Greetings! Benvenuti!

  

Telnarian Chronicles
 

 
        La giurisprudenza tutela solo le traduzioni di carattere creativo e individua i criteri che il giudice usa per riconoscere un "minimo di personalizzazione" della forma espressiva:

        Il Tribunale di Torino, con la sentenza 24.07.1995, afferma che "Non sono creative le traduzioni (1) di manuali di istruzioni per l'uso di determinate apparecchiature, quando i termini adoperati, sotto il profilo tecnico, devono essere rigorosamente corrispondenti a quelli adottati uniformemente nelle varie esperienze linguistiche e si esige dal traduttore un'attività meccanica e pedissequa di mera trasposizione linguistica in termini in gran parte coatti e predeterminati... (omissis) ... Il requisito della creatività della traduzione va individuato nella possibilità di una scelta tra parole e frasi, essenziale per la personalizzazione del mero dato informativo ad un autore ben individuato o individuabile".

        La traduzione "creativa" è regolata dalla legge sul diritto d'autore (legge n. 633/1941), il cui art. 4 così recita:
        "Senza pregiudizio dei diritti esistenti sull'opera originaria, sono protette le elaborazioni di carattere creativo dell'opera stessa, quali le traduzioni in altra lingua".
        Ed il successivo art. 7 della stessa legge stabilisce che "E' considerato autore delle elaborazioni l'elaboratore, nei limiti del suo lavoro".


Immagine correlata 
 

(1) Trattasi della cosiddetta "traduzione tecnica"

Pagine secondarie (1): Priest-Kings of Gor
Comments