settembre 2013 - Sono iniziati i lavori di pulizia dei comparti, appena terminati, inizieranno gli scavi archeologici.
23 luglio 2013 - Presso l'Isveur si è tenuta la riunione per permettere, nei prossimi giorni, i lavori per gli scavi archeologici, sondaggi, pulizia, recinzione
20 giugno 2013  - Presentata domanda per scavi archeologici al Soprintendente (vedi File sotto).
03 giugno 2013  - Il Dipartimento ci ha consegnato, per gli scavi archeologici, il Comparto A del PdZ Casette Pater 4 -
13 maggio 2013 - Sembrano risolti i problemi catastali sul comparto A, quindi, nei prossimi giorni dovremmo avere la consegna dell'area per gli scavi archeologici. 

17/07/2012 - Ordine d'iscrizione dei soci alla Coop. V (utile all'assegnazione degli alloggi):
1) Emanuela De VET..... 2) Giuliano BAB..... 3) Enrico De SAN....... 4) Marino MAT...... 5) Antonio RIC..... 6) Laura FEL......
7) Luca LEO..... 8) Cataldo SGA....... 9) Filippo NIC....... 10) Enrico PAC...... 11) Vissia PAL........ 12) Maurizio CAS.......
13) Daniela De LUC....... 14) (da assegnare se avanza cubatura - piano 1° o terra) 15 (da assegnare se avanza cubatura - piano 1° o terra) 16) (da assegnare se avanza cubatura - piano 1° o terra - senza finanziamento regionale). 
 
10/07/2012 - Si è tenuta in Via S. Teodoro l'Assemblea ordinaria della Coop. V -
 
L'area assegnata  alla Coop. V si trova ad Acilia - Via Francesco Fogolla x Via del Rosmarino x Via Matteo Ripa
02/07/2012: Presentata al Dipartimento la domanda: consegna dell'area per indagini archeologiche (per vedere la domanda e la ricevuta del protocollo clicca sotto su: dom. per scavi.pdf   -   ric. prot. dom. per scavi.pdf )  -
Per vedere la Delibera di Assegnazione di Casette Pater 4 clicca sotto su: "delgiucap-2012-173.pdf"
(la Delibera comprende i P.d.Z.: 1) Casal Monastero 2 Bis - 2) Tragliatella 2 Bis - 3) Pian Saccoccia 2 Bis - 4) Dragoncello 2 Bis - 5) Via Lucrezia Romana Bis - 6) Cerquette Bis - 7) Monte Stallonara 2 Bis - 8) Casette Pater 4 Bis)   
Ċ
Crescenzo di lella,
18 set 2012, 01:55
Ċ
Crescenzo di lella,
18 set 2012, 01:56
Ċ
Crescenzo di lella,
9 ott 2013, 02:33
Ċ
Crescenzo di lella,
22 giu 2013, 04:24
Ċ
Crescenzo di lella,
25 lug 2013, 23:42
Ċ
Crescenzo di lella,
2 lug 2012, 05:58
Ċ
Crescenzo di lella,
15 nov 2013, 00:27
Ċ
Crescenzo di lella,
30 nov 2013, 01:26
Ċ
Crescenzo di lella,
2 lug 2012, 05:58
Comments