anno 1996

VAI alla home page
 
VAI all'elenco
 
 
1996

 

GRUPPO SPELEOLOGICO GUALDO TADINO

 

 

ATTIVITA’ SVOLTA NEL 1996

XX ANNO

PRESIDENTE: MAURIZIO BAZZUCCHI

 

   "Venti anni di grotte, d’avventure, ma anche di rumorose riunioni in sede, di cene. Venti anni d’avvenimenti, di sensazioni, d’idee, di fatiche, di montagne, d’arrampicate, di trekking, di forre, di neve, di vento in faccia. Venti anni insieme, ad esplorare, a cammi­nare, a discutere, a giocare. Una folla di ricordi, di tracce lasciate, ­ tracce discrete e anonime...". Sono passati venti anni dal settembre 1976, quando un gruppo d’uomini, riscoperta la Grotta della Miniera, continuò ad esplorare e diede vita al GSGT. Oggi, dicembre 1996, uno di questi uomini non è più tra noi. Sauro Lupi, primo Responsabile, nel 1977, del Gruppo Speleologico Gualdo Tadino (lo stesso nome è dovuto a lui), uno degli esploratori della Grotta della Miniera, indimenticabile amico, è morto a soli quarantacinque anni. Quando risalirete sbuffando gli ultimi metri nella Miniera e v'incastrerete nello stretto imbocco, potrete ancora immaginarlo col suo bel sorriso, appoggiato alla sbarra, che vi tende una mano. Ed ora è più difficile andare avanti, parlarvi di questo 1996, ricordarlo per qualcos’altro.

Un 1996 ancora perso, in Umbria, per una guerra assurda, che continua a distruggere i rapporti degli speleologi tra loro e con le istituzioni, una stupida guerra scoppiata nei corridoi del Club Alpino Italiano e dilagata con grave dispendio di energie, tanto da minare la credibilità e la stima conquistata negli anni passati grazie all'impegno ed al­la competenza di molti speleologi. Continueremo ancora a proporre una possibile via d'uscita: la costituzione di una Federazione Speleologica formata da tutti i gruppi umbri, ogni gruppo un voto, che democraticamente trovi una strada comune da percorrere insieme. Continueremo inoltre a credere nei Gruppi, come centri di formazione, come deposi­tari del patrimonio culturale e di esperienze, come indispensabili mo­tori di una continua ricerca nel proprio territorio, a credere nella loro irrinunciabile funzione sociale: in Gruppi che sopravvivono alle crescenti difficoltà in cui è stretto il libero volontariato, al rischio di affogare in intralci burocratici o nei cavilli dei bilanci, gruppi che tirano avanti cercando continuamente nelle tasche dei soci. Intanto gli attuali amministratori della Regione Umbria di fatto sospendono, da ormai due anni, i finanziamenti previsti dalla Legge Regionale 31.3.80 n.22, di cui decretano una rilettura sinceramente riduttiva, forse a favo­re di una speleologia più azienda che "realtà sociale".

"Speleologia, una favola o dei sogni come programma, per illumina­re il buio con squarci di luce, per inseguire un filo d'aria nelle viscere della montagna, per ascoltare echi di sassi che rimbalzano nel profondo di un pozzo, per contorcersi in cunicoli persi verso l'ignoto, per inseguire 1e infinite vie delle acque, per trovare i segni della storia. Per vivere una vita in cui ci siano valori, sogni, sentimenti, in cui la dignità di ognuno abbia comunque posto".

 

 

GROTTE.

24 marzo                     Pozzo della Piana 56 UTR (loc. Roccaccia, Titignano, com. Orvieto). Traversata inversa, rami degli Spoletini, sala dei Vortici. Escursione aperta a tutti. Enrico Bazzucchi, Vittorio Carini, Aldo Paoletti, Enzo Bozzi, Gino Bazzucchi, Mirko Puletti, Manola Barbetti, Carlo Troni, Francesco Troni, Veronica Troni, Andrea Micheletti ed altri, per un totale di venticinque persone.

31 marzo                      Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, com. Gualdo Tadino): riprese video in grotta. Enrico Bazzucchi, Andrea Micheletti, Enzo Bozzi, Roberto Marcellini, Anna Beni, sette speleo della Sezione Speleologica di Città di Castello.

02 aprile                       Tana del Locco, cavità da catastare (m. Aguzzo, Coldipec­cio, com. Scheggia): armo, esplorazione e rilievo di una breve grotta. Ritorno sotto pioggia battente.  Euro Puletti, Vittorio Carini.

13 aprile                       Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, com. Gualdo Tadino): riprese video in grotta fino al pozzo San Niccolò. Gino Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Anna Beni, Enzo Bozzi, Simone Graziosi, Alfredo Frillici, Andrea Santarelli, Andrea Micheletti.

21 aprile                       Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, com. Gualdo Tadino): ultimazione delle riprese video fino al fondo.       Enrico Bazzucchi, Pierdomenico Baldelli, Andrea Micheletti.

25 aprile                       Grotta di monte Cucco 17 UPG (com. Costacciaro): escursione nei rami turistici. Maurizio Bazzucchi con otto escursionisti.

05 maggio                              Grotta della Miniera 106 UPG (m. Penna, com. Gualdo Tadino): completamento delle riprese video, approfittando della ripresa d'attività del torrente interno. Rilievo dei salti dello Stroscio e dello Slumping. Enrico Bazzucchi, Vittorio Carini, Roberto Marcellini.

18 maggio                              Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, com. Gualdo Tadino): disarmo della grotta e recupero dei cavi elettrici utilizzati per le riprese. Enzo Bozzi, Enrico Bazzucchi, Anna Beni.

26 maggio                    Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, com. Gualdo Tadino).Fondo tradizionale. Giuseppe Venarucci, Enrico Bazzucchi, Vittorio Carini, Roberto Marcellini, Andrea Santarelli, Pierdomenico Baldelli.

09 giugno                   Grotta delle Tassare 9 MAPS (m. Nerone): dal l’ingresso Arditi al fondo. La grotta è armata con corde della Sez. Speleologica di Città di Castello. Enrico Bazzucchi, Enzo Bozzi, Vittorio Carini, Simone Graziosi.

25 agosto         Grotta di monte Cucco 17 UPG (com. Costacciaro): escursione aperta a tutti, inserita nel programma “Estate Gualdese ‘96”. Fino al fondo Zuccatosta. Lucia Carini, Vittorio Carini, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci, Andrea Micheletti ed altri per un totale di diciannove partecipanti.

21 settembre               Grotta di monte Cucco 17 UPG (com. Costacciaro): galleria dei Barbari, Burella, galleria dell’Orco, salone Canin. Anna Beni, Enzo Bozzi, Gino Bazzucchi, Pierdomenico Baldelli, Roberto Marcellini.

05 ottobre                    Grotta di monte Cucco 17 UPG (com. Costacciaro): fondo del pozzo Franco, insieme agli speleo di Città di Castello. Enzo Bozzi con nove speleo di Città di Castello.

17 novembre                Buca dell'Acqua Passera 635 UPG (Col l'Orlando, com. Costacciaro): visita per programmazione scavi e armo della grotta. Enrico Bazzucchi, Anna Beni.

24 novembre            Buca dell’Acqua Passera 655 UPG (Col l’Orlando, com. Costacciaro): con gruppo elettroge­no, oltre m 100 di cavi, demolitore e 9 utilissime minicariche, di cui sei funzionanti: si ha ragione del macigno che ostruisce la strettoia S. Barbara. Fuori nevica. Passando di là, Alfredo Frillici rifornisce il gruppo con benzina, Mara Loreti e Maurizio Bazzucchi aiutano a spingere il pulmino incagliato nella neve. Vittorio Carini, Enrico Bazzucchi, Anna Beni, Pierdomenico Baldelli.

08 dicembre               Buca dell’Acqua Passera 655 UPG: si sgombra la strettoia di S. Barbara dai massi frantumati, se ne demoliscono altri, rendendo praticabile parte del cunicolo che inghiotte sensibilmente aria. Fuori ancora neve. Enrico Bazzucchi, Enzo Bozzi, Vittorio Carini.

14 dicembre                Buca dell’Acqua Passera 655 UPG: insieme a due speleo della Sez. Spel. Città di Castello si continua (con tre minicariche) ad allargare il cunicolo terminale, che ora soffia. Fuori infatti diluvia e si verifica un probabile feno­meno d’inversione termica. Enzo Bozzi, Enrico Bazzucchi, due speleo di Città di Castello.

15 dicembre                 Grotta Grande del Vento - Grotta del Fiume 307 MAAN - 8 MAAN (Frasassi, Genga, AN). Dall'ingresso del Fiume ai rami del Mexico, poi traversata fino alla grotta del Vento. Insieme agli speleo della Sez. Speleo di Città di Castello, di Porto S. Giorgio e di Narni. Gino Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Enzo Bozzi, Anna Beni, Vittorio Carini, sette speleo di Città di Castello, Valeria di Narni, Giorgio di Porto San Giorgio.

FORRE.

16 giugno                  Pago delle Fosse (Valnerina). Manola Barbetti, Enzo Bozzi, Maurizio Bazzucchi ed altri, per un totale di dieci partecipanti.

30 giugno                   Fosso Campione (Prodo, TR). Enrico Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Roberto Marcellini.    

­14 luglio                     Fosso Campione (Prodo, TR). Enrico Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Roberto Marcellini, Renzo Liberti.

 

20 luglio                     Alta valle dell'Avella (m. Maiella): prima discesa dall'anfiteatro delle Murelle per il camino meridio­nale. Si percorre il torrente fino alla confluenza con la Valle delle Tre Grotte. Si fa notte e per un malinteso si allerta il CNSAS abruzzese. Enrico Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Renzo Liberti, Roberto Marcellini, Andrea Santarelli, Simone Graziosi.   

 

28 luglio                     Forra del Presale (m. Nerone). Sette partecipanti.

 

O4 agosto                                            forra di Rio Freddo (m. Cucco). Escursione aperta a tutti, inserita nel programma dell'Estate Gualdese 1996. Enrico Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Roberto Marcellini ed altri quindici partecipanti.

 

09 agosto             Forra delle Vene (m. Sibilla, AP). Tempo di percorrenza: cinque ore. Enrico Bazzucchi, Andrea Micheletti, Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Roberto Marcellini, Pedrak e il tedesco degli Ananda, Manola Barbetti, Mirko Puletti, Livio Galassi, Alfredo Frillici.                        

 

18 agosto                   Forra del Presale (m. Nerone). Andrea Graziosi, Gino Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Roberto Marcellini, Alberto Minelli, Mara Loreti, altri sedici partecipanti.

VENTENNALE D’ATTIVITA` DEL GRUPPO SPELEOLOGICO GUALDO TADINO.

 

Per festeggiare venti anni vissuti insieme, gli speleologi gualdesi hanno allestito una mostra dal 12 al 20 ottobre, presso l'ex Croce Bianca di Gualdo Tadino: materiali, documenti e foto riguardanti l'at­tività del gruppo, in grotta, in montagna ed in servizi sociali. Anche attraverso lunghe ricerche negli archivi del GSGT, d’ogni anno sono stati illustrati e descritti i momenti più significativi, ricostruendo inoltre particolareggiatamente la storia dell'esplorazio­ne della Grotta della Miniera e di Buco Bucone. E' stata ben rappre­sentata anche la posizione, con dati e topografie, delle cavità esplorate sull'Appennino Gualdese. In tale occasione sono stati presentati al pubblico due video, appositamente prodotti dal GSGT, uno filmato tra novembre '95 e maggio '96 nella Grotta della Miniera ed a Buco Bucone, l'altro racconta le molte avventure in grotta del Gruppo ed è stato tratto da diapositive scelte con infinita pazienza da Mara Loreti nell'archivio dei GSGT e tra le migliaia sparse nelle raccolte personali dei soci. Una giornata, il 16 ottobre, è stata riservata all'incontro con gli studenti delle scuole medie e superiori di Gualdo Tadino, che hanno, nell'ora a loro disposizione, visitato la mostra e seguito con attenzione i filmati, assistiti dai loro insegnanti e dagli speleologi del GSGT. Con gli amici speleologi il 12 ottobre è stata imbandita una cena nel rifugio di monte Maggio a Valsorda.

 

 

SPELAEUS FLUMEN '96.

Fiume Veneto (PN), 1-2-3 novembre 1996, incontro internazionale tra speleologi.

Ancora un affollato raduno speleo, erede del nostrano Pantaspeleo. Un po' mercato, un po' momento d'incontro, un po' baldoria, un confronto con la speleologia degli altri: comunque uno spazio immenso a disposizione, non solo fisico, da utilizzare per guardarsi intor­no, udire, vedere, incontrarsi, confrontarsi, crescere, con la li­bertà di non farlo e soltanto divertirsi, comunque un punto privilegiato per osservare la speleologia oggi, così com'è, che ci piaccia o no. La nostra partecipazione, nove speleologi giunti a bordo del mitico pulmino "Brico", manco a dirlo è stata calorosa ed appassionata: tre giorni intensi, neanche il tempo per una gita per i magredi, immersi in questo grande "fiume speleo", tra mostre, materiali, libri, proiezioni, dibattiti e stand gastronomici. Nel languire di una festa, quella di sabato sera, rovinata da uri eccesso di blues, abbiamo pensato bene d'insegnare ai non gualdesi un passatempo collaudato nelle selvagge notti dei nostri Giochi delle Porte, rude il giusto per essere apprezzato dal rude popolo speleo, conquistandone il trofeo da rimettere in gioco a Casola tra un anno.

 

 

ESCURSIONI.

15 gennaio                 Gualdo Tadino. Monte Serrasanta, Cave delle Macine. Ricognizione in una zona con interessanti cavità artificiali, visibile solo un ingresso. Vittorio Carini.

13 aprile                    Gualdo Tadino, canalone da Valsorda al monte Serrasanta. Mara Loreti, Sergio Garofoli, Maurizio Bazzucchi.

14 aprile                    Monti Sibillini, canalone ghiacciato dalla sella del Redentore. Maurizio Bazzucchi, Domenico.

14 aprile                   Gualdo Tadino. Rocchetta, Fontanile di Campetella, fonte dei Brozzi, alta Valle del Fonno. Mara Loreti, Carlo Traversari.

20 aprile                   Gualdo Tadino. Rocchetta, monte Fringuello, monte Penna, monte Nero, monte Serrasanta. Mara Loreti, Sergio Garofoli.

21 aprile                   Monti Sibillini. Monte Vettore da Forca di Presta. Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

02 giugno                  Monti Sibillini. Foce, Laghi di Pilato, Forcella delle Ciàule, Creste del Redentore, cima del Lago (in sette ore). Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

23 giugno                  Gualdo Tadino, due cime di monte Maggio dal Castagneto. Mara Loreti, Enrico.

30 giugno                  Monte Cucco. Val di Ranco, Prati di San Felice, Casale il Sasso, Eremo di monte Cucco, Pian delle Macinare, Acqua Fredda, Val di Ranco. Vittorio Carini, Giuseppe Venarucci.

07 luglio                    M. Maiella: m. Amaro, valle Camella, Macchia Lunga, vallone del Santo Spirito. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

21 luglio                    Gualdo Tadino. Valle del Fonno, via dei Nacchi, m. Penna, monte Nero, Serrasanta, via dei Cavallari, Rocchetta. Giuseppe Venarucci, Andrea Micheletti, Vittorio Carini.

28 luglio               Gran Sasso. Sentiero del Centenario: monte Brancastello, monte Prena, monte Camicia, fonte Vetica in otto ore e mezza. Giuseppe Venarucci, il croato Pedrak, Vittorio Carini, Enrico Bazzucchi.

29 settembre        Valle del Rio Sacro (Acquacanina). Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

06 ottobre                 Valle dell'Acquasanta (Acquacanina). Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

15 dicembre         Monte Cucco: ricognizione nella zona tra fonte dell'Acqua Passera e Rio Freddo. Euro Puletti.

 

TREK IN FINLANDIA.

 

01 - 12 AGOSTO 1996. Enrico Fazi, Mara Loreti, Carlo Traversari.

Nelle foreste della Finlandia abbiamo percorso il Karhunkierros (circuito dell'orso), 95 km nel parco Oulanka, ed il trekking dei monti Tunturi, sopra il Circolo Polare Artico. Abbiamo attra­versato grandi spazi, immense foreste di conifere, tanti laghi, larghi fiumi, insidiose torbiere, spesso utilizzando ponti sospesi e passerel­le, in un'atmosfera magica caratterizzata da un profondo silenzio, interrotto solo dalle rapide dei fiumi. Ed abbiamo disceso, nella regione di Juma, le rapide del Kitkajoki.  Raggiungere Capo Nord, in Norvegia, ha completato l'esperienza magnifica vissuta nelle infinite distese del grande Nord, nei lunghi giorni dell'estate artica in cui il sole non tramonta mai. Arrivederci, dolce e cara Finlandia...

 

DOLOMITI '96.

05 - 08 agosto 1996. Sette partecipanti.

Breve campo in Val di Fossa, a Campitello, per percorrere la rete dei sentieri tra Sassolungo e Sassopiatto e la ferrata Tri­dentina.

 

VARIE.

Segnaliamo l'attività svolta per l'apertura delle piste per sci da fondo a Valsorda, che gli speleologi garantiscono ormai da una de­cina d’anni, utilizzando l'Alpenscooter messo a disposizione dall’Amministrazione della Provincia di Perugia; segnaliamo inoltre l'at­tività effettuata con mountain bike, che registra 16 uscite per un totale di 44 presenze.

26 gennaio                Riunione delle Associazioni ambientaliste gualdesi presso il centro “La Colonia” per esaminare i problemi creati dalla società “Rocchetta” con le perfo­razioni alla ricerca di acqua e con l’ipotesi ci realizzazione di condotte a partire dai prati di Campetella.  

03 febbraio         Costacciaro, Centro Nazionale di Speleologia: assemblea delle associazioni speleologiche umbre, convocata dal CSU, per presentare le relazioni di attività svolte nel 1995; in esame anche i problemi inerenti il CNS e le conflittualità che coinvolgono tutta la speleo­logia umbra. Manola Barbetti, Mirko Puletti, Vittorio Carini, Enzo Bozzi, Roberto Marcellini, Gino Bazzucchi, Simone Graziosi, Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.                      24 febbraio          Caibelli (Serra Burano)."Da Baffone", cena sociale. Ventisei partecipanti.

30 marzo                Perugia, sede del Catasto Speleologico dell’Umbria: riunione delle associazioni speleologiche per esamina­re la delibera della Regione Umbria che pone nuove regole per la concessione di contributi previsti dalla L.R. 31.3.80 n.22. Vittorio Carini.

28 aprile              Orvieto, manifestazioni per XXV dalla fondazione dello Speleo Club Orvieto. Visita alla mostra, si visiona il video realizzato per l’occasione dagli speleo orvieta­ni. Maurizio Bazzucchi, Sergio Garofoli, Vittorio Carini, Enrico Bazzucchi, Mara Loreti.

07 luglio                 Arrone. Discesa del fiume Nera con qualunque mezzo galleggiante. Enzo Bozzi.

20 - 28 luglio     Les Deux Alpes, corso di perfezionamento tecnico per sci alpinismo. Mara Loreti.                           17 agosto              Gualdo Tadino, Valle del Fonno, arrampicata. Tre partecipanti.

19 novembre         Gualdo Tadino, Istituto Professionale per il Commercio. Due ore di lezione con le prime classi sulla speleolo­gia, con l'ausilio del nostro video.       Sergio Garofoli, Vittorio Carini.

23 novembre          Perugia, sede del CSU: assemblea delle associazioni speleologiche umbre per i problemi causati dalla deli­bera regionale per i finanziamenti previsti dalla L.R.31.3.80 n.22.   Enzo Bozzi, Vittorio Carini.

28 dicembre     Gualdo Tadino, assemblea di fine anno del Gruppo per esaminare il rendiconto economico e la relazione sul­le attività del 1996. Rinnovo delle cariche sociali: come Presidente è eletto Andrea Micheletti, che subentra a Maurizio Bazzucchi. Venticinque partecipanti.

 

PROTEZIONE CIVILE.

Il Gruppo Speleologico Gualdo Tadino ha aderito al piano antincendi per il 1996, presidiando i punti d’osservazione prestabiliti dal 15 al 31 agosto con 4 - 5 volontari, debitamente collegati con i centri operativi. Il 18.04.96 è stato richiesto l'intervento del Gruppo per un vasto incendio presso Colle di Nocera Umbra (quattro partecipanti, Andrea Santarelli, Giuseppe Venarucci, Alfredo Frillici, Enzo Bozzi).E' stata offerta disponibilità per intervenire in occasione dell'al­luvione in Versilia, ma non è stata ritenuta necessaria dai coordina­tori delle operazioni in tale occasione.

 

SOCCORSO.

Quattro soci del GSGT (Enrico Bazzucchi, Enzo Bozzi, Vittorio Carini, Mara Loreti) fanno parte della squadra di Perugia del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico: nel 1996 hanno par­tecipato alle esercitazioni del 20 gennaio (Perugia), 2 marzo (Perugia), 3 marzo (Pozzo della Piana 56 UTR), 2 giugno (Fosso del Bagno, Parrano - TR), ottobre (Viterbo) ed alla riunione del 07 dicembre (Collestrada - PG) con i vertici nazionali del CNSAS, presenti il Presidente Armando Poli ed i Vice Macciò e Paolo Verico.

Unico intervento effettuato il 24 agosto (Grotta di m. Cucco, sala della Cattedrale), presente un volontario dei GSGT (Enzo Bozzi); il 2 marzo un preallarme per un ritardo di uscita dalla Grotta di m. Cucco, presto revocato, trovava pronti a partire tre volontari del GSGT (Enrico Bazzucchi, Enzo Bozzi, Vittorio Carini).