Home page

Al Consorzio Casa Polizia Locale, possono aderire Cooperative Edilizie e Consorzi di appartenenti alle Forze dell'Ordine (Polizia Locale, Polizia dello Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Militari) o di qualsiasi altro genere. 

APPARTAMENTI IN CLASSE A   

Coord. Dott. Crescenzo Di Lella cell. 335 8126163  e-mail  crescenzodilella@gmail.com      
Amm.ne Sig. Pino Tuveri  cell. 338 9407677   e-mail  tuveripino@tiscali.it 
la sede sta traslocando in:  Via Prospero Alpino n. 69   00154  Roma   ( da Via della Stazione Ostiense n. 25  00154 Roma )
                                                                                    In evidenza per tutti i Soci delle Cooperative
04 agosto 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE - e-mail inoltrata agli operatori Edilizia Sociale ed in cc Sindaco Raggi Assessore Montuori etc. 
OGGETTO: Ristrutturare la Città - Piani di Edilizia Economica e Popolare
Gent.mi Operatori dei PdZ Edilizia Sociale,
si è tenuta mercoledì 01 agosto 2018 la Commissione Urbanistica Comunale sui PdZ del 1 e 2 Pep
L'Assessore Luca Montuori ha proiettato numerose slide inerenti (in particolare), lo stato delle Opere di Urbanizzazione primaria e secondaria sui PdZ realizzati e su quelli da realizzare (che visto che ancora non sono iniziati erano ovviamente tutti quadratini colorati in rosso). il rosso era il colore preminente con un po di giallo e con poco verde (superiore 80%).
La ricognizione ha evidenziato che c'è una carenza notevole di realizzazione per le opere secondarie e di un certo tenore anche per le opere primarie, salvo PdZ con notevole cubatura. 
Alla fine della presentazione è intervenuto il Consigliere Calabrese del M5S proponendo una decisione politica al riguardo, 
Credo sia facile immaginare quale sia la decisione politica. 
Lo scrivente ha fatto notare alla Commissione che agli operatori, onesti e rispettosi di leggi e regolamenti, gliene può fregà di meno della ricognizione effettuata sui PdZ dall'Assessore Montuori. 
In oltre due anni l'Amministrazione Comunale ha effettuato zero convenzioni della delibera Reg. Lazio 355/2004 nonostante le richieste continue degli operatori, avallate dalle numerose sentenze favorevoli del TAR del Lazio. 
Ho concluso affermando che l'Amministrazione può assumere qualsiasi decisione, anche contro i nostri diritti inalienabili, ma è necessario farlo al più presto e con nome e cognome di chi prenderà simili decisioni. Ho reso noto che già abbiamo costituito un gruppo di operatori per le evidenti azioni risarcitorie.       
A causa dell'inizio lavori del Consiglio Comunale la Commissione veniva sospesa per essere poi aggiornata in altra data. 
A fine riunione ho immediatamente inoltrato l'allegata raccomandata inerente il PdZ Casette Pater 4bis 
Consorzio Casa Polizia Locale      
31 luglio 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE - e-mail inoltrata al Sindaco Raggi ed in cc Assessore Montuori etc.
OGGETTO: ATTENZIONE - domani riunione "segreta" Commissione Urbanistica Comunale sui Piani di Zona

Gemt.ma Sindaco Virginia Raggi ,
mai visto nulla del genere, dalle foto allegate riprese da me oggi sul sito del Comune di Roma, agenda delle convocazioni, si nota che alle ore 10,30 non risulta alcuna Commissione Urbanistica, mentre dopo UNA MIA TELEFONATA ore 10,36 ALLA SEGRETERIA DELLA COMMISSIONE (per richiesta di chiarimenti sulla convocazione di domani) alle ore 11,30 risulta la convocazione della Commissione ma senza OdG  ! ! !
Un comportamento inqualificabile credo mai praticato da alcuno in una pubblica amministrazione ne credo da privati.
La invito a censurare immediatamente chi ha adottato simili comportamenti che ledono l'onore e la credibilità dell'Amministrazione da Lei diretta e umiliano i cittadini  della Capitale del Paese.
Al riguardo, invito i colleghi delle Cooperative e gli operatori che leggono in cc a partecipare alla Commissione di domani perchè allo scrivente continuano a giungere voci di annullamento di numerosi PdZ 
Gent.ma Sindaco io sarò presente in commissione domani, perchè grazie alla Vostra chiusura per le nostre Cooperative avete minato notevolmente le nostre risorse economiche che ci consentivano qualche giorno di ferie. 
Al riguardo mi permetto di chiederLe, a titolo gratuito, n 1 ombrellone e n. 2 sedie sdraio alla splendida spiaggia, in riva al biondo Tevere, che state approntando vicino Ponte Marconi. 
Sono passato da poco sul posto ed i lavori sono ancora lungi da essere terminati, aprire una spiaggia ad agosto iniziato è un'assurdità che credo vada perseguita anche contabilmente dagli organi preposti. 
Nel rinnovarLe , ulteriormente ed inutilmente la nostra richiesta d'incontro, salutiamo cordialmente.
Consorzio Casa Polizia Locale

         

 
01 luglio 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE - e-mai inoltrata al Sindaco Raggi, Assessore Urbanistica, etc.
OGGETTO:Sindaco RAGGI le nostre Cooperative di Edilizia Sociale hanno tutto in ordine. Perchè non vanno avanti celermente ? Perchè non ci riceve ?
da la Repubblica Roma on line di oggi:
Sul nuovo stadio della Roma, Virginia Raggi viaggia col freno a mano tirato. Smarrito l'entusiasmo e rimesso nel cassetto social l'hashtag # unostadiofattobene, la sindaca ora procede a tentoni: "Se l'impianto di Tor di Valle si farà? Adesso vedremo, c'è un'attività di verifica. Alla luce delle notizie che escono, sarà fondamentale controllare bene ogni cosa. Si andrà avanti solo se sarà tutto in ordine". 
Ill.ma Sindaco Virginia Raggi,
basta scorrere i giornali per leggerne ogni giorno una delle Sue dichiarazioni sullo Stadio che fanno letteralmente "a cazzotti" con il resto dell'attività urbanistica che ugualmente fa capo alla S.V.  
-Raggi: "per lo stadio si andrà avanti sa sarà tutto in ordine" ok va bene, ma facile chiederLe: perchè per le nostre Cooperative di Edilizia Sociale (ad es. Tenuta Vallerano, Cecchignola Casette Pater 4 bis etc. etc.) che il tutto in ordine è stato sentenziato dalle numerose sentenze del Tribunale Amministrativo del Lazio e dal rispetto totale di ogni adempimento richiesto dall'Amministrazione Comunale PERCHE' NON SI VA AVANTI  ? 
-PERCHE'  NOTI COSTRUTTORI VENIVANO RICEVUTI, PERIODICAMENTE E COSTANTEMENTE, IN CAMPIDOGLIO ED IN ASSESSORATO URBANISTICA etc., MENTRE A NOI TITOLARI DI DIRITTI INALIENABILI, CI SONO STATE CHIUSE LE PORTE IN FACCIA E LA S.V. (nonostante le centinaia di richieste inviate) NON CI HA MAI DATO UNA RISPOSTA DI QUALSIASI GENERE, NE CI HA MAI FATTO DARE RISPOSTE DA ALTRI DELL'AMMINISTRAZIONE ? 
I nostri Piani di Zona, che hanno sentenze che certificano "il tutto in ordine", devono andare avanti immediatamente, senza alcun tentennamento da parte dell'amministrazione comunale da Lei diretta !
In caso contrario è assolutamente necessario che ci riceva per metterci al corrente di eventuali problemi che impediscono di attuare, celermente, l'attività amministrativa nei nostri confronti.  
Il suo silenzio assordante non è più tollerabile da cittadini onesti come noi , rispettosi di Leggi e Regolamenti, che sono stati costretti a ricorrere al TAR del Lazio per farsi riconoscere i propri diritti inalienabili ! 
Toc ! Toc ! se ci sei Sindaco batti un colpo !   
il nostro hashtag è #unamministrazionefattabene  possiamo averla ?
In attesa dell'incontro richiesto, centinaia di volte, salutiamo cordialmente.
Consorzio Casa Polizia locale
29 giugno 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE - e-mai inoltrata al Sindaco di Roma Virginia Raggi ed in cc Assessore Urbanistica, Pres. Commissione Urbanistica, etc.
OGGETTO: Rinnovo della nostra richiesta d'incontro con il Sindaco di Roma Avv. VIRGINIA RAGGI (PdZ Edilizia Sociale Del. Reg. Lazio 355/2004)
Gent.ma Sindaco Virginia Raggi,
oggi è la festa di S.Pietro e Paolo (Protettori della nostra amata Roma) e stasera si potrà assistere allo spettacolo della Girandola in P.za del Popolo. 
I "fiori di fuoco" furono istituiti da Papa Sisto IV (che si occupò anche di modifiche al Palazzo Senatorio, costruendo l'ingresso che la S.V. attraversa quotidianamente) ed originariamente si svolgevano in Castel Sant'Angelo. 
Lo spettacolo creato da Michelangelo e perfezionato dal Bernini, attirava persone provenienti da tutti i Paesi Europei.
Sisto IV era un Pontefice ligure, generale dell'ordine francescano, uomo onesto e laborioso. 
E' grazie a questo Santo Uomo che ancora oggi alla festa di S. Pietro e Paolo, possiamo ammirare botti di straordinario valore pirotecnico. 
La Liguria è stata anche terra di nascita di un anticlericale, da molti adorato particolarmente (me compreso), un tale Giuseppe Garibaldi che per Roma si è battuto alacremente. Grazie a Lui oggi Roma è Capitale ed è sempre grazie a Garibaldi che la Città è protetta dalle piene del suo fiume. Preme ricordare il suo forte legame con gli Stati Europei (in particolare con l'Inghilterra) e le sue esternazioni per un Europa Unita.            
Dopo aver citato due liguri storici , casualmente, mi sovvengono alla mente tre liguri attuali che hanno avuto un ruolo sulla Città: Ignazio Marino Beppe Grillo e Luca Lanzalone.
Ignazio Marino ha avuto un percorso travagliato nei 2 anni che ha guidato la Città, con luci ed ombre. Tra le luci, aver portato avanti un progetto dello Stadio che imponeva ai privati di investire notevoli risorse economiche per le Opere Pubbliche.     
Non so se Beppe Grillo ha avuto un ruolo nella scelta dell'Avv. Luca Lanzalone, certamente ha avuto un ruolo nell'aver fondato un Movimento che Le ha permesso di diventare Sindaco di Roma. Quindi i "botti" mediatici che oggi leggiamo sulla stampa, nel giorno della festa dei Santi Protettori di Roma, sono anche da addebitarsi indirettamente a Lui e direttamente a Lei che ha consentito a Lanzalone di operare, particolarmente in ambito urbanistico, senza averne un ruolo (sempre da notizie di stampa, in via di accertamento da parte dalla magistratura). 
Ora ci chiediamo come è possibile che noi cittadini onesti rispettosi di Leggi e Regolamenti, titolari con le nostre Cooperative di Edilizia Sociale (ad es. PdZ Tenuta Vallerano, Cecchignola, Casette Pater 4 bis, etc. etc.) di diritti inalienabili che non vengono soddisfatti dal Comune di Roma (con circa 15 sentenze del TAR del Lazio, favorevoli per le nostre Cooperative Edilizie e Consorzi) nonostante le centinaia di richieste NON VENIAMO RICEVUTI DALLA S.V. , mentre fino a pochi giorni fa (così come si rileva dalla stampa), "imperava" un Avvocato (senza alcuna nomina) al quale venivano inviate da parte dei massimi Vertici Urbanistici politici del Campidoglio, atti urbanistici riservati di straordinaria rilevanza per la Città ?
Alla luce di quanto suesposto, il Suo rifiuto di incontrarci di ignorarci totalmente di non fornirci nessuna risposta alle nostre legittime richieste è INACCETTABILE  !
Pertanto, nuovamente ed educatamente, ci permettiamo rinnovare la nostra richiesta d'incontro con la S.V. e restiamo in attesa di urgente riscontro.  
Un cordiale saluto.
Consorzio Casa Polizia Locale 
23 giugno 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE -  e-mail inoltrata al Sindaco Virginia RAGGI ed in cc Assessore etc. 
OGGETTO: da Il Messaggero: RAGGI a caccia di manager (non cercate manager, cambiate la vostra linea politica)
Gent.ma Sindaco Virginia RAGGI ,
sono centinaia le lettere che Le scriviamo per chiedere riscontro a temi di Edilizia capitolina, molti dei quali hanno avuto a favore numerosissime sentenze del TAR . 
Mai un incontro, una risposta scritta, un e-mail, una telefonata.
Nessun riscontro alle nostre richieste, tant'è che, per cercare un contatto con la Sua amministrazione, siamo strati costretti a rivolgerci al Tribunale Amministrativo del Lazio.
Una situazione paradossale ed inspiegabile. 
Chi scrive ha trascorso laboriosamente 42 anni della propria vita nell'Amministrazione del Comune di Roma e non ha mai visto nulla di simile.
Ricordo Petroselli, Vetere, Carraro che ebbe l'intuizione di mettere Alberto Capuano a Capo dei Vigili (Capuano scelse tra i collaboratori lo scrivente, un periodo radioso per la PM e per la Città di Roma). 
Capuano fu il primo in Comune a redigere una DD (determinazione dirigenziale) poi diventata di routine nella gestione amministrativa capitolina. 
Si lavorò alla collocazione dei cassonetti per i rifiuti urbani (i cassonetti sono stati installati da meno di 20 anni) e poi corsie preferenziali, quando l'Atac assicurava un servizio certamente migliore dell'attuale, primi approcci di ZTL , studi sui parcometri, controllo capillare del Commercio abusivo, azioni reali per stroncare l'abusivismo edilizio, rigoroso controllo sul personale: all'epoca i giornali coniarono il titolo "mele marce" . 
Per dare un idea della gestione ottimale preme ricordare che si riusci a far acquistare ed usare ai commercianti di Porta Portese dei normali rimorchi (omologati)  per il trasporto delle merci che settimanalmente transitano sul percorso. Via Sannio - Porta Portese. Prima le merci venivano trasportare con carretti da far paura, ma "autorizzati". Fu una lotta durissima con manifestazioni eclatanti ma alla fine vinse il Codice della Strada. 
Certo vedere la Sua gestione, ci crea notevole amarezza !  
Nelle precedenti e-mail abbiamo esternato, in maniera garbata e civile, la nostra rabbia nei confronti di un' Amministrazione che umilia noi cittadini onesti, rispettosi di Leggi e Regolamenti ed in attesa di iniziare i lavori per le nostre Cooperative Edilizie che da anni attendono una risposta che inspiegabilmente non arriva. 
Riteniamo che sono molteplici gli errori da Voi commessi (che stanno arrecando grave nocumento alla Città) e con stupore apprendiamo leggendo il Messaggero di oggi che siete alla ricerca di nuovi 8 Manager per le posizioni chiave dell'Amministrazione. 
Noi non crediamo sia una questione di dirigenti. I 200 che attualmente lavorano in Comune, bastano e avanzano.
Se a questi dirigenti non si da un indirizzo politico certo, razionale, costante (senza tentennamenti o continui cambiamenti) è chiaro che si ripareranno con la burocrazia e non decideranno niente. 
Se Lei avesse chiesto a chi scrive di cambiare il progetto dello Stadio, avrei risposto di NO (cento volte), perchè so per esperienza, che basta cambiare una virgola per fermare un provvedimento amministrativo, figuriamoci cambiare totalmente un progetto ! 
Quindi in conclusione a nostro giudizio inserire 8 nuovi supermanager, se non cambia la vostra linea politica, non servirà assolutamente a nulla (salvo sprecare altro denaro pubblico). 
Se gli Ingegneri i Geometri gli amministratori di condominio i custodi giudiziari, i sindacati, etc. etc. protestano sotto Campidoglio è ora di cambiare rotta. 
E' ora di sentire anche le nostre ragioni e prendere le opportune decisioni politiche che facilmente si trasformeranno in atti amministrativi.
Quanto sopra è confermato dall'excursus che le nostre Cooperative Edilizie stanno attraversando, esempio limite è la Cooperativa Helsinki (CompartoB) di Casette Pater 4 bis. La Cooperativa ha da tempo già pagato l'importo del terreno chiesto dall'Amministrazione e ancora, misteriosamente, non riesce a stipulare la convenzione con il Comune. 
Non credo serva un manager per risolvere questo problema, basta una telefonata Sua o dell'Assessore.  
Tutto e di più per far arrivare gli atti di progetti urbanistici a Lanzalone  (telefonate, e-mail, chat,etc.), possibile che non si riesce a fare una telefonata per sapere perchè alla Helsinki, che con le Opere di Urbanizzazione verserà al Comune oltre centodiecimilaeuro,  non viene fissato l'appuntamento dal Notaio ! 
Nel rinnovarLe la nostra richiesta d'incontro, salutiamo cordialmente.   
Consorzio Casa Polizia Locale 
22 giugno 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE -   e-mail inoltrata al Sindaco Virginia RAGGI ed in cc Ministro Salvini etc.
OGGETTO:  Sindaco RAGGI la legalità è un bene essenziale per la collettività (mai mancare ad appuntamenti che l'affermano).
   Ill.mo Sindaco Virginia RAGGI ,
tutti noi comprendiamo che la S.V. è notevolmente impegnata. 
Ieri è iniziato un procedimento giudiziario a Suo carico (dove risulta non sia andata), poi riunioni serali con i consiglieri della Sua maggioranza ed ancora nei giorni passati, due volte convocata in Procura per le note vicende dello Stadio, poi attività in Campidoglio etc. etc.
Ma leggendo i giornali di oggi (riporto link articolo del Corriere della Sera) non risulta la Sua presenza ieri in zona Anagnina nelle ex case dei Casamonica, dove erano invece presenti il Ministro Matteo Salvini il Prefetto Paola Basilone ed il Presidente della Regione Nicola Zingaretti.
Riporto un passaggio dell'articolo dove si da atto al Campidoglio di aver approvato, proprio ieri pomeriggio, il primo regolamento per i beni confiscati alle mafie della Capitale, una settantina, numero record in Italia. 
Ma Salvini afferma che La chiamerà per chiedere interesse e collaborazione !    
    ".......Ieri pomeriggio il ministro dell’Interno Matteo Salvini li ha visitati entrambi insieme con il governatore Nicola Zingaretti e il prefetto Paola Basilone. Un momento per fare anche il punto - il primo dal suo insediamento - sui rapporti fra il neo responsabile del Viminale e il Campidoglio. «È importante che ci aiuti partecipando, così noi aiutiamo il Comune che ha il record italiano di beni (confiscati alle mafie) messi a disposizione», ha spiegato Salvini, che ha poi aggiunto: «Chiamerò il sindaco chiedendo interesse e collaborazione. Sono onorato di essere qui, felice di essere in compagnia del presidente della Regione, che ci siano i comitati dei cittadini, che finalmente non hanno più paura di farsi vedere. Conto di aiutare l’agenzia per i beni confiscati e sequestrati aggiungendo personale e soldi». E proprio ieri il Campidoglio ha approvato il primo regolamento per i beni confiscati alle mafie nella Capitale, che sono una settantina....."   
https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/18_giugno_22/salvini-beni-mafieaiuteremo-comune-cd5cbec8-759e-11e8-bb6c-d710a4e0e531.shtml
Sindaco non crede che la Sua presenza all'appuntamento avrebbe dato un immagine compatta delle Istituzioni alla lotta contro l'illegalità ?
Credo condivida che contro l'illegalità non devono sussistere frapposizioni partitiche o ideologiche, bisogna sempre procedere senza tentennamenti ed incertezze ? 
Cogliamo l'occasione per ricordarLe che l'illegalità oltre ad interessare aspetti penali può coinvolgere anche la Giustizia Amministrativa. 
Se le nostre Cooperative Edili e Consorsi hanno stravinto circa 15 ricorsi presso il TAR del Lazio contro il Comune di Roma, vuol dire che dal punto amministrativo, l'Amministrazione da Lei diretta ha disatteso la legalità o no ?  
Con innumerevoli richieste abbiamo chiesto di incontrare la S.V. per avere riscontri ai nostri quesiti e siamo ancora speranzosi di una Sua risposta.
Certo, con il trascorrere degli anni per una risposta, è sempre più difficile capire il Suo atteggiamento. 
Nella certezza che i suoi impegni inderogabili non Le hanno consentito di essere all'Anagnina e confidando in un riscontro immediato, da parte dell'Amministrazione Comunale, ai nostri diritti inalienabili , certi di poterLa incontrare nei prossimi giorni, salutiamo cordialmente. 
Consorzio Casa Polizia Locale
19 giugno 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE - e-mail inoltrata al Sindaco Raggi ed in cc Assessore Urbanistica, etc. 
OGGETTO: LA BANDA DEGLI ONESTI ! Sindaco Raggi: basta con una gestione del Campidoglio che satiricamente può definirsi da banda degli onesti (famoso film con Totò e Peppino).
   Sindaco Virginia Raggi,
leggiamo dal Corriere della Sera on line:
........"Lo sport è anche il mezzo per accedere ad affari immobiliari. Così uno dei maggiori collaboratori di Parnasi, Giulio Mangosi, interessa Paolo Ferrara (capogruppo capitolino M5S indagato che si è autosospeso) della costruzione di un campo da parte del Real Flaminio, risultato vittorioso in un contenzioso al Tar con il Comune. Mangosi punta a trovare una soluzione facendo ottenere al Real Flaminio «la possibilità di costruire un campo da rugby e una pizzeria nella struttura già esistente»..............
Sindaco Raggi volevamo rendere noto alla S.V. che noi Cooperative e Consorzi di Edilizia Sociale, causa il Vostro immobilismo, di ricorsi al TAR contro il Comune di Roma ne abbiamo stravinto circa 15 ma nessuno si è interessato per farci costruire quello che ci spetta di diritto, nonchè....." la possibilità di costruire un campo da rugby e una pizzeria nella struttura già esistente".........     
E poi ancora ieri  l'Assessore Montuori nel titolo dell'intervista al Corriere della Sera : " Passavo gli atti a Lanzalone, che male c'è"  
Gli atti amministrativi in corso, sino al momento della pubblicazione, sono riservati e non possono essere visionati da persone esterne senza titolo. 
Mi può dire che titolo aveva il Presidente dell'Acea o l'Avv. Lanzalone senza nessun incarico ufficiale, neanche di consulente ?
In maniera sintetica lo afferma anche il gip: «Le indagini hanno offerto elementi concreti per ritenere che le figure istituzionali interessate, a cominciare dal sindaco Raggi, non solo hanno tollerato tale funzione (di pubblico ufficiale, ndr) ma al contrario le hanno dato piena legittimazione».
e poi continua Montuori ..... "chi paga le centinaia di milioni di penali ? "  
Tutta questa preoccupazione per le penali per lo stadio con decine di incontri per risolvere. 
Avevate un progetto originario con il 33% di opere pubbliche a carico dei privati e l'avete buttato alle ortiche !  
Mai successo a Roma (e credo in Italia), che i privati partecipassero alle opere pubbliche con una percentuale così alta e con l'obbligo di costruirle assieme allo Stadio. 
Molti di noi non sono elettori del Sindaco Marino, ma va riconosciuto all'ex Assessore Caudo di aver conseguito un risultato incredibile.
Ma continuiamo....... sempre dalla stampa di questi giorni la S.V. Ill.ma Sindaco Virginia RAGGI ad Arch. Donatella Iorio Presidente Commissione Urbanistica, su pratiche degli ex Mercati Generali : "inviali i portali subito a Lanzalone"  
Sindaco ma se Lanzalone aveva un ruolo così importante per l'urbanistica, perchè l'Assessore non gli ha mandato anche le nostre pratiche per vedere se tutto poteva procedere ? 
Perchè Lei Sindaco Raggi non ha girato a Lanzalone una delle centinaia di e-mail che Le inviamo ?  
Perchè da anni non muove un dito per i nostri diritti ?
Quando lo scrivente ha provato a parlare all'Assessore Montuori delle penali che il Comune di Roma deve pagare alle nostre Cooperative e Consorzi, mi ha chiuso la porta in faccia e mai ci ha concesso un incontro. 
Noi delle Cooperative di Edilizia Sociale Del 355 Reg. Laz., nonostante rispettosi di Leggi e regolamenti veniamo quotidianamente ignorati, maltrattati e umiliati da Voi !  
Lei non si è degnata mai di rispondere ad una nostra lettera o e-mail  ! ! !  Tantomeno mai ci ha concesso un incontro ! ! !
Se avreste inviato anche le nostre pratiche all''Avv, Lanzalone, sicuramente avrebbe risposto : fateli convenzionare che ne hanno tutti i diritti ! 
Sindaco il Ministro Bonafede, ieri sera dalla Gruber, ha affermato durante la trasmissione 8 1/2 che ogni scelta e responsabilità fa capo alla Sua persona.
Quindi, visto che è Lei che deve prendere ogni decisione e ne risponde in merito, ci permettiamo di rinnovare nuovamente la nostra richiesta d'incontro, perchè riteniamo che oltre al problema dello Stadio, vada dato corso immediato ai nostri diritti inalienabili, che ne Lei ne l'Assessore ne nessun altro nell'Amministrazione Comunale di Roma Capitale può permettersi di tenerli fermi (come da sentenze del TAR del Lazio).
Sindaco, mai nessuno di noi ha dubitato della Vostra onestà e della Vostra buonafede, ma è evidente che per gestire la Capitale del Paese è necessario qualche elemento ulteriore. 
Nella certezza che l'esperienza di questi giorni, consentirà un cambio di rotta della politica capitolina e quindi anche noi avremo la possibilità di confrontarci, armonicamente, con la S.V., in attesa di essere convocati, salutiamo cordialmente.
Consorzio Casa Polizia Locale   

17 giugno 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE - e-mail inoltrata al Sindaco Virginia Raggi in cc ad Assessore, Presidente Commissione Urbanistica, etc,  
OGGETTO:   Sindaco RAGGI : A settembre scadono i finanziamenti Reg, per i PdZ se non li rinnova la Reg. Lazio il Comune pagherà RISARCIMENTI MILIONARI alle Coop.
 Sindaco Virginia Raggi,
anche oggi ci permettiamo inoltrarle una nuova e-mail, inerente i Piani di Zona di Edilizia Sociale, Delibera Regione Lazio 355/2004 che a causa dell'inspiegabile fermo imposto dall'Amministrazione da Lei diretta ancora non hanno avuto alcuna stipula di Convenzione tra le Coop ed il Comune di Roma (riporto sotto l'e-mail di ieri che descrive in breve la situazione). 
Ricordo che in due sedute della Commissione Urbanistica Comunale anche Funzionari dell'Amministrazione hanno dichiarato che non c'è la volontà politica a portare avanti la 355. 
Al riguardo, invito nuovamente la Presidente della Commissione Urbanistica (che legge in cc) a conservare gelosamente le registrazioni della Commissione, perchè risultano, per altre situazioni, già pervenute richieste da parte dell'autorità giudiziaria di acquisire tali registrazioni. Quindi viene a cadere, quanto affermato dall'Arch. Iorio: che la registrazione è solo un supporto per redigere il verbale della Commissione Urbanistica.   
Ci permettiamo ricordarLe che nel prossimo mese di SETTEMBRE 2018 scadono i finanziamenti regionali, pertanto è opportuno attivarsi sin da subito per il rinnovo, presso la Regione Lazio. 
Se tale richiesta, per le evidenti omissioni della Sua Amministrazione, venisse respinta, tutto salterebbe e sia le nostre Cooperative come le altre (molte delle quali hanno stravinto i ricorsi al TAR del Lazio contro il Comune di Roma, fino ad ora circa 15) , inizieranno l'iter giudiziario per i risarcimenti che si preannunciano milionari da parte dell'Amministrazione Comunale di Roma. 
Visto come si è pronunciata la giustizia amministrativa, facile presupporre l'esito di quella civile.
Resta inteso che faremo tutti gli esposti necessari alla Corte dei Conti, per far addebitare ad personam il danno subito ed evitare quindi che sia la collettività a pagare le Vostre omissioni (che risultano accertate dalle numerose sentenze del TAR del Lazio favorevoli alle Coop e Consorzi). 
Sindaco, l'Amministrazione Comunale non può continuare a ignorare le istanze di Cittadini onesti , rispettosi di Leggi e Regolamenti. 
Si Amministra con le azioni non con le omissioni ! 
Se sono i Commissari ad Acta a svolgere il Vostro compito, vuol dire che Lei ha abdicato e non intende attuare una gestione diretta e responsabile della Città.     
Ricordiamo che è Lei il Sindaco, tutto fa capo alla Sua persona e quindi rinnoviamo principalmente a Lei la nostra richiesta di incontro che Le assicuriamo sarà leale e costruttivo e tenderà a migliorare la Collettività della nostra amata Città: ROMA .
Con la speranza di essere convocati a breve (una delegazione max 7 persone), salutiamo cordialmente.
Consorzio Casa Polizia Locale
16 giugno 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE -   e-mail inoltrata al Sindaco Virginia Raggi ed in cc ad Assessore, Pres. Commissione Urbanistica, etc. 
OGGETTO: Sindaco RAGGI : APRITE LE PORTE DEL CAMPIDOGLIO PER RICEVERE I SOCI DELLE COOP. EDIL. SOC. (CITTADINI RISPETTOSI DI LEGGI E REGOLAMENTI).
Sindaco Virginia Raggi,
questa credo sia la centesima e-mail che scriviamo alla S.V. per cercare di avere un incontro (raccomandate, telefonate, e-mail, etc) sia a Lei che ad altri Amministratori Capitolini, Assessore all'Urbanistica compreso, sono state ignorate.totalmente.
Come Cooperative Edilizie nel lontano anno 2004 abbiamo vinto un bando della Regione Lazio di 167 e sono circa 10 anni che il Comune di Roma ci ha consegnato le aree sui Piani di Zona. 
Su quelle aree abbiamo svolto: indagini geologiche, archeologiche, redatto progetti, siamo costretti anche a pulirle.  
Ogni richiesta da parte del Comune di Roma è stata da noi soddisfatta, ogni legge ed ogni regolamento od incombenza rispettato.
Siamo disponibili a farvi visionare ogni atto relativo alle nostre Cooperative Edilizie, compresa la contabilità.
Ma nonostante questo
LE NOSTRE PRATICHE SONO FERME, SENZA MOTIVO, DA ANNI NEGLI UFFICI DEL DIPARTIMENTO E VOI , RIFIUTANDO UN CONFRONTO CON NOI, CI NEGATE OGNI SPIEGAZIONE AL RIGUARDO ! 
Questa situazione ha fatto si che molte Cooperative e Consorzi di Edilizia Sociale si siano rivolti al TAR del Lazio ed hanno stravinto i ricorsi presentati. Ma l'assurdo è che i Commissari nominati dalla Regione Lazio trovano notevoli difficoltà a procedere nel loro lavoro. Commissari che come ben sapete dovranno essere pagati dall'Amministrazione Comunale, quindi con le nostre tasse ! (ad esempio PdZ : Tenuta Vallerano, Cecchignola, Lucrezia Romana etc. e senza ricorso il minuscolo Casette Pater 4 bis - Comparto B n. 4 appartamenti, anche questo fermo !). 
I soliti noti costruiscono ora palazzoni "alveare" (vedi foto) ed a noi ci vietate di costruire palazzine di 4 piani di pochi mc. ! Perchè ?
Noi non sindachiamo le decisioni prese per altri, ma confidiamo, dopo aver rispettato ogni obbligo richiesto dal Comune di Roma e da chiunque altro, che identiche decisioni siano prese anche per noi.
Certo, leggere certi articoli come quello sul Fatto quotidiano di oggi (clicca sotto) ci fa sobbalzare dalla sedia, ma siamo rispettosi del lavoro dei Magistrati e garantisti fino al terzo grado di giudizio.
Nella speranza di essere riceviti a breve dalla S.V., salutiamo cordialmente.
14 giugno 2018 ore 12,24  PER TUTTE LE COOPERATIVE -  Sono stato contattato telefonicamente dalla Segreteria del Sindaco Raggi. Mi è stato chiesto il nome dei Piani di Zona inerenti le nostre Cooperative.   
14 giugno 2018 ore 10,42 PER TUTTE LE COOPERATIVE -  e-mail inoltrata a Sindaco ed Assessore ed in cc Ministro Sviluppo Economico etc.
l.mo Sindaco Virginia Raggi ed Assessore Luca Montuori,
alla luce dell'articolo sottoelencato, del Fatto quotidiano di oggi, chiediamo perchè cittadini rispettosi di Leggi e Regolamenti vincitori di un bando della Regione Lazio nell'anno 2004, nonostante le numerosissime richieste d'incontro (inoltrate anche per raccomandata) non hanno mai potuto incontrare le SS.LL., mentre risultano, da quanto riportato dal giornale, incontri privilegiati con personaggi che con rapporti illeciti, da accertare, hanno favorito persone dell'Amministrazione Comunale e Vertici di Azienda a partecipazione comunale ?        
Non oso minimamente pensare che la Vostra Amministrazione è forte con i deboli e debole con i forti e forse tangentari (se accertato dalla magistratura).
Molti dei nostri Piani di Zona, che in mc sono la centesima parte del Nuovo Stadio, hanno avuto sentenze stra-favorevoli da parte del TAR del Lazio. 
Perchè l'Amministrazione Comunale non consente facilmente quanto stabilito dalla giustizia Amministrativa ?  
In attesa di essere convocati ad un incontro che chiarisca i quesiti suelencati e che ci consenta di andare a convenzione con il Comune di Roma pagando cifre notevoli utili a rimpinguare le deficitarie casse comunali, salutiamo cordialmente. 
Consorzio Casa Polizia Locale
12 giugno 2018 PER TUTTE LE COOPERATIVE - e-mail inoltrata al Sindaco Virginia Raggi ed in cc alla Dirigenza del Dipartimento
Ill.mo Sindaco Virginia Raggi
sono circa 8 anni che abbiamo in consegna il Piano di Zona suindicato ed a causa dell'incapacità della Sua gestione non riusciamo a stipulare la convenzione con il Comune di Roma. 
Oltre ad i numerosi ricorsi al TAR stravinti dalle Cooperative e Consorzi per altri PdZ, non si riesce ad andare in convenzione neanche per il Comparto B del PdZ Casette Pater 4 bis dove la minuscola Cooperativa Helsinki di 4 appartamenti che si è dichiarata disponibile a pagare terreno ed urbanizzazioni anticipatamente al Comune di Roma  NON RIESCE AD ANDARE IN CONVENZIONE DAL NOTAIO CHE GIA' HA LA CONVENZIONE IN MANO ! Il terreno è già stato pagato ed invito quindi i colleghi della Helsinki ad inoltrare ora tramite PEC la ricevuta di pagamento al Dipartimento ed agli indirizzi suindicati per mettere a tacere ogni alibi burocratico al riguardo (il PdZ è già urbanizzato in toto e gli importi vanno nelle casse comunali). 
Nonostante questa scellerata situazione politico-amministrativa che danneggia le Cooperative ed in particolare il Comune di Roma, tengo a sottolineare che il terreno del PdZ va tenuto nei modi stabiliti dal Regolamento Comunale del Comune di Roma e che va eseguita periodicamente la pulizia del lotto (da noi negli anni trascorsi sempre effettuata). 
Al riguardo avevo inoltrato, oltre un anno fa, un e-mail al riguardo, che non ha avuto alcun riscontro da parte del Comune di Roma. 
Visto il menefreghismo  dell'Amministrazione Comunale, vi invitiamo a riprendervi il PdZ ed a rimborsarci del danno subito, da valutare tramite accordo tra le parti. 
Chi grida onestà ha il dovere di rimborsare subito chi, come noi, ha fatto dell'onestà e del rispetto di leggi e regolamenti la propria bandiera di vita, in ogni campo, lavorativo e personale.    
Resta inteso che per quanto attiene la pulizia del PdZ, essendo persone rispettose di leggi e regolamenti, nei prossimi giorni ci confronteremo per valutare la situazione.  
Invito i colleghi che leggono in cc ad inoltrare anche tramite PEC la presente email al Sindaco ed agli altri indirizzi suindicati.  
Nella speranza di una risposta di qualsiasi genere, salutiamo cordialmente.
Consorzio Casa Polizia Locale
06 giugno 2018 PER TUTTE LE COOPERATIVE -e-mail inoltrata al Segretario Generale della UIL Roma e Lazio Alberto Civica in occasione della manifestazione in Campidoglio contro l'immobilismo della Giunta Raggi, indetta da CGIL - CISL - UIL  (Roma e Lazio) 
OGGETTO: richiesta incontro ed adesione alla manifestazione in Campidoglio odierna. 
Buongiorno Alberto,
mi chiamo Crescenzo Di Lella da 3 anni in pensione dopo aver lavorato, come Funzionario, nel Corpo della Polizia Municipale del Comune di Roma per 41 anni. Iscritto alla UIL nel periodo lavorativo ed attualmente politicamente vicino a Stefano Parisi con Robilotta, Roberto Giuliano etc (socialisti, come me, da sempre).  
In ambito ARVU Associazione Romana Vigili Urbani circa 14 anni fa mi venne affidato il compito di coordinare la partecipazione ad un bando per Cooperative Edilizie della Regione Lazio che abbiamo vinto, ma dopo ben 14 anni ancora non riusciamo a mettere un mattone, nonostante terreni assegnati dal Comune di Roma, scavi archeologici e geologici effettuati , progetti presentati, aree recintate, etc.  NON CI FANNO FARE LA CONVENZIONE ! nonostante rispettosi di leggi e regolamenti di ogni genere (le nostre Coop. dei Vigili Urbani sono solo 4 ) Tre sul Piano di Zona Tenuta Vallerano ed una sul PdZ Casette Pater 4 bis 
Con le precedenti amministrazioni abbiamo avuto sempre un dialogo con l'attuale, mai siamo riusciti a parlare con il Sindaco Raggi ne con l'Assessore all'Urbanistica Montuori quindi alcune Cooperative (alcune anche nostre)  si sono rivolte al TAR del Lazio che, in serie, sta pronunciando sentenze favorevoli per noi (credo fino ad ora una decina). Nell'ultima sentenza relativa al PdZ Tor Tre Teste n.04799/2017, anche il TAR evidentemente infastidito ha scritto in sentenza al punto 5 esplicitamente di perseguire la dirigenza capitolina inadempiente che evidentemente tentenna per mancanza di direttive politiche chiare:
" Dispone che, a cura della Segreteria  la presente decisione sia trasmessa, ai sensi e per le valutazioni di cui all'art. 2, comma 9, della legge n. 241 del 1990, all'Organismo di valutazione interna e al Direttore del Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane dell'amministrazione resistente. Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa" .
Allego una tabella riassuntiva di sentenze favorevoli del TAR nelle quali viene indicato anche il danno monetario subito dall'amministrazione comunale a causa delle sue scelte scellerate e omissioni che arrecano danni a se stessa ed ai cittadini rispettosi di leggi e regolamenti
Tutta l'edilizia piccola e media romana (noi compresi) è al fallimento, anche l'associazione dei costruttori di Roma Acer (che credo non superi attualmente i 100 iscritti) e che conosco, ha licenziato ultimamente circa 5 persone (chiudendo l'ISVEUR), ho incontrato alcuni giorni fa una di loro (una laboriosa e preparata signora) che appena mi ha visto gli sono spuntate le lacrime agli occhi. 
Noi piccoli che ci occupiamo di edilizia sociale con palazzine di 4 piani ed a prezzi notevolmente inferiori a quelli di mercato, siamo al fallimento mentre i soliti pochi noti nomi, costruttori anche proprietari di giornali (come da foto) costruiscono indisturbati appartamenti in palazzoni alveare che difficilmente venderanno. 
Nessuno vuole nuovo consumo di suolo e siamo favorevoli alla rigenerazione urbana (quest'ultima tra l'altro bloccata a Roma da una circolare del Capo Dipartimento, ispirata evidentemente dalla Giunta Raggi), ma solo realizzare i pochi mc programmati oltre 14 anni fa. E' UN NOSTRO DIRITTO !
Alberto, io lavoro a titolo gratuito ma non ho intenzione di far perdere i soldi versati dai soci per tenere in piedi le cooperative per 14 anni, per gli scavi archeologici, progetti, recinzione lotti, etc. ma se continua la chiusura da parte di questa Giunta Comunale sono costretto a farlo !
TI CHIEDO CORTESEMENTE UN INCONTRO PER SCONGIURARE QUESTA  EVENIENZA E SPERO CHE SE SI ISTITUIRA' UN TAVOLO CON L'AMMINISTRAZIONE, TU RAPPRESENTERAI ANCHE I NOSTRI PROBLEMI CHE POSSONO CONSENTIRE ANCHE AI NUOVI ASSUNTI VIGILI URBANI DI AVERE UNA CASA NUOVA ED IN CLASSE ENERGETICA A  A PREZZI NOTEVOLMENTE INFERIORI A QUELLI DI MERCATO  (ad esempio euro 1.850 al mq in Acilia centro a 150 mt dalla ferrovia).
Saremo presenti oggi pomeriggio alla manifestazione con una delegazione e spero in un incontro con Te a breve. 
Consorzio Casa Polizia Locale 
24 maggio 2018 PER TUTTE LE COOPERATIVE - abbiamo aderito alla manifestazione in Campidoglio indetta dall'Ordine degli Ingegneri, Geometri etc. contro l'immobilismo della Giunta Raggi. Comunicato stampa in occasione della manifestazione: per leggere il comunicato clicca quì
03 aprile 2018 Coop. Tenuta Vallerano : Oggi, martedì, il Dipartimento è chiuso al pubblico ma da una telefonata effettuata, in mattinata, all'Ufficio dell'Arch. Patrizia Di Nola la lettera (vedi e-mail sottoelancate del 29 marzo 2018 ) risulta firmata.
29 marzo 2018 Coop. Tenuta Vallerano ore 20,32 : Risposta  
La ringraziamo per la risposta, ma ci permettiamo aggiungere che la pratica in argomento è nel Suo ufficio, vista da me è dal Sig............  ed ovviamente dalle sue 2 collaboratrici che c'è l'hanno mostrata, prendendola dalle pratiche da firmare. Le stesse ci hanno riferito che ha portarla é stato l'ing Branca dopo una sua richiesta di correzioni.
Le auguriamo Buona Pasqua e per i riscontri passeremo nella Sua segreteria la prossima settimana
Un cordiale saluto
Dott. Crescenzo Di Lella
29 marzo 2018 Coop. Tenuta Vallerano ore 19,54 :  Risposta Arch. Patrizia Di Nola 
Mi permetto di intervenire poiché mi sembrano scorrette ed inopportune le critiche che mi vengono mosse posto che sono entrata in servizio giovedì scorso e da quel momento non mi sono mai fermata. Neanche sabato e domenica. Valuto e firmo tutto quello che mi è stato sottoposto dagli uffici. E garantisco che l’ing. branca che ho pure incontrato, non mi ha sottoposto nulla!  Ne tantomeno ha inteso parlarmi del fatto che vi riguarda!!! Quindi vi ha dato informazioni sbagliate. Non capisco inoltre perche si giustifichi il fatto che la dirigente precedente non ha firmato poiché doveva andare via! Se è una semplice lettera di trasmissione qual era il problema di firmarla? Ribadisco infine che mi sembra piuttosto fuori luogo denigrare e giudicare una persona arrivata da 5 giorni a cui -ripeto - l’ing branca non ha sottoposto quello che vi aspettavate. Per il resto anche noi riceviamo in base ad appuntamenti che dobbiamo incastrate tra adempimenti e riunioni di vario tipo. Considerato che domani è l’ultimo giorno lavorativo prima di Pasqua non capisco cosa ci sia di scandaloso in una risposta che rimanda una richiesta di appuntamento dopo Pasqua. Quindi, pur comprendono la vostra esasperazione, poiché la stessa non può dipendere in modo assoluto da me, vi pregherei di rientrare in un range di maggiore oggettività e Rispetto
Grazie 
Cordialmente
Patrizia Di Nola 
29 marzo 2018 Coop. Tenuta Vallerano ore 17,05 : e-mail inoltrata al Sig. Segretario Generale del Comune di Roma ed in cc Arch. Patrizia Di Nola  
Ill.mo Dott. Pietro Paolo MILETTI,
chi scrive è il Presidente di un Consorzio di Cooperative Edilizie, con soci appartenenti alle Forze dell'Ordine, che hanno vinto un bando della Regione Lazio nel lontano anno 2004 e nonostante il rispetto totale di leggi e regolamenti, ancora non riescono a mettere un mattone.
Mai siamo riusciti a parlare con il Sindaco Raggi ne con l'Assessore Montuori quindi alcune Cooperative si sono rivolte al TAR del Lazio che, in serie, sta pronunciando sentenze favorevoli per noi (credo fino ad ora una decina). Nell'ultima sentenza relativa al PdZ Tor Tre Teste n.04799/2017, anche il TAR evidentemente infastidito ha scritto in sentenza al punto 5: " Dispone che, a cura della Segreteria, la presente decisione sia trasmessa, ai sensi e per le valutazioni di cui all'art. 2, comma 9, della legge n. 241 del 1990, all'Organismo di valutazione interna e al Direttore del Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane dell'amministrazione resistente. Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa" .
Al riguardo ci permettiamo di allegarle una tabella riassuntiva di sentenze favorevoli del TAR nelle quali viene indicato anche il danno monetario subito dall'amministrazione comunale a causa delle evidenti omissioni accertate dal TAR  ( tutte sentenze favorevoli per le Cooperative). 
Ci siamo permessi di inoltrare la presente email alla S.V. perchè in mattinata siamo andati in segreteria della nuova Dirigente Architetto PATRIZIA DI NOLA (tra l'altro assente) che doveva risolvere le lacune della precedente dirigenza e che per quanto attiene un inoltro di corrispondenza relativa al PdZ C30Tenuta Vallerano bis, richiesto dal Commissario ad Acta nominato dalla Regione Lazio (seguito sentenza del TAR)  da vari giorni ancora non firma una banale lettera di accompagno redatta dal volenteroso e disponibile Ing. Massimo Branca del Dipartimento Edilizia Sociale.
Una firma di una semplice lettera di accompagno che prima non è stata firmata dalla precedente dirigenza perchè in procinto di lasciare l'incarico ed ora non viene firmata dall'attuale dirigente. da vari giorni, forse perchè fresca di incarico ? ( stamane ci è stato detto di passare dopo Pasqua ! Sono passate 14 Pasque... ed adesso ne passa un altra ! ! ! Una Vergogna !)
Sig. Segretario Generale credo sia opportuno che il punto 5 della sentenza del TAR venga applicato nell'Amministrazione comunale. 
Nella certezza di un Suo interessamento in favore di cittadini onesti, rispettosi di leggi e regolamenti, salutiamo cordialmente.
Consorzio Casa Polizia locale
Dott. Crescenzo Di Lella
27 febbraio 2018 PER TUTTE LE COOPERATIVE - ELEZIONI REGIONE LAZIO 2018 - basta scorrere questa pagina del sito per costatare il blocco totale di ogni rapporto con l'Amministrazione Comunale di Roma. Questo è stato il principale motivo che ha determinato la mia candidatura per la Regione Lazio con la lista di Energie PER L'Italia del candidato Presidente Stefano PARISI (persona che ha dato notevole attenzione alle nostre richieste, tanto da candidarmi nella sua lista come rappresentante dell'Edilizia Sociale). 
Preme ricordare, che a causa di scelte politiche ostili (anche di precedenti amministrazioni), siamo stati costretti a chiudere alcune Cooperative facendo perdere il versato ai soci. 
Attualmente, sono in procinto di iniziare i lavori n. 4 Cooperative. Purtroppo i programmi elettorali di Zingaretti e Lombardi sono contraddistinti da troppi NO nel settore. NO che sono condivisibili come consumo di suolo (si spera, facendo salvi i nostri diritti acquisiti) ma incomprensibili come, piano casa, etc.
A mio giudizio, una Regione fotocopia dell'Amministrazione capitolina complicherebbe ulteriormente la riuscita dei nostri progetti che, ripeto, sono frutto del rispetto totale di leggi e regolamenti e hanno a sostegno sentenze favorevoli del TAR del Lazio ! ! ! (che altro vogliono !)     
sinteticamente due punti del programma elettorale:

EDILIZIA SOCIALE (prima casa)

Se eletto seguirò personalmente tale percorso che si affiancherà all’altro dell’Edilizia Sociale che interessa oltre alle FF.OO. tutti i cittadini del Lazio alla ricerca della prima casa. 
Come molti sanno, a titolo gratuito (senza neanche rimborsi spese), seguo come Presidente del Consorzio Casa Polizia Locale alcune Cooperative Edilizie che nel lontano anno 2004 hanno vinto un bando della Regione Lazio e nonostante: terreni assegnati, scavi archeologici e geologici effettuati, progetti realizzati, ricorsi al TAR stravinti contro l’Attuale Amministrazione Comunale di Roma Capitale, non riescono a mettere un mattone, perché l’Amministrazione guidata dalla Raggi non gli consente di avere il permesso a costruire, calpestando in tal modo, ogni Legge e Regolamento vigente e negando i nostri diritti acquisiti. 
Questo atteggiamento, lesivo anche dell’Amministrazione Comunale di Roma Capitale, rischia di far chiudere le Cooperative Edilizie facendo perdere il versato per le spese di gestione (tasse), progetti, scavi, recinzioni e pulizia lotti, etc. 
Le nostre Cooperative sono improntate per il massimo risparmio ed assoluta trasparenza. Non esistono quote d’ingresso e compensi per chi vi lavora: Presidenti, Consiglieri etc, i soci versano solo le spese necessarie per arrivare allo scopo sociale: avere un alloggio a costi notevolmente inferiori a quelli di mercato ed in Classe Energetica A –

LA NOSTRA SICUREZZA 

Per la prima volta, in Regione Lazio (elezioni 2018) è candidato un’appartenente alla Polizia Locale nella lista di Energie PER l’Italia di Stefano Parisi.
Parisi, vuole ripetere per il Lazio l’eccellente esperienza, da Lui attuata a Milano (come City Manager) del Vigile di Quartiere. Tale figura, organizzata a dovere, è notevolmente apprezzata dai cittadini e dalle Istituzioni, tanto da essere punto di riferimento per informazioni di ogni genere richieste da: altre Forze dell’Ordine, magistratura ed Istituzioni pubbliche di ogni genere. 
La Legge Regionale del Lazio sulla Polizia Locale, attualmente in vigore, permette di prescrivere ai Comuni tale figura e di supportarla con il dovuto finanziamento, premiante anche per gli agenti impiegati.
Ma l’aspetto oltremodo interessante per la sicurezza del Lazio (ho proposto a Parisi di iniziare con una sperimentazione a Roma al Quartiere dell’Eur) è la dotazione di innovativi sistemi tecnologici informatici che consentiranno un controllo territoriale innovativo e di indagine senza pari (niente a che vedere con le 50 auto comprate da Zingaretti per le FF.OO., tra l’altro mi risulta, nessuna per la Polizia locale). Come Centrale Operativa si adopererà l’attuale “centralino” del numero unico di emergenza che va riformato perché doppione e quindi spreco di risorse economiche nonché di personale. 
Anche nel programma riassuntivo del candidato Presidente alla Regione Lazio Stefano Parisi sono stati inseriti i punti suesposti. Preme ricordare che chi scrive ha fatto parte del Gruppo di Esperti, incaricati dalla Regione Lazio di redigere la bozza della Legge Regionale sulla Polizia Locale, poi approvata in Consiglio Regionale del Lazio e tuttora non applicata.

Per riuscire a concretizzare le nostre proposte, sulla scheda verde per la Regione Lazio, vota:
- il candidato Presidente Stefano PARISI 
- il partito Energie PER l’italia (nel simbolo le tre lampadine: 
verde, bianca, rossa) 
e scrivi sulla riga a fianco DI LELLA

29 gennaio 2018 PER TUTTE LE COOPERATIVE -  In trasmissione a Canale 86 per difendere i nostri diritti acquisiti, clicca sulla riga sotto per vedere la trasmissione:

video trasmissione TV Istituzioni e Cittadini

20 gennaio 2018  PER TUTTE LE COOPERATIVE - In data 19 gennaio 2018 siamo intervenuti in Commissione Edilizia Comunale ed è stata inoltrata la seguente e-mail a tutti gli Operatori della 167  Del. 355/2004 Edilizia Sociale.     

Oggetto: Riunione Commissione Urbanistica richiesta dai Comitati di Quartiere Entroterra per moratoria edilizia e riesame del Piano Regolatore Generale all'interno del Municipio X 

Buongiorno a Tutti,
in riferimento alla riunione della Commissione Urbanistica di ieri, si comunica che (grazie anche alla partecipazione della nostra delegazione) non è stata accettata dalla Commissione la moratoria edilizia all'interno del Municipio X, proposta dal Coordinamento Comitati Quartieri dell'Entroterra. 
Nel nostro intervento abbiamo sottolineato la nostra totale disponibilità a collaborare con i Comitati per contrastare ogni forma di degrado e per contribuire alla sicurezza del territorio (anche perchè sui PdZ annoveriamo numerose cooperative con soci appartenenti alle Forze dell'Ordine) al riguardo ho espresso al Presidente Iorio la nostra disponibilità a partecipare a qualsiasi tavolo riservato a degrado, sicurezza, viabilità, idrogeologico, modifiche future del PRG o su altri argomenti, all'interno del X Municipio. 
E' stato ribadito chiaramente che non vanno minimamente intaccati i nostri diritti acquisiti e quindi l'intoccabilità dei Piani di Zona sul territorio. Tali nostri diritti hanno fondate radici di legittimità, nettamente confermate anche dalle numerose sentenze del TAR in nostro favore.  
Se l'Amministrazione vuole commettere un arbitrio è libera di farlo ma se ne assume ogni conseguenza. 
Per quanto attiene alle sentenze favorevoli del TAR mi risulta che qualche operatore già ha inoltrato richiesta di risarcimento all'Amministrazione Comunale. Al riguardo comunico che sono in attesa di un incontro con l'Avvocato per valutare un ricorso collettivo per i risarcimenti di tutti gli Operatori che hanno vinto il ricorso al TAR .
Per evidenti motivi, ritengo tale azione nettamente più efficace anche per il successivo esposto alla Corte dei Conti. Il nostro interesse, oltre a quello di essere risarciti dall'Amministrazione è quello di far pagare personalmente l'Amministratore pubblico che ha causato il danno. Ricordo che tale principio è stato già applicato dalla Corte dei Conti per Sindaci di passate amministrazioni comunali e sono certo che avrà identico esito anche per noi. Un ricorso collettivo costa meno e ottiene più risultati. Entro la prossima settimana vi confermo l'incontro con il legale. 
A fine riunione la Presidente Iorio ha ribadito che la Commissione è ferma sui PdZ in attesa di una ricognizione dell'Assessore che interessa anche PdZ del passato.
Pertanto, allego alla presente email una richiesta di riunione della Commissione Urbanistica dedicata ai PdZ 355/2004 e chiedo cortesemente alla Presidente Iorio, che legge in cc, di protocollarla e calendarizzare la riunione.         
24 dicembre 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE  - sunto e-mail inoltrata ad Imprese, Consorzi e Cooperative interessate ai PdZ.
Oggetto: Raggi: "stop al cemento, graduale smantellamento provvedimenti ereditati".
Ci dovrebbe essere a breve una riunione della Commissione Urbanistica dedicata allo stop al cemento, non appena sarà fissata la data la comunicheremo a Voi Tutti con la speranza di una partecipazione proficua e numerosa:
Ringraziamo chi ha voluto platealmente manifestare il sostegno per la nostra attività in favore non di un integralistico "stop al cemento con graduale smantellamento dei provvedimenti ereditati" ma per uno stop graduale del "consumo del suolo" e per una costante e continua rigenerazione urbana da coordinare anche con il Governo Nazionale. Per vedere l'allegato clicca qui : Assemblea Capitolina - Dicembre 2017 
12 dicembre 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE Abbiamo partecipato oggi ad un incontro con i vertici del  Ministero dello Sviluppo Economico richiesto dal Ministro Carlo Calenda. E' stato preso l'impegno di rappresentare, le nostre giuste richieste. al Tavolo per Roma che si svolge periodicamente presso il Ministero. Sono state consegnate le sentenze del TAR che come è noto sono tutte favorevoli per gli operatori. Per l'occasione è stato anche redatto un prospetto economico a dimostrazione della assurda gestione dei Piani di Zona da parte del Comune di Roma (che danneggia anche se stesso). Per vedere il prospetto clicca su: prospetto economico con sentenze TAR    

11 dicembre 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE e-mail inoltrata alla Sindaca RAGGI e in cc al Vicepresidente Camera Deputati Luigi Di Maio

Gent.ma Sindaca RAGGI,

sin dall'arrivo della Sua Giunta, la situazione relativa ai PdZ   (Del Reg. Lazio 355/2004) non ha avuto alcun riscontro.
Come potrà notare dal prospetto allegato sono attualmente sette le sentenze del TAR favorevoli per gli operatori (ed altre stanno arrivando). 
Nonostante questa situazione i Commissari ad Acta, nominati dalla Regione Lazio, trovano notevoli difficoltà a procedere per mancanza di risposte (in tempi ragionevoli) da parte dell'Amministrazione Comunale.
Pertanto, sono già state attivate, presso l'organo giudiziario competente, le relative richieste di danni nei confronti del Comune di Roma. 
Vista la nostra assoluta buona fede ed il nostro totale rispetto di leggi e regolamenti vigenti (da chiunque emanati), è assolutamente necessario che la S.V. gestisca personalmente i PdZ Del 355/2004 perchè non è più tollerabile la situazione di disinteresse assoluto, anzi di evidente contrasto, attuata dall'Amministrazione Comunale. 
Nella certezza di poter contare sulla saggezza della S.V. ed in attesa di essere convocati esclusivamente dalla S.V., salutiamo cordialmente.

05 dicembre 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE e-mail inoltrata al Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda:

OGGETTO: Richiesta per poter partecipare al TAVOLO PER ROMA 

Ill.mo Sig. Ministro Carlo Calenda,

chi scrive rappresenta, spontaneamente, un gruppo di Cooperative Edilizie delle Forze dell'Ordine e alcune Imprese Edili romane che nel lontano anno 2004 parteciparono e vinsero un bando della Regione Lazio (Del. 355/2004) per costruire alloggi legge 167 nei Piani di Zona disposti dal Comune di Roma.
Purtroppo, nonostante siano passate tre Giunte in Campidoglio e siano stati assegnati i terreni alle Cooperative (e queste hanno provveduto alla progettazione e tutto quant'altro necessario sui lotti assegnati) ancora non siamo riusciti ad iniziare i lavori. La Giunta Alemanno ha modificato la convenzione che devono stipulare le Cooperative col Comune, idem la Giunta Marino.
Ma da quando è arrivata la Giunta Raggi tutto e fermo immobile. Chi scrive (con le Giunte precedenti alla Raggi) ha avuto sempre rapporti ed incontri costruttivi e collaborativi.
Con l'attuale Giunta, nonostante le numerose richieste scritte e verbali, MAI UN INCONTRO NE CON LA SINDACA NE CON L'ATTUALE ASSESSORE ALL'URBANISTICA.
Quindi alcune Cooperative ed Imprese, per vedere affermati i loro diritti, si sono rivolti al TAR del Lazio che ovviamente gli ha dato ragione (allego al riguardo la sentenza inerente il PdZ Tenuta Vallerano) ma nonostante la nomina dei Commissari da parte della Regione Lazio ancora l'Amministrazione Comunale fa melina !
Una situazione insopportabile che sta arrecando grave nocumento alla Città di Roma con Imprese e Cooperative chiuse e danni economici con relativi licenziamenti di personale tecnico ed amministrativo. 
Anche la prestigiosa ISVEUR nata 40 anni fa, che ha armonicamente disegnato e realizzato numerosissime urbanizzazioni della nostra Città è in liquidazione !   
Stiamo vivendo un momento terribile per l'edilizia capitolina e quindi mi permetto di chiederLe di far partecipare due di noi (in rappresentanza di Cooperative ed Imprese) al TAVOLO PER ROMA  per verificare, se la Giunta Raggi presenzia, la disponibilità o meno dell'Amministrazione Comunale di dare seguito ai nostri diritti acquisiti che consentirebbero alla Città, attualmente ferma,  un movimento economico vicino al miliardo di euro. 
Con la speranza, quantomeno di un incontro a breve con la S.V. , salutiamo cordialmente.

13 novembre 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE: e-mail inoltrata ai Costruttori, Consorzi e Presidenti Cooperative                                                                    

OGGETTO: Assemblea Acer del 09 novembre 2017 - interventi Sindaco Raggi e Pres. Acer Ing. Rebecchini 

per chi non ha avuto la possibilità di partecipare all'incontro riporto gli interventi suindicati pubblicati dal sito internet Acer Roma.

Trovo interessante e costruttivo l'intervento del Pres. Rebecchini. 
Su quello della Raggi io percepisco solo la fitta nebbia che avvolge ogni tema urbanistico e la voglia di non farla diradare. 
Questo passaggio è da rabbrividire, parla di Roma: "Non quella dei prossimi 5 anni ma quella dei prossimi 20 o 30 anni, e magari 50, quella che lasceremo ai nostri figli
L'attuale per lei non esiste ! ! !  Questi ci voglio vedere tutti sul lastrico, nei cartoni ! ! !  
Credo che la partecipazione del Sindaco all'Assemblea Acer sia dovuta solo a motivi elettorali: elezioni politiche, regionali, ostia (non credo che interverrà il prossimo anno).
Se guardate nella posta precedente, io ho inviato proprio il giorno dell'Assemblea un articolo del Corriere della Sera che descrive un lavoro spettacolare che coinvolgerà il Teatro alla Scala di Milano. Nella relazione della Raggi, oltre a qualche marciapiede da riparare, io non vedo niente che possa minimamente avvicinarsi ad un lavoro del genere ne a lavori di più basso livello. Il niente del niente !
Il breve riferimento ai PdZ, chiarisce definitivamente il disinteresse dell'Amministrazione Comunale a portarli a compimento.       CDL

07 agosto 2017 Coop. Tenuta Vallerano: dietro nostro ricorso è stata emessa sentenza, a nostro favore, da parte del TAR del Lazio 

                                                                                     per leggere la sentenza clicca su : sentenza TAR del Lazio

07 aprile 2017 Coop V - Casette Pater -  Progetto definitivo Via Matteo Ripa (Acilia)

clicca sulle parole sottoelencate per vedere il progetto completo: 

planimetrie-prospetti  

foto fabbricato -  

costo appartamenti

(disponibilità per nuovi soci)

i prezzi sono comprensivi di polizza assicurativa per il rimborso delle somme versate in caso di inadempienze


15 marzo 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE - A seguito delle nostre continue richieste oggi alle ore 11,30 si è tenuta la Commissione Urbanistica Comunale dedicata ai PdZ: Casette Pater - Lucrezia Romana - Tenuta Vallerano - Cecchignola Nord - Infernetto Ovest. La Commissione ha ascoltato sia gli operatori sia il personale del Dipartimento incaricato dei PdZ. L'incontro è stato notevolmente proficuo, in particolare sono state messe in luce tutte le carenze del Dipartimento e sono stati chiesti riscontri per le mancate risposte. Ottima è stata la conduzione della Presidente Arch. Donatella IORIO. A breve ci sarà un nuovo incontro per esaminare le risposte degli uffici del Dipartimento.   

21 febbraio 2017 PER TUTTE LE COOPERATIVE - lettera inoltrata al Sindaco Virginia RAGGI e Segreteria Capo Gabinetto (per e-mail e Fax):

Ill.ma Sindaco RAGGI
ho impiegato otto mesi per ottenere da Berdini un tavolo di lavoro in Assessorato per i pochi nuovi Piani di Zona in procinto di inizio lavori. Ora tutto è svanito !

Ora dopo ben 12 anni siamo nuovamente al punto di partenza, sfiniti e logorati, pertanto sono intenzionato a proporre la chiusura delle Cooperative ed i soci perderanno le spese di gestione versate i soldi per il progetto, scavi archeologici, geologici, tenuta è pulizia dei lotti assegnati, Consorzi che obbligatoriamente il Comune ci ha fatto costituire, etc. !
TUTTI SOLDI BUTTATI  !  Che andranno a vantaggio di altre Coop. (probabilmente di costruttori) che subentreranno al nostro posto ! UN BEL CAPOLAVORO !
   
Ma visto che la colpa è Vostra (io lavoro da anni gratuitamente, onestamente e con impegno) dovete essere Voi a dirlo ai soci,  pertanto convocherò un assemblea nella Sala della Protomoteca dove il Sindaco il Presidente della Commissione Urbanistica ed i Consiglieri di maggioranza,  diranno che non intendono portare avanti nessun nuovo Piano di Zona ed il discorso è chiuso ! ! !  

Lo dovete a me ed ad altri operatori che con cristallina trasparenza si sono impegnati in questi anni !

PERTANTO, CHIEDO UN INCONTRO URGENTISSIMO PER COORDINARE AL MEGLIO L'ASSEMBLEA
Certo di un riscontro immediato, saluto cordialmente.
Consorzio Casa Polizia Locale
Dott. Crescenzo Di Lella


13 gennaio 2017 Coop V Casette Pater - e mail ricevuta da Assessorato Urbanistica Comune di Roma:

Gentile Dott. Di Lella,

con riferimento a quanto da Lei concordato per le vie brevi con l’Assessore Berdini, si comunica che il Tavolo Tecnico, relativo ai PdZ in oggetto, è stato fissato per il giorno  24/01/2017 alle ore ......... presso la Sala Riunioni dello scrivente Assessorato.

Si invita l’Ufficio di competenza, il quale legge la presente per conoscenza, a garantire la propria collaborazione e presenza al suddetto incontro.

Cordialmente. ........ .........

          Assessorato all’Urbanistica e Infrastrutture

          Staff Assessorato

          Via del Turismo, 30 – 00144 Roma

          Tel. 0667106562 - 6491         

16 dicembre 2016 - PER TUTTE LE COOPERATIVE - e-mail inoltrata all'Assessore BERDINI e componenti Commissione Urbanistica Comune di Roma  

Martedì 20 dicembre 2016 alle ore 15,00 nella sala riunioni dell'U.O. Edilizia Sociale Viale della Civiltà del Lavoro n. 10  si terrà la seconda riunione del tavolo in oggetto indicato, inerente i due PdZ "Casette e Lucrezia" ed in generale temi della Del. Reg. 355/2004 che dopo ben 13 anni ancora non trova attuazione. 
Assessore, noi tutti la ringraziamo per averci dato questa opportunità ed abbiamo apprezzato la presenza e l'apporto dato al Tavolo (nella precedente riunione) dalla Sua Capo Staff Arch. Marilena Calzedda, ma i problemi che emergono (l'ultimo ieri per il rinnovo delle assegnazioni) dopo ben 13 anni ci allontana sempre più dal momento dell'inizio dei lavori, nonostante da anni sui terreni assegnati abbiamo effettuato: sondaggi archeologici, geologici, recinzioni, pulizia ordinaria e straordinaria (ci lasciano abusivamente di tutto) e pagato tasse, commercialista, progetto per il fabbricato etc. dal lontano 2004 ad oggi ! ! !    Una spesa notevole, sostenuta da soci appartenenti alle Forze dell'Ordine (molte coop sono solo per appartenenti alle FF.OO.) e da cittadini. 
Una spesa, senza la visione di un traguardo, che io trovo immorale e disumano continuare a far proseguire.
                                                                                                                    PERTANTO 
ABBIAMO ASSOLUTAMENTE LA NECESSITA' DI SAPERE SE L'AMMINISTRAZIONE INTENDA FAR PARTIRE QUESTI POCHI PIANI DI ZONA (GIA' ASSEGNATI DA TEMPO)  E COSI' PERMETTERE AI SOCI DI AVERE UN ALLOGGIO (palazzine max 4 piani) A PREZZO NOTEVOLMENTE INFERIORE A QUELLO DI MERCATO O VUOLE CHE QUESTI SOCI PERDANO IL VERSATO CON L'EVIDENTE CHIUSURA DELLE COOPERATIVE E SI RIVOLGANO AI COSTRUTTORI PRIVATI CHE NELLE STESSE ZONE HANNO COSTRUITO E STANNO COSTRUENDO (ANCHE ORA) MIGLIAIA DI MC.(con casermoni oltre i 7 piani) A COSTI NOTEVOLMENTE SUPERIORI, tra l'altro molti, CON CLASSE ENERGETICA INFERIORE ALLA "A"
                                                          VOGLIAMO UN SI O UN NO DA QUESTA AMMINISTRAZIONE E SE SI TEMPI CERTI !
Nella certezza di poter contare sulla presenza al Tavolo degli Amministratori suelencati e sulla loro risposta definitiva per i nostri programmi, salutiamo cordialmente  
17 novembre 2016 - PER TUTTE LE COOPERATIVE-Incontro dell'Arvu con il Sindaco RAGGI (nell'occasione ho consegnato al Sindaco il sottoelencato pro memoria)    

Cooperative Edilizie, coordinate dall’Associazione ARVU Europea, con soci appartenenti alla Polizia Locale di Roma Capitale.

Ill.ma Sindaca, nel lontano anno 2003 alcuni soci ARVU chiesero al Presidente Mauro Cordova un aiuto per la costituzione di alcune Cooperative Edilizie utili a soddisfare le esigenze abitative familiari ed il Presidente Cordova incaricò lo scrivente al coordinamento  delle Cooperative.

Nell’anno 2004 le Cooperative “Polizia Locale ARVU I – II – IV – V “ vinsero un bando della Regione Lazio (Delibera Regionale 355/2004 - Legge 167) e dopo ben 12 anni ancora non riescono a mettere un mattone ! I soliti noti costruttori dal 2004 ad oggi hanno costruito migliaia di mc, casermoni di 7-8 piani in ogni parte della Città a prezzi esorbitanti (per la maggior parte ancora invenduti) e noi che dobbiamo costruire palazzine di 4 piani a prezzi calmierati (stabiliti dal Comune) ancora niente ! I terreni ci sono stati assegnati, abbiamo realizzato i progetti, effettuati gli scavi archeologici, i rilevi geologici la pulizia periodica dei lotti, ma di poter iniziare a costruire ancora non se ne parla ! 

Dopo numerosi incontri e confronti, sono riuscito in questi giorni a convincere l’Assessore Paolo Berdini ad istituire un Tavolo di Lavoro Informale per cercare di trovare una soluzione ai problemi ancora da risolvere, nella prossima settimana è stata convocata la prima riunione in Dipartimento, ma visto che alcune soluzioni rivestono anche aspetti politici (modifica delle Convenzioni) Le chiediamo cortesemente  (dopo la prima riunione in Dipartimento della settimana prossima) che le prossime riunioni del Tavolo Informale si svolgano negli Uffici dell’Assessore Arch. Paolo Berdini. CDL

21 marzo 2016 - PER TUTTE LE COOPERATIVE - Delibera Giunta Regione Lazio n. 95 del 15 marzo 2016  (per leggere la Delibera clicca sotto)
                                                                             Del.Giu.Reg.Laz. relativa all'inserimento in Cooperativa di app.ti ad altre FF.OO. o similari
10 gennaio 2016 - Coop. I-II-IV- Tenuta Vallerano - Calendario Assemblee Coop mese di Gennaio 2016:
Coop I            MERCOLEDI  13 gennaio 2016 ore 16,00
Coop II           GIOVEDI       14 gennaio 2016 ore 15,30
Coop IV          GIOVEDI       14 gennaio 2016 ore 17,30  

18 dicembre 2015 - Coop. I-II-IV- Tenuta Vallerano - raccomandata dell'Amm.ne Comunale con richiesta di risposta (impegni da prendere) clicca sopra per leggerla
l'argomento sarà discusso nella prossima Assemblea -       
           
01 ottobre 2015 - Calendario Assemblee Coop. mese di Ottobre 2015:

Coop   X         MARTEDI  06 ottobre 2015 ore 16,00 

Coop. III         MERCOLEDI  07 ottobre 2015 ore 16,00   (Ostia Lido)              

Coop. VI         GIOVEDI   08 ottobre 2015 ore 16,00  

Coop  V          MARTEDI 20 ottobre 2015 ore 16,00

Coop  II          GIOVEDI  22 ottobre 2015 ore 16,00

Coop  I           MERCOLEDI  28 ottobre 2015 ore 16,00 

Coop  IV         GIOVEDI  29 ottobre 2015 ore 16,00

05 settembre 2015 Coop V Casette Pater -  Raccomandata per posta elettronica, Ufficio Contratti racc. Uff. Contratti 
31 luglio 2015 Coop V Casette Pater - Visto l'imminente inizio dei lavori che sta coinvolgendo notevolmente i soci, si ritiene opportuno comunicare con loro esclusivamente in riunioni o tramite e-mail ed sms, pertanto il presente sito, per quanto attiene il PdZ Casette Pater, pubblicherà sono notizie di carattere generale.   
30 giugno 2015 Coop V Casette Pater - Gli impegni da intraprendere consigliano di tenere un'assemblea dei soci Giov. 9 luglio 2015 ore 16,00 Via S. Teodoro n. 70 con OdG: firma convenzioni - 
09 giugno 2015 Coop. I - II - IV - Tenuta Vallerano - Oggi i soci delle Cooperative hanno avuto un incontro con l'Ass.re Giovanni Caudo - 
Sono stati esaminati tutti i passaggi imposti dalle nuove Deliberazioni varate dalla Giunta del Sindaco Marino (assieme al Direttore ed ai Funzionari del Dipartimento Edilizia Pubblica), il crono programma redatto, nel rispetto totale di ogni adempimento (nostro e dell'Amministrazione) porta alla data di marzo 2016 - 
Nel mese di ottobre 2015 faremo le Assemblee con ogni singola Cooperativa per valutare il tutto.    
29 maggio 2015 Coop. V Casette Pater - Assegnazione definitiva PdZ - Delibera n. 160 del 15 maggio 2015
26 maggio 2015 per tutte le Coop. - L'INCONTRO CON L'ASSESSORE Prof. GIOVANNI CAUDO E' FISSATO PER IL GIORNO 
                                                       MARTEDI' 09 giugno 2015 alle ore 16,30   Via del Turismo 30 Eur (vicino al Bar Palombini) - seguirà sms nei prossimi giorni -
25 maggio 2015 per tutte le Coop. - e-mail inoltrata all'Assessore Caudo per sollecitare l'incontro con i soci
Buongiorno Assessore,
dopo la Sua e-mail del 13 maggio 2015, nella quale dava la disponibilità per un incontro con gli iscritti alle Cooperative, ho provveduto (tramite sms) ad avvisare i soci, pertanto, rimaniamo in attesa di data ed orario. 
Un cordiale saluto.
Crescenzo Di Lella
17 maggio 2015 per tutte le Coop. - Ultime e-mail scambiate con l'Assessore all'Urbanistica Prof. Giovanni Caudo 
Ill.mo Assessore,    12 maggio 2015
leggo, con molto piacere, l'attività che sta svolgendo per risolvere alcuni annosi problemi che da anni attendevano una soluzione, tipo le torri dell'Eur.
Mi chiedo come sia possibile che i lavori alle torri inizino entro l'anno mentre noi non sappiano la data di inizio lavori.
Da un incontro avuto ieri in Dipartimento, accorciando al massimo il cronoprogramma da loro redatto ci vogliono ancora mesi !
Io credo che bisogna accorciare questi tempi, altrimenti anche i pochi soci rimasti se ne vanno, dopo 10 anni ormai non ci credono più, come facciamo a chiedergli di versare una cifra notevole, quando poi i lavori dovrebbero iniziare, se tutto va bene, fra non si sa quanti mesi ? 
Si potrebbe percorrere la strada di versare gli oneri concessori al 100% subito all'Amministrazione e cercare di iniziare in brevi tempi, ma non abbiamo i soci sufficienti per fare questa operazione. 
Assessore, sono così demoralizzano che non intendo più neanche fare e-mail di "protesta", cerchiamo di collaborare per tentare di trovare una soluzione che permetta la costruzione degli alloggi in tempi ristretti.
Sperando in un incontro con la S.V., saluto cordialmente.
Di Lella,                  13 maggio 2015
buongiorno. Collaborare è quello che cerchiamo di fare ogni giorno con tutti, anche con lei. Nonostante tutto in pochi mesi, ricordo che sono ancora solo 22 mesi che la giunta Marino ha iniziato a lavorare, di strada assieme ne abbiamo fatta. Certo andava fatto tutto già ieri e farlo anche oggi, subito, è già tardi ma bisogna avere anche la possibilità di spiegare a tutti, anche ai soci, dove eravamo e dove siamo. Cerco di parlare con E......, mi faccio spiegare meglio e verifico come possiamo ridurre al massimo i tempi. Se serve parlare con i suoi soci, fare un incontro anche con me per motivare i tempi e rassicurarli che il nostro impegno è massimo, mi consideri a disposizione.
Per quanto riguarda il paragone con le Torri non è calzante, quello si tratta di un recupero da fare forse con una semplice Dia, il suo caso è del tutto diverso, un quartiere per quanto piccolo da realizzare ex nuovo comprese le urbanizzazioni.
Un saluto cordiale,
Giovanni Caudo
VISTA LA DISPONIBILITA' HO CHIESTO UNA DATA ALL'ASSESSORE PER UN INCONTRO CON I SOCI (seguirà sms di convocazione). 
Assessore,                 (17 maggio 2015)
anche io credo sia indispensabile un incontro tra la S.V. ed i Soci delle Cooperative da tenersi nei prossimi giorni.
Come orario è opportuno incontrarsi alle 16,00 ( orario gradito maggiormente dai soci) 
Nel ringraziarLa per la disponibilità ed in attesa della convocazione, saluto cordialmente.
Crescenzo Di Lella 
28 aprile 2015 per tutte le Coop. - Proseguono le riunioni in Assessorato per valutare l'impatto della nuova Delibera Comunale sulla stipula delle Convenzioni e sull'inizio dei lavori. La riunione odierna è stata aggiornata alla prossima settimana. 
A nostro giudizio la nuova Delibera delle Convenzioni, redatta dalla Giunta Marino, è un infinita apertura di Matrioske o Scatole cinesi: ne apri una e dentro ne trovi un altra (superi un ostacolo e subito dopo ne trovi un altro). In queste riunioni, proposte da noi, si stanno riscontrando tali assurdi aspetti (già da noi evidenziati prima dell'approvazione). Dopo tre riunioni, presenti tutti i vertici del Dipartimento, non si riesce a trovare una razionale programmazione per l'inizio dei lavori.      
20 aprile 2015 Coop V Casette Pater - Assemblea dei soci Giovedì 23 aprile 2015 ore 16,30 Via S. Teodoro n. 70
01 aprile 2015 per tutte le Coop. - Nella riunione tenuta in Assessorato (Staff Assessore Caudo - Personale Dipartimento Edilizia Pubblica) abbiamo espresso le notevoli difficoltà per l'inizio delle attività sui Piani di Zona assegnati, in special modo per quelli grandi (ad es. Tenuta Vallerano). 
Le nuove convenzioni, VARATE DALLA GIUNTA MARINO, impongono anticipazioni onerose per i soci, ma non danno nessuna certezza sulla data d'inizio dei lavori. 
Ricordiamo che quando si va a firmare la convenzione per le Cooperative bisogna aver versato al Consorzio del PdZ il 50% dell'importo per le opere di urbanizzazione e fideiussione per il restante 50%, ma non possono iniziare i lavori finché tutti gli operatori (il 100% degli assegnatari) hanno firmato la convenzione per le opere di urbanizzazione dell'intero PdZ. 
Tratteremo l'argomento nelle prossime Assemblee delle Coop I - II - IV (da tenersi verso la fine di aprile, primi di maggio). 
L'Architetto porterà in Assemblea il progetto degli alloggi e procederemo ad una assegnazione provvisoria di questi (Coop. I-II-IV).         
27 marzo 2015 Coop I - II - IV Tenuta Vallerano - La riunione consortile odierna ha evidenziato un ritardo nell'approvazione, da parte degli Enti competenti, del nuovo Piano di Zona. Vista la situazione attuale è stato chiesto ed ottenuto dall'Architetto incaricato una notevole dilazione dei pagamenti.  
05 marzo 2015 Coop I - II - IV Tenuta Vallerano - N.O. archeologico: N.O. archeologico Tenuta Vallerano
19 febbraio 2015 Coop I - II - IV Tenuta Vallerano - Nella riunione odierna, del CdA del Consorzio, L'Arch. incaricato ha riferito di aver completato il lavoro di modifica del Piano di Zona che nei prossimi giorni sarà consegnato agli uffici competenti (ci auguriamo una veloce approvazione).     
29 gennaio 2015 Coop V Casette Pater - Consegnata in Dipartimento/Assessorato la copia informale dello Statuto Casette Pater 4 bis 
23 gennaio 2015 Coop V Casette Pater - Prima di dare il via al progetto definitivo è necessaria una nuova Assemblea dei Soci per valutare alcune richieste di cambio assegnazione alloggio e la possibilità di realizzare la Geotermia. Assemblea Roma Via S.Teodoro n. 70 - Mart. 03 febbraio 2015 ore 16,00 -
03 dicembre 2014 Coop I - II - IV - Tenuta Vallerano - dopo numerose riunioni ed a seguito della scelta effettuata dagli operatori, pubblichiamo la prima bozza inerente le NUOVE POSIZIONI DELLE COOPERATIVE SUL PIANO DI ZONA Nuova posizione Cooperative su PdZ 03-12-14 seguiranno nuove planimetrie più dettagliate. Resta inteso che il tutto deve essere approvato dai vari Organi Istituzionali competenti (Ministero Beni Culturali, Comune di Roma, etc.); incontri al riguardo sono già in corso.    
25 novembre 2014 Coop V Casette Pater - nell'Assemblea odierna i soci hanno scelto le seguenti tipologie di alloggi Tipologia alloggi Casette Pater - l'argomento sarà trattato anche nella prossima Assemblea dei soci, perché sono arrivate (in serata, via telefonica) un paio di richieste per l'alloggio da 4 camere. 
30 ottobre 2014 Coop V Casette Pater - nella riunione, tenutasi in mattinata con il Direttore del Dipartimento, è stata firmata dai rappresentanti delle Coop. del Comparto A una bozza d'accordo ( accordo ingresso carrabile ) inerente l'ingresso carrabile per la nostra Cooperativa. Dovrebbero essere quindi conclusi i dissidi tecnici sul Comparto A e nei prossimi giorni si provvederà a dare l'incarico per il frazionamento. Il nostro Architetto sta concludendo il progetto, quindi terremo un Assemblea della nostra Cooperativa il prossimo MARTEDI' 11 novembre 2014 ore 16,00 in Via S. Teodoro n. 70 (convocata tramite sms) - Il Direttore ha evidenziato anche alcuni temi, relativi alla cubatura commerciale, che tratteremo durante la prossima Assemblea.   
25 ottobre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata al Direttore del Dipartimento Edilizia Pubblica di Roma Capitale:
Ill.mo Sig. Direttore,
nei recenti incontri avuti con l'Ass.re ......... è stato evidenziato che il PdZ Casette Pater 4 sarà il primo Piano di Zona (della Delibera n. 355) a firmare le convenzioni con il Comune di Roma. Lo scrivente ed il CdA della Cooperativa: Polizia Locale Arvu V, che dopo oltre 10 anni hanno sentito pronunciare certe parole, hanno avuto gli animi rallegrati, quindi, sono disponibili da domani a firmare le convenzioni con il Comune di Roma, ma è necessario risolvere alcuni contrasti tecnici che si trascinano da circa un anno.
In estrema sintesi:
- in data 04 novembre 2013 veniva presentata al Dipartimento, dalla S.V. diretto, la Planimetria congiunta del Comparto A, debitamente firmata dai due tecnici incaricati Arch. .............. per la Coop. Polizia Locale Arvu V; Arch. ............. incaricato per le Coop.......... e ..........., più firme dei Presidenti delle 3 Coop. 
Subito dopo, come rappresentante della Coop. Polizia Locale Arvu V, chiedevo di convocare riunioni (anche finalizzate al frazionamento del Comparto A - verbalmente, con e-mail e raccomandate) con un unico riscontro senza esito, quindi dopo ben un anno ancora non siamo riusciti nell'intento.
Ad oggi, nonostante una risposta ad un quesito senza conseguenze per la Planimetria Congiunta presentata in data 04 novembre 2013, ancora da parte dell'Arch. ............... vengono esposti problemi tecnici non condivisi dal nostro tecnico Arch. .....................
Pertanto, chiediamo cortesemente che la S.V.convochi INFORMALMENTE i tecnici ed i rappresentanti delle 3 Coop. per tentare l'ultimo tentativo di mediazione bonaria tra le parti.
Se fallisse anche questo tentativo, al fine di chiudere definitivamente questo logorante aspetto, siamo disponibili a rinunciare all'accordo raggiunto con la planimetria condivisa del 04 novembre 2013 (che tra l'altro concedeva alle Coop. ........... e .............. un vantaggio sul Comparto di circa 400 mq) e quindi, invitiamo UFFICIALMENTE l'Amministrazione Comunale di Roma Capitale a mezzo dell'Ufficio da Lei diretto a procedere, con l'unico metodo che non da preferenze, l'estrazione a sorte, per determinare il collocamento sul Comparto A - 
La preghiamo di svolgere il tutto, con estrema celerità, perché intendiamo rispettare quanto esposto nelle riunioni dall'Ass.re .........: firmare le convenzioni entro il corrente anno.
Nella certezza di poter contare sulla Sua sempre dimostrata saggezza,capacità e disponibilità, in attesa di urgente riscontro, salutiamo cordialmente. CDL
25 ottobre 2014 Coop I - II - IV Tenuta Vallerano - è stato versato il fondo consortile tab. fondo consortile -  Si svolgono periodicamente riunioni, con l'Arch. incaricato, inerenti la nuova sistemazione urbanistica del PdZ - 
15 ottobre 2014 per tutte le Coop. - e-mail inoltrata ai CdA delle Coop. delle Forze dell'Ordine ("in divisa"): 

Proficuo incontro oggi alle 15,00 con l'Assessore Refrigeri ed i rappresentanti delle Forze dell'Ordine, coordinati spontaneamente dallo scrivente.  

L'Assessore ha risposto favorevolmente alla nostra richiesta di poter avere nelle Cooperative soci appartenenti anche alle altre categorie "in divisa" ( Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Vigili Urbani etc.) Le Cooperative delle Forze dell'Ordine possono avere soci misti, ma sempre "in divisa"  - Resta inteso che gli Statuti delle Coop. che prevedono una sola categoria, vanno modificati dal Notaio.

Purtroppo è stata giudicata impraticabile la nostra proposta di poter far diventare soci  anche i dipendenti non in divisa ( dipendenti Comunali, dipendenti Ministero Interno, Ministero Finanze, Ministero Difesa,etc.)   

E' stata giudicata anche impraticabile la possibilità di poter intestare l'alloggio ai figli.

L'importo del finanziamento che la Regione destinerà ad ogni socio è di euro 4.000 - Abbiamo chiesto che tale importo ci venga corrisposto nel più breve tempo possibile.

L'incontro si è svolto in un clima di reciproca armonia con la massima disponibilità da parte dell'Assessore Refrigeri a chiudere il tutto nei prossimi giorni. L'Ass.re ha riferito che dopo l'incontro di domani con le Associazioni di Categoria (Acer, Legacoop, ConfCooperative, etc.) provvederà ad attuare le necessarie Delibere.


Nonostante i trascorsi leggermente conflittuali con l'Assessore Refrigeri, il risultato dell'incontro di oggi è stato determinante per cambiare totalmente i giudizi espressi in precedenza, quindi esprimiamo i nostri 

                                                                  RINGRAZIAMENTI 

All'Ass.re FABIO REFRIGERI  ed al Presidente della Regione Lazio On. NICOLA ZINGARETTI (sempre attento alle nostre richieste)

Siamo certi che questo proficuo rapporto instauratesi oggi, durerà nel tempo. 

Cordialmente.

Crescenzo Di Lella

cell 335 8126163 

Consorzio Casa Polizia Locale       


e-mail di invito all'incontro (13-10-2014):

Gentile Sig. Di Lella,

In merito alla riunione con l’Assessore, prevista per mercoledì 15/10 alle ore 15. Nella sede di via Capitan Bavastro, 108, Le chiedo cortesemente di trasmettermi via e-mail i nominativi delle persone che parteciperanno all’incontro (per motivi logistici le chiedo un max di 10 persone).

Un cordiale saluto.

14 ottobre 2014 Coop Casette Pater - e-mail inoltrata al CdA della nostra Cooperativa e,p.c. ai Presidenti delle altre Coop. del PdZ: 

La riunione tenutasi ieri alle ore 18,30 presso lo studio dell'Arch. ............... (PdZ Casette Pater 4) è stata notevolmente costruttiva, in estrema sintesi:
- Nella prossima settimana gli architetti incaricati risolveranno in toto gli aspetti tecnici del Piano e provvederanno ad incaricare lo Studio Tecnico che si occuperà del frazionamento.
- Nei primi giorni di novembre p.v. avremo  i progetti preliminari (che io definirei definitivi) per attuare tutti gli adempimenti interni alla nostra Coop. Polizia Locale Arvu V   
- Nei prossimi giorni si provvederà ad istituire il Consorzio del PdZ assieme all'Isveur.  
06 ottobre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti i CdA delle Coop. che hanno avuto assegnato il PdZ (ed ai tecnici):
Vi allego alla presente e-mail tutte le Slide proiettate oggi alla riunione tenuta dall'Ass.re .................... (era presente alla riunione l'Arch............... da me avvisato dell'incontro).
Come potete vedere da una delle Slide, saremo i primi ad essere chiami dall'Amministrazione per la firma della convenzione entro fine anno, pertanto, è necessario attivarsi per arrivare a questo appuntamento con le idee chiare e con tutti i progetti "approvati almeno verbalmente"  dagli uffici di Roma Capitale.
La firma è un impegno notevole per i soci delle Cooperative, tra l'altro vanno versati al costituendo Consorzio il 50% degli importi per le opere di urbanizzazione (una cifra che credo superi i 10.000 euro a socio, dipende dal numero di alloggi), cosa di non poco conto, quindi, prima della firma delle convenzioni è necessario mostrare ai soci il loro appartamento in pianta i parcheggi etc. Devono avere cognizione di come stanno investendo i loro risparmi. 
Per quanto attiene al Consorzio Casette Pater 4, inoltro in allegato, uno Statuto per un altro Piano di Zona similare (redatto dall'Isveur), che con qualche piccola modifica può andare bene anche per noi. Io, ad esempio, propongo un Consiglio Direttivo a tre con ruoli paritari. Presidenza all'Isveur e due consiglieri uno per le Coop della ..... Avv........... e uno per i VV.UU Dott. Crescenzo Di Lella. Propongo l'Avv. .......... perché in un contesto similare è emerso l'impedimento da parte di appartenenti alla ....... di poter far parte del Consiglio Direttivo dei Consorzi. 
Pertanto, così come suggerito dal Presidente delle Coop. .........................., convoco una riunione sui temi suindicati e su altri ed eventuali, il giorno:
LUNEDI'  13 ottobre 2014 alle ore 18,30 presso lo Studio dell'Arch. ......................(riservata ai CdA delle Coop.)
Il nuovi schemi di convenzione non sono ancora presenti nel Sito internet del Comune di Roma (Delibere Assemblea Capitolina), vi allego quindi in allegato la copia inoltrata ai Consiglieri Comunali il giorno della discussione/approvazione. Non sono sicuro se quella approvata sia identica. 
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
Non pubblichiamo la bozza di altro Consorzio, per motivi di privacy (può essere visionata in sede).
Non pubblichiamo la bozza delle Convenzioni, perché a breve sarà disponibile quella approvata dall'Assemblea Capitolina (Consiglio Comunale). 
01 ottobre 2014 per tutte le Coop. - sunto dell'e-mail inoltrata ai Presidenti delle nostre Coop (PdZ Vallerano e Casette Pater) ore 15,08:
Ho avuto un incontro in mattinata con il Dott.............................. della Regione Lazio (Ufficio Casa Via Capitan Bavastro), uno dei Dirigenti più competenti per la L 167 -
Ho chiesto al Dott. ............... se vi fosse la possibilità di poter far aderire alle nostre Cooperative soci appartenenti all'Esercito, Marina,etc. - Dopo aver visionato alcune recenti deliberazioni emanate dalla Giunta Regionale si è evidenziata tale possibilità, anzi, il Dott. ........... che sta redigendo una nuova Delibera per le Cooperative in affitto (non le nostre che sono in proprietà) cercherà di estendere tale prerogativa anche alle altre Cooperative "in divisa" (con soci appartenenti alla G.d.F. - Polizia di Stato - Carabinieri). Potremmo avere soci misti nelle nostre e nelle loro Coop. ma sempre "in divisa".
Questo potrebbe agevolare i nostri soci che hanno necessità di cedere la loro quota, perché amplia le categorie che possono aderire alle Cooperative.
ATTENZIONE: l'ammissione di tali soci presuppone comunque una modifica al nostro Statuto sociale (circa 1400 euro), oltre ai Vigili inseriremo gli altri che dovranno comunque provvedere all'iscrizione all'Arvu (euro 50 annue)    
Al momento conviene solo verificare la disponibilità di persone appartenenti a queste categorie ad aderire alle nostre Coop con una preiscrizione e dopo provvedere al cambio dello Statuto.
Da un controllo sugli ultimi versamenti effettuati dai nostri soci, nelle Cooperative di Vallerano siamo mediamente su 3 Coop. vicini alla soglia massima (un risultato che ci consente comunque di continuare il programma), mentre a Casette Pater siamo al 100% (risultato ottimale).
In conclusione, volevo far intendere, che se non troviamo un collega a cui cedere, possiamo cercare anche in altri ambiti, per ora solo militari, che possono manifestare la loro adesione con una prescrizione (e successivamente credo sarà ampliata la partecipazione anche alle altre categorie "in divisa").
Ripeto, comunque, che se si riesce a partire con i lavori e con un piano di finanziamento noto (costo totale, scadenze, anticipo, mutuo, planimetrie appartamenti)  i colleghi o i militari od altri li troviamo senza troppi problemi. Lo vediamo a Casette Pater dove siamo in fase avanzata rispetto a Vallerano.
Cordialmente.
e-mail ore 16,40: 
Preciso, per quanto riguarda i morosi, che possono essere esclusi anche da subito, così come previsto dallo Statuto, ma credo sia opportuno deciderlo nelle prossime Assemblee delle singole Coop. - Per Vallerano prevedo che le terremo appena saranno pronte le planimetrie rifatte del Piano di Zona. Resta inteso che adotteremo lo stesso comportamento per tue e tre le Coop.
CDL
30 settembre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail pervenuta dal Geom. Dott. ________ che ha effettuato i rilievi topografici: 
Gentili Signori,
nella mattinata del 29/09/14 lo Scrivente e l'Ing. ....................
sono stati ricevuti dal direttore dell'Ufficio Tecnico del CBTAR
Ing. ............... per avere indicazioni circa la situazione di 
rischio idraulico del PdZ Casette Pater e per la redazione del
corrispettivo studio idraulico vincolante ai fini del rilascio
del titolo abilitativo da parte del Comune di Roma.
Sostanzialmente è stato ribadito che nonostante l'ubicazione del
lotto (che dal rilievo eseguiti dallo Scrivente risulta essere ubicato ben 9 metri 
al di sopra del canale di bonifica più vicino) per il momento non è permessa la realizzazione
di ambienti interrati o seminterrati, di conseguenza il progetto esecutivo del Comparto A
non dovrà prevedere la presenza dei box auto ad una quota inferiore a quella del piano di
campagna. La situazione potrebbe cambiare nel caso che lo studio tuttora in corso da parte del
Dipartimento di Ingegneria Ambientale dell'Università di Roma 3 dimostri la scarsa possibilità di
allagamento dell'area in oggetto, inutile dirvi che si tratta di un processo lungo.
Si invitano pertanto i progettisti a mettersi in contatto con l'Ing. ......... per accordarsi
per le eventuali modifiche da apportare al progetto congiuntamente alle problematiche 
idrauliche dell'area che il collega saprà meglio spiegarvi.
29 settembre 2014 Coop V Casette Pater - L'incontro tenutosi in mattinata tra i nostri tecnici esterni incaricati (Ing. Idraulico e Geometra) ed i vertici del Consorzio di Bonifica ha evidenziato, al momento, l'impossibilità di poter costruire il piano interrato a causa dell'attuale normativa. Uno studio universitario sta rivedendo tutti i parametri attinenti il territorio consortile, che si presume verranno adottati dal Consorzio. Tutto questo iter procedurale, crediamo occuperà molto tempo, pertanto, i nostri Architetti dovranno lavorare ad un progetto che escluda il piano interrato. Nel contempo l'Ing. Idraulico completerà la relazione, da consegnare al Consorzio, perché il N.O. anche senza l'autorizzazione per il piano interrato, va comunque consegnato al Comune per il rilascio del progetto di costruzione.         
28 settembre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata ai nostri tecnici incaricati ed agli altri operatori del Comparto A:
Per quanto attiene al PdZ Casette Pater 4 , ricordo che la convenzione è stata approvata, pertanto, per iniziare i lavori, necessita solo il N.O. del Consorzio di Bonifica.
E' necessario quindi, recarsi in Consorzio, assieme a l'Ing. ......... ed al Dott............, per verificare o meno la possibilità di edificare l'interrato.
Restiamo in attesa di essere convocati (con la dovuta urgenza), dai tecnici suindicati, nelle giornate di lun. o giov. -  Come orario suggerisco le ore 11,30  ma va bene qualsiasi altro orario.
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella

Risposta del Geom. Dott. .......
Io e l'Ing. ........ andremo al CBTAR verso domani verso
le 10 che siamo aspettato dall'Ing. ........., non andiamo per il progetto 
di Casette Pater, ma coglieremo l'occasione per mostrare la doc.ne parziale
realizzata da me e l'Ing. (rilievo quotato dei lotti e canali e curva pluviometrica)
per avere delle indicazioni più precise su come impostare lo studio idraulico
e viste le quote rilevate in confronto al canale madonnetta sia possibile mantenere
i box interrati.
Vi terremo aggiornati, Buona Domenica a tutti.
25 settembre 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata al Presidente del Consorzio di Bonifica:

Al Sig. Presidente del Consorzio di Bonifica Tevere ed Agro Romano

Dott.ssa ..............................

Ill.mo Presidente,

quanto successo oggi mi ha notevolmente rammaricato,

Alle ore 11.19 sono stato chiamato dal numero 06 56194, una gent.ma Sig.ra, credo la segretaria del Dott. ..........., mi ha chiesto perché avevo inserito il mercoledì nella sottoelencata e-mail. Ho risposto che questo riporta il sito del Consorzio del Tevere ed Agro Romano, lun. mer. e ven. – Il Lun. ed il Giov. è riservato alle informazioni telefoniche.


 – La cortese Sig.ra, mi ha informato che le giornate per il ricevimento per problemi tecnici sono il lunedi ed il giovedì (allora perché non inserite sul sito informazioni esatte !). Ho chiesto quindi alla Sig.ra, con estrema cortesia,  se o il lun o il giov. era possibile parlare con l’ing. .......... per  sottoporgli il materiale redatto dai nostri tecnici, utile per il N.O. del Consorzio relativo al Piano di Zona di L. 167 Casette Pater 4 Comparto A (Acilia) - 


La cortese Sig.ra ha chiesto, evidentemente all’Ing. ......... (la voce che rispondeva era maschile) se fosse possibile acconsentire a tale richiesta, con un tono arrogante e spocchioso la risposta dell’uomo alla Sig.ra è stata “non devono parlare con  me ma con gli uffici”.  

Ho fatto notare alla cortese Sig.ra che la nostra era una richiesta sensata, ricevere gli utenti è parte del lavoro di un funzionario pubblico. Mi ha risposto che erano sterili polemiche e mi ha attaccato il telefono !


Ora io mi chiedo: può un Dirigente pubblico scaricare l’utenza in tal modo ?

Non era meglio (e doveroso) rispondere all’e-mail per iscritto, senza far sentire all’utente toni ed atteggiamenti spocchiosi ?  

Si può esercitare il potere, di un ente pubblico, in un modo così arrogante ?


Chi scrive rappresenta Cooperative Edilizie con soci che dal 2004 cercano di poter ottenere un diritto, maturato dopo aver vinto un bando regionale.

Dopo 10 anni siamo stanchi ed amareggiati e non intendiamo più tollerare simili comportamenti da Marchese del Grillo.

Dopo 10 anni ancora non riusciamo a mettere un mattone. Ora dobbiamo inchinarci al “gioco”(come i Romani con i Sanniti) del Consorzio di Bonifica. Altri soldi spesi per ottenere un Nulla Osta (che prima mai il Comune ha chiesto) su un terreno che è situato ad una quota  più alta dell’Eur, che non si allagherà mai perché a poca distanza a circa 200 mt.   è ubicato il sottopassaggio di Acilia (con una quota di circa 15 mt. sotto al nostro terreno). A mia memoria non ricordo che questo sottopassaggio si sia mai allagato !

Comunque non ci tiriamo indietro, ubbidiamo, ma pretendiamo rispetto per chi scrive e per i soci che rappresenta. Gente che, nonostante la crisi, sta compiendo enormi sacrifici per soddisfare i propri bisogni abitativi.

Sig. Presidente Le chiediamo, cortesemente, un Suo autorevole intervento affinché a breve possiamo  finalmente iniziare a costruire sul nostro Piano di Zona.

In attesa di riscontro, salutiamo cordialmente.       

 

e-mail inoltrata in data 24 settembre 2014 all'Ing. ..................

 Il.mo Ing.. .................merc. 01 ottobre 2014 (giornata di ricevimento del pubblico) alle ore 11,30 i rappresentanti delle Cooperative Edilizie con soci appartenenti alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale, assieme ai tecnici incaricati, saranno presso la Sede del Consorzio di Bonifica Tevere ed Agro Romano per sottoporre alla S.V. lo studio tecnico/idraulico effettuato sul PdZ Casette Pater 4, che è in attesa dell'N.O. consortile. 

Le chiediamo, cortesemente, una conferma per l'incontro suindicato.  
In attesa di poterLa incontrare, salutiamo cordialmente.
Dott. Crescenzo Di Lella
cell 335 8126163
Consorzio Casa Polizia Locale
18 settembre 2014 per tutte le Coop. - SONO STATE APPROVATE LE NUOVE CONVENZIONI DALL'ASSEMBLEA CAPITOLINA (Consiglio Comunale)
01 settembre 2014 Coop V Casette Pater - E' arrivata in sede la risposta al quesito relativo alla distanza da Viale dei Romagnoli (che conferma la tesi da noi sostenuta) - Per vedere la risposta clicca su: risposta quesito distanza - Per completare la progettazione manca solo il N.O. del Consorzio di Bonifica (nella prossima settimana dovremmo incontrare, assieme ai tecnici che hanno redatto le relazioni, i vertici del Consorzio). 
22 agosto 2014 Coop V Casette Pater - In occasione dell'accordo inerente in nuovo Stadio della Roma a Tor di Valle, abbiamo inviato un e-mail all'Ass.re Caudo ed al Sindaco Marino, nella quale chiediamo che la metro B venga prolungata fino ad Acilia: 
".......L’Assessore Caudo, in questo frangente, ha dimostrato notevole saggezza perché chiede soluzioni ottimali, quella più importante è senza dubbio la metro. E’ impensabile uno Stadio senza metro (speriamo solo che la metro venga prolungata almeno fino ad Acilia, un breve tratto all’aperto con costi irrisori e con benefici enormi)........." 
31 luglio 2014 Coop V Casette Pater - Da notizie ufficiose risulta giunta in Dipartimento la risposta relativa al quesito sulla distanza da lasciare, tra Via dei Romagnoli e il primo fabbricato del Comparto A; la distanza risulta essere mt. 8,00 - Se tale notizia risulterà confermata la planimetria di coordinamento, a suo tempo firmata, non dovrebbe subire variazioni - Per preparare il progetto finale necessitiamo solo della risposta del Consorzio di Bonifica ( Posti auto interrati si o no ? ) -  
22 luglio 2014 Coop V Casette Pater - E' stato dato l'incarico all'Ing. Idraulico, necessario per il N.O. del Consorzio di Bonifica (per visionare clicca):e-mail ed incarico relazione Tec. Idraulica
19 luglio 2014 Coop I - II - IV Tenuta Vallerano - Sono arrivate le fatture a saldo degli scavi archeologici (per visionarle clicca): fatture a saldo scavi archeologici coop 1-2-4 )-Per evidenti motivi provvederemo ad effettuare i pagamenti, dopo aver riscosso l'importo dai soci determinato dall'Assemblea,con scadenza 31-07-14  
08 luglio 2014 Coop. V Casette Pater - E' pervenuta la risposta alla Diffida del 28 giugno 2014 (per vederla clicca:risposta alla diffida). 
Si è preferito replicare con la seguente e-mail: 
Ill.mo Pres. P........
per motivi di opportunità preferisco non fare commenti su quanto da Lei scritto.
Preme solo ribadire che sono passati altri 12 giorni dalla mia Diffida, senza alcun riscontro reale.  
CDL 
Preme riferire ai soci della nostra Coop. Polizia Locale Arvu V che, indipendentemente dai contrasti suevidenziati, l'attività inerente il N.O. del Consorzio di Bonifica prosegue e dagli ultimi colloqui che ho avuto con i tecnici "incaricati" (scrivo tra virgolette perché incaricati verbalmente) il tutto si dovrebbe concludere prima della pausa estiva. CDL
28 giugno 2014  Coop. V Casette Pater - E' stata spedita una Diffida al Pres. delle Coop. "V.........." e "L........." (per visionare la Diffida, clicca sotto).
20 giugno  2014 per tutte le Coop. - Sono passate in Giunta le nuove convenzioni redatte dall'Ass.re C____, si spera che a breve siano approvate anche dal Consiglio. Si è provveduto ad inviare a tutti gli altri operatori, assegnatari dei nostri stessi PdZ, la sottoelencata e-mail: 
"Sono passate venerdì 20 giugno 2014 le nuove convenzioni in Giunta, dovrebbero passare in Consiglio prima della pausa estiva.
Suggerisco di portare a termine, celermente, tutte le nostre incombenze prima che l'Amm.ne ci chiami per la firma." CDL
17 giugno  2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - Verbale assemblea Cooperative ore 16,00 Via S. Teodoro n. 70 Roma. Per visionale il verbale clicca sotto
Il versamento deliberato è di euro 1.242 da far pervenire a Casa Polizia Locale entro il 31 luglio 2014 - Causale: spese 2014 - IBAN (vedi sopra)
31 maggio 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - Numerosi soci hanno partecipato, in mattinata, all'incontro tenutosi sul Piano di Zona in Via Laurentina. Il lotto è stato percorso in tutte le sue parti accessibili. La vegetazione (cresciuta in questo ultimo mese) ha leggermente impedito una visione globale di tutta la superficie occupata dal Piano. I presenti hanno comunque potuto vedere tutti i lavori effettuati, compresi i modesti reperti archeologici presenti in qualche comparto. 
E' stato deciso di convocare le assemblee delle tre Cooperative il giorno: MARTEDI' 17 giugno 2014 (provvederemo ad inoltrare sms di conferma ed orario), con il seguente O.d.G. : 1) resoconto lavori svolti e da svolgere - 2) situazione patrimoniale cooperativa - 
29 maggio 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti gli assegnatari del PdZ (ed al CdA della nostra Cooperativa): 
Da notizie ufficiose, sembra sia stato determinato in via definitiva (manca solo l'ok dirigenziale), il costo del terreno del PdZ Casette Pater 4.
Il costo è di circa euro 6,00 a mc, pertanto non supera i 2000 euro ad alloggio. 
Viene così premiato il lavoro fatto dallo scrivente e dal suo Staff che fin dall'inizio si è prodigato per farsi assegnare, dal precedente Assessore, il Piano di Zona, per poi portalo avanti ai minimi costi, con la collaborazione del Coll........... e dell'Avv. ..........-  
Comunico, inoltre, che le Convenzioni la settimana prossima dovrebbero andare in Giunta, hanno quasi completato la firma dei Dirigenti.  
Nonostante questo, sapute alcune notizie oggi,  devo esprimere tutto il mio rammarico per come è stato gestito il problema "distanza fabbricato da Via dei .............". Risulta allo scrivente che oltre alla Ripartizione competente, sono state coinvolte altre due Ripartizioni, pertanto dovranno esprimersi tre Ripartizioni ! ! ! 
Rendo noto, sin da ora, che la mia richiesta di parere per il problema suesposto, è stata inoltrata solo dopo quella avanzata dal vostro tecnico (fa fede la data e l'ora del protocollo) e che a nulla sono valsi i miei sforzi, avanzati anche con numerosissime e-mail, per cercare di risolvere razionalmente il tutto.
28 maggio 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - Sabato 31 maggio 2014 alle ore 11,00 ci sarà un incontro dei soci sul Piano di Zona: Tenuta Vallerano.
Dopo il Raccordo, percorrere Via Laurentina fino alla terza rotatoria, ritornare verso Roma, dopo Via delle Libellule accostare a destra sul piazzale. 
27 maggio 2014 - Per visionare le bozze di convenzione (maggio 2014) redatte in Assessorato, clicca sulla colonna a sinistra: convenzione
14 maggio 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - Alla luce del duro confronto che la categoria sta avendo con l'Amministrazione per il salario accessorio (al momento salvato da una circolare governativa), è stato deciso di spostare l'incontro a Tenuta Vallerano alla settimana successiva alle Elezioni Europee (data prevista sabato 31 maggio 2014 ore 11,00). L'incontro verrà confermato con sms telefonico.     
09 maggio 2014 Coop V Casette Pater - Nella riunione tenuta oggi, che ha visto la presenza del Topografo, Geologo e Ing. Idraulico, è stato dato l'incarico ai predetti di svolgere l'attività inerente il N.O. per il Consorzio di Bonifica. I due Architetti stanno completando in bozza la progettazione degli edifici, che si completerà non appena avremo la risposta al quesito, posto al Dipartimento Viabilità, sulla distanza da lasciare tra Viale dei .............. e il primo fabbricato del PdZ ed i risultati relativi al N.O. del Consorzio di Bonifica ( autorimessa interrata si o no ? )  
04 maggio 2014 Coop V Casette Pater - venerdì 09 maggio 2014 si terrà la prevista riunione tra gli assegnatari del PdZ per definire gli adempimenti necessari al N.O. del Consorzio di Bonifica. Sono stati invitati il Topografo, il Geologo e l'Ing. Idraulico.    
25 aprile 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - Nella seconda decade di maggio terremo un'assemblea dei soci sul PdZ Tenuta Vallerano - La data, probabilmente, sarà sabato 17 maggio 2014 ore 11,00 - Come di consueto invieremo un sms per la conferma. Si spera che per il 17/05/14 saranno conclusi i lavori di scavo archeologico, questi hanno avuto una protrazione perché la Soprintendenza ci ha consentito di sondare un ulteriore lotto, utile a permettere l'imbocco della strada del PdZ direttamente sulla seconda rotatoria della Laurentina (previa autorizzazione provinciale, la Laurentina è strada provinciale).
25 aprile 2014 Coop V Casette Pater - Siamo in attesa di essere convocati ad una riunione (da parte delle altre Coop. Comparto A), per definire nei dettagli gli ulteriori adempimenti, già iniziati, necessari ad ottenere il N.O. dal Cons. di Bonifica. Attualmente il Topografo sta ultimando i rilevamenti del PdZ e zone limitrofe.  
09 aprile 2014 Coop V Casette Pater - Nonostante la mediazione spontanea di Funzionari del Dipartimento, non si riescono a limare alcune divergenze tra le parti. Se non ci saranno progressi in questa settimana, crediamo sia opportuno convocare un Assemblea dei soci per trattare l'argomento.  
06 aprile 2014 Coop V Casette Pater - Al fine di riuscire a concordare una riunione tra tutti gli operatori assegnatari del PdZ per deliberate attività lavorative, ci stiamo scambiando con questi numerose e-mail, telefonate ed sms, che evito di pubblicare per la pochezza dei contenuti. Purtroppo, sino ad oggi ancora non abbiamo una data. Domani (lunedì) ci attiveremo nuovamente per sollecitare l'incontro.
05 aprile 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - Si sta verificando la possibilità, assieme al responsabile della Soprintendenza, di far uscire la strada del PdZ direttamente sulla seconda rotatoria della Laurentina, così da poter entrare/uscire direttamente con l'auto da questa (senza andare alla terza rotatoria e poi tornare sulla seconda). La cosa non è semplice, perché nella zona d'uscita c'è un vincolo della Soprintendenza di circa 300 mq. che non può essere attraversato dalla strada.  
23 marzo 2014 per tutte le Coop. - e-mail inoltrata agli operatori PdZ, Ass.re Caudo, Sindaco Roma, Ass.re Refrigeri, etc.
ACER - CNA - FEDERLAZIO - LEGACOOP - ORDINE DEGLI ARCHITETTI - ORDINE DEGLI INGEGNERI - COLLEGIO DEI GEOMETRI - CGIL  - CISL - UIL . CGIL FILLEA - CISL FILCA - UIL FENEAL -  (Vedi allegata locandina: organizzatori conferenza stampa) -
Le predette organizzazioni hanno organizzato una importante conferenza stampa venerdì u.s. al Residence Ripetta, alla quale era presente (come ospite) lo scrivente.
Tutti gli oratori partecipanti hanno elencato al primo punto delle loro, sacrosante richieste, di rendere operativi i Piani di Zona: Delibera 355 del 2004.
Spero che la conferenza stampa sia di sollecito per le Amministrazioni (Regionale, ma particolarmente Comunale) a dare un minimo di impulso al settore.
Se non ci saranno riscontri immediati, ho proposto ad alcuni partecipanti all'appuntamento di venerdì, di organizzare
una marcia da VIA ERNESTO NATHAN a VIA LUIGI PETROSELLI, coinvolgendo tutte le persone interessate a risolvere una crisi, oramai insostenibile per la stagnante economia della Capitale. La manifestazione, che dovrà essere eclatante, legherà i luoghi dedicati a due personaggi che hanno saputo far crescere armonicamente la Città in ogni ambito, nell'interesse globale dei suoi abitanti e tenendo conto del ruolo che svolge la Capitale nel Paese e nel Mondo.
In allegato, parte della rassegna stampa. 
Cordialmente. CDL                                          (per vedere gli allegati clicca a sinistra su: convenzione)
18 marzo 2014 per tutte le Coop. - e-mail inoltrata ai Presidenti delle nostre Cooperative: Polizia Locale Arvu I-II-III-IV-V-VI-X-
In allegato la bozza di convenzione, relativa alle opere di urbanizzazione, redatta dall'Ass.re Giovanni Caudo.
Eventuali suggerimenti di modifica dovranno pervenire allo scrivente, o direttamente in Assessorato, entro il 21 marzo 2014. 
Cordialmente. CDL  (per vedere la bozza di convenzione, relativa alle opere di urbanizzazione, clicca sulla colonna a sinistra: convenzione)
18 marzo 2014 Coop V Casette Pater - resoconto e-mail e telefonate della giornata:
ORE 6,38 - Risposta alla mia e-mail di ieri da parte del Presidente Giovanni P.......
Illustrissimo.. Dottore.. Presidente.. DI LELLA
Per come si evidenzia nella foto io desumo che :
1 - non tutti i Soggetti sul PdZ centravano nella foto pertanto esclusi di proposito dallo scatto ;
2- non tutti i Soggetti interessati sul PdZ sono stati avvisati per la riunione che Lei fa riferimento ;
Una mia considerazione :
Se dovessi comunicare una riunione importante, urgente come mi comporterei ? 
Di certo non provvederei ad avvisare i Soggetti interessati, oggi per domani, via email rischiando che questi non la leggano , soprattutto di Domenica!!!
Ma CHIAMEREI . 
Attendo comunicazione dal miio telefono, 
Saluti 
Giovanni P.......
ORE 8,22 - risposta Crescenzo Di Lella
Ill.mo Presidente P.........
la Sua incomprensibile e-mail, da una prima lettura, risulta diffamatoria (sia per lo scrivente sia per gli agenti ed i professionisti presenti all'appuntamento) Pertanto, La prego cortesemente specificare il punto 1 ed in particolare quali sono le persone deliberatamente escluse di proposito dallo scatto. Se non riuscirà a farlo ne trarrò le dovute conseguenze,
Chi scrive sta svolgendo il proprio lavoro con abnegazione e trasparenza e non può tollerare atteggiamenti meschini e diffamatori, da chiunque proposti.
In attesa di urgentissimo riscontro.
Dott. Crescenzo Di Lella
ORE 9,00 risposta Presidente Giovanni P........
I primi due punti se non l'ha capito era una battuta! 
Il succo è che non si può organizzare un incontro urgente il giorno prima per giorno dopo avvisando tra l'altro per email e di Domenica!
Comunque a breve la chiamo! 
Sino ad esso ho risposto per email perché ho notato che ultimamente gradisce più questo metodo di comunicazione dandomi poi del Lei che non a voce telefonicamente dandomimi del Tu come solitamente si è fatto!
Nessuno dubita che si sta lavorando e che si sta impegnando a risolvere i problemi. 
Ma bisogna avere maggiore collaborazione rispettando ruoli e competenze.
Ci sentiamo appena mi libero.
Saluti 
Giovanni P........ 
ORE 9,45 telefonata conciliatoria del Presidente Giovanni P........, con l'impegno che in settimana saranno affrontati i problemi da me segnalati - CDL -
17 marzo 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti gli operatori del PdZ: 
ORE 15,20 OGGETTO: Attività svolta per PdZ Casette Pater 4 - 
In mattinata è stata consegnata in Dipartimento, una ulteriore ricerca catastale (vedi allegato), utile a determinare il prezzo reale dell'intero Piano di Zona. Sono mesi che ci prodighiamo per venire a capo ad una situazione catastale risalente al 1942 - Si spera che la relazione consegnata in mattinata (assieme alle precedenti) consentirà, finalmente, all'Amministrazione di determinare celermente il costo reale del Piano (basta moltiplicare gli importi per i vari indici ISTAT) !  
Così come evidenziato dalla foto allegata, la riunione tenuta in mattinata tra i vari soggetti interessati al PdZ, non ha dato esito, perché non era presente personale tecnico/amministrativo, del gruppo maggioritario sul PdZ - Sarebbe stata notevolmente importante la presenza di persone in rappresentanza delle Cooperative maggioritarie ubicate sul Comparto A, perché da un colloquio avuto con la Sig.ra Di F...... del Consorzio di Bonifica (tel. 06 5........), sono in firma le risposte consortili alle nostre domande, che come dalla stessa comunicatomi, includono nel Consorzio il Comparto A (il B risulta escluso) - Pertanto, prima di ogni altro atto è necessario provvedere:
1) al rilevamento topografico di tutte le zone limitrofe al Comparto A (secondo le direttive avute dal Dott. D'A........ dai vertici del Consorzio Tevere ed Agro Romano).
2) relazione sull'assorbimento del suolo, redatta da un Geologo.  Può essere lo stesso che svolgerà le indagini geologiche per le fondazioni dei fabbricati. Il preventivo, precedentemente approvato va riesaminato perché, come riferito in mattinata dall'Arch. G........, non comprende tutte le voci tecniche indicate negli altri due preventivi presentati.
3) I predetti rilevamenti vanno consegnati ad un Ing. Idraulico, che si occuperà di redigere la relazione da inviare al Consorzio Di Bonifica ( l'ingegnere calcolerà anche le dimensioni delle vasche in cemento, per il recupero dell'acqua piovana, che credo dovremmo edificare in loco).   
Con le mie continue segnalazioni posso risultare petulante, ma cerco solamente di portare il mio contributo alle Cooperative del gruppo maggioritario sul PdZ, a cui spetta (di diritto) il ruolo di coordinamento (che comprende anche la costituzione del Consorzio tra gli assegnatari del PdZ). 
In attesa di essere convocato/i a breve e nel ribadire la necessità di almeno un incontro settimanale tra gli assegnatari, saluto cordialmente. 
CDL     (per vedere l'allegato: ricerca catastale clicca a sinistra su Coop V Casette Pater 4 - Per vedere la foto della riunione: clicca a sinistra su foto PdZ Casette Pater 4)
16 marzo 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutte le persone interessate all'evoluzione del Comparto A -
Alla luce della situazione attuale è opportuno che tutti i soggetti interessati all'evoluzione del Comparto A, si incontrino domani 17 marzo 2014 ore 11,30 ingresso Dipartimento.
Cordialmente.
CDL
12 marzo 2014 Coop V Casette Pater - e-mail della giornata:
ORE 11, 38 -  Al CdA della Cooperativa Edilizia Polizia Locale Arvu V - e cc a tutti gli assegnatari del Piano.
da un colloquio avuto con l'Arch. Luigi Co....... (che cura la progettazione per le Coop con soci appartenenti alla......), ho saputo che il Suo Studio sta modificando la Planimetria Congiunta Operatori Comparto A, per un ipotetico vincolo (che se esistente, tra l'altro, risulterebbe superabile con una semplice richiesta) che imporrebbe  una determinata distanza tra la strada e l'inizio delle costruzioni del nostro Comparto A. 
Così come evidenziato in precedenza, da un sopralluogo effettuato dallo scrivente sul posto, quasi nessun fabbricato (edificato sulla stessa strada), risulta collocato alla distanza sostenuta dall'Arch. Co......... Come si evidenzia dalla foto allegata, anche la sede del Municipio ad Acilia (distante pochi mt. dal nostro Comparto A) è stata edificata a 5 mt. dalla strada ! ! !
Risulta, inoltre, che l'Arch. Co..... ha telefonato al Geom. Archeologo Dott. Cristian D'A........, bloccando l'attività che questi si apprestava a svolgere, indispensabile per ottenere il N.O. da parte del Consorzio di Bonifica Tevere ed Agro Romano. Il Dott. D'A......... aveva già contattato i vertici tecnici consortili e si apprestava ad operare, così come da loro suggerito.  
Preme sottolineare che in data 09 dicembre 2013 (vedi allegato) è stata presentata in Dipartimento una Planimetria Congiunta Operatori Comparto A, debitamente firmata dalle parti. Questa risulta attualmente vigente ed una sua eventuale modifica, comporta una nuova concertazione tra le tre Coop. interessate e la redazione di una nuova Planimetria Congiunta da ripresentare in Dipartimento.
Visto quanto suesposto, ed in attesa di essere convocato/i per la concertazione, preme ribadire la mia totale estraneità, agli evidenti ritardi che subirà il PdZ - L'Assessore ha assicurato che a giugno p.v. firmeremo la convenzione. Prima di questa data dovremmo aver già concordato la progettazione con gli uffici comunali interessati.  
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
ORE 13,47 Risposta del Presidente delle Coop.: L.......; V.........
 Buongiorno! 
Risulta.. Risulta.. 
Ma parliamo di fatti e non di cose ipotetiche. 
Il vincolo o c'è o non c'è! 
Se l'Architetto Co....... segue ed adotta le norme e le procedure correnti è giusto che proceda in questa direzione ed un domani nessuno potrà essere attaccabile. 
La fretta e ciò che hanno fatto altri poco mi interessa. Un domani ognuno risponderà delle proprie azioni. 
Quindi lasciamo i due tecnici (C....... e G.........) , che in primiss sono responsabili, di lavorare senza interferire. 
Risulta.. Risulta.. 
A me invece risulta che l'Architetto Co........ si sia accordato telefonicamente con Crescenzo Di Lella e poi di aver chiamato il Geometra Archeologo Cristian D'a............
Penso che sia l'interesse di tutti i Soci di tutte le cooperative entrare in un appartamento senza avere nessun tipo di problema tecnico/normativo. 
L'astuzia e la fretta non portano da nessuna parte. 
Buon proseguimento di giornata a tutti voi. 
Giovanni P..........
ORE 14,13 - risposta di Crescenzo Di Lella
Ill.mo Presidente P.......,
al fine di evitare inutili polemiche, conviene rispondere alle mie e-mail, allegando i dinieghi, per iscritto, espressi nei nostri confronti del nostro PdZ. Altrimenti non posso che scrivere risulta.
Io nelle mie note allego sempre la documentazione a supporto delle mie tesi.
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
11 marzo 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - In mattinata si è svolto il previsto incontro con il responsabile degli scavi archeologici di Tenuta Vallerano Dott. Roberto Cer..........- Il Dott. Cer........, ai numerosi presenti, ha riferito che gli scavi generali sono terminati e che gli approfondimenti (compreso quello, inteso a valutare la possibilità di far confluire la strada del PdZ vicino alla rotatoria della laurentina), non dovrebbero superare i 25 giorni lavorativi. Quindi a breve dovremmo ottenere il N.O. dalla Soprintendenza.
10 marzo 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - domani si terrà l'incontro con il responsabile della Soprintendenza Dott. Roberto Cer........:                                     
06 marzo 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - la risposta del responsabile indagini archeologiche della Soprintendenza:
Oggetto:Re: Fwd: Richiesta incontro urgente con il Dott. Roberto Cer........ (PdZ Tenuta Vallerano)
Data:Thu, 6 Mar 2014 08:31:28 +0100
Mittente:CER.......... ROBERTO 
A:SSBA-RM - SOPRINT. SPECIALE BENI ARCHEOLOGICI DI ROMA 
CC:B......... MARIAROSARIA 
Il 05/03/2014 12.21, SSBA-RM - SOPRINT. SPECIALE BENI ARCHEOLOGICI DI ROMA ha scritto:
buon giorno
se avete bisogno di un confronto con questo ufficio sono sempre disponibile. mi può contattare lunedì allo ............ così fissiamo un incontro
roberto cer..........
05 marzo 2014 Coop I-II-IV Tenuta Vallerano - e-mail inviata al responsabile degli scavi Soprintendenza e cc a tutti gli assegnatari del PdZ:
  Ill.mo Dott. Cer........,                                                   (inoltrata anche al fax 06 48.........) 
la nostra attività per cercare di costruirci un alloggio in Cooperativa è iniziata nel lontano 2003 e sino ad oggi non siamo riusciti a mettere neanche un mattone ! ! !
Come Lei ben sa in zona un grande costruttore in pochi anni ha costruito migliaia di mc. (molti tra l'altro invenduti). Questo notissimo ha avuto il privilegio di essere fuori anche dal vincolo paesaggistico emesso in zona. Il vincolo rasenta le proprietà delle sue società, mentre invade totalmente il terreno dove dovranno costruire le nostre cooperative, che di conseguenza,dovranno rispettare alcune caratteristiche paesaggistiche, mentre i soliti noti hanno costruito degli edifici (enormemente visibili dal ponto di vista paesaggistico) che io definisco "orrendi alveari". Sono certo che tutto questo è avvenuto per una coincidenza e lungi da me l'idea solo di pensar male.
Fatto sta che noi che siamo, umili servitori della nostra amata Italia, al servizio della collettività e con uno stipendio da poveri (mediamente euro 1300 al mese), che con enormi sacrifici di tutta la famiglia cerchiamo di risparmiare qualche euro (privandoci di vacanze, ristoranti e supermercati tradizionali, facciamo spesa nei discount)  non siamo ancora riusciti a mettere un mattone !  
Gli scavi archeologici sul Piano di Zona a noi assegnato, Tenuta Vallerano, sono iniziati a luglio dello scorso anno e ancora non sono terminati. L'impegno economico per questo tipo di attività ci sta "dissanguando". Ogni nostra cooperativa ha speso finora circa 10.000 euro e ancora non riusciamo a vedere la fine dell'attività di scavo. I soci mi tempestano di telefonate alle quali non so cosa rispondere. Non ho visto riaffiorare mosaici o ville dagli scavi, ma solo una piccolissima capanna, crollata, di umili pastori dell'epoca. 
Comunque, noi non abbiamo più soldi, se voi ritenete (ssba) che qualche zona del Piano vada approfondita come scavi, provvedete ad attivare un decreto di esproprio della zona interessata, così potrete svolgere, a vostre spese, ogni accertamento ulteriore. Il PdZ può essere modificato ed inseriremo una piazza nel luogo dove voi potrete approfondire, per secoli, ogni vostra attività. 
Dott. Cer........., quanto sopra è il frutto del mio pensiero, che è indispensabile che si confronti (pubblicamente sul posto ed alla presenza dei soci), con il Suo pensiero.
Pertanto, Le chiediamo un incontro urgente sul Piano di Zona Tenuta Vallerano, aperto ai soci delle cooperative assegnatarie del PdZ.
Certi di poter contare sulla Sua disponibilità, salutiamo cordialmente.
Dott. Crescenzo Di Lella
Consorzio Casa Polizia Locale
01 marzo 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata all'Arch. G........:
Buonasera Architetto,
nella riunione convocata, con urgenza, ieri sera ore 18,30  dall'Arch. Co........, sono stati esaminati i preventivi relativi alle indagini geologiche.
Come puoi notare il preventivo presentato dalle Coop. ....... (Geol, Gianni C........) è quello con il costo più basso, quindi è stato votato a maggioranza dai presenti.
Chi scrive ha chiesto di effettuare un confronto tecnico tra i preventivi, per evidenziare se le voci elencate in quello del Geol. C...... siano simili a quelle indicate nel preventivo della newgeo consolidamenti. 
Ho anche ribadito che necessitiamo di una relazione sull'assorbimento dell'acqua dal terreno (da presentare al Consorzio di Bonifica), che spero venga svolta a titolo gratuito dal Geol. C........  
Un ulteriore preventivo, sebbene richiesto, non è pervenuto.   
Cordialmente.             (per vedere i preventivi clicca a sinistra su: Coop, V Casette Pater 4)
CDL
27 febbraio 2014 Coop III - Alle ore 12,30 si è tenuto il previsto incontro dei soci della Coop. Polizia Locale Arvu III, con l'Assessore all'Urbanistica del Comune di Roma Prof. Caudo. L'Assessore ha evidenziato che se ci saranno rinunce, da parte di Cooperative localizzate sui PdZ di Ostia, cercherà di collocare, al posto dei rinunciatari, la Coop. III -      
22 febbraio 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata ad Dir. del Consorzio di Bonifica Tevere ed Agro Romano:
Ill.mo Dott. Ma........,
chi scrive è uno degli assegnatari del Piano di Zona Casette Pater 4, sito in zona Acilia. Il Piano di Zona e formato da due Comparti A e B. Su questi Comparti dovranno costruire le 4 Cooperative assegnatarie del PdZ, tutte composte da soci appartenenti alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale di Roma Capitale. 
Su indicazione del Dipartimento del Comune di Roma, che cura la 167, ci siamo recati presso l'Ufficio Tecnico del Consorzio diretto dalla S.V. , dove con sommo stupore abbiamo appreso che il Comparto B del nostro Piano di Zona e fuori dal Consorzio, mentre il Comparto A (sempre facente parte dello stesso Piano di Zona) e dentro all'area consortile, per pochi metri ! ! ! Nonostante facente parte, sempre del centro abitato di Acilia ! ! ! 
I due Comparti sono ambedue, a 43 mt sul livello del mare. Quindi sono i più alti della zona (sono più alti dell'Eur !), Quindi per pochi metri, sebbene nello stesso Comune e Municipio devono rispettare normative diverse. Uno può fare il locale interrato e l'altro no, uno deve fare delle vasche in cemento e l'altro no (credo sia così, siamo in attesa della risposta, alla nostra domanda, avanzata al Suo Consorzio). Si immagina Lei il caos che si crea nelle riunioni comuni dei soci assegnatari dello stesso  PdZ ?
Quanto suesposto credo dimostri l'incongruenza della Delibera del Consiglio Comunale di Roma n. 609 del 2 marzo 1982. Quantomeno la parte detta del Comune di Roma, doveva comprendere tutto il centro abitato di Acilia alla stesso livello (forse così era nel 1982 poi il centro si è esteso ma la Delibera no ! ).
Si dovrebbe prendere atto della situazione odierna e modificare la Delibera del 1982 - Sempre rispettando la stessa quota del confine attuale.
Ma chi fa una cosa del genere con tante Autorità che si occupano dello stesso problema ?  Io credo nessuno. 
Il Sindaco Marino, dopo gli ultimi allagamenti (molti dei quali in zone sotto livello del Tevere e forse anche del Mare, credo molte costruzioni abusive e poi sanate), si è lavato le mani infischiandonese dei problemi dei poveri come noi che dopo oltre 10 anni ancora non riusciamo a mettere un mattone, mentre credo che si firmano, senza problemi, le convenzioni con i privati. Il Suo IO è soddisfatto: finalmente cemento 0 per i poveri e strade aperte, per i soliti noti. Lui ora dorme sereno, mentre noi meno, perché abbiamo fatto investimenti, con notevole sacrificio, senza nessun riscontro. lo stipendio medio e di circa 1300 euro al mese !
Alla luce di quanto suesposto Le chiediamo un urgente incontro, per avere suggerimenti utili a risolvere questa assurda discrasia che si crea per pochi metri su lotti allo stesso livello.    
In attesa di poterLa incontrare, salutiamo cordialmente.
Dott. Crescenzo Di Lella
15 febbraio 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti gli operatori del Piano:
OGGETTO: Piano Assetto Idrogeologico 
L'Arch. Corrado G........ si è recato, presso gli Uffici del Bacino del Tevere, dove ha constatato che il nostro PdZ (A) ricade in dei vincoli Idrogeologici, per superare i quali bisogna ottemperare a quanto verrà indicato dall'Autorità di Bacino. Non dovrebbe essere qualcosa di molto complicato, ma credo che dovremo attivarci per realizzare, in comune, opere edilizie quali: vasche in cemento, condotte, pompe, etc.
Al momento è necessario produrre una domanda all'Autorità di Bacino ed attendere la relativa risposta. 
Alla luce di quanto suesposto, ribadisco la necessità di costituire il Consorzio a breve. In attesa della costituzione del Consorzio, credo sia necessario, almeno un incontro settimanale, dove i responsabili delle Cooperative ed i Tecnici incaricati esaminino i vari problemi attinenti il Piano di Zona.
Il primo incontro, salvo diverso parere, potremmo tenerlo sabato ... febbraio 2014 alle ore 11,00 in Via S. T............ Roma. Resta inteso che i Tecnici incaricati, lun. o mart. p.v,. provvederanno a consegnare le domande redatte dalle Cooperative all'Autorità di Bacino. 
Informo, inoltre, che nell'incontro che i sindacati hanno avuto ieri con l'Ass.re Caudo sono state presentate le modifiche alla convenzione, redatte dall'Assessorato. Il tutto è visibile sul sito www.consorziocasapl.it  ( sul sito cliccare su colonna a sinistra: convenzione). 
L'Assessore ha dato la certezza che a maggio, primi giugno, firmeremo le convenzioni. Il Direttore del Dipartimento ha detto che, in questo frangente, è possibile presentare i progetti. Allo scopo verrà istituito un apposito gruppo di coordinamento che visionerà l'iter progettuale.
Credo che dobbiamo attivarci per fare in modo di essere preparati a giugno, per la firma della convenzione. Dobbiamo avere le idee chiare che tutto l'iter progettuale sia compiuto e tutti gli ostacoli siano superati. Firmare vuol dire impegnarci anche finanziariamente.
Fortunatamente il lavoro svolto dallo scrivente, dal Sig. T......, dal Sig. L...... e prioritariamente dal nostro Arch. G........, credo ci porti ad acquistare il terreno ad un prezzo irrisorio (ma rimangono sempre le spese relative alle opere di urbanizzazione ed alla costruzione dei fabbricati).    
Possiamo sentirci anche telefonicamente per raccogliere le firme, che credo sono ancora da apporre sulla domanda alla Soprintendenza.
Cordialmente.
CDL
14 febbraio 2014 - Le modifiche alla convenzione da stipulare col Comune di Roma, proposte dall'Assessore Caudo, nell'apposita riunione odierna, sono visibili cliccando sulla colonna a sinistra: convenzione.
L'assessore ha concesso una settimana di tempo per gli eventuali emendamenti alla Sua proposta. 
12 febbraio 2014 Coop V Casette Pater - e-mail inoltrata a tutti gli operatori del PdZ ed al Direttore del Dipartimento:
Al fine di affrontare, celermente ed adeguatamente, alcuni temi comuni del PdZ, si ritiene indispensabile la costituzione immediata di un Consorzio di Coordinamento del Piano.
Pertanto, vista la notevole maggioranza delle Coop .......  e nel rispetto della normativa Comunale vigente, si resta in attesa della riunione di costituzione presso il Notaio da Voi nominato.
Resta inteso che nel CdA del Consorzio è auspicabile la presenza della minoranza (Coop. Polizia Locale Arvu V).
In attesa di conoscere la data prescelta e declinando ogni responsabilità per eventuali problemi connessi agli adempimenti suindicati, saluto cordialmente.
Crescenzo Di Lella
09 febbraio 2014 - e-mail inoltrata all'Ass.re Giovanni Caudo e,p.c. a tutti gli assegnatari dei PdZ - 
OGGETTO: ".............questi giocano mentre Roma affonda............."
Dal quotidiano web: Repubblica.it di oggi: 
TUTTI CONTRO MARINO MANCANO VISIONE E PROGETTI
.........Quel che da tempo pensa il presidente dell'assemblea capitolina, Mirko Coratti, che da Natale in poi (dopo aver "chiuso" l'aula per mancanza di delibere e guidato la maratona sul bilancio 2013) ha disertato lo scranno e mancato tutti gli appuntamenti organizzati dal sindaco. "Questi giocano mentre Roma affonda e io non ho più voglia" ha detto ai suoi per spiegare l'ultima diserzione...............

Ill.mo Prof. Ass.re Giovanni Caudo,
ieri sono passato per Via Grotta Perfetta, dalla strada si nota l'intensa attività edilizia privata di un gruppo di noti costruttori (Mar....., Mez......, etc,), che vendono a prezzi da 4.500 a 6.000 euro a mq., prezzi lontanissimi dalle possibilità economiche dei soci delle nostre cooperative. Tali costruttori, in altre zone della Città (qualcuna vicino a qualche nostro PdZ), pubblicizzano nuove attività edilizie private che certamente avranno lo stesso sviluppo celere nel costruire. Immagino che a qualcuno di questi costruttori disturbi la vicinanza di qualche PdZ di edilizia pubblica e forse ci potrebbero essere pressioni per non farci partire.
Certe meschine insinuazioni sono sono frutto della mia immaginazione, ma fatto sta, che loro ed altri (famiglia C.... compresa) dal 2004 hanno realizzato migliaia di mc e noi neanche 1 mc, !  
Tra l'altro molti di questi mc, a mio giudizio, sono stati realizzati male e tenendo poco conto delle opere di urbanizzazione (vedi cavalcavia sulla Laurentina, etc.). 
Tra l'altro alcuni vincoli paesaggistici sfiorano le loro proprietà ed invadono totalmente i nostri Piani, ma sono certo che sono solo coincidenze e non c'è minimamente la volontà di limitare l'edilizia pubblica (convenzionata, agevolata, etc.).
In questi giorni Ass.re assistiamo ad un contrasto tra Giunta e Consiglio, che non ci affascina e non ci piace. Questo contrasto potrebbe allungare ulteriormente i tempi d'inizio della nostra attività, visto che la convenzione necessita di un nuovo passaggio in Aula.
Le parole dette dal Presidente Coratti credo si riferiscono alla Roma della classe medio bassa. E' questa la Roma che ha bisogno di un vostro contributo, che non è di ordine economico, ma riguarda solo la celerità e l'efficienza di un Amministrazione che prioritariamente dovrebbe occuparsi dei bisogni dei cittadini con redditi medio bassi, che con enormi sacrifici, provano a soddisfare le loro necessità abitative.   
E' importante curare gli interessi dei noti, ma è ugualmente importante curare gli interessi dei poveri, di chi, con sacrificio, ha intrapreso un cammino e non sa quando potrà concluderlo !
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
03 febbraio 2014 coop V Casette Pater - Consegnata al protocollo del Dipartimento l'accurata documentazione catastale utile (si spera) a determinare definitivamente il costo del PdZ. La documentazione è accompagnata da una dettagliata relazione dell'Arch. G.........  
29 gennaio 2014 coop I-II-IV Tenuta Vallerano - Il CdA del Consorzio Tenuta Vallerano ha incontrato l'Ass.re Caudo. Nell'incontro sono stati esaminati anche alcuni aspetti relativi all'accesso viario al Piano di Zona (si sta cercando di entrare direttamente alla seconda rotonda, evitando di andare alla terza per poi tornare alla seconda).    
21 gennaio 2014 coop I-II-IV Tenuta Vallerano - Preso in consegna l'ultimo piccolo lotto espropriato, che non necessita di sondaggi. Gli espropri del PdZ, dopo quest'ultima acquisizione, sono terminati.
11 gennaio 2014 coop I-II-IV Tenuta Vallerano - e-mail inoltrata a tutti gli operatori del PdZ:
Le indagini archeologiche globali possono considerarsi concluse ad esclusione degli approfondimenti che, al momento, risultano di scarso valore archeologico ed interessano una minima parte del Piano di Zona.
Si sta provvedendo a scavare una parte della zona a verde per tutelarsi da eventuali future variazioni urbanistiche del Piano. Potrebbe essere rivista la collocazione dei comparti perché per collocare tutta la cubatura i fabbricati verrebbero troppo vicini tra loro. Il costo dello scavo è irrisorio è ci consente di ragionare su distribuzioni di cubatura più razionali, rispetto alle attuali. Il tutto dovrebbe completarsi, condizioni meteo favorevoli, entro la prossima settimana (esclusi gli approfondimenti che necessitano di ulteriore tempo).
Siamo vicini a superare il primo ostacolo del Piano ( nulla osta, indagini archeologiche), pertanto, si invitano i pochi operatori che ancora non hanno aderito al Consorzio Tenuta Vallerano di presentare la relativa domanda. 
Nei prossimi giorni si terrà l'ultimo incontro della commissione incaricata della revisione della convenzione, quindi, in un paio di mesi dovrebbe concludersi anche l'iter in aula consiliare per l'approvazione del provvedimento. 
07 gennaio 2014 coop. I-II-IV Tenuta Vallerano - E' stato preso in consegna il penultimo lotto di terreno espropriato, manca solo un'ultima piccola particella. Sono rispesi i lavori di scavo, sospesi durante le festività, l'area rimanente da sondare è minima. Ci si avvia alla conclusione delle indagini archeologiche globali (salvo alcune zone dove sono stati ritrovati reperti, al momento, di scarso valore archeologico. In queste zone, così come ordinato dalla Soprintendenza, i lavori di scavo vengono eseguiti manualmente).  
27 dicembre 2013 coop. I-II-IV Tenuta Vallerano - E' stata presa in consegna una nuova area da sondare. Rimangono da prendere in consegna altre due piccole particelle. Gli scavi archeologici globali sono vicini alla conclusione (salvo approfondimenti su alcune zone dove sono stati ritrovati reperti, al momento, di scarso valore archeologico). 
16 dicembre 2013 coop. V Casette Pater - Per visionare le piantine degli appartamenti clicca a sinistra su: Coop. V Casette Pater 4. 
09 dicembre 2013 coop. V Casette Pater - Consegnata in Dipartimento la Planimetria congiunta del Comparto A (clicca a sinistra su: foto PdZ Casette Pater 4) - Lunedì 16 dicembre 2013 alle ore 18,00 terremo una riunione dei soci in Via S. Teodoro n. 70 che verterà anche sulla scelta provvisoria dell'alloggio.    
07 dicembre 2013 coop. I-II-IV Tenuta Vallerano - E-mail inoltrata a tutti gli operatori del Piano di Zona:
Ieri pomeriggio ho fatto una capatina a Vallerano per visionare i lavori di scavo. Ho trovato due operai a pulire ( a mano e col "pennellino")  quattro mattoni di una presunta capanna rurale romana ed un nuovo sbancamento per una presunta cava romana, che a giudizio dell'archeologo (incaricato al controllo dei lavori) deve essere scavata per approfondimenti !
Io che quotidianamente passo per il quartiere Testaccio di quei quattro mattoni che a Vallerano, vengono lucidati col pennello, ne vedo una montagna abbandonata, denominata appunto, monte dei cocci e mai e poi mai avrei pensato di scavare una presunta cava per trovare, sicuramente altra terra. 
Capisco che se avessero trovato una villa romana con mosaici e stucchi gli approfondimenti dovevano ritenersi, necessari e leciti. 
Ritenete giusto che in questo momento di crisi economica, che vede i nostri soci (tutti di classe medio/povera) impegnati in uno sforzo economico encomiabile (ricordo che ogni cooperativa ha versato finora per gli scavi circa 10.000 euro !), per cercare di avere un alloggio a prezzi inferiori a quelli di mercato e per dare un po di ossigeno all'asfittica economia capitolina, impegnare i nostri sudati risparmi (di gente che mediamente guadagna 1.300 euro al mese) per approfondimenti archeologici di tal genere ?         
IO DICO DI NO !  Pertanto, ho parlato ieri pomeriggio con la Funzionaria del Ministero Letizia Rocci, che sotto la Direzione del Dott. Cerechino è incaricata per Vallerano. La Rocci mi ha assicurato che si farà promotrice per un incontro sul posto, tra i vari soggetti interessati agli scavi. Noi (per motivi di opportunità) saremo presenti a questo appuntamento solo con i tecnici (oltre allo scrivente che, come sempre, riferirà sui risultati).
RESTA INTESO CHE SE DA QUESTO INCONTRO DOVESSERO EMERGERE CONCLUSIONI POCO RAZIONALI, NE CHIEDEREMO UN SECONDO CHE VEDRA'  LA PRESENZA DI TUTTI GLI OPERATORI E SOCI DELLE NOSTRE COOPERATIVE (Coop. Forze dell'Ordine ed altre assegnatarie del PdZ).
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella 
01 dicembre 2013 coop. V - Casette Pater - Gli Architetti (............) hanno completato la planimetria generale del comparto A con il posizionamento dei fabbricati. La planimetria va firmata dai Presidenti delle Cooperative e dai tecnici e consegnata in Dipartimento. 
A breve convocheremo una riunione dei soci  che avrà nell'OdG anche la scelta dell'alloggio. 

15 novembre 2013 - NO mutui INPDAP alle Cooperative.

Facendo seguito a quanto riportato sul sito dell'Inpdap, mi sono recato presso la Direzione Nazionale Credito dell'Istituto (con la dovuta documentazione), per chiedere i mutui necessari alle nostre Cooperative. Una Gentilissima Signora della Direzione mi ha mostrato la circolare che riporto:

"Con la delibera n. 166 del 10 marzo 2010, il Commissario straordinario ha approvato il nuovo regolamento per l'erogazione dei mutui ipotecari edilizi agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, che è entrato in vigore a decorrere dal 1° luglio 2010, detto regolamento tra l'altro contiene l'abolizione della prestazione mutui alle cooperative di iscritti come delibera da Commissario straordinario con delibera n. 155 del 2010. Pertanto la prestazione non è più concedibile e la pagina internet deve essere aggiornata con l'eliminazione della procedura per accedere ad una prestazione ormai inesistente".  - CDL -  
14 novembre 2013 - Coop. I-II-IV - Tenuta Vallerano - e-mail inoltrata al Prof. Ass.re Caudo e per cc agli operatori del PdZ
Cinzia Esposito FOR PRESIDENT !
Impossibile ma vero ! 
l'Arch. Cinzia E....... (Direttore di Direzione, nonché Dirigente interinale dell'Ufficio Espropri) in tre ore ha risolto il problema della presa in possesso di alcuni lotti del PdZ Tenuta Vallerano.  
Erano circa sei mesi che non riuscivamo a concludere un normalissimo percorso amministrativo che ci consentisse di avere in possesso gli ultimi lotti di Tenuta Vallerano.
Inspiegabili rinvii, tra l'altro verbalizzati, ed una serie di eclatanti errori, hanno impedito fino a stamane un nostro diritto. Avere in possesso le ultime aree del PdZ per completare i sondaggi archeologici.  
Questa situazione ha gravato notevolmente sulle nostre risorse personali ed ha ritardato un percorso di sviluppo economico che è necessario portare avanti celermente, per il bene di tutta la comunità capitolina.  
Vi assicuro che l'Arch. E........ non ha adoperato bacchette magiche o strabilianti alchimie, ha solo convocato alle ore 8,00 presso il Suo Ufficio chi di dovere.
Chi scrive, assieme al Sig. Sandro Santucci, ed a tutti gli altri assegnatari del PdZ non può che esprime apprezzamento per questa encomiabile azione amministrativa, compiuta nei confronti di persone della classe medio/bassa che, con notevoli sacrifici, stanno tentando di avere una casa in cooperativa. 
Noi non chiediamo favoritismi o formuliamo richieste di privilegio, chiediamo solo che i percorsi amministrativi siano portati a conclusione in tempi razionali. 
Un grazie particolare va al Prof. Ass.re Giovanni Caudo, che ha sapientemente scelto la persona giusta.
Crescenzo Di Lella
10 novembre 2013 - Coop I-II-IV - Tenuta Vallerano - e-mail del Prof. Ass.re Caudo con la mia risposta:
Sottoelencata la risposta del Prof. Ass.re Caudo alla mia e-mail.
Ringrazio l'Assessore Prof. CAUDO per la cortese risposta che condivido totalmente.
Preme solo ribadire che la presa in possesso di alcune aree, da me segnalate, sono iniziate circa cinque mesi fa e non se ne riesce a vedere la conclusione, al riguardo, comunico che abbiamo già preso contatti con l'Arch. Cinzia E........ e fissato un incontro per la prossima settimana. 
Quando abbiano iniziato questo percorso, nel 2003, nessuno di noi immaginava che non avremmo messo un mattone dopo 10 anni, mentre i soliti noti in 10 anni hanno costruito milioni di mc. in ogni angolo della città.
In prevalenza, si è costruito troppo e male ed i prezzi praticati, negli anni, sono diventati irraggiungibili per un impiegato comunale/statale. L'introduzione dell'euro, con i bassi costi dei mutui, ha contribuito a far triplicare i costi delle abitazioni dal 2000 al 2008. 
Riusciremo a dare una risposta, con la 167 attuale, ai bisogni della ex classe media, che oramai è quasi classe povera ? 
Nei prossimi mesi vedremo se la ex classe media riuscirà a chiudere il percorso iniziato nel 2004, quello di avere un alloggio in proprietà a costi inferiori a quelli di mercato. Ricordo che i soci delle Coop. delle Forze dell'Ordine, usufruiscono di un irrisorio contributo Regionale, stimato in una cifra inferiore ai 5000 euro ad alloggio. 
Assessore, in questo contesto, possiamo permetterci ostacoli burocratici/amministrativi che gravino ulteriormente sulle esigue risorse economiche in possesso dei soci ?  
Credo che la risposta sia no, da parte di tutti (era questo no che volevo rimarcare, nel e-mail precedente). 
Per consentire questo, può contare sulla nostra totale collaborazione e noi credo possiamo contare sulla Sua, già dimostrata collaborazione, riscontrata, anche nello Staff che l'affianca (Dott. Luca Lo B........ Sig.ra Maria Licia V......., etc.). A loro o alla S.V., ci rivolgeremo in caso di nuovi insormontabili ostacoli, che mi auguro improbabili, vista la scelta di inserire ad un ruolo apicale un Dirigente di alto livello qualitativo quale è la Dott.ssa Arch, Cinzia E........   
Nel confermarLe la nostra ammirazione per il lavoro che sta svolgendo e nella speranza di continuare il costruttivo confronto con la S.V., salutiamo cordialmente.
Crescenzo Di Lella
cell 335 8126163
Consorzio Casa Polizia Locale                     
---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: GIOVANNI.CAUDO 
Date: 09 novembre 2013 23:31
Oggetto: Re: Sindaco MARINO: Se ci sei, batti un colpo !
A: Crescenzo di lella <crescenzodilella@gmail.com>
Gentile Dott. Di Lella,
mi dispiace molto per quanto mi scrive e per le conseguenze che quanto successo può avere sul suo lavoro. A fine Settembre il direttore dell'Ufficio espropri l'ing Voce è stato spostato (non per mia volontà) presso la direzione di un Municipio. Nello stesso tempo si stava procedendo alla riorganizzazione di tutto l'ufficio la cui ordinanza è stata definitivamente approvata proprio in questa settimana. In attesa della riorganizzazione si è deciso di non procedere con nuove assegnazioni temporanee.
Oggi l'ufficio ha un nuovo dirigente e si tratta del dirigente apicale, l'arch. Cinzia E........... 
Come vede sono d'accordo con lei tranne che sul punto che non si sta facendo niente! E' vero esattamente il contrario, stiamo facendo il meglio che possiamo per ridare efficienza a un ufficio così importante che da anni è trascurato e che ha portato ad avere numerosi contenziosi che pesano sul bilancio del Comune. 
Capisco che le situazioni si trascinano da anni e che anche un piccolo ritardo che giunge dopo anni di attesa possa lasciare spazio all'irritazione e alla sfiducia. Nello scusarmi ancora per quanto avvenuto spero che vorrà dare atto a questa amministrazione di quanto si sta facendo nell'interesse della città.
Un saluto cordiale
Giovanni Caudo
06 novembre 2013 - Coop I-II-IV - Tenuta Vallerano - e mail inoltrata a tutti gli assegnatari del PdZ:
Nonostante le varie vicissitudini, gli scavi archeologici sul PdZ Tenuta Vallerano continuano normalmente.
Gli scavi effettuati sono circa 80% del totale del piano (anche grazie alla disponibilità di alcuni proprietari in attesa della presa in consegna).
La zona ritenuta particolarmente interessante dal punto di vista archeologico (il comparto I), al momento, non sembra di elevato interesse.
Come potete rilevare dalle foto allegate i ritrovamenti sono di scarsa entità e se rimarranno tali non credo che sara necessario intervenire con varianti. 
Nei comparti sondati (senza ritrovamenti) sono già iniziati gli interramenti delle trincee.
Si invitano gli assegnatari, che ancora non hanno aderito al Consorzio, di inoltrare la richiesta di adesione. Preme ricordare che lo Statuto prevede il pagamento di ulteriori spese (per i pagamenti pregressi) se si aderisce successivamente.
Ricordo, a chi ha firmato il contratto d'appalto per gli scavi archeologici, che è buona norma provvedere a rispettare quanto firmato anche in relazione ai pagamenti richiesti. Per portare avanti il Piano sono basilari le risorse economiche. In mancanza di queste sarà difficile completare il restante 20% del PdZ che rimane da sondare.   
L'Ass.re Caudo ci ha assicurato che a breve saremo chiamati a firmare la convenzione. Una apposita commissione sta lavorando al riguardo. 
Inoltre, siamo in attesa di essere convocati dalla Regione Lazio Ass.re Refrigeri, perché è in via di soluzione il problema dell'affitto permanente. 
Nella speranza di poter contare sulla collaborazione di tutti, saluto cordialmente.
Crescenzo Di Lella
PER VEDERE LE FOTO CLICCA SULLA COLONNA A SINISTRA : foto PdZ Tenuta Vallerano 
04 novembre 2013 - Coop. I-II-IV - Tenuta Vallerano - e-mail indirizzata al Sindaco di Roma, Ass.re Caudo, etc. 
Torno adesso, notevolmente rammaricato e depresso, dopo aver passato la mattinata all'Ufficio Espropri del Comune di Roma. 
Domani dovevano essere prese in possesso, alcune aree da mesi espropriate, del PdZ Tenuta Vallerano, ma, visto che da mesi manca il Dirigente dell'Ufficio Espropri, nessuno dei Funzionari presenti ha voluto dare l'ok e quindi il tutto dovrà essere nuovamente notificato ai proprietari delle aree, con un notevole spreco di tempo e di soldi pubblici, che si sommano agli ingenti danni che subiremo noi Cooperative delle Forze dell'Ordine ed altre, impegnate in loco per l'effettuazione degli scavi archeologici.

Io mi chiedo, se il Sindaco Marino e tutta la Sua Giunta si rendano conto in che modo e ridotta la Città. Dopo Ferragosto, sotto casa mia, non hanno riaperto tre negozi, è rimasto solo il compra oro !
Nonostante ciò e da mesi che non si riesce a chiudere il puzzle dei Dirigenti comunali. Dopo sei mesi ancora non si vedono atti concreti di governo, i giornali ne parlano ampiamente e quindi è inutile ritornarci sopra, ma tale stato di cose va risolto al più presto, perché dobbiamo dare risposte concrete ai soci delle nostre Cooperative, uomini e donne delle Forze dell'Ordine che quotidianamente sono impegnate ad assicurare il sereno svolgersi della vivibilità cittadina e che, con enormi sacrifici (nonostante la crisi), cercano di avere un alloggio in cooperativa a costi inferiori a quelli di mercato.

Quale è la risposta dell'Amministrazione alle nostre richieste ? Devo dire una buona risposta verbale da parte dell'Assessore Caudo (questo è il mio giudizio,  dopo averlo incontrato alcune volte), che cozza inesorabilmente col riscontro che quotidianamente abbiamo con la gestione amministrativa. 
Va bene parlare adeguatamente e razionalmente sugli aspetti urbanistici attuali e futuri (io molte cose le condivido anche), ma se manca la necessaria capacità gestionale dirigenziale degli uffici, il tutto viene vanificato ed ha come conseguenza il blocco totale dell'attività operativa: SI FA POCO O NIENTE !   Il fare poco o niente, può essere anche un obiettivo politico dell'Amministrazione, ma se è così è giusto che ce lo dica ! Noi faremo un assemblea per dirlo ai nostri soci. Non possiamo minimamente illudere chi ha riposto in noi la propria fiducia. Sono dieci anni che aspettiamo una risposta alle nostre legittime richieste !  

La mancanza verificatasi in mattinata è di una gravità inaudita e quindi chiediamo un incontro a breve con l'Assessore Caudo per sapere se intende o meno adottare i necessari provvedimenti, per fare in modo che tali assurdità gestionali vengano a cessare. 
Con la speranza di essere ricevuti, salutiamo cordialmente.
Dott. Crescenzo Di Lella
30 ottobre 2013 - Coop. V - Casette Pater - Sono terminati gli scavi archeologici anche sul comparto B - Restiamo in attesa del nulla osta della Soprintendenza - Si sta predisponendo il frazionamento del comparto A - A breve terremo una riunione dei soci.  
25 ottobre 2013 - Coop. V - Sono terminati gli scavi archeologici sul comparto A (senza ritrovamenti). Il terreno è buono. 
Per ottenere il nulla osta è necessario completare gli scavi anche sul comparto B - (clicca a sinistra per vedere foto)
23 ottobre 2013 - Per tutte le Coop. - Apertura conti correnti per le Cooperative che hanno iniziato l'attività lavorativa:
 Ai soci del Consorzio Casa Polizia Locale (nonché Presidenti delle Cooperative: Polizia Locale Arvu I - II - III - IV - V - X - via e-mail)
Così come confermato ieri dalla commercialista, il pagamento delle prime fatture (da parte delle 4 cooperative che hanno iniziato l'attività lavorativa) rende necessaria l'apertura dei conti correnti individuali (uno per ogni cooperativa), pertanto, nei prossimi giorni, i Presidenti interessati verranno contattati da Segr. Amm.vo Tuveri, per gli adempimenti del caso.
Nel colloquio, avuto ieri nello studio della commercialista, è emerso un altro importante elemento da valutare con attenzione; lo scrivente non può avere il conto corrente cointestato con i Presidenti delle Coop.- Quindi, il Consorzio perderebbe il controllo contabile sulle Cooperative che gestirebbero in maniera autonoma il proprio conto corrente.
Preme ricordare che il progetto Casa Arvu, sin dalla sua nascita, non ha mai contemplato tale evenienza, tanto che, è stato costituito il Consorzio Casa Polizia Locale, proprio per armonizzare l'attività di tutte e 7 le nostre cooperative e per confrontarsi, con un peso maggiore, con gli organi istituzionali e con altre strutture utili al nostro scopo sociale (dare una casa ai soci a prezzi, notevolmente inferiori a quelli di mercato.   
Alla luce di quanto suesposto (e confortati anche dal parere di esperti) credo sia opportuno che i soci continuino a versare le somme, deliberate dalle Assemblee delle varie Cooperative, sempre sul conto corrente del Consorzio Casa Polizia Locale, questi, all'occorrenza (a fatture emesse), provvederà a fare un bonifico sul conto corrente della Cooperativa/e, per permettere il pagamento delle somme richieste.
Tale procedura consentirà allo scrivente ed ai Presidenti, tutti facenti parte del Consorzio Casa Polizia Locale, di avere una gestione globale, razionale ed armonica  ed un indispensabile controllo contabile centralizzato. 
Preme ricordare che, al fine di dare la più ampia trasparenza ad ogni azione intrapresa, i soci (anche singolarmente), possono, in ogni momento, fare un controllo contabile, sia della propria cooperativa che del Consorzio Casa Polizia Locale.
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
20 ottobre 2013 - Coop. I - II - IV - Gli scavi archeologici a Vallerano sono circa al 60%
18 ottobre 2013 - Coop. I - II - IV -  Cinque Cooperative del Gruppo concorrente (che avevano presentato domanda per avere assegnato Vallerano, ma,  l'Amministrazione Comunale aveva assegnato a noi il Piano) hanno inoltrato ricorso al TAR (chiedono l'annullamento della Delibera d'Assegnazione). Nei prossimi giorni terremo un'Assemblea con tutti gli operatori assegnatari del Piano di Zona, per esaminare il ricorso e le eventuali azioni da intraprendere.       
28 settembre 2013 - Coop. V - Incontro Presidenti Coop., Tecnici, Impresa, sul PdZ - Si è deciso di iniziare gli scavi archeologici il 07 ottobre 2013. 
27 settembre 2013 - Coop. I - II - IV - Incontro con Ass.re Giovanni Caudo (per resoconto, clicca sulla colonna a destra TENUTA VALLERANO)  
18 settembre 2013 - Coop. I - II - IV - Presso il Notaio Centini è stato costituito il Consorzio: Tenuta Vallerano che si occuperà di gestire le opere di urbanizzazione del Piano di Zona (per vedere lo Statuto clicca, sulla colonna a sinistra: statuto cons. Tenuta Vallerano).    
10 agosto 2013 - Coop. I - II - IV - Sono arrivate le prime fatture relative agli scavi archeologici (clicca, di fianco a sinistra, su Cooperative I-II-IV TENUTA VALLERANO), per dar corso ai pagamenti è necessario che tutti i soci versino, quanto deliberato nell'ultima assemblea E 1200, inderogabilmente entro il 07 settembre 2013 -  
In caso contrario si procederà secondo le norme previste dallo Statuto: art. 12 ed art. 17 (clicca di fianco a sinistra su: statuto cooperative) 
22 luglio 2013 - Coop. I - II - IV -  Sono iniziati gli scavi archeologici a Tenuta Vallerano (clicca sulla colonna a sin.: foto PdZ Tenuta Vallerano), pertanto, così come deliberato nell'ultima Assemblea dei soci è necessario versare la somma di euro 1.200, perentoriamente, entro il 07 settembre 2013 sul cc. Casa Polizia Locale (Banca Intesa-causale scavi archeologici)  IBAN:
     IT10 M030 6903 2811 0000 0004 062     
22 giugno 2013 - Coop. I - II - IV - sms inviato ai soci : L'assemblea del 20 u.s. oltre ad aver trattato temi gestionali ha deliberato, per gli scavi archeologici, di versare E 1.200 non appena questi inizieranno. L'inizio degli scavi è previsto per il prossimo mese di luglio (seguirà ulteriore comunicazione in merito).
08 giugno 2013 - Coop. I - II - IV - PER VEDERE TENUTA VALLERANO, clicca: http://maps.google.com/?ll=41.77690,12.48205&z=19&t=h
Per vedere la planimetria del Piano e la Delibera di Giunta, clicca, sulla colonna a sinistra: Coop. I-II-IV TENUTA VALLERANO 
03 giugno 2013  - Coop. V - 
Il Dipartimento ci ha consegnato, per gli scavi archeologici, il Comparto A del PdZ Casette Pater 4 -
22 maggio 2013 - Coop. I - II - IV -
IN SERATA LA GIUNTA COMUNALE HA ASSEGNATO I PdZ: VALLERANO, CECCHIGNOLA, GROTTE CELONI 
14 maggio 2013 - Coop. I - II - IV - e-mail inviata al Sig. Sindaco di Roma
Ill.mo Sig. Sindaco,
l'abbiamo vista ieri sera nel Suo efficace intervento in TV, dove ha trattato anche il problema della casa. 
Forse Lei non sa che le Cooperative Edilizie composte da soci, appartenenti all'Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili Urbani, Militari, rischiano di non avere l'assegnazione sui Piani di Zona della 167 dove sono state localizzate VALLERANO, CECCHIGNOLA, GROTTE CELONI, per un indicibile gioco di rimpalli  e ritardi burocratici che coinvolgono gli Uffici del Direttore del Dipartimento Urbanistica e gli Uffici dell'Edilizia Residenziale Pubblica.      
Ieri con una numerosa delegazione siamo stati in molti di questi Uffici e sembra che quanto promesso dall'Ass.re Corsini (alle nostre Cooperative) oltre due mesi fa fatica ad arrivare a conclusione. Ad esempio ieri all'Edilizia Pubblica, ancora non sapevano nulla dell'accordo raggiunto, oltre un mese fa, con il proprietario di Vallerano ! ! !
Ci risulta che l'ultima Giunta ci sarà mercoledì 22 maggio 2013 e ancora siamo a questi livelli ! 
SIAMO DELUSI E RAMMARICATI NEL VEDERE COME VENGONO TRATTATE LE NOSTRE ESIGENZE ABITATIVE e per la stima e l'ammirazione che nutriamo per la Sua persona, la preghiamo cortesemente di fare qualcosa per velocizzare l'iter burocratico, in modo da permettere alla Sua Giunta di portare a termine un assegnazione per le famiglie degli uomini e donne che quotidianamente svolgono il proprio lavoro per la sicurezza e l'armonia della collettività cittadina.  
Certi di poter contare sulla Sua collaborazione, salutiamo cordialmente.
Dott. Crescenzo Di Lella
cell. 335 8126163
Consorzio Casa Polizia Locale 

13 maggio 2013 - Coop. I - II - IV - e-mail inoltrata agli operatori localizzati sul PdZ VALLERANO:
OGGETTO: Proficuo incontro con il Dott. Voce
In mattinata, nonostante senza appuntamento, una nostra numerosa delegazione è stata ricevuta dal Dott. Giuseppe Voce, Dirigente dell'Ufficio Espropri. Il Dott. Voce ha dato risposte adeguate ad ogni nostro quesito, ma ha anche riferito che non sono ancora pervenute all'Ufficio Espropri alcune incombenze che devono essere prodotte ed inoltrate dall'Ufficio Edilizia Residenziale Pubblica  (ad. es. frazionamento Vallerano etc.). Ha evidenziato che il limitato tempo, prima della pausa elettorale, potrebbe non consentire il completo svolgimento di ogni attività di esproprio, ma che comunque i Suoi Uffici faranno di tutto pur di riuscirci.  
Al Dott. Voce va la nostra gratitudine per la disponibilità, la capacità, l'impegno e la voglia di collaborazione, dimostrata nei confronti delle Cooperative delle Forze dell'Ordine e Militari. 

Alla luce di quanto suesposto reputiamo opportuno riconvocare il gruppo dei localizzati sui PdZ: VALLERANO, CECCHIGNOLA, GROTTE CELONI  il giorno
GIOVEDI' 16 MAGGIO 2013 alle ore 11,30
presso il Dipartimento Edilizia Residenziale Pubblica, davanti alla stanza del Direttore, Arch. CARLA CAPRIOLI, se assente ci recheremo dall'Ing. ERRICO STRAVATO e poi alla Segreteria dell'Assessore MARCO CORSINI.
Certi di poter contare sulla presenta di tutti, salutiamo cordialmente.  
Dott. Crescenzo Di Lella 
Consorzio Casa Polizia Locale
11 maggio 2013 - Coop. I - II - IV - e-mail inoltrata al direttore dell'Ufficio Espropri Dott. Giuseppe Voce:
OGGETTO: PdZ VALLERANO - CECCHIGNOLA - GROTTE CELONI - 
Ill.mo Dott. Voce,
I suindicati responsabili, appartenenti a Imprese o Cooperative delle Forze dell'Ordine e Militari (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Locale) verranno tutti o con una delegazione:
LUNEDI'  13 MAGGIO 2013  alle ore 11,30
nel Suo Ufficio per chiedere un appuntamento con la S.V. utile a conoscere alcuni aspetti espropriativi dei Piani di Zona in oggetto indicati.
Le nostre Cooperative, ormai sono allo stremo. I nostri soci è dal lontano anno 2004 che attendono una risposta ai propri bisogni abitativi. Siamo vicini alla meta, che può essere raggiunta solo con l'apporto della struttura da Lei diretta. Un ritardo negli espropri, ci porterebbe a non ottenere l'assegnazione prima del momento elettorale e per forza di cose i tempi slitterebbero a dismisura. Sono nove anni che aspettiamo e non possiamo aspettare oltre, il morale è a pezzi e l'amarezza anche.
Confidando nella Sua collaborazione e con la speranza di avere una data a breve per l'incontro dalla Sua segreteria (dopodomani), salutiamo cordialmente.
Dott. Crescenzo Di Lella
Consorzio Casa Polizia Locale
03 maggio 2013 - Coop. I - II - IV - ultime e-mail inoltrate all'Ass.re Corsini e,p.c. a tutti gli operatori localizzati sul PdZ Vallerano:
Il giorno 29 aprile 2013, con la sottoelencata nota è stato chiesto un incontro urgente all'Ass.re Corsini.
Sono passati 5 giorni è non abbiamo avuto nessuna risposta in merito.

In mattinata sotto le scale del Dipartimento (alle ore 13,30 circa) ho incontrato casualmente l'Ing. Pauluzzi ed il Sig. Sandro Santucci (prop. Vallerano e Cecchignola)
L'ing. Paulizzi ha detto che il Dipartimento è in attesa di ricevere (quanto inviato dal Notaio del proprietario al Segretariato), per poi predisporre la Determina a firma del Direttore e rinviare il tutto, per la firma del proprietario, al Segretariato.
MA UDITE UDITE, circa 50 minuti fa ho ricevuto una notizia assurda ! Risulta allo scrivente, che personale dell'ufficio del Notaio del proprietario, non può inviare gli atti al Segretariato, perché il Segretariato non li accetta senza l'ok del Dipartimento ! ! ! ! ! ! !
ORA IO MI CHIEDO: se il Segretariato non ha gli atti predisposti dal Notaio, che cosa può mandare al Dipartimento ? ? ? ? ? 
SE COSI FOSSE il film del 1973 diretto da George Roy Hill con Paul Newman e Robert Redford:"La Stangata" è nulla al cospetto dei suelencati macchiavellici giochi di rinvio. 

Al fine di far luce su quanto suesposto, lunedì p.v. alle 10,30 proverò a recarmi presso gli uffici del Segretariato per cercare di capire come veramente stanno le cose.
Credo sia opportuno che ci incontriamo tutti (nessuno escluso)  LUNEDI'  06 MAGGIO 2013 ALLE ORE 12,30 negli Uffici dell'Assessorato in Via del Turismo, per fare il punto della situazione e per sollecitare l'incontro con L'Ass.re Corsini.

ASSESSORE E' ARRIVATO IL MOMENTO DI DIRCI SE VUOLE O MENO ASSEGNARCI: VALLERANO E CECCHIGNOLA ! 
SE NON AVREMO QUESTI PIANI DI ZONA MOLTE COOPERATIVE ED IMPRESE ANDRANNO ALLA ROVINA !

Nel contempo sto cercando di contattare il giornalista MASSIMO FRONTERA del Sole 24 Ore che in data 29 aprile 2013 ha redatto un articolo sulla 167 con dichiarazioni dell'Ass.re Corsini (per leggere l'articolo clicca a sinistra su:"lettere inoltrate"). Oltre alla voce dell'Ass.re, alla stampa, e bene far conoscere anche la voce degli operatori !  Cooperative ed Imprese che stanno per andare sul lastrico, con possibili gesti inconsulti da parte di chi non vede uno spiraglio di luce per il proprio futuro ! 

Certi di poterVi incontrare tutti lunedì, saluto cordialmente. 
Dott. Crescenzo Di Lella
Consorzio Casa Polizia Locale 
     
Il giorno 29 aprile 2013 17:28, Crescenzo di lella <crescenzodilella@gmail.com> ha scritto:
Ill.mo Ass.re Corsini,
con la presente chiediamo un incontro urgentissimo con la S.V. per conoscere la possibilità di avere assegnati, prima del momento elettorale, i Piani di Zona: VALLERANO e CECCHIGNOLA.

In mattinata abbiamo incontrato, in Assessorato, il cordiale Ing. Alessio Paulizzi, che ci ha illustrato le difficoltà di acquisire i Piani a breve.
L'Arch. Natalucci , lo scrivente e tutti i partecipanti hanno fatto presente all'Ing. Paulizzi che la non acquisizione dei Piani danneggerebbe gravemente, le nostre Cooperative e le Imprese localizzate in loco e non consentirebbe l'avvio di un minimo di attività lavorativa, utile a dare un po di ossigeno all'asfittica economia della nostra amata Città. 

I presenti assieme all'Ing. Paulizzi hanno redatto un elenco di cose da fare utili all'assegnazione. L'elenco è formato da 1/2 punti, facilmente risolvibili, con un minimo dialogo tra gli Uffici Capitolini del Dipartimento e del Suo Assessorato. 
L'Ing. Paulizzi si è preso l'incarico di svolgere un coordinamento tra i predetti uffici. 
Tutti i presenti hanno dato la loro totale disponibilità a svolgere, qualunque attività, utile all'assegnazione dei PdZ. 

In attesa di essere convocati, salutiamo cordialmente. 

Crescenzo Di Lella
cell. 335 8126163
Consorzio Casa Polizia Locale 
  


18 marzo  2013 - Coop. I - II - IV -  e-mail inoltrata a tutti gli operatori localizzati sul PdZ Tenuta Vallerano:
Da notizie ufficiali risulta acquisito il PdZ " Tenuta Vallerano".  
Come ben sapete il Piano partirà in forma ridotta, ma l'Ass.re Corsini si è impegnato a proporre la densificazione immediatamente.

La cubatura totale residenziale (escluso il commerciale) è di mc: 174,720 così divisa:
                                                                                                                           proprietà: mc 82,343
                                                                                                                           operatori: mc 92,377

Vista la notevole riduzione di cubatura (oltre il 38%), è necessario riunire immediatamente gli operatori, localizzati sul Piano, per trovare una razionale soluzione condivisa.
Suggerisco di fare la riunione presso l'Isveur, pertanto, chiedo cortesemente, all'Arch. Natalucci di fissare un incontro entro la corrente settimana. In caso di indisponibilità dell'Isveur la riunione può essere indetta dallo scrivente o da altro soggetto localizzato sul Piano di Zona.
Crescenzo Di Lella

28 febbraio 2013 - Coop. V - Martedì p.v. il nostro Arch. Gavasso con L'Arch. Co.............. ed i tecnici del Comune faranno un sopralluogo sul PdZ utile alla consegna del terreno (Casette Pater 4)
24 gennaio 2012            Finalmente è iniziata in Assemblea Capitolina la discussione della Delibera inerente la convenzione.
Solo al quarto appello si è riusciti ad avere il numero legale per iniziare i lavori.
Una maggioranza con notevoli difficoltà a tenere i necessari numeri in Aula riuscirà ad affrontare i circa 1100 emendamenti presentati dalla minoranza ? 
Ci stiamo adoperando per cercare di far ritirare buona parte degli emendamenti dalla minoranza, ma questo non toglie che comunque la maggioranza deve essere in Aula ! 
Mi continuo a chiedere: ma esiste ancora la maggioranza ? 
Come fanno i Consiglieri assenti ad essere così irresponsabili nei confronti di migliaia di cittadini e di famiglie che da oltre dieci anni attendono una risposta dall'Amministrazione ?
Anche la Minoranza, però, con tutti questi emendamenti ha messo la nostra semplice Delibera alla stregua di quella dell'Acea ! ! ! Cosa nasconde questa valanga di emendamenti ? Perché anche voi vi accanite contro la cooperazione, prioritariamente con soci appartenenti alle Forze dell'Ordine ?  
Dice l'On. Andreotti che qualche volta a pensar male ci si indovina.    
Cercheremo di avere il nome dei presenti e degli assenti alle prossime sedute e li pubblicheremo sul nostro sito:www.consorziocasapl.it 
Dobbiamo denunciare pubblicamente tali assurdi comportamenti, che tengono fermo un settore utile a creare oltre 2000 nuovi posti di lavoro in Città.
Come sempre invio ogni corrispondenza al Sindaco Alemanno (anche via fax), ma da Lui nonché dalla Sua segreteria, nessuna risposta.
ALEMANNO, se ci sei.....batti un colpo ! ! !   

09/12/2012 - Coop. V - Assemblea congiunta con le Coop. della ....................
                                     martedì 11 dicembre 2012 ore 16,00 in Via S. Teodoro, 70 Roma 
12/10/2012 - Coop. V - Assemblea dei soci : Giov. 18/10/2012 ore 16,30 Via S. Teodoro, 70
                                          O.d.G.: relazione Arch. Gavasso; stato attuale Coop.; varie ed eventuali.
07/10/2012 - Per tutte le Coop. - Inviata e-mail all'Ass.re Marco Corsini
                      (clicca sulla colonna a sinistra: lettere inoltrate).                        
18/09/2012 - Coop. V - nella pagina della Coop.V sono stati inseriti alcuni disegni del PdZ contrassegnati
                               con la sigla A9 -     
01/08/2012 - Oggi in Giunta Comunale sono passati i P.d.Z. Infernetto Nord; 
                      Infernetto Est; Infernetto Ovest; Acilia Madonnetta. Purtroppo in 
                          tali Piani non vi sono nostre Cooperative, confidiamo che nella prossima
                          tornata almeno altre due nostre Cooperative giungano alle meta.                
07/07/2012   - Coop. V     - Per vedere alcune foto del P.d.Z Casette Pater, clicca a sinistra su: "foto P.d.Z." 
                                                     (le ultime 4 foto sono del comparto B) 
02/07/2012 - Coop. V - Presentata al Dipartimento la domanda: consegna dell'area per indagini archeologiche.
Per vedere la domanda e la ricevuta del protocollo clicca sulla colonna a sinistra su: Coop. V 
27/06/2012    Assemblea DI TUTTE LE COOP. c/o il Comando del Corpo -
Oggi pom. si è tenuta l'Assemblea dei Soci di tutte le nostre Cooperative. Scarsa partecipazione dei soci delle Coop. non interessate all'assegnazione. I soci partecipanti  all'Assemblea della Coop. V sono stati 11 su 15 (due erano assenti giustificati e due ingiustificati), pertanto, si presuppone che nella Cooperativa possono trovare posto due nuovi soci, comunque, al fine di evitare equivoci inerenti la convocazione della riunione è stato deciso di convocare, tramite raccomanda, solo per Coop. V una nuova Assemblea in data:
solo per i soci della Coop. V -  martedì  10 luglio 2012  ore 17,00   in Via S. Teodoro n. 70 Roma 
I soci delle altre Cooperative e ove questi non rispondessero, altri colleghi della P.L. interessati al P.d.Z. Casette Pater 4 , sito in Acilia adiacenze Via del Mare (a circa mt. 200 dalla metro), possono inoltrare domanda di interessamento al numero di Fax. 06 69208295. Eventuali inserimenti, salvo parere contrario del C.d.A. della Coop. V, avverranno in base all'iscrizione al Programma Casa. Se non dovessero pervenire richieste in tal senso, si inseriranno i soci interessati delle 4 Coop. che non hanno vinto il bando regionale e poi i nuovi colleghi aspiranti soci (due di questi, presenti in sala oggi, hanno già manifestato interesse per Acilia).
All'Assemblea era presente l'Arch. Corrado Gavasso al quale i soci della Coop. V, presenti, hanno manifestato le loro esigenze abitative (mq. necessari al nucleo familiare).
Per quanto attiene il frazionamento dei costi (potrebbe essere rivisto nella prossima assemblea), è stato così determinato: 
E 50.000 di anticipo da pagare in due anni, cosi suddivisi:
E 5.000 entro il 20 luglio 2012 (per scavi archeologici, recinzione, acconto progettista etc.);
E 20.000 alla firma dell'assegnazione terreno, presumibilmente entro il 20 ottobre 2012 (pagamento terreno al Comune). I restanti E 25.000 rateizzati dal 01 gennaio 2013 fino a fine lavori (pagamento opere di urbanizzazione, etc.).  
Costo presunto totale dell'immobile E 185.000 di cui E 50.000 contanti ed E 135.000 di mutuo. Appartamento di mq. 100 lordi. La determinazione del costo reale sarà possibile solo a progettazione avvenuta e dopo la richiesta dei preventivi alle Imprese costruttrici (dicembre 2012).
ANCHE SE AL MOMENTO LA DISPONIBILITA' DEI POSTI E' LIMITATA CHI E' INTERESSATO AD ACILIA PUO' COMUNQUE INOLTRARE LA DOMANDA DI INTERESSAMENTO PERCHE', ALLE SCADENZE DEI PAGAMENTI PREVISTI, POTREBBERO LIBERARSI ALTRI POSTI.
info cell: 335 8126163 Di Lella  /  338 9407677 Pino Tuveri
                     
26/06/2012    La Deliberazione n. 173 del 13 giugno 2012 è stata pubblicata sul sito del Comune di Roma (comprende la Coop. V - Casette Pater 4). Per visionare la Delibera clicca sulla colonna a sinistra: "Coop. V"
 
15/06/2012  Schema di convenzione (da stipulare tra le Cooperative ed il Comune di Roma) La convenzione è passata in Giunta ma necessita del voto consiliare. Per visualizzare il File clicca sulla colonna a sinistra su "convenzione".
(la convenzione va firmata al momento dell'assegnazione/consegna del terreno) 
 
13/06/2012 Risulta passata in Giunta la delibera del P.d.Z Casette Pater 4 - A breve convocheremo Assemblea di tutti i soci delle nostre Cooperative.                         
 (e-mail inviata ai Presidenti delle nostre Cooperative in data 13/06/12)
Ill.mi Presidenti,
da notizie ufficiose risulta passata oggi pom. in Giunta la Delibera inerente il Piano di Zona: Casette Pater 4 (dove è collocata la Coop. V), appena avrò notizie ufficiali e la disponibilità della sala al Comando, provvederò ad inviare gli sms a tutti i soci.
Sembra sia passata anche la Delibera di convenzione con l'Amministazione, quindi, per la Coop. V dovremmo essere in fase operativa.
Cordialmente.
Crescenzo Di Lella
 
(e-mail inviata il 13 giugno 2012 all'Ass.re Corsini ed a  tutte le Cooperative ed Imprese che hanno fatto domanda con noi)

Risulta che oggi pomeriggio sono passati in Giunta altri due Piani di Zona (Monte Stallonara e Casette Pater) , un secondo passo, dopo il precedente, che da una speranza a tutti noi (ed alla Città intera). L'immobilismo il clientelismo il menefreghismo il burocratismo l’affarismo il lucrarismo,   si può sconfiggere. E’ con questi piccoli passi che la Città comincia a muoversi e ad acquisire punti per ottenere quella crescita che tutti aspettano e che si è abbattuta, come una mannaia, sulla classe medio-bassa ed impiegatizia.

La costante diminuzione del traffico cittadino e dei consumi di benzina, sono la spia (anche se ecologicamente positiva) che i consumi si sono ridotti notevolmente. Se i romani rinunciano all’auto (salvo i giorni di pioggia) significa che la crisi morde !
A questi due primi passi, Ass.re Corsini devono seguirne immediatamente altri, aspettiamo a breve l’assegnazione degli Infernetti di Acilia Madonetta di Cecchignola e di Vallerano, sono Piani che prima della pausa estiva possono-devono essere assegnati, Piani che con un minimo di accordo tra le parti, possono chiudere definitivamente il contenzioso con il gruppo ricorrente.
In attesa delle nuove attesissime assegnazioni, credo sia doveroso ringraziare l’Ass.re Corsini ed il Suo Staff per l’impegno profuso, in particolare, una nota di merito va esternata al giovane Ingegnere Alessio Paulizzi per l’elevata capacità e disponibilità, sempre dimostrata.
Ass.re Corsini, non ci deluda, continui celermente con altre assegnazioni.
Crescenzo Di Lella
Cell. 335 8126163