Documenti RPCNA‎ > ‎Testimonianza‎ > ‎

Testimonianza 12

Capitolo 12: L'Adozione

1) Tutti gli eletti, e solo quelli, vengono adottati nella famiglia di Dio. L'adozione dei santi nella dispensazione dell'Antico Testamento era altrettanto reale di quella del Nuovo Testamenti, sebbene fossero equiparati a figli minorenni. Nel Nuovo Testamento Dio impartisce il Suo Spirito più abbondantemente. Egli accorda maggiore conoscenza ed intimità con Sé. Egli accoglie su base paritetica gente di ogni nazione e concede maggiore ardimento nell'accostarsi a Lui (Efesini 1:5; Galati 3:9; Ebrei 13:9-10; Romani 9:4; Geremia 3:4; Galati 4:1-5; Matteo 11:11; 2 Corinzi 3:10-18; Romani 9:26; Salmo 72:17).

2) La Giustificazione e l'Adozione, sebbene siano inseparabilmente connesse, sono tuttavia distinte l'una dall'altra. Esse sono entrambi atti della Grazia di Dio. Entrambe sono impartite solo una volta e non ripetute. Entrambe sorgono dalla Grazia di Dio; entrambe danno accesso a tutti i privilegi dei figli di Dio, ed entrambe sono ricevute per sola fede (Giovanni 1:12; Tito 3:7; 1 Giovanni 3:1; Geremia 3:19; Galati 3:26; Romani 8:15-17).

3) La Giustificazione si applica ai credenti come a coloro che erano colpevoli ed in condizione di condanna, ma i cui peccati sono ora perdonati, ed essi sono considerati giusti. L'Adozione si applica ai credenti come a coloro che erano stranieri a Dio ed alieni. Essi erano figli d'ira, ma tramite quest'atto di Grazia, sono avvicinati a Dio, resi figli di Dio e coeredi di Cristo (Efesini 2:2-3; 2 Corinzi 6:17-18; 1 Pietro 5:7; Ebrei 12:28; Romani 8:17; Salmo 16:5; Efesini 1:7; Galati 4:7).

4) Vi è un senso per il quale Dio è Padre di ogni essere umano in quanto ne è il Creatore. Tutti, perciò, sono obbligati ad amarsi ed a perseguire il bene l'uno dell'altro; eppure solo ai redenti appartiene il diritto di essere chiamati figli di Dio (Atti 17:29; Matteo 5:44-45; Giovanni 1:12; 1 Giovanni 3:1; Romani 8:14).

5) Respingiamo l'idea comunemente accettata dell'universale paternità di Dio e l'universale fratellanza degli uomini, concetto che nega la distinzione fra i salvati e i non salvati (1 Giovanni 2:23; Giovanni 8:44).

6) Respingiamo l'insegnamento che la figliolanza, conferita nell'Adozione, possa essere annullata da Dio.

Riferimenti

  • Confessione di fede: 12.
  • Catechismo maggiore: 74.
  • Catechismo minore: 323436.
Comments