Medaglia d'Oro di Benemerenza del Real Ordine di Francesco I all'Annuario della Nobiltà Italiana

pubblicato 10 ott 2016, 07:43 da Annuario della Nobiltà Italiana   [ aggiornato in data 10 ott 2016, 10:04 ]
Gentili lettori,  

in considerazione dei suoi particolari meriti culturali l'Annuario della Nobiltà Italiana ha ricevuto, il 1 ottobre 2016, da S.A.R. il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro, Capo della Real Casa delle Due Sicilie, Gran Maestro del Real Ordine di Francesco I,  la Medaglia d'Oro di Benemerenza del Real Ordine di Francesco I (Roma, 1 Ottobre 2016, numero 1 di repertorio generale).

Il Reale Ordine di Francesco I è un ordine cavalleresco (di tipo dinastico-statale) del Regno delle Due Sicilie, stato preunitario dell'Italia. L'ordine  venne fondato dal re Francesco I delle Due Sicilie il 28 settembre 1829 per premiare i benemeriti nelle scienze, nelle lettere, nelle arti e nell'ambito civile. Dato questo suo spiccato carattere "civile", l'ordine fu un vero e proprio precursore dei moderni ordini al merito.

Il decreto d'istituzione venne catalogato con il numero 2594, firmato il 28 settembre 1829 e pubblicato il 3 ottobre di quello stesso anno.

Le medaglie, d'oro o d'argento, avevano sul fronte il busto coronato del Re Francesco entro una ghirlanda di fronde di quercia e la legenda 
FRANCISCVS I. REG. VTR. SIC. ET HIER. REX
e nel rovescio, il motto 
DE REGE OPTIMO MERITO M.DCCC.XXIX
circondante tre gigli borbonici, posti 1 e 2, entro una ghirlanda di fronde di quercia.

Come ha scritto Giovanni Grimaldi, membro del comitato scientifico dell'Annuario della Nobiltà Italiana, esperto di diritto dinastico borbonico duosiciliano, nel gruppo di Facebook dell'Annuario della Nobiltà Italiana:
"Questo conferimento è un grande riconoscimento per tutto l'impegno profuso per la ricerca, lo studio e tutto quanto è stato approfondito sulla storia,  sul diritto dinastico (mai approfondito come ora), sulla genealogia (mai più precisa), sull'araldica (in gran parte inedita e straordinaria) della Real Casa dei Borbone delle Due Sicilie.

Questo riconoscimento è per l'impegno di tutti noi, ma soprattutto attesta, laddove ve ne fosse il bisogno, l'opera meritoria di promozione, di diffusione e di divulgazione di cotanto attraverso l'attività e l'opera dell'Annuario della Nobiltà Italiana, sia attraverso le pubblicazioni pure e semplici, sia attraverso convegni, studi, articoli, relazioni e generose donazioni dell'opera ad istituzioni quali biblioteche, archivi, personalità di riguardo e studiosi in tutto il mondo".

L’ultima notizia inerente al conferimento di una medaglia in Oro dell'Ordine di Francesco I, precedente a quella conferita il 1 ottobre 2016 all'Annuario della Nobiltà Italiana risale al 1873, quando il Re Francesco II di Borbone (durante l’esilio) ne conferì una all’ex Sergente Maggiore Agostino Salvietti del I Reggimento Fanteria della Guardia Reale mentre rarissime furono quelle concesse ad enti ed istituzioni. 

Tra queste ultime mi piace ricordare quella concessa all'"Osservatorio Nazionale del Regno delle Due Sicilie" a Palermo per la scoperta del  planetoide (asteroide) "Cerere 
Ferdinandea".
Questo fu il primo asteroide identificato nella storia dell'astronomia e così battezzato in onore della dea romana Cerere, protettrice del grano e della Sicilia, e di Re Ferdinando III di Sicilia (anche noto come Ferdinando IV di Napoli che nel 1816 divenne Ferdinando I delle Due Sicilie). 
Questa scoperta si deve al direttore e fondatore dell'Osservatorio Astronomico di Palermo prof. sac. Giuseppe Piazzi (nato a Ponte in Valtellina, 16 luglio 1746 – Napoli, 22 luglio 1826), sacerdote e religioso teatino  di nobile famiglia valtellinese, nato a pochi chilometri dalla mia dimora abituale, già professore di astronomia e di "calcolo sublime" (calcolo infinitesimale).  


Comments