Immagini del percorso

Il Progetto del Cammino della Rada intende sostenere la fruizione del percorso esistente, pedonale e in parte ciclabile, che congiunge nel territorio del Comune di Portoferraio la Torre del Martello con la Rocca del Volterraio.


L’itinerario identificato si basa su un antico percorso sostanzialmente da sempre fruibile nonostante alcune criticità di seguito elencate


Alti fondali:

parcheggio in fila anziché a spina di pesce per transitare a monte del recinto raccolta olio usato  quando il lungomare è chiuso per la presenza di navi da crociera

realizzare uno scivolo sulla nuova banchina di


Calata Italia:

realizzare e/o migliorare un percorso pedonale/ciclabile protetto dal Residence alla rotatoria COOP


viale Teseo Tesei, via Cacciò, via degli Altiforni, via del Giglio, via della Ferriera:

liberare il marciapiede lato mare da elementi incongrui quali siepe di pitosforo, pali segnaletici ed contatori elettrici, protezione di alcuni tratti

scivoli sui marciapiede per


Fosso della Madonnina

in stagione favorevole si può passare sulla duna che chiude il fosso, altrimenti occorre realizzare un ponte pedonale/ciclabile


San Giovanni

il percorso si snoda nel  bacino delle saline, spiaggia prospicente l’hotel Airone, parcheggio del piazzale del chicchero che necessita una manutenzione, lungomare di san giovanni, sotto il muro del Podere San Marco, che necessita opere di difesa dall’erosione marina


Le Grotte

il percorso utilizza la strada carrabile riportata nel catasto leopoldino vicinale di uso pubblico fino al piazzale della villa romana, scende verso hotel grotte del paradiso e costeggia villa bigeschi lato mare, scende verso la spiaggia e risale passando a monte della villa e dell’hotel garden per poi arrivare alla spiaggia di schiopparello


Schiopparello, le Prade, Magazzini

il percorso passa sulla spiaggia con la criticità del passaggio del Predicaio, sotto il muro della Chiusa, in erosione

Punta dei Magazzini, Spiaggia dell’Ottone

il percorso passa alto sulla scogliera dove sono evidenti fenomeni franosi da contrastare con opportuno intervento di messa in sicurezza anche con l’installaziione di una ringhiera

è necessario rivedere il  raccordo tra la scogliera e la spiaggia dell’Ottone

percorre la spiaggia di fronte all’hotel villa ottone rientra verso la strada provinciale in un viottolo a nord dell’hotel villa ottone eroso dalle acque meteoriche, che per questo necessita di un ripristino.


Provinciale 26

il percorso dall’hotel villa ottone al bivio del Volterraio si snoda sulla banchina lato mare, larga circa tre metri, della strada provinciale,  in parte occupata dalla vegetazione che andrebbe ridotta;


Strada maestra riese

L’antica strada identificata nel catasto leopoldino, ora parzialmente invasa dalla vegetazione, costeggia salendo a sinistra, lato monte, la nuova strada ora asfaltata realizzata negli anni 30’. Il primo tratto di circa 60 metri è ora inglobato nel caming Rosselba con il quale è necessario valutare la situazione. Per rendere possibile il transito pedonale occorre mettere in sicurezza l’attraversamento pedonale della provinciale per Bagnaia e i primi 50 metri di alla base della strada provinciale del Volterraio. In seguito la strada maestra riese occupa una sede propria, che passata una uliveta, si estende nel territorio del PNAT che dovrà ripulirla dalla  vegetazione


Volterraio

la strada maestra riese passa a metà tra le casemate e san leonardo e continua sull versante del monte castello fino alle panche sopra rio nell’Elba



Seguono alcune immagini del percorso


.


Dalla Torre del Martello


Calata a mare





Molo Alti fondali

Molo x




.


Viale Teseo Tesei

Viale Teseo Tesei



.

Viale Teseo Tesei, Marine service


Viale Teseo Tesei, Palaturismo

.


Via Giuseppe Cacciò, ESAOM


Rotatoria Ponte del Brogi

.

La Loppa


Ritorno, via degli Altiforni


Andata, via del Giglio


.



Fosso della Madonnina

Ritorno


Andata

.


Ritorno


Andata

.

San Giovanni




.

Magazzini, verso La Chiusa

Magazzini, verso Ottone


Comments