Catminwest‎ > ‎

087 Catminwest

87. D. Che cos'è il ravvedimento a [per ottenere la] vita?

R. Il ravvedimento a [per ottenere l]a vita è una grazia salvifica, per la quale un peccatore, con un vero e profondo senso del proprio peccato e cogliendo la misericordia di Dio in Gesù Cristo, addolorato [per i suoi peccati] e detestandoli, si converte da essi a Dio, ora disposto, con piena determinazione ed impegno, ad ubbidirgli.

Riferimento biblico

  • "Allora, udite queste cose, si calmarono e glorificarono Dio, dicendo: «Dio dunque ha concesso il ravvedimento anche agli stranieri affinché abbiano la vita ... Udite queste cose, essi furono compunti nel cuore, e dissero a Pietro e agli altri apostoli: «Fratelli, che dobbiamo fare ... E Pietro a loro: «Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo" (Atti 11:18; 2:37,38);
  • "Infatti, prima che fossero venuti alcuni da parte di Giacomo, egli mangiava con persone non giudaiche; ma quando quelli furono arrivati, cominciò a ritirarsi e a separarsi per timore dei circoncisi" (Galati 2:12);
  • "Tornate, figli traviati, io vi guarirò dei vostri traviamenti!». «Eccoci, noi veniamo da te, perché tu sei il SIGNORE, il nostro Dio" (Geremia 3:22);
  • "Io odo, odo Efraim che si rammarica: 'Tu mi hai punito, come un vitello non domato; convertimi, e io mi convertirò, poiché tu sei il SIGNORE, il mio Dio. Dopo che mi sono sviato, io mi sono pentito; dopo che ho riconosciuto il mio stato, mi sono battuto l'anca; io sono coperto di vergogna, confuso, perché porto l'infamia della mia giovinezza" (Geremia 31:18-19);
  • "Allora vi ricorderete delle vostre vie malvagie e delle vostre azioni, che non erano buone, e avrete disgusto di voi stessi a motivo delle vostre iniquità e delle vostre abominazioni" (Ezechiele 36:31)
  • "Infatti, ecco quanta premura ha prodotto in voi questa vostra tristezza secondo Dio, anzi, quante scuse, quanto sdegno, quanto timore, quanto desiderio, quanto zelo, quale punizione! In ogni maniera avete dimostrato di essere puri in questo affare" (2 Corinzi 7:11);
  • "Infatti, ecco quanta premura ha prodotto in voi questa vostra tristezza secondo Dio, anzi, quante scuse, quanto sdegno, quanto timore, quanto desiderio, quanto zelo, quale punizione! In ogni maniera avete dimostrato di essere puri in questo affare" (Isaia 1:16-17).

Commento

Il ravvedimento a [per ottenere la] vita è una grazia salvifica, per la quale un peccatore, da una profonda consapevolezza del proprio peccato, e ricevendo la misericordia di Dio in Gesù Cristo verso di lui, si volge, con profondo dispiacere e odio verso il proprio peccato, da esso verso Dio, ora con piena consapevolezza e determinazione ad ubbidirgli.

La chiamata efficace risulta nella conversione del peccatore. La conversione può essere intesa come una completa rivoluzione (rivolgersi) della mente (o cuore, o anima) dell'uomo, per la quale il peccatore "volta le spalle" al peccato per incamminarsi lungo la strada della fiducia in Cristo soltanto per la sua salvezza. Nell'anima entra: (1) luce che lo mette in grado di comprendere l'Evangelo (la sua condizione di perduto ed il suo bisogno di Cristo); (2) calore, cioè il sentimento, il profondo convincimento di essere peccatore e il suo bisogno di Cristo; (3) forza per volgersi risolutamente e con fiducia totale in Cristo. Fede e ravvedimento non sono atti legati solo al primo momento della conversione, ma devono essere esercitati tutta la vita perché ci muoviamo ancora in un mondo contaminato dal peccato che costantemente tenta di influenzarci. Il ravvedimento, la fede e l'obbedienza è una strada da percorrere. La prova della nostra elezione non si trova solo considerando il momento della nostra conversione, ma nella perseveranza. "Perciò, fratelli, vie più studiatevi di rendere sicura la vostra vocazione ed elezione, perché, facendo queste cose, non inciamperete giammai" (2 Pietro 1:10).

  • What is repentance unto life? Repentance unto life is a saving grace, whereby a sinner, out of a true sense of his sin, and apprehension of the mercy of God in Christ, doth, with grief and hatred of his sin, turn from it unto God, with full purpose of, and endeavor after, new obedience.
  • Quid est resipiscentia ad vitam? Resipiscentia ad vitam est gratia salvifica, qua peccator e vero peccati sui sensu, ac apprehensione divinæ in Christo misericordiæ, dolens ac perosus peccatum suum ab illo ad Deum convertitur, cum novae, obedientiæ pleno proposito et conatu.
Comments