Cfw‎ > ‎cfw10‎ > ‎

Cfw10-1

10:1 Tutti coloro che Dio ha predestinato alla vita, e quelli soltanto, Egli si compiace, nel tempo fissato ed a Lui gradito, di chiamare efficacemente (214), mediante la Sua Parola e (il Suo) Spirito (215), ad uscire da quello stato di peccato e di morte in cui si trovano per natura, alla grazia ed alla salvezza attraverso Gesù Cristo (216); illuminando la loro mente, in modo spirituale e salvifico, a comprendere le cose di Dio (217), togliendo il loro cuore di pietra, e dando loro un cuore di carne (218); rinnovando la loro volontà e, con la Sua onnipotenza, orientandola [determinandola] verso ciò che è buono (219) e attirandoli [traendoli] efficacemente a Gesù Cristo (220); e tuttavia in modo tale che essi vengano a Lui in modo liberissimo, essendo resi volenterosi dalla Sua grazia (221).

Testo originale

IngleseLatino
I. All those whom God hath predestinated unto life, and those only, he is pleased, in his appointed and accepted time, effectually to call, by his Word and Spirit, out of that state of sin and death, in which they are by nature, to grace and salvation by Jesus Christ; enlightening their minds, spiritually and savingly, to understand the things of God; taking away their heart of stone, and giving unto them an heart of flesh; renewing their wills, and by his almighty power determining them to that which is good, and effectually drawing them to Jesus Christ; yet so as they come most freely, being made willing by his grace.I. Deus quos ad vitam prædestinavit omnes, eosque solos dignatur per verbum suum et spiritum constituto suo acceptoque tempore vocare efficaciter e statu illo peccati et mortis in quo sunt natura constituti, ad gratiam ac salutem per Jesum Christum; idque mentes eorum illuminando, ut modo spirituali et salutari quæ Dei sunt intelligant; tollendo eorum cor lapideum, donandoque eis cor carneum; voluntates eorum renovando ac pro potentia sua omnipotente ad bonum determinando, et ad Jesum Christum trahendo efficaciter; ita tamen ut illi nihilominus liberrime veniant, volentes nempe facti per illius gratiam.

Riferimenti biblici

  • (214) "...e quelli che ha predestinati li ha pure chiamati; e quelli che ha chiamati li ha pure giustificati; e quelli che ha giustificati li ha pure glorificati ... Che dunque? Quello che Israele cerca, non lo ha ottenuto; mentre lo hanno ottenuto gli eletti; e gli altri sono stati induriti" (Romani 8:30; 11:7); "...per realizzarlo quando i tempi fossero compiuti. Esso consiste nel raccogliere sotto un solo capo, in Cristo, tutte le cose: tanto quelle che sono nel cielo, quanto quelle che sono sulla terra. In lui siamo anche stati fatti eredi, essendo stati predestinati secondo il proposito di colui che compie ogni cosa secondo la decisione della propria volontà" (Efesini 1:10-11).
  • (215) "Ma noi dobbiamo sempre ringraziare Dio per voi, fratelli amati dal Signore, perché Dio fin dal principio vi ha eletti a salvezza mediante la santificazione nello Spirito e la fede nella verità. A questo egli vi ha pure chiamati per mezzo del nostro vangelo, affinché otteniate la gloria del Signore nostro Gesù Cristo" (2 Tessalonicesi 2:13-14); "...è noto che voi siete una lettera di Cristo, scritta mediante il nostro servizio, scritta non con inchiostro, ma con lo Spirito del Dio vivente; non su tavole di pietra, ma su tavole che sono cuori di carne ... Egli ci ha anche resi idonei a essere ministri di un nuovo patto, non di lettera, ma di Spirito; perché la lettera uccide, ma lo Spirito vivifica" (2 Corinzi 3:3,6).
  • (216) "...perché la legge dello Spirito della vita in Cristo Gesù mi ha liberato dalla legge del peccato e della morte" (Romani 8:2); "Dio ha vivificato anche voi, voi che eravate morti nelle vostre colpe e nei vostri peccati, ai quali un tempo vi abbandonaste seguendo l'andazzo di questo mondo, seguendo il principe della potenza dell'aria, di quello spirito che opera oggi negli uomini ribelli. Nel numero dei quali anche noi tutti vivevamo un tempo, secondo i desideri della nostra carne, ubbidendo alle voglie della carne e dei nostri pensieri; ed eravamo per natura figli d'ira, come gli altri. Ma Dio, che è ricco in misericordia, per il grande amore con cui ci ha amati, anche quando eravamo morti nei peccati, ci ha vivificati con Cristo (è per grazia che siete stati salvati)" (Efesini 2:1‑5); "Egli ci ha salvati e ci ha rivolto una santa chiamata, non a motivo delle nostre opere, ma secondo il suo proposito e la grazia che ci è stata fatta in Cristo Gesù fin dall'eternità, ma che è stata ora manifestata con l'apparizione del Salvatore nostro Cristo Gesù, il quale ha distrutto la morte e ha messo in luce la vita e l'immortalità mediante il vangelo" (2 Timoteo 1:9-10).
  • (217) "...per aprire loro gli occhi, affinché si convertano dalle tenebre alla luce e dal potere di Satana a Dio, e ricevano, per la fede in me, il perdono dei peccati e la loro parte di eredità tra i santificati" (Atti 26:18); " A noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito, perché lo Spirito scruta ogni cosa, anche le profondità di Dio. .... Ora noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito che viene da Dio, per conoscere le cose che Dio ci ha donate" (1 Corinzi 2:10,12); "...affinché il Dio del nostro Signore Gesù Cristo, il Padre della gloria, vi dia uno spirito di sapienza e di rivelazione perché possiate conoscerlo pienamente; egli illumini gli occhi del vostro cuore, affinché sappiate a quale speranza vi ha chiamati, qual è la ricchezza della gloria della sua eredità che vi riserva tra i santi" (Efesini 1:17-18).
  • (218) " E vi darò un cuor nuovo, e metterò uno spirito nuovo dentro di voi; e rimuoverò il cuor di pietra dalla vostra carne, e vi darò un cuor di carne". (Ezechiele 36:26).
  • (21­9) "Io darò loro un medesimo cuore, metterò dentro di loro un nuovo spirito, toglierò dal loro corpo il cuore di pietra, e metterò in loro un cuore di carne" (Ezechiele 11:19); "infatti è Dio che produce in voi il volere e l'agire, secondo il suo disegno benevolo" (Filippesi 2:13); "Il SIGNORE, il tuo Dio, circonciderà il tuo cuore e il cuore dei tuoi discendenti affinché tu ami il SIGNORE, il tuo Dio, con tutto il tuo cuore e con tutta l'anima tua, e così tu viva" (Deuteronomio 30:6);"Metterò dentro di voi il mio Spirito e farò in modo che camminerete secondo le mie leggi, e osserverete e metterete in pratica le mie prescrizioni" (Ezechiele 36:27).
  • (220) "...e qual è verso di noi, che crediamo, l'immensità della sua potenza" (Efesini 1:19); "Nessuno può venire a me se non lo attira il Padre, che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. È scritto nei profeti: "Saranno tutti istruiti da Dio". Chiunque ha udito il Padre e ha imparato da lui, viene a me" (Giovanni 6:44-45).
  • (221) "Attirami a te! Noi ti correremo dietro! Il re mi ha condotta nei suoi appartamenti; noi gioiremo, ci rallegreremo a motivo di te; noi celebreremo le tue carezze più del vino! A ragione sei amato!" (Cantico 1:4); "Il tuo popolo si offre volenteroso quando raduni il tuo esercito. Parata di santità, dal seno dell'alba la tua gioventù viene a te come rugiada" (Salmi 110:3); "Tutti quelli che il Padre mi dà verranno a me; e colui che viene a me, non lo caccerò fuori" (Giovanni 6:37); "Non sapete voi che se vi offrite a qualcuno come schiavi per ubbidirgli, siete schiavi di colui a cui ubbidite: o del peccato che conduce alla morte o dell'ubbidienza che conduce alla giustizia? Ma sia ringraziato Dio perché eravate schiavi del peccato ma avete ubbidito di cuore a quella forma d'insegnamento che vi è stata trasmessa; e, liberati dal peccato, siete diventati servi della giustizia" (Romani 6:16‑18).

Commento

Piace a Dio di chiamare efficacemente, in un momento fissato ed accett­evole, solo coloro che sono predestinati a vita. Essi vengono chiamati per mezzo della sua Parola e del suo Spiri­to dallo stato di peccato e di morte in cui si trovano per natura a quello di grazia e di salvezza per mezzo di Gesù Cristo. Egli illumina le loro menti spiritualme­nte e in modo salvifico perché possano capire le cose di Dio e sostitui­sce i loro cuori di pietra con un cuore di car­ne. Rinnova la loro volontà e per mezzo della sua onnipotenza fa si che desiderino e seguano ciò che è buo­no. Li attira efficace­mente a Gesù Cristo. Tuttavia, mentre essi si avvicinano in tutta libertà, vengono resi ben disposti per mezzo della sua grazia.

Comments