Prossimo incontro: 7 e 8 giugno 2018 - AGOSTINO PIRELLA - L'ESPERIENZA DI AREZZO A 40 ANNI DALLA LEGGE 180

Perché il nome di Franco Basaglia

L’impegno per il superamento dell’istituzione manicomiale, la lotta contro ogni forma di emarginazione e il lavoro teorico compiuto per l’affermazione di una scienza a servizio del bisogno di salute di tutti gli uomini, a partire dalle condizioni materiali che più violentemente la negano sono un contributo prezioso dato da Franco Basaglia che deve continuare a vivere nelle diverse condizioni di oggi, ancora per i malati di mente, ma per tutti coloro, e sono tanti, che rischiano l’abbandono, l’isolamento, l’emarginazione, la dipendenza, la precarietà nell’esistenza e nella convivenza.
Il Centro fa riferimento, appunto, all’esperienza di Franco Basaglia che si è collocata all’interno delle più profonde lacerazioni umane, nei luoghi delle segregazione e dell’emarginazione e che ha dimostrato che un progetto di salute è sempre possibile se collegato ad un processo reale di emancipazione e di liberazione di uomini e donne.
Del resto è quanto richiede l’articolo 3 della Costituzione che impegna la Repubblica, cioè tutti, “a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana…”
Oggi, come allora, è necessario mettere la ricerca, il sapere e la politica a sostegno di chi ha meno voce e minori possibilità di far valere il diritto universale alla salute; oggi, come allora, la scienza e la politica, la teoria e la prassi devono contribuire alla liberazione dal malessere, dalla svantaggio personale e dalle disuguaglianze sociali.
Il Centro, pertanto, ha il compito d’essere sentinella attiva sui problemi dell’emarginazione dei cittadini, ovunque e in qualunque forma essa si manifesti, di contribuire a superare e cancellare le iniquità che sussistono nella produzione e nella fruizione delle prestazioni sociosanitarie, di dare valore a tutte quelle soggettività, dei bambini, dei giovani, delle donne, degli anziani, dei malati, delle persone più fragili che troppo spesso sono esclusi dai diritti che la Costituzione riconosce a tutti i cittadini.
Per queste finalità, il Centro vuol essere luogo di studio, di confronto, di discussione, di promozione con l’obiettivo di valorizzare le molte energie intellettuali, morali e sociali, pubbliche e private, di cui dispone la Comunità aretina.

Read More


Organi 

Gli Organi di governo dell’Associazione “Centro Basaglia” sono stabiliti dall’articolo 9 dello Statuto e comprendono:

1. L’Assemblea dei soci
2. Il Consiglio Direttivo
3. Il Presidente

   
 
Statuto

Finalità del Centro Basaglia

Dopo dieci anni di attività dell’Istituzione provinciale, la nuova Associazione-Onlus ha definito sue precise finalità, mutuate dalle esperienze realizzate e dalle problematiche che sempre si presentano nella condizione sociale dei cittadini italiani.

 
 

Embed gadget

Comments