63 La proposizione consecutiva

•La consecutiva è una proposizione dipendente che esprime la conseguenza preannunciata dalla principale.
•In latino è introdotta da ut (se affermativa), ut non (se negativa).
Es.:Tanta bonitas est aquae,/ voluptas ut satiari non possit mea.", E' così grande la bontà dell'acqua, che la mia voglia non si può saziare
I tempi del congiuntivo latino si traducono coi corrispettivi tempi dell’indicativo italiano.
In italiano la consecutiva si può rendere anche in forma implicita ( da + l’infinito), quando i soggetti della reggente e della consecutiva sono identici.
•Nella reggente spesso troviamo antecedenti correlativi:
–- avverbi: sic, ita, così; tam, tantum, tanto; adeo, a tal punto;
–- aggettivi o pronomi: is, ea, id (tale); tantus, ecc