Catechismo del past. D. T. Stark (1998)


STARK'S CATECHISM
Grace Presbyterian Church, Redding CA, USA

QUESTIONS AND ANSWERS
FOR THE INSTRUCTION OF CHRISTIANS


Written to assist new Christians in understanding the basic doctrines of the Faith and as a tool of instruction for the use of Sunday Schools and Bible Study groups


Written by Pastor David Th. Stark ©1998
David Th. Stark, all rights reserved. Permission is hereby given to download and use copies of this work without cost, so long as the title, author, and this copyright notice are printed on the copies.


Questions for the Instruction of Christians

Q.1. What is a Christian?
A. A Christian is a man, woman or child who truly believes the message of the Holy Bible.

Q.2. What is the Holy Bible?
A.The Holy Bible is the sixty-six books of the Old and New Testaments directly inspired by God without any error or mistakes, written by prophets and apostles, and providentially preserved by God through the ages.

Q.3. What is the message of the Holy Bible?
A. That there is only one true God who is sovereign over all things and has provided salvation for mankind through His Son Jesus Christ.

Q.4. Why do you say that there is only one true God?
A. Because God has so revealed Himself in His word that He alone is God and that there are no other gods with Him.

Q.5. But why then do some teach that there are more gods than one?
A. Because they are either ignorant or deceived by false teachers, demons, or their own fantasies, and because they have not received God's word into their hearts.

Q.6. What do you mean when you say that the one true God is sovereign?
A. That He created all things from nothing and that everything is under His plan and control.

Q.7. Does God's plan include sin and evil?
A. Though God takes no pleasure in sin or evil and He is never the responsible author of it, He is sovereign over it and will turn it ultimately for the good of His people and to His glory.


Q.8. How can God be glorified by sin and evil?
A. By punishing it in strict justice toward the unrepentant wicked and overcoming it in mercy for the redeemed.


Q.9. Does God's plan include everything that exists and that happens?
A. Everything that exists or that happens comes about as part of His sovereign plan and decree, otherwise God would not be God.

Q.10. Why do you say that God must be sovereign over everything in order to be God?
A. Because if there was anything that is not under His control and power then there would be something that could change Him, or frustrate His purposes in time and eternity, and no such thing can happen.

Q.11. How do you know this to be so?
A. Because God is God absolutely. He has spoken to us in His word, the Holy Bible, and revealed Himself in His works of creation and providence.

Q.12. What has God told us of His works of creation?
A. That He created the entire universe and this earth with everything in it out of nothing in six normal days of light and darkness, and that it was all originally very good.



Q.13. What has God told us of His works of providence?
A. That from the fall of the littlest sparrow to the greatest events in history, God is at work caring for His creation and guiding all things for the sake of His glory and the good of His people, according to His plan and purpose.



Q.14. What else has God revealed about Himself in His Word?
A. That He is one God in essence, but exists in three eternal Persons; the Father, the Son, and the Holy Spirit; and this truth is known as the doctrine of the Holy Trinity.

Q.15. How can God be a Trinity, that is, one and three, at the same moment?
A. God can truly be one and three at the same moment because He is a different sort of being than any creature and His greatness and being are beyond our ability to comprehend.

Q.16. If we cannot comprehend His greatness and being then why do you say He is one and three at the same moment?
A. Because He has revealed Himself to be so in His Word, and though we cannot comprehend His being and greatness, He knows Himself thoroughly and can tell us what He is, even though we cannot fully understand it.

Q.17. But does not this doctrine of the Holy Trinity then go against human reason?
A. The doctrine of the Trinity is above human reason, not against it; and besides, human reason is fallible, limited, and darkened by the effects of sin and its curse, therefore it can be no safe guide to try and judge God's truth in the Bible.



Q.18. But didn't God give us our reason and minds for a purpose?
A. God has given us our minds and reason, not to judge His word, but that we might receive it intelligently into our hearts in true faith; but we cannot do this unless we are born again by His Holy Spirit.


Q.19. Why must we be born again?
A. Because mankind fell into sin with our first parents, Adam and Eve; and as a result of their fall we are all born into this world guilty, dead in trespasses and sins, under God's judgment, and subject to eternal damnation.


Q.20. What is sin?
A. Sin is breaking any of God's commands, either outwardly in our words or actions, or inwardly in our thoughts and imaginations.

Q.21. What are God's commands?
A. God's commands are all the things He has directed us to believe and do in His word; but chiefly, they are contained in the Ten Commandments and the Summary of the Law, as Christ our Lord taught us.

Q.22. Can you recite the Ten Commandments?
A. "And God spoke all these words, saying: I am the LORD your God, who brought you out of the land of Egypt, out of the house of bondage.

I. You shall have no other gods before Me.

II. You shall not make for yourself a carved image-any likeness of anything that is in heaven above, or that is in the earth beneath, or that is in the water under the earth; you shall not bow down yourself to them nor serve them. For I, the LORD your God, am a jealous God, visiting the iniquity of the fathers upon the children to the third and fourth generations of those who hate Me, but showing mercy to thousands, to those who love Me and keep My commandments.

III. You shall not take the name of the LORD your God in vain, for the LORD will not hold him guiltless who takes His name in vain. 

IV. Remember the Sabbath day, to keep it holy. Six days you shall labor and do all your work, but the seventh day is the Sabbath of the LORD your God. In it you shall do no work: you, nor your son, nor your daughter, nor your male servant, nor your female servant, nor your cattle, nor your stranger who is within your gates. For in six days the LORD made the heavens and the earth, the sea, and all that is in them, and rested the seventh day. Therefore the LORD blessed the Sabbath day and hallowed it. V. Honor your father and your mother, that your days may be long upon the land which the LORD your God is giving you.

VI. You shall not murder.

VII. You shall not commit adultery.

VIII. You shall not steal.

IX. You shall not bear false witness against your neighbor.

X. You shall not covet your neighbor's house; you shall not covet your neighbor's wife, nor his male servant, nor his female servant, nor his ox, nor his donkey, nor anything that is your neighbor's."

Q.23. What is the Summary of the Law?
A. Christ taught us in Matthew 22:37-40;
You shall love the Lord your God with all your heart, with all your soul, and with all your mind. This is the first and great commandment. And the second is like it: You shall love your neighbor as yourself. On these two commandments hang all the Law and the Prophets.

Q.24. How do these commandments show us that we are sinners?
A. The Law shows us we are sinners because we do not love God as we should, who is the greatest and best of all beings and who is worthy of all our love, adoration, and service; but rather we dishonor Him by our selfish and wicked actions and deserve to suffer in the fires of hell for all eternity in just punishment for our sins against Him.


Q.25. What else does the Law do?
A. The Law fences us in under God's wrath and judgment and drives us to the only way of escape open to us.


Q.26. What is the only way of escape from God's wrath and judgment open to us?
A. The Lord Jesus Christ, who through His person and work alone can save us from our sins and the damnation we rightly deserve.

Q.27. Who is the Lord Jesus Christ?
A. He is the sinless Son of God, the second person of the Holy Trinity, one in nature and essence with the Father and the Holy Spirit; who in order to redeem His people willing took to Himself a true human nature when He was conceived by the Holy Spirit in the womb of the virgin Mary, so that He is now for all eternity true God and true man united in His one person, the same yesterday, today, and forever.

Q.28. Why was it necessary for our redemption that one who is true God become a true man?
A. Our Redeemer had to be true God so that His Divine nature could uphold His human nature under the weight of God's eternal wrath when He suffered and died on the Cross, and He had to be a true man so that He could fully represent us in His life and sufferings and thereby make full payment for our sins.


Q.29. Why must the punishment of sin be eternal?
A. The punishment of sin is not measured by the merit of the creature, but by the virtue, dignity, and person of the one against whom the sin is committed; and because God's infinite majesty, honor, and Person are eternal the punishment of sin to be perfectly just, must be eternal also.


Q.30. How did Christ, by suffering in time, make a payment of eternal value for our sins?
A. Because Christ is an eternal person, being true God, He could in His human nature suffer for a period of time in His human body, as a true man, and actually bear for us the pain of eternal punishment while He suffered upon the Cross.

Q.31. How do you know that Christ fully paid for all the sins of His people when He died upon the Cross?
A. Because Christ rose bodily from the dead on the third day. The power of death is sin, and death could not hold Him because all the sins imputed to Him were atoned for by Him. Thus we have the assurance of full forgiveness from God.


Q.32. What is imputation?
A. Imputation is the act of God by which the guilt of our sins was legally placed upon Christ and punished in Him as our substitute, so that we in Him may now appear before God as innocent, righteous, and holy, having the righteousness and death of Christ legally given to us as a gift by God's free grace.

Q.33. How do we make this gift of God our own?
A. We can receive this free gift of forgiveness and salvation in no other way than by faith alone.


Q.34. If it is by faith alone, what then must a Christian believe?
A. We must believe everything that God has said to us in the Bible; and this is summarized for us in the Nicene Creed, where the undoubted articles of our Christian faith are found and confessed by true Christians.

Q.35. Can you recite the Nicene Creed?
A. Yes. The Nicene Creed says:
"We believe in one God, the Father Almighty; Maker of heaven and earth, and of all things visible and invisible.
And in one Lord Jesus Christ, the Only-begotten Son of God, begotten of the Father before all ages, God of God, Light of Light, True God of True God, begotten, not made, being of one substance with the Father; by whom all things were made; Who for us men and for our salvation, came down from heaven and was incarnate by the Holy Spirit of the virgin Mary, and was made man; and was crucified also for us under Pontius Pilate; He suffered and was buried; and the third day he rose again according to the Scriptures; and ascended into heaven, and sits at the right hand of the Father; and he shall come again with glory, to judge both the living and the dead; Whose kingdom shall have no end.
And we believe in the Holy Spirit, the Lord and Giver of life; Who proceeds from the Father and the Son; Who with the Father and the Son together is worshiped and glorified; Who spoke by the Prophets.
And we believe one holy, catholic, and apostolic Church. We confess one baptism for the remission of sins; And we look for the resurrection of the dead, and the life of the world to come. AMEN."

Q.36. Why do you receive these articles as the summary of your Christian faith?
A. Because they are taught in the Holy Bible and have been received by the Church from the earliest times.

Q.37. What does the creed teach about God the Father?
A. It teaches me that He is true God, all powerful, and the Maker of everything that is created.

Q.38. What does the creed teach about the Lord Jesus Christ?
A. It teaches me that He is true God, and not a mere creature; that He for our salvation became a true man to redeem us; that He died, rose again, ascended into heaven, sits at the Father's right hand in heaven, and is coming again in glory to judge the world; and that His kingdom will never end.

Q.39. What does the Creed teach about the Holy Spirit?
A. It teaches me that He is true God and Lord with the Father and the Son and is to be worshiped with them in the unity of God, and that He spoke by the prophets.

Q.40. What is the holy, catholic and apostolic Church?
A. The holy, catholic and apostolic Church is the number of professed believers on earth together with their children gathered in visible local congregations, according to Christ's rule in the Holy Scriptures, in the unity of the true faith, and in submission to the word of God.

Q.4. How are these three marks seen in the Church?
A. 1The Church is holy because its members are washed in the blood of Jesus Christ. It is catholic because it is not confined to any one nation, language or race. It is apostolic because it is in obedient submission to the writings of Christ's apostles in the Scriptures. These marks are always found in the true Christian Church.


Q.42. Who are the members of this true Christian Church?
A. All those who profess belief in Jesus Christ as their Saviour and Lord, who are baptized in the name of the Father and of the Son and of the Holy Spirit and continue in the worship, fellowship, discipline and Sacraments of the Christian Church in a local congregation together with their children.

Q.43. How are we to worship God?
A. We are to worship God in no other way than He has command us in His word, because worship is to be done to God's good pleasure and not according to the commandments, dictates or customs of men, whether ancient or modern. Therefore we must worship and pray according to the directions of God's word.

Q.44. What is the form of prayer which Christ our Lord gave to His Church?
A. Though we are commanded to pray without ceasing, and may do so at all times and on various occasions, the Holy Spirit helping us always in our prayers, Christ has given us a prayer that we may daily use in public and in private, commonly called the Lord's Prayer.



Q. 45. Can you recite the Lord's Prayer?
A. Yes, it is found in Matthew 6:9-14
"Our Father in heaven, Hallowed be Your name. Your kingdom come. Your will be done on earth as it is in heaven. Give us this day our daily bread. And forgive us our debts as we forgive our debtors. And do not lead us into temptation, but deliver us from the evil one. For Yours in the kingdom and the power and the glory forever. Amen."

Q.46. What does this prayer teach you?
That I should look to my heavenly Father for every good thing, and seek His help and protection every day, because He is faithful and gracious to all who seek Him through Christ.

Q.47. What is the fellowship of the Church.
A. The fellowship of the Church is the life of the community of Christians as they live their lives helping and encouraging each other upon this earth, serving and worshiping God privately, in their homes and in the public assemblies of the congregations.

Q.48. What is the discipline of the Church?
A. The discipline of the Church is the pastoral nurture and oversight given to the people of God by the pastors and elders qualified for office according to the word of God and called to serve by the common consent of each congregation.

Q.49. What is meant by pastoral nurture?
A. By pastoral nurture the true pastors of Christ's Church build up and guide God's people in their worship and service until they attain spiritual maturity as the bearers of the image of Christ in this world.

Q.50. What is meant by pastoral oversight?
A. By pastoral oversight the true pastors of Christ's Church protect and guard God's people from error, harm and evil doers both within and outside the visible Church, that erring Christians may be recovered, wicked persons rebuked and disciplined, and the Church kept pure in its doctrine and practice. For this reason all Christians must endeavor to be at peace with the pastors of the Church.




Q.51. What are the Sacraments of the Church?
A. There are only two Sacraments appointed by Christ for His Church, Holy Baptism and the Lord's Table.

Q.52. What is Holy Baptism?
A. Holy Baptism is a visible sign and seal of inclusion into Christ and all His benefits to be applied once only to all those whom Christ receives as the members of His visible Church, that is, professed believers and their children, by the application of water either by sprinkling, pouring, or dipping, in the Name of the Father and of the Son and of the Holy Spirit.

Q.53. What is the Lord's Table?
A. The Lord's Table is a visible sign and seal of the salvation Christ purchased for His people by His shed blood and broken body on the Cross of Calvary, administered by the breaking and eating of bread and the drinking of wine.

Q.54. Who should eat the bread and drink the wine in the Sacrament of the Lord's Table?
A. The bread and the wine should be given to baptized Christians only who personally confess Jesus Christ as their Lord and Saviour, are capable of self examination and confession of their sins, and who are able to discern the difference between the elements of bread and wine consecrated for use in the Sacrament from the real physical body of Christ which was once and for all offered on Calvary, is risen again, and is now in heaven at the Father's right hand.

Q.55. Do the Sacraments actually take away our sins?
A. No. Only the blood of Christ and the Spirit of God can cleanse us from our sins, of which the Sacraments are outward visible signs pointing to the real inward work which God himself does in our spirits by faith.


Q.56. Are the Sacraments then empty signs & seals without any real benefit or necessity?
A. The Holy Spirit uses the Sacraments to direct our faith to Christ and His finished work. Therefore as we trust in Jesus Christ the sacraments have him as their substance and reality and are of great benefit and necessity to the Christian.

Q.57. What happens when a Christian dies?
A. When a Christian dies his or her spirit departs from the physical body into a conscious presence before God in heaven and is perfected in the love of God, with all the redeemed ones who have gone before, where there they await the resurrection on the last day, when their spirits will be reunited forever with their fully redeemed and raised physical bodies.

Q. 58. What happens to the unsaved at death?
A. Those who die in unbelief, still having the guilt of their sins upon them, at death have their conscious souls sent into the torments of the fires of hades, where they begin to suffer punishment for their sins and to await the final judgment day when they will be reunited with their physical bodies to be cast into the eternal fires and torment of the lake of fire, to consciously suffer the just wrath of God against them through all eternity.


Q. 59. What is the resurrection of the dead?
A. On the last day of history the Lord Jesus Christ will return visibly in the clouds and all persons who have ever lived will be raised physically in the same bodies in which they lived, only changed so as never to die again. The righteous will enter into the joys of heaven with all God's redeemed elect ones for ever, and the wicked will then be cast alive into the lake of fire to suffer the just wrath of God against them for ever.

Q.60. What is your assurance that all these things are true?
A. Because they are taught in the Holy Bible and the Spirit of God assures my heart that by true faith in Jesus Christ I am a child of God, a member of His true Church, and a Christian, not in word only, but in truth, by God's sovereign grace given to me in His Son before the world began.


Q.61. In light of these truths and your confession of faith what should you do?
A. I should zealously seek to honor God all the days of my life by obedience, prayer and love to Him, continuing in the fellowship of His Church with my fellow Christians and with a sincere heart seek to prayerfully win others to faith in Christ by my example and words, while I await the full enjoyment of all God's promises in heaven given to me through my Lord and Savior Jesus Christ.

AMEN.

THE END
IL CATECHISMO DEL PAST. DAVID STARK (1998)
Grace Presbyterian Church, Redding CA, USA

DOMANDE E RISPOSTE PER L'ISTRUZIONE DEI CRISTIANI

Scritto per assistere nuovi cristiani nel comprendere le dottrine di base della Fede e come strumento di istruzione da usarsi nelle Scuole Domenicali e in gruppi di studio biblico.

Compilato dal past. David Th. Stark ©1998
David Th. Stark, tutti i diritti riservati. Si autorizza a scaricare e fare uso di copie di quest'opera gratuitamente, fintanto che titolo, autore e nota di Copyright sia riportata sulle copie.

Domande per l'istruzione dei cristiani

D. 1 Che cos'è un cristiano?
R. Un cristiano è un uomo, una donna o un bambino, che veramente creda al messaggio della Sacra Bibbia. 

D. 2 Che cos'è la Sacra Bibbia?
R. Dicesi Sacra Bibbia i sessantasei libri dell'Antico e del Nuovo Testamento direttamente ispirati da Dio, totalmente accurati e privi di errori in tutto ciò che affermano e preservati da Dio attraverso le età.


D. 3 Qual è il messaggio della Sacra Bibbia?
R. Che vi è un solo e vero Dio, il quale è sovrano su ogni cosa ed ha provveduto all'umanità salvezza attraverso il Suo Figlio Gesù Cristo.

D. 4 Perché dici che vi è un solo e vero Dio?
R. Perché Dio è così che ha rivelato Sé stesso nella Sua Parola, vale a dire che Egli solo è Dio e che con Lui non vi sono altri déi.

D. 5. Ma allora perché alcuni insegnano che ci sono più di un solo Dio?
R. Perché sono ignoranti oppure sono stati ingannati da falsi maestri, demoni, o dalle loro fantasie, e perché non hanno ricevuto la Parola di Dio nel loro cuore.

D. 6 Che cosa intendi quando dici che il solo vero Dio è sovrano?
R. Che Egli ha creato ogni cosa dal nulla che ogni cosa risponde ai Suoi progetti ed è sotto Suo controllo.

D. 7 I progetti di Dio includono pure il peccato ed il male?
R. Sebbene Dio non abbia piacere alcuno nel peccato o nel male e che Egli non ne è mai l'autore responsabile, Egli è sovrano su di esso e li farà volgere alla fine al bene del Suo popolo e per la Sua gloria.

D. 8 In che modo Dio viene glorificato dal peccato e dal male?
R. Sottoponendo ad una giusta e stretta condanna gli autori che non se ne ravvedono e trionfando su di esso nella misericordia che manifesta verso i redenti.

D. 9 I progetti di Dio includono tutto ciò che esiste e accade?
R. Tutto ciò che esiste ed accade esiste come componente dei Suoi progetti e decreti sovrani, altrimenti Dio non sarebbe Dio.

D. 10 Perché dici che Dio deve essere sovrano su ogni cosa per essere davvero Dio?
R. Perché se ci fosse qualcosa al di là del Suo controllo e potere, allora vi sarebbe qualcosa in grado di cambiare Dio o frustrare i Suoi propositi nel tempo e nell'eternità, ma niente di simile può avvenire.

D. 11 Come fai a sapere che sia così?
R. Perché Dio è Dio in maniera assoluta. Egli ci ha parlato nella Sua Parola, la Sacra Bibbia, ed ha rivelato Sé stesso nelle Sue opere della Creazione e della Provvidenza.

D. 12 Che cosa ci ha detto Dio delle Sue opere nella Creazione?
R. Che Egli ha creato l'intero universo e questa terra con tutto ciò che è in essa, dal nulla e nello spazio di sei giorni normali di luce ed oscurità e che, com'era originalmente, tutto era buono.

D. 13 Che cosa ci ha detto Dio delle Sue opere di Provvidenza?
Che dalla caduta persino di un piccolo passero fino ai più grandi avvenimenti della storia, Dio è all'opera, che si prende cura del Suo creato e che guida ogni cosa per la Sua gloria e per il bene del Suo popolo secondo i Suoi piani e propositi.

D. 14 Che altro Dio ha rivelato di Sé stesso nella Sua Parola?
R. Che Egli è un Dio in essenza, ma che esiste in tre Persone eterne: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Questa verità è conosciuta come la dottrina della Santa Trinità.

D. 15 In che modo Dio può essere una Trinità, cioè uno e tre allo stesso tempo?
R. Dio può essere veramente uno e tre allo stesso tempo, perché Egli è un essere diverso da una qualsiasi creatura, e la Sua grandezza ed essere sono oltre alla nostra capacità di comprenderle.

D. 16 Se noi non possiamo comprendere la Sua grandezza ed essere, allora perché dici che Egli sia uno e tre al tempo stesso?
R. Perché è stato Lui a rivelare Sé stesso in questo modo nella Sua parola e, sebbene noi non si possa comprendere il Suo essere e grandezza, Egli conosce Sé stesso completamente e può dirci quel che Egli sua, anche se non lo possiamo del tutto comprendere.

D. 17 Questa dottrina della Santa Trinità non fa forse contro la ragione umana?
A. La dottrina della Trinità si pone al di sopra della ragione umana, non contro di essa. Oltretutto, la ragione umana è fallibile, limitata ed oscurata dagli effetti del peccato e della sua maledizione. La ragione, quindi, non ci può essere guida sicura per cercare di giudicare la verità di Dio nella Bibbia.

D. 18 Dio, però non ci ha forse dato la ragione e la nostra mente per uno scopo?
R. Dio ci ha dato la mente e la ragione non per emettere dei giudizi verso la Sua Parola, ma affinché potessimo riceverla intelligentemente nel nostro cuore con vera fede; ma non lo possiamo fare fintanto che non siamo rigenerati (nati di nuovo) dallo Spirito Santo.

D. 19 Perché dobbiamo essere rigenerati?
R. Perché l'umanità è caduta nel peccato con i nostri progenitori Adamo ed Eva. Risultato della loro caduta è che tutti noi nasciamo in questo mondo colpevoli, morti nei nostri falli e peccati, sotto il giudizio di Dio e soggetti a dannazione eterna.

D. 20 Che cos'è il peccato?
R. Il peccato è una qualsiasi infrazione dei comandi di Dio, sia esteriormente, nelle nostre parole ed azioni, sia nei nostri pensieri ed immaginazioni.

D. 21 Quali sono i comandi di Dio?
R. I comandi di Dio sono tutto ciò che Egli ci dirige a credere ed a fare nella Sua Parola, ma soprattutto, essi sono contenuti nei Dieci Comandamenti e nel Sommario della Legge, come Cristo, Signore nostro, ci ha insegnato.

D. 22 Puoi recitare i Dieci Comandamenti?
R. Allora Dio pronunciò tutte queste parole: «Io sono il SIGNORE, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù.

I. Non avere altri dèi oltre a me.

II. Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso bontà, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.


III. Non pronunciare il nome del SIGNORE, Dio tuo, invano; perché il SIGNORE non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano.

IV. Ricòrdati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fa' tutto il tuo lavoro, ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al SIGNORE Dio tuo; non fare in esso nessun lavoro ordinario, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né lo straniero che abita nella tua città; poiché in sei giorni il SIGNORE fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò che è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò il SIGNORE ha benedetto il giorno del riposo e lo ha santificato. Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il SIGNORE, il tuo Dio, ti dà.

VI. Non uccidere.

VII. Non commettere adulterio.

VIII. Non rubare.

IX. Non attestare il falso contro il tuo prossimo.


X. Non concupire la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo».

D. 23 Qual è il Sommario della Legge?
R. Cristo ce l'ha insegnato in Matteo 22:37-40: 
Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il grande e il primo comandamento. Il secondo, simile a questo, è: "Ama il tuo prossimo come te stesso". Da questi due comandamenti dipendono tutta la legge e i profeti.

D. 24 In che modo questi comandamenti ci mostrano che noi siamo peccatori?
R. La Legge ci mostra che siamo peccatori perché non amiamo come dovremmo Dio, il più grande e migliore di tutti gli Esseri e che è sommamente degno di tutto il nostro amore, adorazione e servizio; ma al contrario Lo disonoriamo con le nostre azioni egoiste e malvagie e meritiamo soffrire nelle fiamme dell'inferno per tutta l'eternità in giusta punizione per i nostri peccati verso di Lui.

D. 25 Che altro fa la Legge di Dio?
R. La Legge ci imprigiona sotto l'ira ed il giudizio di Dio e ci porta all'unico modo per sfuggirne che ci sia possibile.

D. 26 Qual è l'unico modo che ci è possibile per sfuggire dall'ira e dal giudizio di Dio?
R. E' il Signore Gesù Cristo, che, solo attraverso la Sua Persona ed opera può salvarci dai nostri peccati e dalla dannazione che giustamente meritiamo.


D. 27. Chi è il Signore Gesù Cristo?
R. Egli è l'immacolato Figlio di Dio, la seconda Persona della Santa Trinità, uno in natura ed in essenza con il Padre e con lo Spirito Santo, che, al fine di redimere il popolo che Gli appartiene, ha volontariamente preso su di Sé la natura umana quand'è stato concepito dallo Spirito Santo nel ventre della vergine Maria, cosicché ora, e per tutta l'eternità è vero Dio e vero uomo uniti in una stessa persona, lo stesso ieri, oggi e per sempre.

D. 28  Perché è stato necessario per la nostra redenzione che uno che è vero Dio diventasse vero uomo?
R. Il nostro Redentore doveva essere vero Dio affinché nella Sua natura divina Egli potesse sostenere la Sua natura umana sotto il peso dell'eterna ira di Dio quando ha sofferto ed è morto sulla Croce, e doveva essere vero uomo per poterci pienamente rappresentare nella Sua vita e sofferenze e così rendere pieno pagamento per i nostri peccati.

D. 29 Perché la punizione del peccato doveva essere eterna?
R. La punizione per il peccato non è misurata dai meriti della creatura, ma dalla virtù, dignità e persona di Colui contro il quale il peccato è commesso; e perché l'infinita maestà, onore, e Persona di Dio sono eterne, e perché la punizione del peccato sia perfettamente giusta, anch'essa deve essere eterna.

D. 30 In che modo Cristo, soffrendo nell'ambito del tempo, rende un pagamento di valore eterno per i nostri peccati?
R. In quanto Cristo è una persona eterna, essendo vero Dio, Egli poteva nella Sua natura umana soffrire per un periodo di tempo nel Suo corpo umano, come vero uomo, e di fatto portare per noi il dolore del castigo eterno mente soffriva sulla Croce.

D. 31 Come fai a sapere che Cristo ha pienamente pagato il prezzo di tutti i peccati del Suo popolo quand'è morto sulla Croce?
R. Perché Cristo è risorto corporalmente dai morti il terzo giorno. La potenza della morte è il peccato, e la morte non poteva trattenerlo perché tutti i peccati che Gli sono stati imputati sono stati da Lui espiati. Così possiamo avere la certezza del pieno perdono da parte di Dio.

D. 32 Che cos'è l'imputazione?
R. L'imputazione è l'atto di Dio mediante il quale la colpa dei nostri peccati è stata posta su Cristo ed è stata punita in Lui come nostro sostituto, cosicché noi in Lui possiamo comparire di fronte a Dio innocenti, giusti e santi, essendoci stata data legalmente la giustizia e la morte di Cristo come dono della Grazia immeritata di Dio.

D. 33 In che modo possiamo fare nostro questo dono di Dio?
R. Possiamo ricevere questo dono immeritato del perdono e della salvezza soltanto per fede e in nessun altro modo.

D. 35 Se è per sola fede, allora che cosa deve credere un cristiano?
R. Noi dobbiamo credere a tutto ciò che Dio ci dice nella Bibbia; e questo è riassunto nel Credo di Nicea, dove troviamo gli indubitabili articoli della nostra fede cristiana e confessati da ogni vero cristiano.

D. 35 Puoi recitare il Credo di Nicea?
R. Sì, il Credo Niceno dice:
"Crediamo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le visibili e di quelle invisibili.

E in un solo Signore Gesù Cristo,figlio unigenito di Dio,generato dal Padre prima di tutti i secoli,luce da luce, Dio vero da Dio vero; generato, non creato, della stessa sostanza del Padre, per mezzo del quale sono state fatte tutte le cose. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, prese carne dallo Spirito Santo e da Maria vergine, e divenne uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato,fu sepolto e risuscitò il terzo giorno secondo le Scritture, salì al cielo, si sedette alla destra del Padre; verrà nuovamente nella gloria per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine. 

Crediamo anche nello Spirito Santo, che è signore e dà vita, che procede dal Padre e dal Figlio; che col Padre e col Figlio deve essere adorato e glorificato, ed ha parlato per mezzo dei profeti. Crediamo la Chiesa una, santa, cattolica e apostolica. Crediamo un solo battesimo per la remissione dei peccati, e aspettiamo la risurrezione dei morti, e la vita nel secolo futuro. Amen."


D. 36 Perché accogli questi articoli come sommario della tua fede cristiana?
R. Perché essi sono insegnati nella Sacra Bibbia e sono stati accolti dalla Chiesa fin dai tempi più antichi.

D. 37 Che cosa insegna il Credo su Dio Padre?
R. Mi insegna che Egli è il vero Dio, l'Onnipotente e il Creatore di tutto ciò che esiste.

D. 38 Che cosa insegna il Credo sul Signore Gesù Cristo?
R. Mi insegna che Egli è il vero Dio e non una semplice creatura; che Egli, per la nostra salvezza, si è fatto vero uomo per redimerci; che Egli è morto, è risorto, è asceso al Cielo, siede alla destra del Padre in Cielo, e ritornerà in gloria per giudicare il mondo; e che il Suo regno non avrà mai fine.


D. 39  Che cosa insegna il Credo sullo Spirito Santo?
R. Mi insegna che Egli è il vero Dio e il Signore con il Padre e con il Figlio, e che con loro deve essere adorato nell'unità di Dio, e che Egli ha parlato attraverso i profeti.

D. 40 Che cos'è la Chiesa, santa, cattolica ed apostolica?
R. La Chiesa, santa, cattolica ed apostolica è il numero dei credenti professanti sulla terra insieme ai loro figli, raccolti in comunità locali visibili, secondo la regola di Cristo nelle Sacre Scritture, nell'unità della vera fede, ed in sottomissione alla Parola di Dio.

D. 41. In che modo questi tre segni sono visibili nella Chiesa?
R. La Chiesa è santa perché i suoi membri sono stati lavati nel sangue di Gesù Cristo. E' cattolica perché non è confinata ad una sola nazione, lingua o razza. E' apostolica perché è in ubbidiente sottomissione agli scritti degli apostoli di Cristo nelle Scritture. Questi segni si trovano sempre nella vera Chiesa cristiana.

D. 42 Chi sono i membri di questa vera Chiesa cristiana?
R. Sono tutti coloro che professano di crede in Gesù Cristo come il loro Salvatore e Signore, che sono battezzati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e che perseverano nel culto, nella comunione fraterna, nella disciplina e nei Sacramenti della Chiesa cristiana in una comunità locale insieme ai loro figli.


D. 43 In che modo dobbiamo rendere culto a Dio?
R. Dobbiamo rendere culto a Dio in nessun altro modo che come Egli ci ha espressamente comandato nella Sua Parola, perché il culto deve essere reso secondo il beneplacito di Dio e non secondo i comandamenti, i decreti o le usanze umane, siano esse antiche o moderne. Dobbiamo quindi rendere culto a Dio e pregarlo secondo le espresse istruzioni della Parola di Dio.

D. 44 Qual è la forma di preghiera che Cristo, nostro Signore, ha dato alla Sua Chiesa?
R. Sebbene ci sia comandato di pregare costantemente e lo si possa fare in ogni tempo ed in varie occasioni, lo Spirito Santo viene sempre in nostro soccorso nelle nostre preghiere. Cristo ci ha dato una preghiera che possiamo usare quotidianamente sia in pubblico che in privato, chiamata comunemente il Padre Nostro.

D. 45 Puoi recitare il Padre Nostro?
R. Sì, si trova in Matteo 6:9-14
"Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome. Venga il tuo regno. Sia fatta la tua volontà in terra come in cielo. Dacci oggi il nostro pane necessario. E perdonaci i nostri debiti, come anche noi perdoniamo ai nostri debitori. E non esporci alla tentazione, ma liberaci dal maligno, perché tuo è il regno e la potenza e la gloria in eterno. Amen".

D. 46  Che cosa ti insegna questa preghiera?
R. Che io devo cercare presso il Padre mio celeste ogni cosa buona, come pure cercare il Suo aiuto e protezione ogni giorno, perché Egli è fedele e misericordioso verso tutti coloro che lo cercano attraverso Cristo.

D. 47 Che cos'è la comunione della Chiesa?
R. La comunione della Chiesa è la vita della comunità dei cristiani che vivono la loro vita aiutandosi ed incoraggiandosi gli uni gli altri qui sulla terra, servendo Dio e rendendogli culto privatamente nelle loro case e nelle assemblee pubbliche delle comunità.

D. 48 Che cos'è la disciplina della Chiesa?
R. La disciplina della Chiesa è la cura e la sovrintendenza pastorale data al popolo di Dio dai pastori e dagli anziani qualificati per questo ministero secondo la Parola di Dio e chiamati a servire ciascuna comunità con il comune suo consenso.

D. 49 Che cosa si intende per cura pastorale?
R. Per cura pastorale si intende che i veri pastori della Chiesa di Cristo, edificano e guidano il popolo di Dio nel culto e nel servizio affinché esso raggiunga la maturità spirituale, ciascuno come portatore dell'immagine di Cristo in questo mondo.

D. 50 Che cosa si intende per sovrintendenza pastorale?
R. Per sovrintendenza pastorale si intende che i veri pastori della Chiesa di Cristo vigilano sul popolo di Dio proteggendolo dall'errore, dai danni e da chi fa il male sia dentro che fuori la Chiesa visibile, affinché i cristiani che errano possano essere ricuperati, le persone malvagie ammonite e disciplinate, e la Chiesa conservata pura nella sua dottrina e prassi. Per questa ragione, tutti i cristiani devono sforzarsi di essere in pace con i pastori della Chiesa.

D. 51 Quali sono i Sacramenti della Chiesa?
R. Vi sono solo due Sacramenti istituiti da Cristo per la Sua Chiesa: il santo Battesimo e la Cena del Signore.

D. 52 Che cos'è il santo Battesimo?
R. Il santo Battesimo è un segno e suggello visibile di inclusione in Cristo e in tutti i Suoi benefici, applicato solo una volta a coloro che Cristo riceve come membri della Sua Chiesa visibile, vale a dire, i credenti professanti ed i loro figli, mediante l'applicazione di acqua, o spruzzata, versata o per immersione, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

D. 53 Che cos'è la Cena del Signore?
R. La Cena del Signore è un segno e suggello visibile della salvezza che Cristo ha conseguito per il Suo popolo attraverso l'effusione del Suo sangue ed il Suo corpo spezzato sulla Croce del Calvario, amministrata dal rompere e dal mangiare del pane e del bere vino.

D. 54 Chi dovrebbe mangiare il pane e bere il vino nel Sacramento della Cena del Signore?
R. Il pane ed il vino dovrebbero essere dati a cristiani battezzati soltanto che personalmente confessano Gesù Cristo come loro Signore e Salvatore, e sono in grado di esaminare sé stessi e confessare i loro peccati, e che sono in grado di discernere la differenza fra gli elementi del pane e del vino consacrati per l'uso nel Sacramento, dal reale corpo fisico di Cristo, che una volta per sempre è stato offerto sul Calvario, che è risorto e ora siede alla destra del Padre. 

D. 55 I Sacramenti hanno il potere di per sé stessi di togliere i nostri peccati?
R. No. Solo il sangue di Cristo e lo Spirito di Dio possono purificarci dai nostri peccati, del che i Sacramenti ne sono i segni visibili indicatori della vera opera interiore che Dio stesso compie nel nostro spirito per fede.

D. 56 Allora i Sacramenti sarebbero dei segni e dei suggelli vuoti, privi di reale beneficio e necessita?
R. Lo Spirito Santo fa uso dei Sacramenti per dirigere la nostra fede verso Cristo e l'opera che Egli ha compiuto. Quindi, come noi confidiamo in Gesù Cristo, i Sacramenti hanno in Lui la loro sostanza e realtà e sono di grande beneficio per il cristiano.

D. 57 Che accade quando un cristiano muore?
R. Quando un cristiano muore, il suo spirito si stacca dal suo corpo fisico e giunge consapevole di fronte a Dio in cielo, ed è perfezionato nell'amore di Dio, insieme a tutti i redenti che vi sono giunti prima, laddove essi attendono la risurrezione dell'Ultimo Giorno, quando i loro spiriti saranno riuniti per sempre con i loro corpi fisici, pienamente redenti e risorti.

D. 58 Che cosa accade alla morte a coloro che non sono salvati?
A. Coloro che muoiono nell'incredulità, continuando a portare in sé la loro colpevolezza, alla morte la loro anima andrà consapevolmente nei tormenti del fuoco dell'Ades, dove essi cominceranno a soffrire il castigo dei loro peccati in attesa del giudizio finale allorché saranno riuniti con i loro corpi fisici per essere gettati nel fuoco eterno e nei tormenti del lago di fuoco, per soffrire consapevolmente la giusta ira di Dio contro di loro per tutta l'eternità.

D. 59 Che cos'è la Risurrezione dei morti?
R. Nell'ultimo giorno della storia, il Signore Gesù Cristo ritornerà in modo visibile sulle nuvole e tutte le persone che sono vissute saranno fisicamente fatte risorgere negli stessi corpi in cui hanno vissuto, solo trasformati per non morire più. I giusti entreranno nella gioia del Celo con tutti i redenti eletti da Dio per sempre, ed i malvagi saranno gettati vivi nel lago di fuoco per soffrire la giusta ira di Dio contro di loro per sempre.

D. 60 Quale certezza possiedi che tutte queste cose sono vere?
R. La certezza che sorge dal fatto che tutte queste cose sonno insegnate nella Sacra Bibbia, perché lo Spirito di Dio assicura il mio cuore che per vera fede in Gesù Cristo, io sono un figlio di Dio, membro della Sua vera chiesa, ed un cristiano, non in parole soltanto, ma in verità, a causa della sovrana Grazia di Dio che mi è stata concessa nel Suo Figlio prima della stessa creazione del mondo.

D. 61 Alla luce di queste verità e secondo la tua confessione di fede, che cosa dovresti fare?
R. Io dovrei con zelo cercare di onorare Dio per tutti i giorni della mia vita attraverso l'ubbidienza, la preghiera e l'amore verso di Lui, perseverando nella comunione della Sua Chiesa con i miei fratelli e sorelle in fede, e con cuore sincero, cercando in spirito di preghiera, di conquistare altri alla fede in Cristo attraverso il mio esempio e le mie parole, mentre attendo di poter godere pienamente di tutte le promesse di Dio in Cielo, quelle che mi sono state date attraverso il mio Signore e Salvatore Gesù Cristo.

AMEN.

FINE
Comments