ANNO A‎ > ‎Quaresima-Pasqua A‎ > ‎

3-quaresima-A

3 Domenica di Quaresima - anno A
"Chi beve quest'acqua non avrà più sete"

Antifona d'Ingresso  Sal 24,15-16
I miei occhi sono sempre rivolti al Signore,
perché libera dal laccio i miei piedi.
Volgiti a me e abbi misericordia, Signore,
perché sono povero e solo.


Presentazione della Parola di Dio
Prima lettura - Is 8,23b-9,3: Nella Galilea delle genti, il popolo vide una grande luce.
La grande luce di cui parla Isaia, oltre a significare il gaudio e la gioiosa speranza dei deportati che possono finalmente tornare in patria, è immagine della realtà messianica: del passaggio dalle tenebre dell’ignoranza e del peccato alla luce della verità e della grazia. Cristo è la vera luce che splende nelle tenebre ed illumina ogni uomo. 
Dal Salmo 26 - Rit.: Il Signore è mia luce e mia salvezza.
Il salmista ci presenta Dio come fonte di pace, di gioia e di ogni bene. Al contrario delle tenebre che indicano tristezza, male e morte. Dio è luce per tutti noi perché ci indica la retta via ed è garanzia di vita. 
Seconda lettura - 1 Cor 1,10-13.17: Siate tutti unanimi nel parlare, perché non vi siano divisioni tra voi.
Paolo raccomanda vivamente ai cristiani di Corinto, come a noi, di superare le divisioni, ritornando all’uniformità di pensieri e di sentimenti. Nell’annuncio della fede Paolo è ben convinto di dover presentare non un proprio insegnamento, ma la buona novella di Cristo: il messaggio salvifico della croce non va adattato ad una saggezza terrena, ma testimoniato. 
Canto al Vangelo - Alleluia, alleluia. Gesù predicava la buona novella del regno e guariva ogni sorta di infermità nel popolo. Alleluia. 
Vangelo - Mt 4,12-23: Venne a Cafarnao perché si adempisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia.
La gioia e la pace della visione del profeta e l’unità alla quale Paolo ha esortato, vengono realizzate nella fedeltà alla Parola di Cristo. Oggi il Vangelo ci invita a fare penitenza, perché il regno dei cieli è vicino. Il regno è presente o scompare, s’avvicina o si allontana proprio in rapporto alla nostra volontà di conversione che è tensione quotidiana, rinnovata giorno per giorno e momento per momento. 


Antifona alla Comunione  Gv 4,13-14
«Chi beve dell'acqua che io gli darò».
dice il Signore, «avrà in sé una sorgente 
che zampilla fino alla vita eterna».

PROPOSTA PER I CANTI:
ingressoL'ANIMA MIA HA SETE DEL DIO VIVENTE
 RN330
 S A
  ATTENDE DOMINE
 RN78 S A
  ANTIFONE DELLE DOMENICHE DI QUARESIMA
 RN77 S A
     
     
salmo responsoriale
 Ascoltate oggi la voce del Signore
 SAL94/95 (M: Visconti)
 S 
     
canto al vangelo
 Lode a Te o Cristo
 Diocesi di Mantova (M.Meneghello)
 S A
     
processione offertoriale
 DONACI SIGNORE UN CUORE NUOVO
 RN 81
 S A
    S A
     
     
comunione
 SE TU CONOSCESSI IL DONO DI DIO
 (M: Giuseppe Liberto) RN95
 S A
  TU FONTE VIVA
 RN381 S A
   

     
congedo
 Ant. Ave Regina Caelorum
 RN214 S A

Comments