Etica biblica‎ > ‎

Etica 05

5. Il carattere sacro della vita umana

  • Affermiamo che Dio Creatore è sovrano su ogni vita umana e che l’umanità è responsabile, sotto la sua autorità, della sua preservazione e della sua protezione.
  • Affermiamo che la vita umana è sacra, perché Dio ha creato l’uomo a sua immagine e a sua somiglianza.
  • Affermiamo che la vita dell’uomo comincia dalla fecondazione e continua fino alla morte biologica. Di conseguenza l’aborto (salvo quando la vita fisica della madre è minacciata), l’infanticidio, il suicidio e l’eutanasia sono forme di omicidio.
  • Affermiamo che la società può infliggere sanzioni penali senza attentare al carattere sacro della vita.
  • Affermiamo che la privazione di acqua e di nutrimento con lo scopo di provocare o di accelerare la morte è una violazione di questo carattere.
  • Affermiamo che è essenziale, poiché i progressi tecnologie della medicina attenuano i confini esatti tra la vita e la morte, valutare ciascun «caso terminale» con la più grande prudenza al fine di rispettare il carattere sacro della vita.
  • Rigettiamo che la qualità della vita umana debba prevalere sulla sua inviolabilità.
  • Rigettiamo che il carattere sacro della vita prenatale impedisca ogni intervento medico per preservare la vita della donna incinta.
  • Rigettiamo che togliere la vita per autodifesa, per esecuzione capitale ordinata dallo stato, o per guerra condotta giustamente, costituisca necessariamente una violazione del carattere sacro della vita umana.
  • Respingiamo l’opinione secondo la quale coloro che rifiutano il fondamento divino di una legge morale siano esenti dal- l’obbligo etico e sociale di preservare e proteggere la vita umana innocente.
  • Rigettiamo che astenersi da interventi medici per prolungare la vita umana violi necessariamente il carattere sacro di questa.
Comments