Testimonianze

Mi chiamo Gino, sono un medico specializzato in medicina interna ed esercito la mia professione da circa 10 anni.
Fin da quando ero ragazzo mi sono sempre posto alcune domande basilari, a cui però non riuscivo a dare delle risposte precise.
Vedevo che la gente nasceva, invecchiava e poi moriva, così mi chiedevo perchè accadeva questo e che senso aveva tutto questo.
Per anni mi sono posto questa domanda senza trovare una risposta.
Pensavo tra me, un giorno prima o poi, accadrà certamente anche a me di morire e allora dove andrò dopo la mia morte fisica?
Non avrebbe senso nascere, vivere e poi morire e che il tutto finisse lì, questo non mi quadrava davvero.
Ma non riuscivo a trovare la risposta a queste mie domande basilari. Dove sarei andato dopo la mia morte fisica?
Senza che me ne accorgessi, stavo già allora, cercando Dio dentro il mio cuore.

Più avanti nella mia vita, quasi per caso, trovai in casa una copia dei quattro vangeli e cominciai a leggerli, all'inizio per curiosità, poi man mano che li leggevo e sentivo le parole del Signore Gesù Cristo, trovavo proprio le risposte chiare e precise che cercavo da anni, e soprattutto mi rendevo conto che quello che stavo leggendo era la Verità. 
Continuai a leggere i quattro evangeli, e poi lessi tutto il Nuovo Testamento e piano piano cominciò a chiarirsi tutto nella mia mente.
Leggendo capii che noi tutti indistintamente, siamo peccatori, in quanto abbiamo una natura di peccato, e in quanto tali, siamo privi della Gloria di Dio, cioè siamo separati da Dio.
Capii però anche, che il Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio, aveva portato sulla croce tutti i miei peccati, aveva pagato Lui al mio posto per i miei peccati, e se credevo veramente col cuore, in quest'opera che Lui aveva fatto per me, Lui mi prometteva la vita eterna.
Ed è proprio questa l'essenza vera dell' Evangelo, della buona notizia: la vita eterna, il Regno dei Cieli che il Signore Gesù Cristo ha promesso a tutti quelli che credono in Lui.
Capii allora che la salvezza cioè la vita eterna, non si poteva guadagnare con opere particolari o con i nostri meriti, 
perchè noi, per quanto ci possiamo sforzare, restiamo sempre dei peccatori, ma occorrono solo due cose: il ravvedimento sincero davanti a Dio, e credere nel Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio e nella Sua opera che Lui ha fatto per noi, morendo sulla croce.
Quindi la salvezza, la vita eterna, si può ottenere unicamente mediante la fede nel Signore Gesù Cristo e non mediante le opere.
Io per avere la vita eterna dovevo credere che l' uomo Gesù di Nazareth, era veramente il Figlio di Dio, Dio stesso che si è manifestato in carne, e inoltre dovevo credere che il Figlio di Dio aveva portato sulla croce tutti i miei peccati.
In altre parole dovevo accettare il Signore Gesù Cristo come mio Salvatore, come Colui che mi salvava dai miei peccati, 
Colui che mi salvava dalla morte eterna, perchè la conseguenza del peccato è la morte eterna.  

Continuai a leggere costantemente la Parola di Dio, e un bel giorno nella mia camera, feci una scelta chiara per il Signore, presi una decisione ben precisa nella mia vita e nel mio cuore: accettai Gesù Cristo il Figlio di Dio, come mio personale Salvatore e Signore.
Cioè credetti con il cuore che Lui era morto sulla croce per pagare per i miei peccati e mediante il Suo sangue, mi aveva lavato, purificato e salvato dalla morte eterna, inoltre decisi di seguire Cristo nella mia vita, di sottomettermi a Lui e di ubbidirgli.

Da allora la mia vita cambiò radicalmente. Sentii una pace e una gioia nel cuore che non avevo mai provato prima.
Sentivo che il Signore guidava e conduceva la mia vita ma soprattutto, la cosa più bella era quella di sentirmi in pace con Dio. 
Sapevo ed ero sicuro che anche se mi fosse capitata la cosa peggiore di questa vita, cioè la morte fisica, io possedevo la vita eterna.
E questo non per presunzione, ma perché la Parola di Dio, la Bibbia, me lo affermava chiaramente. 
Il Signore Gesù Cristo infatti ha detto: "Chi crede nel Figlio di Dio ha vita eterna" (Giovanni 3:36).
Ed io avevo creduto con tutto il mio cuore in Gesù Cristo, il Figlio di Dio.

Gesù ha anche detto: "Chi ascolta la mia parola e crede a Colui che mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita" (Giovanni 5:24).
Che promesse meravigliose! E sono promesse non fatte da un uomo, ma fatte dal Signore stesso, e Lui mantiene sempre ciò che promette, non può mentire, perché è Dio, e Dio è verità (Tito 1:2).
Il mio desiderio è che ognuno di voi possa far proprie queste promesse di Dio, che ognuno di voi possa aver la certezza, la sicurezza nel proprio cuore, che un giorno sarà nel Regno dei Cieli a godere la vita eterna con Dio.

Per cominciare a conoscere il Signore Gesù Cristo e per credere in Lui, è indispensabile che vi accostiate alla Parola di Dio, la Bibbia, per leggerla e meditarla ogni giorno, perché la fede viene appunto dall' udire la Parola di Dio (Romani 10:17). 
Iniziate a leggere dai quattro evangeli e dal Nuovo Testamento. Credete a quello che leggete nella Bibbia, credete alle promesse di Dio e accettate la sua Parola nel vostro cuore.
La Parola di Dio è l' unica cosa di cui ci possiamo fidare ciecamente perché non è la parola di uomini, ma è appunto la Parola di Dio, è Dio che parla personalmente a voi, ai vostri cuori.
Perciò leggete tutti i giorni un brano del Nuovo Testamento, Dio vi parlerà, se lo cercate davvero con sincerità di cuore.

Vorrei lasciarvi con alcuni versetti che troviamo nel Capitolo 3 del Vangelo di Giovanni, che vorrei leggeste con attenzione:

"Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il Suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di Lui. Chi crede in Lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell' unigenito Figlio di Dio" (Giovanni 3:16-18).

Che il Signore vi benedica.

G.C.
Comments