anno 1997

VAI alla home page
 
VAI all'elenco completo
 
 
1997

 

GRUPPO SPELEOLOGICO GUALDO TADINO

 

 

ATTIVITA’ SVOLTA NEL 1997

XXI ANNO

PRESIDENTE: ANDREA MICHELETTI

 

   1997, l'anno del terremoto. Gran parte dell'attività del Gruppo Speleologico Gualdo Tadino è stata condizionata da quest’evento: abbiamo messo tutto in gioco, uomini, attrezzature, mezzi e soprattutto un'organizzazione, che ha permesso a tanti giovani, molti mai conosciuti prima, di operare con gli altri del Gruppo nei lunghi mesi dell'emergenza, insieme con altre associazioni di volontariato, ai Vigili del Fuoco, ai militari, alle Autorità responsabili delle operazioni di soccorso. Con tutti abbiamo avuto ottimi rapporti, instaurando una collaborazione piena e leale, con reciproco rispet­to e fiducia. Giuseppe Venarucci, nostro responsabile di Gruppo per la Protezione Civile, è stato nominato coordinatore dei volontari di Protezione Civile per il C.O.M. (Centro Operativo Misto) di Gualdo Tadino, compito puntual­mente assolto giorno dopo giorno dai primi d’ottobre fino al 20 dicembre. Il nostro inarrestabile vecchio pulmino ha più volte rag­giunto tutte le frazioni del comune di Gualdo Tadino, fino ai casola­ri perduti nelle mille pieghe delle nostre colline, ma anche molte località del comune di Nocera Umbra ed ancora Colfiorito, Sellano, Preci, Fossato di Vico e frazioni, Sigillo, Scheggia, fino a sperduti luoghi abitati nel territorio di Valfabbrica: per consegnare acqua, indumenti, medicinali, viveri, soprattutto per montare tende, poi per collaborare nel recupero di masserizie, archivi, arredi di chiese, per accompagnare i tecnici incaricati di effettuare perizie. Ed ancora giornalieri lavori in cucina, ripetuti interventi di supporto per permettere la rapida installazione dei moduli abitativi, infine il recupero delle tende e delle brande, opera proseguita anche dopo lo smantellamento del C.O.M.

   Tutto questo per 86 giorni ininterrottamente, con un totale di 614 presenze: nel periodo critico dell'emergenza almeno tre squadre contemporaneamente in azione con un totale di 25-30 uomini; 130 tende montate, quasi tutte nelle prime due settimane dal sisma, spesso lavorando fino a notte. 28 ottobre, la tramontana violentissima spazza via i ricoveri, tende e roulotte debbono essere picchettate; 7 no­vembre, dalle balze del monte Fringuello alcuni massi precipitano quasi sulla nostra sede, in località Rocchetta, proprio un venerdì sera, nel corso della nostra abituale riunione settimanale: l'auto di Mara Loreti è schiacciata, tante altre solo sfiorate. Da allora un'ordinanza blocca l'accesso alla sede, intanto collaboriamo per il disgaggio d’altri massi incombenti sulla strada.

Tutto questo è stato fatto con umiltà, quasi in silenzio, a fianco della nostra gente, con buona volontà e competenza, senza strafare, fidando in una buona conoscenza del territorio e nella capacità di organizzarsi, di lavorare in sincronia. Il Gruppo solo ora si sta rendendo conto che in questa circostanza ha superato una prova dura, ha scalato la sua vetta più alta, sceso l'abisso più profondo, ha esplorato a fondo le sue ragioni d'essere. Sabato 13 dicembre, pres­so un Centro Operativo ormai tranquillo si celebra una festa di ringraziamento per tutti i volontari: al nostro Gruppo è conse­gnata dal Sindaco di Gualdo Tadino, Rolando Pinacoli, una targa in ceramica, un grazie che per noi ha un valore enorme.

Dopo tutto questo, parlare di grotte, di forre, di escursioni è senza dubbio riduttivo, anche se questi anni sono per la speleo­logia in Umbria cruciali, perché cambiano gli speleologi e cambia soprattutto il modo d'intendere la speleologia stessa, tendendo più ad un'attività ripetitiva, ricreativo - sportiva che a quella scientifi­co - esplorativa: si percorrono sempre più in fretta le grotte e sempre meno ci si ferma per cercare o pensare qualcosa. Una speleologia all'angolo, costretta ad autofinanziarsi, anche mo­netizzando parte della propria attività, in bilico tra vecchie abi­tudini libertarie e nuove esigenze di soddisfare un crescente merca­to d’avventure usa e getta. Una speleologia che vede, rassegnata e succube, chiudere le sue grotte (Grotta di monte Cucco, Grotta di Faggeto Tondo, Grotta del Narciso) con cupe prospettive di regolamentazioni d'accesso. Una speleologia spaccata da una deleteria e assurda guerra, ben fomentata in ambito CAI, le cui origini si perdono nella preistoria e la cui soluzione s'infrange nella totale indifferenza di quanti attualmente vanno in grotta.

Nel 1997 il GSGT ha raggiunto 94 iscritti, anche grazie all'emergen­za terremoto ed alla voglia di stringersi insieme per lavorare a spalla a spalla: un patrimonio difficile da mantenere in tempi normali, ma

Una vera fortuna per il Gruppo che potrebbe, con l'inserimento di nuovi giovani elementi, superare certi problemi dovuti soprattutto alla senescenza, alla conseguente rigidità d’idee e di schemi, al­le insofferenze dispettose, alle chiusure mentali che talvolta ci af­fliggono. Non solo rinnovare tessere, ma portare gente nuova in sede è una scommessa per il futuro del Gruppo Speleologico, una scommessa da vincere per continuare, liberi, tenaci, compatti, mai mediocri, ad esplorare quello che ci circonda, a difendere una vita ed un ambiente a misura d'uomo, a credere nella forza dell'amicizia, a crescere insieme.

 

 

GROTTE.

09 marzo               Buca dell'Acqua Passera 655 UPG (Col d'Orlando, com. Costacciaro): lavori di disostruzione oltre la stret­toia terminale, allargandola fino a renderla praticabile. Enrico Bazzucchi, Enzo Bozzi, Simone Graziosi, Andrea Graziosi, Roberto Marcellini Vittorio Carini.

22 marzo                Porte del Diavolo (Valle del Fonno, com. Gualdo Tadino): individuazione di una promettente cavità a lato del sentiero, versante m. Fringuello, primi scavi. Massimo Passeri, Massimo Casagrande, Sergio Garofoli.

23 marzo                  Porte del Diavolo (Valle del Fonno, com. Gualdo Tadino), cavità non catastata; scavi. Massimo Passeri, Enrico Bazzucchi, Giuseppe Venarucci, Roberta Moriconi.

25 aprile                  Grotta di Montecchio (Saturnia, GR): visita insieme agli amici della Sezione Speleologica Città di Castel­lo. Al ritorno il nostro pulmino va fuori uso ed il Presidente in persona recupera gli speleo appiedati nel Viterbese. Enzo Bozzi, Enrico Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Roberto Marcellini.

27 aprile                  Porte del Diavolo, (Valle del Fonno, com. Gualdo Tadino), cavità non catastata: scavando si trova lo scheletro completo di un canide (lupo?). Giuseppe Venarucci, Vittorio Carini.

2-4 maggio    Grotta di Cittareale (Rieti): si frequenta un campo esplorativo (Speleolandia) ricco della presenza di trentotto speleologi, si collabora all'esplorazione della grotta risalendo un camino. Enrico Bazzucchi, Roberto Marcellini.

10 maggio     Porte del Diavolo, (Valle del Fonno, com. Gualdo Tadino), cavità non catastata. Scavi con la collaborazione del gruppo Ananda. Alfredo Frillici, Massimo Passeri, Pierdomenico Baldelli, Enrico Bazzucchi.

17 maggio     Porte del Diavolo (Valle del Fonno, com. Gualdo Tadino), cavità non catastata, scavi. Roberto Marcellini, Enrico Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Alfredo Frillici, Massimo Passeri, Roberto Cimarelli, Anna Beni, Giuseppe Venarucci, Valentina Baldelli, Pierdomenico Baldelli, Vittorio Carini, Sergio Garofoli.

18 maggio     Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, com. Gualdo Tadino): fondo tradizionale, scende anche una squadra di quattro speleo del Gruppo Speleologico Folignate. Gino Bazzucchi, Roberto Marcellini, Mara Loreti, Enrico Bazzucchi, Alfredo Frillici, Enzo Bozzi, Roberto Cimarelli, Giuseppe Venarucci, Vittorio Carini.

24 maggio     Porte del Diavolo (Valle del Fonno, com. Gualdo Tadino), cavità non catastata, scavi. Anna Beni, Vittorio Carini, Roberto Marcellini, Rahal Elharragui, Franca Ruzziconi, Massimo Casagrande, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci, Alfredo Frillici, Tiziano Bensi, Norma.

31 maggio        Porte del Diavolo, (Valle del Fonno, com. Gualdo Tadino), cavità non catastata, scavi.          

7 giugno     Porte del Diavolo, (Valle del Fonno, com. Gualdo Tadino), cavità non catastata, scavi.

21 settembre   Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, com. Gualdo Tadino): per sperimentare strumenti tipo ARVA insieme agli speleo di Città di Castello. Enzo Bozzi, Enrico Bazzucchi.

30 novembre        Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, com. Gualdo Tadino): impossibile risalire i rami del Castoro per la troppa acqua, si scende al fondo. Gino Bazzucchi, Alfredo Frillici, Roberto Marcellini, Enrico Bazzucchi, Anna Beni, Lorenzo Mariani.

7 dicembre                Antro del Corchia (Levigliani, LUCCA): dall'ingres­so del Serpente fino al pozzo del Portello, al se­guito della Sez. Speleo Città di Castello. Anna Beni, Lorenzo Mariani.

14 dicembre         Pozzo della Piana 56 UTR (loc. Roccaccia, com. Orvie­to): traversata e rami degli Spoletini. Stefano Andreini, Maria Orietta Pierotti, Mario Passeri, Vittorio Carini, Luciano Zeni, Enrico Bazzucchi, Mara Loreti, Roberto Marcellini, Giovanni Ruiz de Ballesteros, Marco, Angelo, Manola Minelli, Anna Beni, Elisa Rossi, Lorenzo Mariani, Elisa, Andrea Graziosi, Enzo Bozzi, Monica, Roberto Cimarelli, un altro partecipante.

 

FORRE.

25 giugno                  Fosso Campione (Prodo, TR). Enzo Bozzi, Gino Bazzucchi, Alfredo Frillici.

28 giugno                  Forra di Rio Freddo (monte Cucco, PG). Roberto Marcellini, Maurizio Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Renzo Liberti, Fabio Liberti, Roberto Cimarelli, Rahhal Elharragui, sette scout di Roma e Perugia.

29 giugno                  Forra del Presale (m. Nerone, PS). Massimo Passeri, Enrico Bazzucchi, Alfredo Frillici, Monica, Pierdomenico Baldelli, Valentina Baldelli, Rahhal Elharragui, Enzo Bozzi, Renzo Liberti, altri due partecipanti.

12 luglio                    Forra del Presale (m. Nerone, PS). Anna Beni, Roberto Marcellini, Maurizio Bazzucchi, Massimo Passeri, altri quattro partecipanti.

20 luglio                    Forra di Rio Freddo (monte Cucco, PG). Tredici partecipanti.

26 luglio                    Fosso Campione (Prodo, TR). Enzo Bozzi, Livio Galassi, Emanuele, Luca.

28 luglio                    Forra di Rio Freddo (monte Cucco, PG). Gino Bazzucchi, Alfredo Frillici, Andrea Angeletti, Anna Beni, ventuno scout di Sezze.

31 luglio                    Forra di Rio Freddo (monte Cucco, PG). Alfredo Frillici, Gino Bazzucchi, Andrea Santarelli, ventidue scout di Vetralla (VT).

07 agosto                  Forra di Rio Freddo (monte Cucco, PG). Gino Bazzucchi, Enzo Bozzi, Andrea Angeletti, altri sei partecipanti.

09 agosto                  Forra di Rio Freddo (monte Cucco, PG). Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Massimo Carlotti, Barbara, Barberini, Cinzia Baldelli.

10 agosto                  Forra della Balza dell’Aquila (monte Catria, PS).Gino Bazzucchi, Enzo Bozzi, Alfredo Frillici, Livio Galassi, Manola Barbetti, Mirko Puletti, Rahhal Elharragui, Richard, Roberto Cimarelli, Renzo Liberti, un altro partecipante.

12 agosto                  Orrido di Botri (Rio Mariana e Rio Pelago). Mauro Tavone, Roberto Marcellini, Alfredo Frillici, Gino Bazzucchi.

23 – 24 agosto          Forra dell’Avella (monte Maiella), discesa integrale, primo giorno per le Murelle, seconda parte nel giorno successivo. Enzo Bozzi, Simone Graziosi, Roberto Marcellini, Richard, Gino Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Roberto del gruppo Ananda, Rahhal Elharragui, Andrea Micheletti, Alfredo Frillici. In appoggio Giuseppe Venarucci, Angela Mariani.

 

 

ESCURSIONI.

26 gennaio                 Gualdo Tadino. Cave delle Macine, monte Serrasanta: l’unico accesso a queste cavità artificiali è sepolto sotto la neve. Mauro Tavone, Vittorio Carini, Enrico Bazzucchi, Marzia Cecconi, Massimo Passeri.

23 febbraio                Gualdo Tadino. Balze di Monte Maggio e L’Impero, Buco della Neve 641 UPG e Grotta delle Balze 642 UPG, per documentazione fotografica. Mauro Tavone, Vittorio Carini.

22 marzo                   Gualdo Tadino. Forra del Fontanile di Campetella, Via degli Elci, Valle del Fonno: al ritorno si trova la cavità di cui si parla nel capitolo “Grotte”. Massimo Passeri, Massimo Casagrande, Sergio Garofoli.

26 aprile              Gualdo Tadino. Fontanile di Campetella, Selvolina, Cave delle Macine, monte Nero, Val del Pero. La forra del Fontanile è attiva e sgorga acqua anche dalle sorgenti del Feo lungo l’alta Valle del Fonno. Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

01 maggio            Gualdo Tadino. Balze del Mezzogiorno, monte Serrasanta, Costa dei Quarti, Valsorda, Rocchetta. Giuseppe Venarucci, Mara Loreti.

11 maggio            Gualdo Tadino. Escursione tradizionale a Valsorda per la festa dell’Ascensione. Alessandra Bonci, Gino Bazzucchi, Roberto Marcellini, Alfredo Frillici, Massimo Passeri, Marzia Cecconi, Aldo Passeri, Luisa, Mara Loreti, Sergio Garofoli, Pierdomenico Baldelli, Valentina Baldelli, Andrea Micheletti, Andrea Santarelli, Andrea Angeletti, Enzo Bozzi, Simonetta Borio, Giuseppe Venarucci, Paolo Forconi e signora, Giona e la fidanzata, Monica, Enrico Bazzucchi, altre due persone.

29 giugno             Monte Catria, da Valdorbia per la Via del Corno. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti.

15 luglio              Gualdo Tadino. Antro dell’Acero 828 UPG e cavità minori della Valle del Fonno. Mara Loreti, Gino Bazzucchi, Mauro Barbieri del GSCAI Perugia.

10 agosto             Monte Cucco, Valle delle Prigioni e ritorno per l’Eremo. Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

13 agosto             Monti Sibillini. Forca di Presta, monte Vettore, laghi di Pilato. Maurizio Bazzucchi, Paolo Stella.

30 agosto             Monte Pennino, Valle della Scurosa, da Pioraco. Mara Loreti.

31 agosto             Gualdo Tadino. Classico giro dei monti. Angela Mariani, Giuseppe Venarucci, Vittorio Carini. 

 

 

TREKKING.

MONTE ADAMELLO (m 3554). Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

14.08.97          Fino al rif. Tita Secchi (m 2367), incontro con la guida Gino Baccanelli.

15.08.97     Passo del Blumone (m 2633), passo della Rossola (m 2593), Bocche di Brescia

(m 2718), rif. Maria e Franco (m 2574).

16.08.97      Passo di Campo (m 2288), passo d'Avolo (m2556), passo d’Ignaga (m 2528), rifugio Lissone (m 2005).

17.08.97          Malga Adamè, passo Poia (m 2810), rifugio Prudenzini (m 2235), tutto il percorso sotto pioggia battente.

18.08.97      Rif. Gnutti (m 2166), passo Miller (m 2818), valle Miller, passo del Gatto (m 2103), rif. Tonolini (m 2512).

19.08.97      Passo Premassone (m 2923), rif. Garibaldi (m2550), dove ha inizio la parte alpinistica del trekking.

20.08.97       Sveglia alle 4,30; per roccia fino al passo Brixio, poi ghiaccio per la Vedretta del Mandrone fino al Corno Bian­co (m 3434); si scende al Pian di Neve fino alla via in roccia che conduce in cima all'Adamello ed alla sua campa­na, il tutto in ore 3,30. Nel tempo record di sei ore si torna al rifugio, da cui si discende per la valle di Temù.

 

VARIE.

Da segnalare l'attività invernale con sci da fondo e l'attività effettuata con mountain bike, che registra 25 uscite nel 1997.

18 gennaio            Perugia, sede del CSU: riunione delle associazioni speleologiche umbre per la costituzione di una federazio­ne. Vittorio Carini.

01 marzo              Rocchetta di Gualdo Tadino: cena sociale dal Belga. Trentaquattro partecipanti.

01 marzo              Perugia, sede del CSU: riunione delle associazioni speleologiche umbre per l'istituzione di un Catasto delle forre. Enzo Bozzi, Enrico Bazzucchi.

12 aprile               Bocca Serriola, CEN: riunione delle associazioni speleologiche umbre per redigere lo statuto della federazione; presenti anche il Presidente SSI Badino e il Presidente della Federazione Speleo del Lazio. Enrico Bazzucchi, Roberto Marcellini, Vittorio Carini.               28 maggio        Gualdo Tadino, Piazza Martiri: speleologia urbana nei sotterranei del locale “La Baita”, trovata una piccola fogna.

06 luglio               Fiume Nera, da Terria ad Arrone: discesa semicompetitiva del fiume con tre equipaggi, il primo su tre vasche da bagno (5 imbarcati), il secondo con un assemblaggio di 12 camere d’aria (7 imbarcati), il terzo da due camere d’aria per un singolo ardimentoso. Un quarto equipaggio (singolo su anta d’armadio) fa naufragio ad un quarto del percorso. Collabora e sghignazza una nutrita squa­dra appoggio a terra.     Venticinque partecipanti.

12-14 sett.           Lecco: per arrampicare sulle Grigne, ritrovando gli amici Berardi e Valsecchi. Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

13 settembre        Narni, festeggiamenti per il ventennale del Gruppo Speleo Utec. Andrea Micheletti, Roberto Marcellini, Gino Bazzucchi, Simona Borio, Enzo Bozzi, Roberto Cimarelli.

26 settembre Gualdo Tadino, terremoto, scatta l'emergenza e ci convertiamo immediatamente in volontari di Protezione Civile.

31 ott.-02 novembre Casola Valsenio (RA), partecipazione all'incontro "Speleopolis". Allestiamo un banco per consumazione di pasta e degustazione vini. Sedici partecipanti.

08 novembre Perugia, sede del Catasto Speleologico dell'Umbria: riunione della Federazione Umbra dei Gruppi Speleolo­gici per programmi di attività. Vittorio Carini.

29 novembre         Perugia, sede del CSU: riunione FUGS per programmi. Vittorio Carini.

13 dicembre         Gualdo Tadino, Centro Operativo Misto (COM): cerimo­nia di ringraziamento per l'opera dei volontari a termine dell'emergenza terremoto.

28 dicembre         Gualdo Tadino, sede GSGT: assemblea annuale con rinnovo delle cariche sociali. E’ eletto Presidente per il 1998 Roberto Marcellini, che dà il cambio al Presidente uscente Andrea Micheletti. Ventinove partecipanti.

PUBBLICAZIONI.

   Su "SPELEOLOGIA", rivista della Società Speleologica Italiana, n.36, pagg. 124-125, è stato pubblicato l'articolo "RICERCHE PALINOLOGICHE NEL PALEOINGHIOTTITOIO BUCO BUCONE" di Mara Loreti e Piero Salerno.

PROTEZIONE CIVILE.

 

Nel 1997 il Gruppo Speleologico Gualdo Todino ha aderito al Piano Antincendi, presidiando i punti d’osservazione assegnati fino alla prima settimana di settembre.

2 marzo, monte Cucco: in tarda mattinata il Gruppo viene mobilitato nel corso delle operazioni di soccorso allo speleologo Ciro Tavassi, purtroppo poi deceduto. Bisogna reperire alcuni sottotuta di ricambio per i soccorritori che hanno lavorato nel Meandrino in acqua corrente, inoltre occorre il nostro gruppo elettrogeno per il rifugio in cui il gruppo di Protezione Civile di Sigillo ha installato una base logistica. Rapidamente provveduto a ciò, si resta a disposizione fino al termine delle operazioni. Con il pulmino "Brico" sono intervenuti nove volontari.

26 settembre: a seguito dell'evento sismico che ha colpito l'Appennino Umbro - Marchigiano il Gruppo è mobilitato ed interviene nei tempi e nei modi che verranno particolareggiati nelle pagine seguenti. I dati riportati sono estratti dalle relazioni ufficiali giornalmen­te consegnate al C.O.M. di Gualdo Tadino.

SOCCORSO.

 

  Quattro soci del GSGT fanno parte della stazione di Perugia del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (SASU, nella termino­logia ora in uso).

   Nel 1997 hanno preso parte alle operazioni di soccorso nella Grotta di m. Cucco 17 UPG (2-3 marzo, Ciro Tavassi viene recuperato dal Meandrino ma muore nella Galleria dei Barbari), alle esercitazioni nella Grotta di Cittareale (24-25 maggio), nel Buco Bucone il 15.6.97 ed il 13.7.98; infine partecipando alle operazioni a favore dei terremotati svolte in ottobre.

 

 

 

 

 

 

ELENCO DEI SOCI DEL GSGT NEL 1997.

 

ANASTASI LUCA, ANGELETTI ANDREA, ARMILLEI GIULIO, BALDELLI VALENTINA, BALDELLI ROBERTO, BALDELLI PIERDOMENICO, BALDELLI SANDRO, BARBINI MANOLA, BAZZUCCHI ENRICO, BAZZUCCHI GINO, BAZZUCCHI MAURIZIO, BELLUCCI LUCA, BENI ANNA, BOCCOLINI EDOARDO, BONCI ALESSANDRA, BOZZI ENZO BRUNETTI ROBERTO, CAPODIMONTE TOMMASO, CARDINALI ANDREA, CARINI VITTORIO, CAROSATI ROBERTO, CASAGRANDE MASSIMO, CASTELLANI ALESSANDRO, CHIAVINI STEFANIA, CHIOCCI ALESSANDRO, CIMARELLI ROBERTO, COMMODI GIORDANO, DE STAVOLA BARTOLO, DEPRETIS MARCO, DISO MARCELLO, ELHARRAGUI RAHHAL, FIORITI FRANCESCO, FRILLICI ALFREDO, FUSARO TIZIANA, GALASSI LIVIO, GAROFOLI SERGIO, GRAZIOSI ANDREA, GRAZIOSI SIMONE, GUBBINI ALBERTO, IPPOLITI FABIO, LIBERTI RENZO, LISPI DIEGO, LORETI MARA, LORETI RODOLFO, LUZI STEFANO, MARCELLINI ROBERTO, MARIANI ANGELA MARIA, MARIANI LORENZO, MARINELLI CRISTIANO, MARIOTTI ROBERTO, MATARAZZI WILLIAM, MICHELETTI ANDREA, MINELLI MANOLA, MORICONI ROBERTA, ORI FEDERICA, PALANCA ANTONELLO, PANDOLFI DANIELE, PASCOLINI DIEGO, PASCUCCI VALERIANO, PASCUCCI MARIO, PASQUARELLI GIUSEPPE, PASSERI RICCARDO, PASSERI MASSIMO, PASSERI ALDO, PASSERI MOIRA, PETRELLI CELESTINO, PICA MAURIZIO, PIEROTTI MARIA ORIETTA, POLIDORO ARNALDO, POLIDORO NICOLA, RAMPINI CRISTIAN, RUIZ DE BALLESTEROS GIOVANNI, SANTARELLI ANDREA, SBRICCOLI PAOLA, SCATENA ITALO, SPIGARELLI LUCA, STELLA PAOLO, STELLA ALESSIO, STRAFACE DOMENICO, TACCHI GIORDANO, TAVONE MAURO, TEGA ANDREA, TIBURZI ANGELO, TIRIBUZI LUCA, TRAVERSARI CARLO, TRONI CARLO, VECCHIARELLI FEDERICO, VENARUCCI ANNALISA, VENARUCCI GIUSEPPE, VENTURINI FEDERICO, VERDINI DANIELA, VIVENTI ANGELO, ZENI LUCIANO, ZINGARETTI GIULIA.