Il diario‎ > ‎

3/6 marzo 2011 - CASTELGANDOLFO raduno collegiale squadra nazionale junior

03-03-2011: Siamo arrivati a Castelgandolfo dopo un viaggio da incubo, pioggia, neve, nebbia, incidenti e code, ma con tanta voglia di far bene e carichi come le molle.
Subito nel pomeriggio ci sono stati i primi tests di forza massimale negli esercizi di trazione sotto panca e di spinte su panca.

Sapevamo di affrontare la prova a noi meno congeniale ma comunque lo abbiamo fatto con grande grinta.
L'obiettivo di questa prova è raggiungere un valore di almeno 2,80 nel rapporto tra la somma dei Kg dei due massimali ed il peso corporeo.





Jacopo ha tirato sotto panca 68,5 Kg ed ha spinto in panaca piana 71 Kg, quindi il suo valore è risultato pari a 2,21, dato dalla formula (68,5 massimale di trazione +71 massimale di spinte)/61,2 peso corporeo = 2,28, il sedicesimo valore assoluto.
Come abbiamo sempre detto la forza è il nostro problema più grosso e ci stiamo lavorando sopra duramente.



Abbiamo poi affronato la prova sui 5000 mt di corsa ben figurando con un tempo di 20'22" che ha collocato Jacopo al quinto posto, su dicannove partecipanti.

04-03-2011: oggi abbiamo fatto lo step test sui 1000 mt in barca.


Scopo della prova è trovare i valori di velocità alle diverse concentrazioni di lattato nel sangue, rispettivamente a 3 - 5 - 7 mmol. Non appena avremo i risultati definitivi li pubblicheremo, ad ogni modo Jacopo ha saputo ben interpretare il test incrementando gradualmente la velocità e la frequenza di pagaiata rispettando quindi il protocollo del test, ispirato da una grande tensione e concentrazione, qui non si può sbagliare.


 Nell'ultima ripetuta da 1000 mt, delle 4 previste, che andava fatta al massimo Jacopo ha dato tutto,


ha fermato il cronometro al tempo di 4'14" a 13" dal migliore, lasciandosi alle spalle più di metà dei colleghi, i risultati andranno poi interpretati secondo il tasso di lattato per avere una idea reale del valore di Jacopo rispetto ai suoi avversari.


Nel pomeriggio a causa del lago mosso abbiamo svolto una seduta di resistenza generale in circuito che ha impegnato i ragazzi per circa due ore, utilizzando le strutture interne pesi, ciclette, pagaiergometri e tutto ciò che serve per far fatica.


Domani ci aspettano i 2000 mt ed il test sui 200 mt, anche qui l'imperativo è dare il massimo, un'altra bella sfida con il cronometro ma saremo altrettanto concentrati e motivati come oggi.

05-03-2011
: oggi il lago ci ha permesso di effettuare il test sui 2000 mt massimali, sono state fatte due prove a distanza di 20 minuti l'una dall'altra.
Jacopo nella prima prova ha saputo piazzarsi all'ottavo posto, a 39 secondi dal primo, con il tempo di 9'16,1".


Nella seconda prova si è piazzato nono, a 32 secondi dal primo, con il tempo di 9'14,1".

Sapevamo di essere più competitivi su questa prova e lo abbiamo dimostrato meritandosi un piazzamento da finale, e soprattutto, nella consapevolezza di avere veramente pochi chilometri di barca di allenamento, i distacchi dai primi sono assolutamente colmabili.

Nel pomeriggio abbiamo fatto il test sui 200 mt con partenza da fermo ed abbiamo confermato la carenza di forza specifica, che ci ha relegato agli ultimi posti nelle prove di forza massimale.

Nella pirma prova Jacopo ha chiuso in 46,68", piazzandosi diciottesimo, a 7,3" dal primo.
Si è leggermente migliorato nella seconda prova piazzandosi al diciasettesimo posto con il tempo di 47,94", a 7" dal migliore.

La sera si è tenuta la riunione di sintesi e spiegazione di questi tre giorni di prove ed è stata stilata la classifica generale del raduno.
Jacopo si è qualificato al quindicesimo posto su diciannove atleti partecipanti, ma quello che ci ha soddisfatto maggiormente sono state le prove in barca sulle lunghe distanze (2000 mt e 1000 mt), frutto di una accorta programmazione di allenamento.
Infatti dalla lettura dei dati fisiologici, ottenuti con il test dei 1000 mt fatto venerdì mattina sono emerse delle indicazioni veramente interessanti e incoraggianti.
Jacopo ha dimostrato di essere veramente ben allenato alle basse concentrazioni di lattato e di seguito vi sintetizzo su di una tabella i valori di Jacopo rispetto ai  migliori:
  • velocità a 3 mmol    Jacopo è terzo con 3,60 m/sec e il migliore ha 3,67 m/sec
  • velocità a 5 mmol    Jacopo è terzo con 3,79 m/sec e il migliore ha 3,88 m/sec
  • velocità a 7 mmol    Jacopo è quarto con 3,92 m/sec e il migliore ha 4,02 m/sec
Questi dati ci spingono a puntare alle prossime selezioni di Milano prima e Mantova poi, perchè con un adeguato allenamento in acqua possiamo sicuramente tenere testa ai migliori kayaker d'Italia.

06-03-2011: giornata di splendido sole dedicata all'allenamento in equipaggio per migliorare l'assieme tra i ragazzi.



L'allenamento prevedeva 8 da 1000 mt fatti a 100 colpi al minuto e i ragazzi si sono dati battaglia sotto l'attenta guida degli allenatori federali.



L'allenamento è servito soprattutto a Jacopo in vista della possibilità di fare barche lunghe anche in società.


Torniamo a casa con tanta voglia di allenarsi in acqua e coprire subito quel divario che finora ci ha penalizzato, abbiamo un mese dai campionati italiani di fondo e dalle prime selezioni e quindi possiamo solo che migliorarci.
Comments