Etica biblica‎ > ‎

Etica 15

15. La ricchezza e la povertà

  • Affermiamo che Dio, essendo giusto e pieno di amore, si preoccupa in modo particolare dei poveri nella loro miseria.
  • Affermiamo che Dio chiama i suoi figli ad una gestione responsabile della loro vita e delle loro risorse.
  • Affermiamo che lo sforzo di sacrificio per alleviare la povertà, l’oppressione e la sofferenza degli altri è un tratto distintivo della vita cristiana.
  • Affermiamo che l’avidità del povero non è più sana della cupidigia del ricco.
  • Rigettiamo che possiamo a giusto titolo chiamarci discepoli di Cristo se non ci mettiamo attivamente in ansia per il povero, gli oppressi, i sofferenti, specialmente per coloro che condividono la nostra fede.
  • Neghiamo che possiamo considerare la prosperità o la povertà come la misura della nostra fedeltà a Cristo.
  • Neghiamo che sia necessariamente ingiusto che dei cristiani siano ricchi o che certe persone possiedano più di altre
Comments