Documenti RPCNA‎ > ‎Testimonianza‎ > ‎

Testimonianza 32

Capitolo 32: La condizione degli uomini dopo la morte e la risurrezione dei morti

1. Dio ha stabilito esattamente per ogni creatura umana il momento in cui essa dovrà lasciare questo mondo (Salmo 39:4-5; Ecclesiastico 3:2; Salmo 139:16).

2. Respingiamo l'idea dell'inattività dell'anima fra la morte e la risurrezione, quello che è chiamato "il sonno dell'anima" (Ecclesiastico 12:7; 2 Corinzi 5:1-9).

3. Respingiamo l'insegnamento che vi sia una "seconda possibilità" di salvezza dopo la morte (Luca 16:22-26; Ebrei 9:27; 2 Corinzi 6:2; Giovanni 5:28-29; 2 Pietro 2:9).

4. Respingiamo l'insegnamento che esista un purgatorio dove le anime sono purificate prima di entrare in Cielo, (Luca 23:43; 2 Corinzi 5:6,8; Filippesi 1:23).

5. Respingiamo l'idea che l'anima, nel momento della morte, sia, o possa essere, reincarnata in un altro essere umano o animale (Ecclesiastico 12:7; Ebrei 9:27).

Altri articoli

  • Confessione di fede: 32.
  • Catechismo maggiore: 84 fino all'87.
  • Catechismo minore: 37 e 38
Comments