Documenti RPCNA‎ > ‎Testimonianza‎ > ‎

Testimonianza 28

Capitolo 28: Il Battesimo

1. Tutti coloro che hanno ricevuto il Battesimo devono considerarsi parte del popolo di Dio, quello con il quale Egli ha stabilito un patto.(Genesi 17:12-14; Colossesi 2:11-12; Atti 16:31-34).

2. La chiesa accetta come valido il Battesimo che è stato amministrato in qualsiasi autentico ramo della chiesa visibile.

3. Respingiamo l'insegnamento che una caratteristica essenziale del Battesimo sia l'immersione. (1 Corinzi 10:2; Ebrei 6:2; 9:10; Luca 11:38).

4. I figli di genitori credenti devono ricevere il Battesimo in forza del rapporto che li lega al Patto stabilito da Dio con il Suo popolo.(Atti 2:38-39; Genersi 17:7; Atti 16:31; Colossesi 2:11-12).

5. Nell'amministrare il Battesimo ai propri figli, la chiesa riconosce il legittimo posto che essi occupano nell'ambito del Patto, ed i suoi obblighi di fornire loro cura pastorale e supervisione ed assistere io loro genitori nell'adempiere alle responsabilità che comporta il Patto. Nel presentarli al Battesimo, i genitori non solo chiedono che i loro figli possano godere della cura e dei benefici della Chiesa, ma li consacrano a Dio nel servizio del Cristo..

6. Il Battesimo degli infanti pone di fronte ai loro genitori l'obbligo di fare tutto ciò che è in loro potere per condurre i loro figli ad una fede personale in Gesù Cristo. (Genesi 18:19; Matteo 28:19-20; Proverbi 22:6).

7. Il Battesimo non deve essere amministrato ai figli di persone che, sebbene membri di chiesa, hanno tanto trascurato i mezzi della Grazia da mettere in dubbio l'autenticità della loro professione di fede, o le loro intenzioni di adempiere ai voti battesimali. (Salmo 76:11).

8. Respingiamo l'insegnamento che una persona non possa essere salvata senza Battesimo, oppure che il Battesimo in sé stesso operi la Rigenerazione. (Luca 23:29-43; Atti 8:13,18-23; 10:47).

Articoli relativi a:

  • Confessione di fede: 28.
  • Catechismo maggiore: 161 fino al 177.
  • Catechismo minore: 92 fino al 95.
Comments