Hot News

Strategia e Piano di Azione della Carta Europea del Turismo Sostenibile

pubblicato 24 nov 2015, 01:36 da Paolo Gasparri   [ aggiornato in data 24 nov 2015, 01:40 ]

Il Progetto del Cammino della Rada è presentato nella scheda 34 della Strategia e Piano di Azione della Carta Europea del Turismo Sostenibile proposto dal Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano 
http://www.islepark.it/images/piano_di_azione.pdf
La Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (CETS) è uno strumento metodologico ed una certificazione che permette di migliorare la gestione del turismo nelle Aree Protette.
L'elemento centrale della Carta è la collaborazione tra tutte le parti interessate a sviluppare una strategia comune ed un piano d'azione per lo sviluppo turistico, sulla base di un'analisi approfondita della situazione locale. L'obiettivo è la tutela del patrimonio naturale e culturale e il continuo miglioramento della gestione del turismo nell'area protetta a favore dell’ambiente, della popolazione locale, delle imprese e dei visitatori.

CRONACA DEL PRIMO "CAMMINO DELLA RADA DI PORTOFERRAIO"

pubblicato 1 lug 2015, 14:59 da Paolo Gasparri   [ aggiornato in data 1 lug 2015, 15:00 ]

Entusiasmo, sorpresa, allegria, benessere, speranza. Oltre 80 soci, volontari, operatori economici, residenti, visitatori, hanno risposto al nostro invito e partecipato alla passeggiata dimostrativa della fattibilità del percorso "Il Cammino della Rada di Portoferraio" nel pomeriggio del 28 luglio, alla riscoperta dell’antico camminamento costiero che abbraccia il golfo portoferraiese, ricco di storia, di cultura e con un patrimonio naturalistico unico, ma soprattutto meraviglioso e scenografico. Partiti a piedi dalla zona delle Antiche Saline, con un percorso medio-facile e misto, alternando vecchi sentieri ritrovati e lunghi tratti di spiaggia, hanno attraversato San Giovanni, Le Grotte, Schiopparello, le Prade e raggiunto i Magazzini, con continui e mutevoli affacci sulla Rada, dominata dalla Torre del Martello e dalla Rocca del Volterraio, avvolta da un tramonto mozzafiato dietro la Città medicea.

 

cammino della rada 3


È con uno strumento così apparentemente semplice, quale un umile sentiero pedonale, che ci proponiamo per offrire una nuova chiave di lettura del nostro sviluppo, volta al miglioramento della qualità della vita degli ospiti (residenti e di passaggio) e sostenimento di un sistema economico e di servizi basati sulla cura, conoscenza e protezione del patrimonio naturale e culturale. La ricerca, ripristino e valorizzazione degli antichi percorsi elbani è quindi in realtà un progetto ambizioso (vedi www.camminodellarada.it ), che vede riunite in un impegno corale quattro associazioni, Elba2020Team, Italia Nostra, Legambiente e Aithale, grazie al sostegno del “Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano”, che lo ha inserito nelle buone pratiche di sostenibilità della “Carta Europea del Turismo Sostenibile” CETS.

 

cammino della rada 4


Questa non è che la prima tappa di un progetto più vasto, sulle tracce del nostro passato verso il nostro futuro. Estensione naturale del percorso sarà da una parte la Strada di Monte Fabbrello verso il Monserrato, dalle Prade a Porto Azzurro, dall’altra la Strada Maestra riese dall'Ottone per Rio nell'Elba, Rio Marina e il Parco Minerario. Le amministrazioni comunali di Portoferraio, Rio Elba, Rio Marina e Porto Azzurro osservano con attenzione il progetto, alcune proposte sono state offerte. Attendiamo fiduciosi un impegno reciproco di collaborazione altrettanto corale, tanto quanto corale e non scontato è il nostro.
Al successo del “Cammino della Rada” hanno contribuito in molti.

 

cammino della rada 2

 

Ringraziamo, in particolare:

- Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, che, come ha recentemente ricordato il Presidente Sammuri, anche con i suoi bandi concentra l’attenzione su quello che è il modello italiano, la valorizzazione sia della natura che della cultura;
- Il CAI Regione Toscana e Sezione di Livorno;
- I residenti della zona, in particolare il sig. Angelo Feola
- L’Hotel Airone e le Terme di San Giovanni per il cocktail di benvenuto sulla spiaggia;
- La famiglia Bigeschi, e il gestore dell'Hotel Ristorante Grotte del Paradiso, MG eventi Srl. per il fantastico buffet sulla terrazza panoramica; 
- Il Circolo Nautico Magazzini e l’Hotel Mare per l’accoglienza, in particolare il sig. Federico Maestrini;
- L’Università del Tempo Libero di Portoferraio;
- I volontari delle quattro Associazioni.

Per lo squisito buffet a Magazzini ringraziamo:

Hotel Fabricia 
Hotel Villa Ottone
Arrighi Vigne & Olivi
Ristorante La Carretta
Ristorante La Rada
Agriturismo Monte Fabbrello 
Assoshipping Srl 
Sumus Italia Srl "Involucri biodegradabili e collettiva"
Marco Tenucci Respiro Comunicare
Residence Capobianco

Hanno espresso la loro solidarietà:
L’Hotel Santo Stefano
L’Agriturismo Casa Marisa
L’Hotel Tirrena

Portoferraio, 30 giugno 2015

Paolo Gasparri, Elba 2020 Team
Cecilia Pacini, Italia Nostra Arcipelago Toscano

Maria Frangioni, Legambiente Arcipelago Toscano

Franco Cambi, Aithale

(Foto Marco Tenucci e George Guida) 

Cammino della rada  1


IL CAMMINO DELLA RADA DI PORTOFERRAIO DALLA TORRE DEL MARTELLO AL VOLTERRAIO

pubblicato 1 lug 2015, 14:57 da Paolo Gasparri

Siamo lieti di invitare gli enti interessati e i nostri soci alla passeggiata dimostrativa della fattibilità del percorso "Il Cammino della Rada di Portoferraio" domenica 28 giugno, ritrovo alle ore 18:00 a San Giovanni sulla spiaggia dell’Hotel Airone, punto di ristoro sulle pendici della collina delle Grotte all’Hotel Ristorante Grotte del Paradiso, e arrivo ai Magazzini, con accoglienza del Circolo Nautico dei Magazzini, in collaborazione con l’ Hotel Mare, alle ore 20:30 circa.

L’evento sarà occasione di incontro anche per promuovere la nascita della Sottosezione del CAI Isola d’Elba e proporre l’aggiornamento di un Catasto dei Sentieri dell’Isola d’Elba.

Il progetto, documentato sul sito www.camminodellarada.it , è realizzato in coordinamento tra Elba2020Team, Italia Nostra, Legambiente e Aithale, con il sostegno del “Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano”, che lo ha inserito nelle buone pratiche di sostenibilità della “Carta Europea del Turismo Sostenibile” (CETS). 

Il percorso collegherà i luoghi identitari della rada di Portoferraio, la Torre del Martello e la Rocca del Volterraio, con un itinerario pedonale costiero attraverso l'area urbana di Portoferraio, le Saline, San Giovanni, Le Grotte, Schiopparello, Magazzini, Ottone e Santo Stefano.
 Estensioni naturali saranno la Strada Maestra riese per Rio nell'Elba, Rio Marina e il Parco Minerario, e la Strada di Monte Fabbrello per il Monserrato e Porto Azzurro.

La fruizione del percorso pedonale intende migliorare la qualità della vita degli ospiti (residenti e di passaggio), sostenere un sistema economico e di servizi basato sulla  cura e sulla conoscenza del patrimonio naturale e culturale, con particolare riguardo a:


-  paesaggio: il panorama della rada e della città fortificata 

-  natura: zone umide delle Saline di San Giovanni e delle Prade; macchia, leccete e sugherete; zone agricole della piana di Magazzini/Schiopparello 

-  cultura: testimonianze etrusche, romane, medioevali, rinascimentali, archeologia industriale
 

-  salute: la fruizione del percorso favorisce il benessere 

-  servizi: sul percorso si affacciano strutture turistiche ricettive e di ristorazione, cantieristiche, termali, agricole, musei, parchi archeologici e minerari 

-  trasporti: il collegamento via mare nel golfo è uno sviluppo naturale che rispetta le consuetudini storiche 

- ambiente: riduzione del traffico e inquinamento per la differenziazione di collegamenti terrestri, marini, pedonali 

-  territorio: monitoraggio sull’erosione e difesa costiera 

-  didattica: non c’è futuro senza conoscenza 

-  urbanistica: il rispetto del percorso permetterà di creare una nuova consapevolezza sul valore e tutela della zona 

-  professioni: la conoscenza allarga gli orizzonti e favorisce la nascita di nuove professionalità

-  economia: la valorizzazione di un’area cosi vasta porterà indiscutibili vantaggi economici, favorendone la sua frequentazione

-  coesione sociale: la collaborazione tra enti, imprenditori, abitanti e associazioni è un fattore di crescita e positività

 

Paolo Gasparri, Elba 2020 Team

Cecilia Pacini, Italia Nostra Arcipelago Toscano

Maria Frangioni, Legambiente Arcipelago Toscano

Franco Cambi, Aithale

Riaperto il percorso da San Giovanni alle Grotte a Portoferraio

pubblicato 25 apr 2015, 15:06 da Paolo Gasparri   [ aggiornato in data 26 apr 2015, 12:48 ]

Elba2020Team, Italia Nostra Arcipelago Toscano, Legambiente Arcipelago Toscano, con il patrocinio dell’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, stanno realizzando un progetto finalizzato alla fruizione del percorso pedonale storico del “Cammino della Rada” di Portoferraio, tra la Torre del Martello e la Rocca del Volterraio. 
All’interno di questo progetto un gruppo di soci di Elba2020Team, Italia Nostra Arcipelago Toscano, Legambiente Arcipelago Toscano, ha recentemente effettuato la manutenzione ordinaria del percorso di uso pubblico, oggi nuovamente percorribile, che collega San Giovanni e il Podere San Marco con la Collina e con la Punta delle Grotte. 
Come tradizione il 25 aprile, Festa della Liberazione, ma anche Festa di San Marco, il Podere San Marco, a San Giovanni di Portoferraio, era aperto alla visita degli amici della famiglia Gasparri. 
In questa occasione i soci di Elba2020Team, Italia Nostra Arcipelago Toscano, Legambiente Arcipelago Toscano, hanno condiviso le motivazioni del progetto, e soprattutto hanno “collaudato” con una breve escursione il percorso riaperto che collega l'area degli scavi archeologici all'interno del Podere San Marco con la villa Romana, ad oggi chiusa al pubblico.

Paolo Gasparri, Elba2020Team
Cecilia Pacini, Italia Nostra Arcipelago Toscano
Maria Frangioni, Legambiente Arcipelago Toscano



Cammino della Rada (6)
Cammino della Rada (7)
Cammino della Rada (8)

Il Cammino della Rada e la Carta europea del turismo sostenibile

pubblicato 25 apr 2015, 14:50 da Paolo Gasparri

Presentata una scheda del progetto nell'ambito dell'iniziativa promossa dal Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano di adozione della Carta europea del turismo sostenibile

Trasparenza dell'evoluzione del progetto

pubblicato 29 mar 2015, 14:05 da Paolo Gasparri

Questo sito web per documentare l'evoluzione progetto; è la scelta condivisa dai promotori del progetto nell'incontro del 29 marzo 2015. Erano presenti i rappresentanti di Elba2020Team, Italia Nostra Arcipelago Toscano, Legambiente Arcipelago Toscano, Aithale e Parco minerario dell'Arcipelago Toscano

Al progetto del Cammino della Rada il contributo del Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano

pubblicato 26 mar 2015, 05:35 da Paolo Gasparri   [ aggiornato in data 29 mar 2015, 13:36 ]

Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano e le “Buone pratiche di cura del territorio e di educazione” 
L'Ente Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano, in coerenza con gli obiettivi definiti dal decennio Unesco 2005/2014 per l'educazione allo sviluppo sostenibile,  ha pubblicato, nel dicembre 2014, un Avviso pubblico per il promuovere e sostenere  economicamente la progettazione e la realizzazione di attività di volontariato e di buone pratiche di cura del territorio e di educazione alla biodiversità, ed azioni educative coerenti con i documenti programamtici internazionali, nazionali e regionali in materia di conservazione della biodiversità, tutela ambientale, educazione all'apprendimento e apprendimento lifelong learning. http://www.pa33.it/pa33-web/allegati/2895/0?callback=?
ELBA2020TEAM, con la partecipazione di Italia Nostra Arcipelago Toscano e Legambiente Arcipelago Toscano hanno risposto all'avviso pubblico proponendo il progetto del "Cammino della Rada, percorso natura e cultura da Portoferraio al Volterraio". Il progetto intende di riaprire la fruizione di un percorso storico tra Portoferraio e il Volterraio, un intervento concreto per promuovere e diffondere la cultura del senso di cura del territorio e di riconoscimento dei valori del patrimonio naturale e culturale attraverso buone pratiche e interventi concreti per far conoscere la biodiversità e il patrimonio culturale dell'arcipelago Toscano
Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano in esito al bando “Buone pratiche di cura del territorio e di educazione”  con nota Reg. nr.0002083/2015 del 25/03/2015, ha comunicato all'associazione ELBA 2020 TEAM l'attribuzione di un contributo di € 1200,00

Il preambolo

pubblicato 15 ott 2009, 08:02 da Paolo Gasparri   [ aggiornato in data 29 mar 2015, 13:51 ]

L'idea del progetto nasce nell'estate del 2013 in un coordinamento tra i rappresentanti locali di Italia Nostra, Legambente e Aithale per consolidare le attività dei collegate agli scavi archeologici di San Giovanni
Nel 2014 nasce l'associazione di promozione sociale Elba2020Team che si fa carico dell'idea predisponendo con l'aiuto dei partner la scheda di partecipazione al bando del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano rivolto alle associazioni

1-8 of 8