66 Il pronome Relativo

I pronomi relativi
•I pronomi relativi introducono una proposizione subordinata, detta relativa, mettendo in relazione un termine della sovraordinata con l’azione espressa dal verbo nella subordinata
•I pronomi relativi latini sono:
Qui, quae, quod, corrispondente all'italiano “che, “il quale”, “la quale”, “la qual cosa
Quicumque, quaecumque, quodcumque
Quiquis, quidquidpronomi e aggettivi relativi indefiniti corrispondenti all'italiano “chiunque”, “qualunque cosa
Declinazione del pronome relativo qui, quae, quod

Relative proprie con l’indicativo
•Le relative proprie sono dette anche aggettive perché si riferiscono ad un nome o pronome (espresso o sottinteso) della reggente, rispetto al quale hanno la funzione di un aggettivo qualificativo o di una apposizione.
Concorda in numero e genere con il nome a cui si riferisce
Assume il caso richiesto dalla funzione logica sintattica che svolge nella subordinata relativa
•Hanno di norma l'indicativo (si usa il congiuntivo quando chi scrive racconta il pensiero di altri, quando non si riporta un fatto ritenuto reale, nel congiuntivo caratterizzante)
Esempio:Amamus eos qui nos amant = Amiamo coloro che ci amano
•Vi appartengono anche:
–le precisazioni geografiche di tipo accessorio
Thebae, quod Boeotiae caput est, in magno tumultu erant = Tebe, che è lacapitale della Beozia, era in gran tumulto
–le relative nominali, cioè quelle perifrasi che sostituiscono un sostantivo
ii qui legunt = i lettori
–le relative incidentali o accessorie
Urbem Romam habuerunt initio Troiani, qui profugi vagabant = all’inizio i troiani fondarono la città di Roma, che vagavano profughi
–alcune espressioni restrittive presentate come reali
quod ad me attinet = per quel che mi riguarda

Le funzioni di quod
Quod può essere
pronome relativo neutro;
congiunzione.
Quod congiunzione subordinante:
causale: si traduce con perchè, poichè. 
La causa può essere espressa all'indicativo, se è considerata reale; oppure al congiuntivo, se valutata come soggettiva.
dichiarativa, dopo verbi o locuzioni: si traduce con che, il fatto che.
esplicativa ( o epesegetica), dopo un pronome dimostrativo hoc, id, illud: si traduce con che.

Determinativi e dimostrativi antecedenti del pronome relativo
•Come in italiano il pronome relativo latino può riferirsi oltre che ad un nome anche ad pronome determinativo o dimostrativo
•In latino il pronome dimostrativo viene espresso quando svolge una funzione logica diversa da quella del relativo
Omnes lodant eum qui verum dicit = tutti lodano chi(colui che) dice la verità
•Quando svolge la stessa funzione logica e si trova quindi nello stesso caso, l’antecedente viene sottinteso.
–In questo caso il pronome relativo assume la doppia funzione di antecedente e relativo
Qui (is qui) verum dicit ab omnibus laudatur = chi(colui che) dice la verità è lodato da tutti

Costrutti tipici del relativo
Il nesso del relativo: posto solitamente a inizio di frase o periodo, si ha quando il pronome relativo non introduce una subordinata relativa ma esprime la coordinazione con la proposizione precedente.
•In italiano viene reso con un pronome dimostrativo preceduto dalla congiunzione «e» o «ma»
–per es.: Quae omnia fere Gallis incognita erant = Ma tutte queste cose erano per lo più sconosciute ai Galli
Prolessi (o anticipazione) del relativo: avviene quando la relativa, invece di seguire, precede la sovraordinata o l’antecedente da cui dipende. 
Di conseguenza anche l'antecedente del pronome relativo viene a trovarsi posticipato rispetto ad esso.
•Nella traduzione conviene invertire l'ordine delle proposizioni: si parte dalla reggente e, giunti all'antecedente del relativo, si inserirà dopo di questo la proposizione relativa anticipata.
Caesar, quos laborantes conspexerat, eos subsidia submittebat = Cesare mandava aiuti a coloro che aveva visto in difficoltà
•Nel caso invece in cui il relativo non sia richiamato dal suo antecedente, esso ha funzione di pronome doppio, pertanto dovrà essere sdoppiato in "colui/colei/coloro che".
Qui hoc dixerunt, mendaces sunt = Coloro che dissero ciò sono dei bugiardi

Relative proprie con il congiuntivo
•In caso di obliquità (congiuntivo obliquo), ossia - come definizione generica - quando la relativa si riferisce non al pensiero proprio dello scrivente, ma a quello di altri
apud Hypanim flumen Aristoteles ait quasdam bestiolas nasci quae unum diem vivant = Aristotele dice che presso il fiume Ipani nascono alcuni animaletti che (a sentir lui) vivono un giorno solo
•quando la relativa esprime eventualità (congiuntivo eventuale)
di tibi dent quaecumque optes = gli dei ti concedano qualunque cosa desideri (possa desiderare
•quando la relativa ha valore caratterizzante (congiuntivo caratterizzante); si verifica per esprimere una caratteristica distintiva, una qualità o in generale una peculiarità tipica di una categoria di persone
non desunt qui ament inimicos = non mancano persone (tali) che amano i loro nemici
•in particolare, il congiuntivo caratterizzante è frequente con l’aggettivo dignus o nelle locuzioni est/sunt qui;quis est qui?, ecc...
Marcus dignus est qui laudetur = Marco è degno di essere lodato (che sia lodato)
•nella cosiddetta attrazione modale
–Si verifica in proposizione dipendenti almeno di secondo grado

Relative improprie
•Le relative improprie o avverbiali sono proposizioni il cui introduttore può essere sostituito dall'introduttore di una proposizione circostanziale o avverbiale:
relative finali: il pronome relativo può essere sostituito dall'introduttore finale ut; il congiuntivo è di norma al presente o all'imperfetto; in italiano si traducono con il congiuntivo
bacillum propter me, quo abigam, ponitote = mettetemi vicino un bastoncino con cui possa scacciare (le fiere e gli uccelli)
relative consecutive: il pronome relativo può essere sostituito dall'introduttore consecutivo ut e possono essere anticipate nella reggente da is, talis, eiusmodi, tantus, tam, etc. oppure da un comparativo +quam - in italiano si traducono con l'indicativo o con il congiuntivo se è presente un'idea di intenzionalità.
est innocentia adfectio talis animi quae noceat nemini = l'innocenza è una disposizione dell'anima tale che non nuoce a nessuno
relative causali: il pronome relativo può essere sostituito dall'introduttore causale quod - in italiano si traducono con l'indicativo.
me, qui ad multam noctem vigilassem, somnus complexus est = poiché ero stato sveglio fino a tarda notte, mi colse il sonno
relative ipotetiche: il pronome relativo può essere sostituito dall'introduttore ipotetico si + quis: seguono le norme del periodo ipotetico della possibilità o della irrealtà ed equivalgono ad una protasi; in italiano si traducono con il congiuntivo
qui vidisset urbem, captam dixisset = chi (= se uno) avesse visto la città, l'avrebbe detta conquistata
relative avversative: il pronome relativo può essere sostituito dal cum avversativo; in italiano si traducono sostituendo il relativo con "mentre" o facendolo seguire da "invece" con il verbo all'indicativo.
quam tu tuam causam non nosti, qui alienas tam facile discas! = quanto ignori la tua causa, tu che invece impari tanto facilmente quelle altrui!
relative concessive: il pronome relativo può essere sostituito dall'introduttore quamvis; spesso nella reggente si trova tamen; in italiano si traducono facendo seguire il relativo da "pure" con il verbo all'indicativo
ego, qui eius carmina sero legerim, nunc tamen vehementer diligo = io, che pure ho letto tardi le sue poesie, tuttavia adesso le amo moltissimo
relative limitative o restrittive: il pronome relativo è spesso accompagnato da quidem (= almeno) o da modo (= soltanto).
•Hanno normalmente il congiuntivo: 
quod sciam = ch'io sappia; quod meminerim = per quel che ricordo, etc. 
- In italiano si possono tradurre sia con il congiuntivo, sia con l'indicativo, a seconda del contesto.

Avverbi relativi
qui, quae, quod = che, il quale, la quale;
ubi = dove (stato in luogo);
quo = dove (moto a luogo);
unde = da dove, donde;
qua = per dove;
quomodo = al modo in cui;
quoad = fino al punto in cui;
qualis, e = quale, come;
quantus, a, um = quanto grande;
quantum = quanto;
quot, quam multi = quanti;
quotiens = quante volte

Relativi indefiniti
quicumque, quaecumque, quodcumque = chiunque, qualunque, qualunque cosa;
quisquis, quidquid = chiunque;
ubicumque = dovunque (stato in luogo);
quocumque = dovunque (moto a luogo);
undecumque = da qualunque luogo;
quacumque = per qualunque luogo;
quoquo = in qualunque luogo, dovunque;
quaqua = da qualunque parte;
qualiscumque, qualecumque = quale che sia;
quantuscumque, quantacumque, quantumcumque = per quanto grande (piccolo), di qualunque grandezza;
quotcumque, quotquot = quanti, qualunque sia il numero;
utcumque = comunque;
quandocumque = in qualunque tempo.