04 Il Verbo latino


In latino, come in italiano, i verbi si coniugano, variano, cioè, la desinenza a seconda del modo, del tempo, della persona e della diatesi o forma

 Il genere

-        Transitivi (regge un complemento oggetto)

-        Intransitivi (esprime un’azione o uno stato in assoluto)

 La forma – la diatesi

-        Attiva (il soggetto compie l’azione)

-        Passiva (il soggetto subisce l’azione)

-        Deponente (presentano forma passiva ma hanno significato attivo)

 La persona e il numero

La persona e il numero indicano il rapporto del verbo con il soggetto rispettivamente sotto l’aspetto di chi e di quanti compiono, subiscono l’azione o sono nella condizione espressa dal verbo.

Le persone sono tre:

-        Prima persona

-        Seconda persona

-        Terza persona

Ciascuna persona ha due numeri: singolare e plurale

I modi e i tempi

 I modi verbali definiscono la maniera con cui è presentata l’azione o lo stato espresso dal verbo.

Si distinguono:

-        i modi finiti o personali che costituiscono il verbum finitum (modo determinato)

-        i modi indefiniti o impersonali che costituiscono il verbum infinitum (modo indeterminato)

Il tempo verbale colloca l’azione o lo stato espresso del verbo in una prospettiva temporale: presente, passata o futura.

 Modi finiti

 Il modo Indicativo è usato per esprime un fatto ritenuto reale da chi parla o scrive.

I tempi dell’Indicativo sono:

-        Presente    

-        Imperfetto

-        Futuro semplice

-        Perfetto (corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e al trapassato remoto italiano)

-        Piuccheperfetto (corrisponde al trapassato prossimo)

-        Futuro anteriore

Il modo Congiuntivo è usato per esprime un fatto supposto, un’opinione, una possibilità, un dubbio o un desiderio.

Tempi del Congiuntivo:

-        Presente

-        Imperfetto (corrisponde al congiuntivo imperfetto e al condizionale presente italiano)

-        Perfetto

-        Piuccheperfetto (corrisponde al trapassato congiuntivo e al condizionale passato italiano)

 Il modo Imperativo è usato per indicare un comando

Tempi dell’imperativo:

-        Presente

o   ha solo la seconda persona singolare e plurale

-        Futuro (non esiste in italiano)

o   indica un ordine da eseguirsi abitualmente, si usa infatti nelle leggi e nei moniti.

o   ha la seconda e la terza persona singolare e plurale

 Modi indefiniti o nomi verbali

I modi indefiniti hanno un’uscita unica per tutte le persone. Sono cinque e si dividono i sostantivi verbali e aggettivi verbali.

 Sostantivi verbali:

-        Infinito

-        Gerundio

-        Supino (non esiste in italiano)

 Aggettivi verbali:

-        Participio (non esiste in italiano)

-        Gerundivo (non esiste in italiano)


ċ
Caterina Ortu,
26 apr 2013, 09:15
Comments