Etica biblica‎ > ‎

Etica 12

12. Discriminazioni e diritti umani

  • Affermiamo che Dio ha creato l’uomo e la donna a sua immagine e ha concesso ad ogni essere umano dei diritti fondamentali che devono essere salvaguardati, mantenuti e pro- mossi nel campo naturale e spirituale.
  • Affermiamo che ogni essere umano è in ultima istanza responsabile verso Dio del modo in cui ha fatto uso dei suoi diritti.
  • Affermiamo che i cristiani devono difendere i diritti degli altri ed essere pronti a rinunciare ad alcuni di essi per il bene degli altri.
  • Affermiamo che i cristiani devono seguire l’esempio compassionevole di Gesù portando i fardelli di coloro i cui diritti sono lesi.
  • Respingiamo la legittimità di ogni preteso diritto del- l’uomo che viola l’insegnamento della Scrittura.
  • Rifiutiamo di considerare accettabile un atto, se violando i diritti della persona, le viene fatto torto e recato danno alla vita naturale e spirituale.
  • Respingiamo l’idea secondo la quale l’età, l’infermità, le situazioni economiche sfavorevoli, la razza, la religione o il sesso, considerati come criteri di discriminazione, potrebbero giustificare la privazione dell’esercizio e del godimento dei diritti dell’uomo.
  • Rigettiamo che l’arrivismo o la lotta per il potere siano compatibili con l’appello del Cristo a consacrare i nostri diritti al suo servizio.
Comments