1. La Chiesa

1.1 La Chiesa

1.1 I diversi significati della parola "chiesa" com'è usata nella Bibbia

1. Qual è il significato del termine "chiesa" com'è usato nella Bibbia?

La parola chiesa, com'è usata nella Bibbia, ha vari significati, usati sia in senso ordinario che in quello religioso.

2. Qual è il significato della parola "chiesa" com'è usata nella Bibbia in senso ordinario?

La parola che è tradotta chiesa è usata nella Bibbia nel senso ordinario per significare una qualsiasi assemblea pubblica di persone riunita per consultarsi assieme.

  • Atti 19:32,39,41 "Intanto gli uni gridavano una cosa, gli altri un'altra, tanto che l'adunanza era confusa e i più non sapevano per quale ragione si fossero radunati. (...) Se poi avete qualche altra richiesta da fare, ciò si risolverà nell'ordinaria assemblea. (...) E, dette queste cose, sciolse l'adunanza".

3. Qual è il senso religioso in cui la parola "chiesa" è usata più generalmente nella Bibbia?

Questa parola, in senso religioso, è applicata alla chiesa di Cristo, che è una società di persone chiamate da Dio attraverso l'Evangelo alla fede ed al culto del Signore Gesù Cristo, e di Dio in Lui.

4. Qual è il primo significato della parola "chiesa" in questo senso religioso?

Essa significa una qualsiasi comunità locale o società di cristiani professanti.

  • Colossesi 4:15 "Salutate i fratelli che sono a Laodicea, Ninfa e la chiesa che è in casa a sua" ;
  • Romani 16:5 "Salutate anche la chiesa che è in casa loro; salutate il mio caro Epeneto il quale è la primizia dell'Acaia in Cristo";

5. Qual è il secondo significato della parola "chiesa" in questo senso religioso?

E' applicata a diverse comunità, o chiese, considerate come un solo corpo [1] , sotto la stessa sovrintendenza generale.

  • 1 Corinzi 1:2 "alla chiesa di Dio che è in Corinto ai santificati in Gesù Cristo, chiamati ad essere santi, insieme a tutti quelli che in qualunque luogo invocano il nome di Gesù Cristo, loro Signore e nostro".
  • 1 Corinzi 14:34 "Tacciano le vostre donne nelle chiese, perché non è loro permesso di parlare, ma devono essere sottomesse, come dice anche la legge".
  • Atti 21:20 "Ed essi, udito ciò, glorificavano Dio, poi dissero a Paolo: «Fratello, tu vedi quante migliaia di Giudei vi sono che hanno creduto; e tutti sono zelanti della legge".

6. Qual è il terzo significato della parola "chiesa" nel suo senso religioso?

Significa una qualsiasi assemblea dei responsabili (conduttori) della chiesa quando sono riuniti come corte giudicante.

  • Matteo 18:15-17 "Ora, se il tuo fratello ha peccato contro di te, va' e riprendilo fra te e lui solo; se ti ascolta, tu hai guadagnato il tuo fratello; ma se non ti ascolta, prendi con te ancora uno o due persone, affinché ogni parola sia confermata per la bocca di due o tre testimoni. Se poi rifiuta di ascoltarli, dillo alla chiesa; e se rifiuta anche di ascoltare la chiesa, sia per te come il pagano e il pubblicano".
  • Ebrei 13:17 "Ubbidite ai vostri conduttori e sottomettetevi a loro, perché essi vegliano sulle anime vostre, come chi ha da renderne conto, affinché facciano questo con gioia e non sospirando, perché ciò non vi sarebbe di alcun vantaggio".
  • Vedi anche Atti 14:27; Atti 15:2, 30, 22; Atti 11:26; 1 Corinzi 5.

1.2 La distinzione fra chiesa visibile e invisibile

7. Qual è il quarto significato della parola "chiesa" nel suo significato religioso?

Significa l'intero corpo del popolo redento i Dio, che è stato, o sarà, raccolto insieme, sotto Cristo, il Capo, e che generalmente è chiamato la chiesa invisibile.

  • Efesini 5:25-27 "Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei, per santificarla, avendola purificata col lavacro dell'acqua per mezzo della parola, per far comparire la chiesa davanti a sé gloriosa, senza macchia o ruga o alcunché di simile, ma perché sia santa ed irreprensibile".
  • Colossesi 1:18 "Egli stesso è il capo del corpo, cioè della chiesa; egli è il principio, il primogenito dai morti, affinché abbia il primato in ogni cosa,".
  • Vedi anche Efesini 1:10,22,23; Ebrei 12:23.

8. Perché la chiesa è chiamata invisibile?

Perché la sua unione con Cristo è di carattere spirituale; perché la fede e l'amore di coloro che ne sono veri membri è invisibile agli uomini; e conosciuta infallibilmente solo da Dio, che guarda ai cuori; e perché, in questo senso, la chiesa non ha esistenza formale e visibile, ma è un oggetto di fede, essendo composta da tutti i fedeli membri di Cristo, dovunque essi si trovino.

9. Qual è il quinto significato della parola "chiesa" nel suo senso religioso?

Essa significa l'intero corpo di coloro che, in tutto il mondo, di ogni denominazione e con i loro figli, professano la vera religione, e che è comunemente chiamata la chiesa visibile.

  • Atti 2:39,47 "Poiché la promessa è per voi e per i vostri figli e per tutti coloro che sono lontani, per quanti il Signore Dio nostro ne chiamerà» (...) lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. E il Signore aggiungeva alla chiesa ogni giorno coloro che erano salvati".
  • 1 Corinzi 12:12,13,28 "Come infatti il corpo è uno, ma ha molte membra, e tutte le membra di quell'unico corpo, pur essendo molte, formano un solo corpo, così è anche Cristo. Ora noi tutti siamo stati battezzati in uno Spirito nel medesimo corpo, sia Giudei che Greci, sia schiavi che liberi, e siamo stati tutti abbeverati in un medesimo Spirito. (...) E Dio ne ha costituiti alcuni nella chiesa in primo luogo come apostoli, in secondo luogo come profeti, in terzo luogo come dottori; poi ha ordinato le potenti operazioni; quindi i doni di guarigione, i doni di assistenza e di governo e la diversità di lingue".
  • 1 Corinzi 15:9 "Io infatti sono il minimo degli apostoli e non sono neppure degno di essere chiamato apostolo, perché ho perseguitato la chiesa di Dio".
  • Atti 8 [part. v. 3 ed.] "Ma Saulo devastava la chiesa entrando di casa in casa, trascinava via uomini e donne e li metteva in prigione".
  • 1 Corinzi 10:32 "Non date motivo di scandalo né ai Giudei, né ai Greci, né alla chiesa di Dio".

10. Perché la chiesa, in questo senso, è chiamata chiesa visibile?

Perché tutti coloro che ne sono membri hanno fatto professione [dichiarazione pubblica, ed.] della fede cristiana, inclusi coloro che, sebbene siano membri della chiesa sulla terra, potrebbero non essere membri della chiesa invisibile, non possedendo né fede né amore.

11. Possono dunque esservi rami o sezioni distinte della chiesa visibile?

Sì, vi possono essere rami o sezioni distinte della chiesa visibile in diverse nazioni, come la Chiesa di Scozia, la Chiesa di Ginevra, la Chiesa d'Inghilterra ecc. Tutte queste, nella misura in cui sostengono la stessa fede, sono parti componenti dell'unica chiesa visibile universale, allo stesso modo come le acque di mari diversi, variamente distribuite e denominate, sono ciononostante connesse fra di loro e formano parti componenti dell'unico e stesso oceano [2] .

12. Forse che questa distinzione fra chiesa invisibile e chiesa visibile suggerisce che vi siano due chiese invece che una?

No, dato che con questi termini distinguiamo la chiesa solo nella sua forma esteriore dalla stessa chiesa nel suo carattere interiore e spirituale. Come chiesa visibile, essa vi include gli ipocriti; come chiesa invisibile, solo autentici credenti. Come chiesa visibile essa richiede dai suoi membri solo una professione di fede esteriore e credibile; come chiesa invisibile, presuppone che in ogni suo membro vi sia una sincera e cordiale ricezione della verità, nell'amore per essa.

13. A quale di queste chiese sono lasciate le promesse di permanenza e di indefettibilità?

Non alla chiesa visibile, che può fallire ed errare in qualsiasi sua parte, ma a quella invisibile, contro la quale le porte dell'Ades non possono prevalere e con la quale sarà Cristo fino alla fine del mondo. È così che vi saranno sempre, in qualche luogo, coloro che credono e professano la vera religione.

1.3 L'attuale uso della parola "chiesa" in questi diversi sensi

14. La parola "chiesa" è ancora usata comunemente in questi vari sensi?

Sì, in tutti questi eccetto che nell'uso non-religioso, perché essa si applica esclusivamente a corporazioni religiose e nel suo senso religioso.

15. Puoi farmi un esempio dell'uso della parola "chiesa" nel suo primo significato?

Parliamo delle diverse chiese esistenti in una città, come pure, quando ve ne sono più di una della stessa denominazione, per esempio, la presbiteriana, parliamo di prima, seconda, o terza chiesa presbiteriana.

16. Puoi farmi un esempio dell'uso della parola "chiesa" nel suo secondo significato?

Parliamo della Chiesa presbiteriana negli Stati Uniti d'America [3], come pure di altre chiese.

17. Puoi farmi un esempio della parola "chiesa" nel suo terzo significato?

Quando il consiglio [vedi 4-2. Ed.] di una chiesa si riunisce, diciamo che vi è una riunione della chiesa; e quando un qualsiasi membro di chiesa è stato sottoposto ad azione disciplinare o quand'è stato accolto da quella chiesa di cui è il consiglio.

1.4 La chiesa cattolica

18. Quale altro termine è applicato alla chiesa di Cristo, considerata come un tutt'uno, oltre i termini visibile ed invisibile?

Il termine cattolica.

19. Qual è il significato del termine "cattolico"?

Cattolico significa "universale".

20. Perché la chiesa di Cristo è pure chiamata cattolica o universale?

Perché non è confinata ad una nazione soltanto, come lo era durante il tempo dell'Antico Testamento, ma consiste di coloro che, in ogni parte del mondo, credono in Cristo; perché i suoi privilegi sono conferiti ugualmente su ogni categoria di uomini e di donne; e perché abbraccerà ancora in essa, gente di ogni popolo, lingua e tribù.

  • 1 Corinzi 12:12-13 "Come infatti il corpo è uno, ma ha molte membra, e tutte le membra di quell'unico corpo, pur essendo molte, formano un solo corpo, così è anche Cristo. Ora noi tutti siamo stati battezzati in uno Spirito nel medesimo corpo, sia Giudei che Greci, sia schiavi che liberi, e siamo stati tutti abbeverati in un medesimo Spirito".
  • Salmo 2:8 "Chiedimi, e io ti darò le nazioni come tua eredità e le estremità della terra per tua possessione".

21. Quale altro senso i padri apostolici attribuivano al termine "cattolico"?

Era usato come sinonimo del termine "ortodosso". Secondo questa accezione, la vera chiesa la si riconosce dalla vera dottrina che è predicata e sostenuta in ogni luogo.

22. Questa chiesa visibile e cattolica è stata perpetuata e preservata?

Sì. C'è sempre stata una chiesa visibile cattolica che, sebbene suddivisa in luoghi diversi, forme e nomi, può essere considerata come un solo corpo che si attiene al Capo [Cristo, ed.] e sostanzialmente professa la vera religione.

23. In quale senso, allora, la chiesa visibile può essere propriamente detta cattolica o universale?

La chiesa visibile può essere propriamente detta cattolica o universale, non perché consista di un'unica società ed abbia un solo governo, ma come lo sono varie società e chiese - o lo dovrebbe essere - è modellata sugli stessi principi; gode di privilegi comuni, non ha che un unico divino Capo, Cristo, che la governa e la guida con la Sua Parola ed il Suo Spirito.

1.5 L'unità della chiesa

24. Che cosa intendi per unità della chiesa?

Per unità della chiesa comprendo come non vi sia che un unico Dio e Salvatore. E' così che tutti coloro che credono ed ubbidiscono all'Evangelo sono adottati nella famiglia di Dio; godono allo stesso modo di tutte le benedizioni promesse della salvezza; hanno titolo di far uso liberamente di tutti i mezzi della grazia; sono battezzati nell'unica fede; sono chiamati, giustificati e santificati dallo stesso piano amorevole e misericordioso che li redime.

25. Non è pure necessario all'unità della chiesa che essa sia sottomessa ad un unico capo terreno?

No. Non c'è altro capo della chiesa che il Signore Gesù Cristo al quale essa appartiene come casa e famiglia Sua.

  • Efesini 1:23 "...che è il suo corpo, il compimento di colui che compie ogni cosa in tutti.

26. Non è pure necessario all'unità della chiesa universale che essa sia sottoposta alle stesse forme e regole?

No. È solo necessario che qualunque forma e regola la chiesa adotti, sia aautorizzata dalla Parola di Dio e non ne sia contraria.

  • Romani 14:19 "Perseguiamo dunque le cose che contribuiscono alla pace e alla edificazione reciproca".
  • 1 Corinzi 14:14,40 "...perché, se io prego in altra lingua [sconosciuta] , il mio spirito ben prega, ma la mia mente rimane infruttuosa. (...) Ma ogni cosa sia fatta con decoro e con ordine".
  • Vedi anche Galati 5:1

27. Non è pure necessario per l'unità della chiesa che essa sia, in ogni cosa, governata da un'unica e medesima autorità ecclesiastica?

Certo no! Leggiamo, infatti, nella Scrittura della chiesa ad Antiochia, la chiesa a Gerusalemme, la chiesa a Corinto, la chiesa ad Efeso, le chiese di Siria, le chiese dell'Asia. Nel passato c'era la chiesa orientale, quella occidentale, quella africana, la britannica e così via, e tutte queste erano separate e distinte.

28. In che cosa consiste, allora, in essenza, l'unità della chiesa?

L'unità della chiesa consiste in essenza dell'unità nella fede, mediante la quale i suoi membri sostengono le stesse verità divine; e l'unità dello spirito, o quella comunione che sussiste fra Cristo, suo Capo, e tutti i Suoi membri, per la quale lo stesso Spirito dimora in tutti ed opera le stesse grazie cristiane.

  • Efesini 4:3,13 "...studiandovi di conservare l'unità dello Spirito nel vincolo della pace. (...) finché giungiamo tutti all'unità della fede e della conoscenza del Figlio di Dio a un uomo perfetto, alla misura della statura della pienezza di Cristo".

1.6 Chiese pure, imperfette, corrotte, e false

29. Dobbiamo dunque comprendere che tutte le chiese particolari [singole comunità e denominazioni] siano ugualmente chiese di Cristo?

Tutte le chiese particolari che concordano nel sostenere la verità com'è in Gesù; che professano la sana dottrina; che mantengono la predicazione della Parola e la corretta amministrazione dei sacramenti; e che così sostengono la verità con amore, si distinguono giustamente con il nome e l'autorità di vere chiese visibili. Ciononostante, ogni vera chiesa pure non è perfetta, né tutte le chiese possono considerarsi vere chiese, ma alcune sono corrotte ed alcune false.

30. Non è allora necessario fare una distinzione fra la natura e l'essenza di una chiesa, e l'integrità e la perfezione di una chiesa? E qual è questa distinzione?

La natura e l'essenza di (una) chiesa consiste nella predicazione della pura Parola di Dio e nell'amministrazione dei sacramenti, tanto che, laddove questo si trovi, là vi è una chiesa visibile. L'integrità e la perfezione di una chiesa consiste, inoltre, nella forma apostolica, nell'ordinamento e nel ministero, che può essere fatta risalire all'istituzione di Cristo e dei Suoi apostoli.

31. Che cosa intendi, allora, per chiesa pura?

Con il termine chiesa pura, o porzione della chiesa visibile, intendo una società la cui confessione di fede concorda con la dottrina di Gesù Cristo e dei Suoi apostoli; e che è governata solo dalle leggi espresse nella Parola di Dio o tratte da esse per deduzione chiara e necessaria.

32. Quali sono i segni che contraddistinguono una chiesa pura?

I segni che contraddistinguono una chiesa pura sono una sana dottrina, un ministero legittimo e regolare, la prevalenza dell'amore fra i suoi membri e verso tutti i santi, e la debita amministrazione delle ordinanze dell'Evangelo, inclusa la disciplina.

  • Efesini 2:2 "...edificati sul fondamento degli apostoli e dei profeti, essendo Gesù Cristo stesso la pietra angolare,".
  • Atti 2:42 "Essi erano perseveranti nel seguire l'insegnamento degli apostoli, nella comunione, nel rompere il pane e nelle preghiere".
  • Atti 14:23 "E dopo aver designato per loro degli anziani in ciascuna chiesa, avendo pregato e digiunato, li raccomandarono al Signore nel quale avevano creduto".
  • Matteo 28:19 "Andate dunque, e fate discepoli di tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo".
  • Vedi anche Atti 20:7.

33. Non forse l'antichità, per quanto riguarda la sua forma visibile, uno dei segni di una chiesa pura?

No, non lo è, dato che, se giudicata con questo criterio, quella israelita sarebbe la sola e vera chiesa. Anche altre forme di religione vantano una maggiore antichità di quella cristiana. Inoltre, i segni di tutte le vere chiese, essendo quelli stabiliti dalla Bibbia, devono essere altrettanto antichi quanto il Cristianesimo stesso.

34. E' forse l'universalità, nel senso della sua autorità e governo, il segno di una chiesa pura?

L'universalità, nel senso della sua estensione universale, non è segno di una chiesa pura, perché nessuna chiesa è, o è mai stata, in questo senso, universale; e la pretesa di una qualsiasi tale autorità da parte di una chiesa sulle altre, è un'usurpazione anticristiana.

35. È forse il possedere di una chiara ed ininterrotta successione personale dei suoi ministri, dal tempo degli apostoli, uno dei segni necessari di una chiesa pura?

Una tale successione personale non può essere segno di una chiesa pura, perché non può essere dimostrata da chiesa alcuna sulla terra. Infatti, se fosse stata essenziale, tale successione sarebbe stata preservata libera da dubbi od interruzioni. Questo concetto, inoltre, non è indicato in alcun luogo delle Scritture, anzi, esse stesse mostrano come persino quando esisteva un'indisputabile successione, Dio aveva ritirato la Sua presenza ed abbandonato la chiesa apostata [vedi al punto 7.5 un approfondimento di questa questa questione. Ed.]

  • Geremia 7:4 "Non ponete la vostra fiducia in parole ingannatrici, dicendo: 'Questo è il tempio dell'Eterno, il tempio dell'Eterno, il tempio dell'Eterno!'".
  • Malachia 2:1,9 "«E ora questo comandamento è per voi, o sacerdoti. (...) «Perciò anch'io vi ho reso spregevoli e abietti davanti a tutto il popolo, perché non avete osservato le mie vie, e avete usato parzialità nell'applicazione della legge»".
  • Romani 9:6-8 "Tuttavia non è che la parola di Dio sia caduta a terra, poiché non tutti quelli che sono d'Israele sono Israele. E neppure perché sono progenie di Abrahamo sono tutti figli; ma: «In Isacco ti sarà nominata una progenie». Cioè non i figli della carne sono figli di Dio, ma i figli della promessa sono considerati come progenie".

36. Che cosa si intende per chiesa imperfetta?

Per chiesa imperfetta comprendo una chiesa che perseveri nella dottrina degli apostoli, insegni la pura Parola di Dio ed ometta nessuna delle verità essenziali dell'Evangelo, ma che, al tempo stesso, non abbia i sacramenti debitamente amministrati, né il suo ordinamento, procedure e ministero perfettamente conforme al modello scritturale.

37. Che cosa si intende per chiesa corrotta?

Per chiesa corrotta comprendo una chiesa che, sebbene preservi le verità essenziali dell'Evangelo, al tempo stesso vi aggiunga altre cose a queste verità che non si trovano nella Parola di Dio, o ad essa sono ripugnanti; e che così, per umane tradizioni od altra autorità spuria, vanifica la predicazione della verità e corrompe o sovverte l'amministrazione delle ordinanze.

38. Che cosa si intende per chiesa falsa?

Per chiesa falsa si intende quella chiesa che abbia posto come sue fondamenta altro rispetto a Cristo ed alla Sua giustizia; che abbia negato una qualsiasi delle verità essenziali della Parola di Dio; o interpretato la Parola di Dio secondo le proprie vane immaginazioni. Tale chiesa, qualunque altra cosa possa possedere in quanto ad ordine o disciplina, o per quanto possa vantare il tempio, il sacerdozio, l'antichità o la successione, è una chiesa falsa.

  • Apocalisse 2:9 "Io conosco le tue opere, la tua tribolazione, la tua povertà (tuttavia tu sei ricco) e la calunnia di coloro che si dicono Giudei e non lo sono, ma sono una sinagoga di Satana".

39. Che cosa diresti di ciascuna di queste chiese?

Tutte le chiese che sono imperfette dovrebbero essere migliorate, quelle che sono corrotte devono essere riformate; mentre quelle che sono false devono essere sconfessate e sconfitte, e le loro fondamenta poste di nuovo.

40. Possono esistere dei veri cristiani nel seno di chiese false ed apostate?

In tali chiese possono certamente esistere coloro che sono veri cristiani, e quindi membri della chiesa invisibile e che, più o meno pubblicamente, rendono testimonianza dell'errore di queste. Dato però che si trovano in grave pericolo, dobbiamo invitare tutti coloro che sono membri di tali chiese ad uscire e separarsi da esse, non toccando nulla di impuro.

  • 1 Re 19:18 "Ma ho lasciato in Israele un residuo di settemila uomini, tutti che non hanno piegato le loro ginocchia davanti a Baal e che non l'hanno baciato con la loro bocca".
  • Isaia 1:9 "Se l'Eterno degli eserciti non ci avesse lasciato un piccolo residuo, saremmo come Sodoma, assomiglieremmo a Gomorr".
  • Romani 11:28 "Quanto all'evangelo, essi sono nemici per causa vostra, ma quanto all'elezione, sono amati a causa dei padri".
  • Isaia 10:20,22 "In quel giorno avverrà che il residuo d'Israele e gli scampati della casa di Giacobbe non si appoggeranno più su colui che li colpiva, ma si appoggeranno in verità sull'Eterno, il Santo d'Israele. (...) Poiché, anche se il tuo popolo, o Israele, fosse come la sabbia del mare, solo un suo residuo tornerà; lo sterminio decretato farà traboccare la giustizia".
  • Vedi anche Ezechiele 9:4; 2 Pietro 2:8; Salmo 119:53,136; Apocalisse 12:6,14; Atti 9:31; Apocalisse 18:4.

1.7 Carattere perpetuo e necessità della Chiesa

41. Dobbiamo credere nel carattere perpetuo e necessità della Chiesa?

Il nostro Salvatore ha dichiarato che la Chiesa è edificata su una roccia, che le porte dell'inferno non la potranno vincere e che Egli sarà sempre con essa, fino alla fine dell'età presente.

  • Matteo 16:18 - "Ed io altresì ti dico, che tu sei Pietro, e sopra questa roccia io edificherò la mia chiesa e le porte dell'inferno non la potranno vincere".
  • Matteo 28:20 - "...insegnando loro di osservare tutte le cose che io vi ho comandato. Or ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine dell'età presente. Amen".

42. Forse che la piena persuasione nel certo carattere perpetuo della Chiesa di Cristo implica pure credere nel carattere perpetuo di una particolare chiesa visibile?

Non c'è nulla nella Parola di Dio che giustifichi che una particolare chiesa visibile non sarà mai rimossa e che continui ad essere pura. Al contrario, siamo ammoniti sul fatto che persino le chiese apostoliche sono prima cadute e poi si sono estinte, e che una corruzione generale dell'Evangelo, che già allora era cominciata, sarebbe giunta a compimento a perdizione di molte anime.

  • Apocalisse 2:5,16,24 - "Ricordati dunque da dove sei caduto, ravvediti e fa' le opere di prima; se no verrò presto da te e rimuoverò il tuo candelabro dal suo posto, se non ti ravvedi. (...) ravvediti dunque, altrimenti verrò presto da te e combatterò contro di loro con la spada della mia bocca. (...) Ma a voi e agli altri che sono in Tiatira, a quanti non hanno questa dottrina e non hanno conosciuto le profondità di Satana, come essi le chiamano, io dico: non vi impongo alcun altro peso".
  • Apocalisse 18:2 - "Egli gridò con forza e a gran voce, dicendo: «È caduta, è caduta Babilonia la grande, ed è diventata una dimora di demoni, un covo di ogni spirito immondo, un covo di ogni uccello immondo ed abominevole".
  • Romani 11:18,22 - "non vantarti contro i rami, ma se ti vanti contro di loro ricordati che non sei tu a portare la radice, ma è la radice che porta te. (...) Vedi dunque la bontà e la severità di Dio: la severità su quelli che sono caduti, e la bontà verso di te, se pure perseveri nella bontà, altrimenti anche tu sarai reciso".

43. E' sufficiente la personale associazione ad una qualsiasi chiesa visibile ad assicurare la salvezza della propria anima?

Tutt'altro, la nostra associazione ad una chiesa falsa può condurre alla dannazione dell'anima perché la coinvolgerebbe nella colpa delle sue eresie ed abominazioni. La propria salvezza non può essere assicurata in altro modo che credendo nel Signore Gesù Cristo come la sola propiziazione per i nostri peccati.

  • 2 Tessalonicesi 2:11,12 - "E per questo Dio manderà loro efficacia di errore, perché credano alla menzogna, affinché siano giudicati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma si sono compiaciuti nella malvagità!".
  • 2 Pietro 2:1-3 - "Or vi furono anche dei falsi profeti fra il popolo, come pure vi saranno fra voi dei falsi dottori che introdurranno di nascosto eresie di perdizione e, rinnegando il Padrone che li ha comprati, si attireranno addosso una fulminea distruzione. E molti seguiranno le loro deleterie dottrine e per causa loro la via della verità sarà diffamata. E nella loro cupidigia vi sfrutteranno con parole bugiarde; ma la loro condanna è da molto tempo all'opera e la loro rovina non si farà attendere".
  • 1 Timoteo 4:1 - "Or lo Spirito dice espressamente che negli ultimi tempi alcuni apostateranno dalla fede, dando ascolto a spiriti seduttori e a dottrine di demoni".
  • 1 Corinzi 11:19 "- È necessario infatti che vi siano anche delle fazioni tra voi, affinché siano manifestati tra voi quelli che sono approvati".

44. Che cosa dobbiamo, allora, comprendere con la dottrina che al di fuori della chiesa non c'è normalmente possibilità di salvezza?

Con questa dottrina dobbiamo comprendere che la fede e, di conseguenza, la salvezza, sono normalmente conferite da Dio attraverso la strumentalità dei Suoi ministri, e che è solo in questo modo che uomini e donne sono normalmente fatti accedere nella chiesa invisibile, fuori dalla quale non c'è salvezza. Questa dottrina, però, non insegna che la salvezza non possa essere ottenuta fuori da una particolare chiesa visibile, qualunque nome essa porti; una tale pretesa, da parte di una qualsiasi chiesa, deve essere considerata sia empia che vana.

  • Colossesi 1:18 - "Egli stesso è il capo del corpo, cioè della chiesa; egli è il principio, il primogenito dai morti, affinché abbia il primato in ogni cosa".
  • Efesini 5:23 - "...poiché il marito è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa, ed egli stesso è Salvatore del corpo".
  • 1 Corinzi 5:12-13 - "Tocca forse a me giudicare quelli di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro? Ora è Dio che giudica quelli di fuori. Perciò togliete il malvagio di mezzo a voi".
  • Atti 2:47 - "...lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. E il Signore aggiungeva alla chiesa ogni giorno coloro che erano salvati".
  • Apocalisse 3:7 - "E all'angelo della chiesa in Filadelfia scrivi: queste cose dice il Santo, il Verace, colui che ha la chiave di Davide, che apre e nessuno chiude, che chiude e nessuno apre".
  • Romani 5:1,2,8 - "Giustificati dunque per fede abbiamo pace presso Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore, per mezzo del quale abbiamo anche avuto, mediante la fede, l'accesso a questa grazia nella quale stiamo saldi e ci vantiamo nella speranza della gloria di Dio (...) Ma Dio manifesta il suo amore verso di noi in questo che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi".
  • Numeri 23:8 - "Come posso maledire colui che Dio non ha maledetto? Come posso accusare colui che l'Eterno non ha accusato".

45. Possiamo attenderci di trovare una qualsiasi chiesa, sulla terra, che sia perfettamente priva di errori?

Persino la più pura fra le chiese è passibile sia a mescolanza che a errore. Non dobbiamo quindi aspettare in esse perfezione assoluta.

  • 1 Corinzi 13:12 - "Ora infatti vediamo come per mezzo di uno specchio, in modo oscuro, ma allora vedremo a faccia a faccia; ora conosco in parte, ma allora conoscerò proprio come sono stato conosciuto".
  • Matteo 13:24,47 - "Egli propose loro un'altra parabola dicendo: «Il regno dei cieli è simile a un uomo, che seminò buon seme nel suo campo. (...) Il regno dei cieli è pure simile ad una rete gettata in mare, che raccoglie ogni sorta di cose".

46. È quindi indifferente a quale chiesa apparteniamo?

No, è nostro preciso dovere comprendere il carattere ed i segni che contraddistinguono una vera chiesa di Cristo, come pure di aderire a quella chiesa che si trovi più consonante con le Scritture, nelle sue dottrine, nelle sue ordinanze e nella sua costituzione.

  • Matteo 5:19 - "Chi dunque avrà trasgredito uno di questi minimi comandamenti e avrà così insegnato agli uomini, sarà chiamato minimo nel regno dei cieli; ma colui che li metterà in pratica e li insegnerà, sarà chiamato grande nel regno dei cieli".
  • 1 Giovanni 4:1 - "Carissimi, non credete ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio, perché molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo".
  • 1 Tessalonicesi 5:21 - "Provate ogni cosa, ritenete il bene".

1.8 Il dovere delle diverse chiese; la chiesa militante e trionfante

47. Dato che hanno la potenzialità di errare, qual è il dovere delle chiese?

È dovere di ogni denominazione o chiesa di riformare gli abusi che dovessero subentrarvi; impegnarsi a realizzare la piena conformità all'ordinamento ecclesiastico stabilito da Cristo; combattere strenuamente per la fede, che è stata trasmessa una volta per sempre ai santi; ed applicare severe sanzioni disciplinari a tutti coloro che trasgrediscono le leggi spirituali del regno di Cristo.

  • Apocalisse 2:14,15 - "Ma ho alcune cose contro di te: tu hai colà alcuni che ritengono la dottrina di Balaam, il quale insegnò a Balak a porre un'insidia davanti ai figli d'Israele per farli cadere, inducendoli a mangiare cose sacrificate agli idoli e a fornicare. Così hai pure alcuni che ritengono la dottrina dei Nicolaiti, la qual cosa io odio".

48. Qual è inoltre, il dovere dei membri di ciascuna chiesa particolare verso ogni altra denominazione?

È loro dovere pregare per loro; manifestare loro amore; vivere in pace con essi; rammentarsi che dovranno rendere conto di loro stessi a Dio. Devono, nel contempo, rallegrarsi della verità, sostenerla con amore e, per quanto non comporti alcun compromesso in dottrina o pratica, cooperare con loro in ogni buona parola ed opera.

  • Salmo 122:6 - "Pregate per la pace di Gerusalemme: prosperino quelli che ti aman".
  • Romani 14:4 - "Chi sei tu che giudichi il domestico altrui? Stia egli in piedi o cada, ciò riguarda il suo proprio signore, ma sarà mantenuto saldo, perché Dio è capace di tenerlo in piedi".
  • Romani 12:8 - "colui che esorta, attenda all'esortare; colui che distribuisce, lo faccia con semplicità; colui che presiede, presieda con diligenza; colui che fa opere di pietà, le faccia con gioia".
  • 1 Corinzi 9:22 - "Mi sono fatto debole con i deboli, per guadagnare i deboli; mi sono fatto tutto a tutti, per poterne salvare in qualche modo alcuni".
  • Galati 6:10 - "Mentre dunque abbiamo l'opportunità, facciamo del bene a tutti, ma principalmente a coloro della famiglia della fede".
  • Vedi anche 1 Corinzi 13; Giuda 3.

49. Quale ulteriore suddivisione della chiesa potresti pure menzionare a questo punto?

La chiesa si può ulteriormente suddividere in chiesa militante e chiesa trionfante.

50. Che cosa si intende per chiesa militante?

Per chiesa militante si intende l'intero corpo dei veri credenti in questo attuale mondo malvagio, i quali sono chiamati da Dio, ed Egli esige da loro, ad affrontare molte sofferenze interne ed esterne, avversità, persecuzioni, eresie e tentazioni.

  • 2 Timoteo 4:7 - ""Ho combattuto il buon combattimento, ho finito la corsa, ho serbato la fede.

51. Che cosa si intende per chiesa trionfante?

Per chiesa trionfante si intende l'intero numero degli eletti, la chiesa dei primogeniti, i cui nomi sono scritti in cielo; i quali sono liberati da ogni tentazione e prova; ammessi nel perfettissimo riposo e beatitudine; e raccolti assieme in un'unica gloriosa chiesa sottoposta a Cristo, loro Capo.

  • Efesini 1:10,22,23 - "...per raccogliere nella dispensazione del compimento dei tempi sotto un sol capo, in Cristo, tutte le cose, tanto quelle che sono nei cieli come quelle che sono sulla terra. (...) ponendo ogni cosa sotto i suoi piedi, e lo ha dato per capo sopra ogni cosa alla chiesa, che è il suo corpo, il compimento di colui che compie ogni cosa in tutti".
  • Ebrei 12:22-24 - "Ma voi vi siete accostati al monte Sion e alla città del Dio vivente, che è la Gerusalemme celeste e a miriadi di angeli, all'assemblea universale e alla chiesa dei primogeniti che sono scritti nei cieli, a Dio, il giudice di tutti, agli spiriti dei giusti resi perfetti, e a Gesù, il mediatore del nuovo patto, e al sangue dell'aspersione, che dice cose migliori di quello di Abele".

52. Non dovrebbe la speranza di questa beata condizione ispirare alla mente di ogni vero cristiano lo spirito di longanimità ed amore fraterno?

Certamente. Per quanto il loro modo di pensare sia diverso, come pure diverse le loro opinioni particolari e forme, tutti i veri cristiani, che si attengono al Capo, Cristo, dovrebbero considerare sé stessi come parte di un'unica chiesa, e così vivere assieme nell'unità dello spirito e nei vicoli della pace; aspettando la beata speranza e l'apparizione gloriosa del loro comune Dio e Salvatore Gesù Cristo.

  • Giovanni 13:34 - "Vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, anche voi amatevi gli uni gli altri".
  • Tito 3:3-5 - "Anche noi infatti un tempo eravamo insensati, ribelli, erranti, schiavi di varie concupiscenze e voluttà, vivendo nella cattiveria e nell'invidia, odiosi e odiandoci gli uni gli altri. Ma quando apparvero la bontà di Dio, nostro Salvatore, e il suo amore verso gli uomini, egli ci ha salvati non per mezzo di opere giuste che noi avessimo fatto, ma secondo la sua misericordia, mediante il lavacro della rigenerazione e il rinnovamento dello Spirito Santo".

Note

  • [1] A cui spesso ci si riferisce oggi come denominazione, n.d.e.
  • [2] Al tempo in cui questo testo fu scritto, le chiese maggiori in altre nazioni, erano spesso fortemente chiese nazionali. Molte fra queste, però, hanno ora considerevolmente apostatato dalla fede come corpo, sebbene al loro interno vi siano notevoli individui o comunità locali che ne costituiscono eccezione. Ed.
  • [3] Questo testo fu scritto nel 1814 e l'autore apparteneva a questa corporazione ecclesiastica (denominazione). Potresti sostituire a questa risposta la denominazione alla quale tu appartieni. Ed.
Comments