anno 1993

VAI alla home page
 
VAI all'elenco
 
 
 
1993

 

GRUPPO SPELEOLOGICO GUALDO TADINO

 

 

ATTIVITA’ SVOLTA NEL 1993

XVII ANNO

PRESIDENTE: CARLO TRAVERSARI

 

  

Se da un lato il Gruppo Speleologico Gualdo Tadino riprende vigore con l’inserimento di una nuova generazione e continua ad operare bene, d’altra parte è sottoposto alle difficoltà continue e crescenti che colpiscono le associazioni di volontariato. Le vicende subite, con lo smantellamento delle bacheche nel centro di Gualdo Tadino e l’intimazione di pagamento, retrodatata al 1989, dell’affitto di una sede mai goduta solo per noi, rendono difficile il normale svolgersi della vita sociale e disperdono scioccamente energie che il Gruppo potrebbe ben spendere per i suoi già numerosi impegni. Oscurando la finestra attraverso cui il Gruppo si presentava e si confrontava con la città e appesantendo il passivo di un bilancio già ridotto all’osso (oppure, in alternativa, restando privi di una sede come l’attuale), si può effettivamente minare la sopravvivenza di un’associazione, ma non è il nostro caso.

   Intanto i tempi precipitano verso il terzo millennio ed anche la speleologia deve fare i conti con problematiche e possibilità nuove. Gli speleologi prendono coscienza della loro professionalità, escono un po’ a tentoni dal buio delle loro grotte e si confrontano col presente. Questo non ci sorprende: abbiamo sempre sostenuto e praticato una speleologia che non si limita a correre le grotte, al mito del meno mille, abbiamo utilizzato le grotte come punto di partenza, non di arrivo, per guardarci intorno e per guardare al passato, abbiamo privilegiato la ricerca, l’impegno sociale, il rispetto dei valori morali.

Abbiamo applicato la mentalità ed i metodi acquisiti con la speleologia in altri campi, spaziando dal trekking allo sci, dall’arrampicata alla bici da montagna, dalle forre alle alte cime, all’impegno per l’ambiente, al soccorso ed alla protezione civile. Tutto questo lo abbiamo praticato, l’abbiamo diffuso nella nostra città, altre idee siamo pronti a realizzarle negli anni a venire.

   Nella Speleologia italiana cova un male oscuro, il malessere di vecchi rancori che ora violenti riaffiorano, ottenebrando pur lucide menti, cui lo sviluppo stesso della speleologia molto deve. Noi, base del movimento, non ci sentiamo coinvolti e tranquillamente facciamo il nostro lavoro, noi gruppo SSI che sceglie i corsi della Scuola di Speleologia del CAI e che invece di praticare “Nebbia ‘93”, imitazione SSI del nostro Pantaspeleo, partecipa attivamente alle Giornate della Speleologia del CAI, senza per questo cambiare idea su di una scelta fatta già da anni. L’invito a guardare serenamente avanti, ad usare ragione, ma anche cuore, ci sentiamo di darlo, per progredire insieme, di là dalle sigle.

 

 

 

 

 

Corso di speleologia.

   Per la seconda volta nell’ambito della Scuola di Speleologia del Club Alpino Italiano, un corso, diretto dal nostro IS Mara Loreti, per introdurre nel mondo delle grotte i nuovi soci. La differenza con il precedente è proprio questa: gli allievi sono nuovi elementi già inseriti nel gruppo, perciò l’ingrato fenomeno di corsisti che abbandonano la speleologia al termine del corso stavolta non avviene e perciò lo sforzo organizzativo del gruppo va a buon fine. Sette allievi, molte grotte in graduale crescendo di difficoltà, un rinnovato interesse di vecchi soci, col risultato d’uscite affollate e di una sede che trabocca di nuovo di gente e d’entusiasmo.

 

03.10.93          Grotta di Monte Cucco 17 UPG (Costacciaro). Ramo delle Ossa, Sala del Faraone; dintorni della Sala Margherita (Lago e Pozzo Terni, Passo del Gattuccio, Ramo delle Meraviglie). Alfredo Frillici, Carlo Traversari, Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Marcello Diso.

10.10.93          Grotta di Monte Cucco 17 UPG (Costacciaro). Rami Miliani e Zuccatosta. Euro Puletti, Mara Loreti, Moira Passeri, Carlo Traversari, Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Vittorio Carini, Andrea Micheletti, Francesco Fioriti, Paolo Fioriti.

16.10.93          Gualdo Tadino, Valle del Fonno, palestra Valfonda. Progressione su corda. Undici partecipanti.

17.10.93          Grotta di Faggeto Tondo 400 UPG (monte Cucco, Costacciaro). Fino alle strette condotte della zona del Ferro. Giuseppe Venarucci, Mara Loreti, Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Marco Ribacchi, Marco Mataloni, Francesco Fioriti, Alfredo Frillici, Roberto Marcellini, Andrea Micheletti, Andrea Santarelli, Andrea Angeletti, Alessandro Gubbini, Arnaldo Polidoro.

06.11.93          Gualdo Tadino, Valle del Fonno, palestra Valfonda. Progressione su corda. Dieci partecipanti.

07.11.93          Buco Bucone 643 UPG (monte Serra Santa, Gualdo Tadino). Fino al pozzo San Niccolò. Andrea Angeletti, Marcello Diso, Paolo Fioriti, Andrea Santarelli, Mara Loreti, Enzo Bozzi, Maurizio Bazzucchi, Andrea Micheletti, Roberto Marcellini.

14.11.93          Traversata Grotta del Mezzogiorno 4 MAAN – Grotta della Beata Vergine di Frasassi 1 MAAN (Gola di Frasassi, Genga). Traversata classica, molto affollata. Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Andrea Micheletti, Vittorio Carini, Mara Loreti, Alberto Minelli, Alfredo Frillici, Alessandra Bonci, Moira Passeri, Francesco Fioriti, Paolo Fioriti, Alessandro Gubbini, Andrea Santarelli, Massimo Passeri, Carlo Traversari, Arnaldo Polidoro.

12.12.93          Grotta di Monte Cucco 17 UPG (Costacciaro). Tra il Pozzo Perugia ed il Baratro, agli attacchi dei Rami Sinistri. Bagno finale nel Lago Terni, colmo. Marcello Diso, Alessandro Gubbini, Paolo Fioriti, Enzo Bozzi, Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi, Vittorio Carini.

 

 

Giornate della Speleologia del Club Alpino Italiano.

Perugia, 30 ottobre – 01 novembre.

 

   Una presenza massiccia (quattordici partecipanti), una ricca mostra (foto e reperti) sulle nostre grotte e sull’attività poliedrica del Gruppo, la presentazione di un video realizzato nella Forra delle Vene, dalla cima del monte Sibilla fino all’Infernaccio, una diaproiezione in multivisione sulla Traversata dell’Appennino Umbro (TAU, realizzata per primi nel 1986), un quarto premio al concorso fotografico nazionale annesso alla manifestazione. Le “giornate di Speleologia del CAI” hanno avuto l’entusiastica adesione del GSGT, che ha lavorato a lungo e bene per preparare tutto questo.

 

 

 

GROTTE.

24.01.93          Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, Gualdo Tadino). Per accompagnare nove speleo del G.S.CAI Perugia che realizzano una documentazione fotografica. Vittorio Carini con Mirco Galli, Fausto Guzzetti, Paolo Cecchini, Fabio Palazzoli, Mauro Guiducci, Vittorio Cherubini ed altri tre perugini.

16.05.93          Buco Bucone 643 UPG (monte Serra Santa, Gualdo Tadino). Fondo devozionale. Enzo Bozzi, Giuseppe Venarucci, Maurizio Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Andrea Micheletti, Roberto Marcellini, Vittorio Carini, Carlo Traversari, Alfredo Frillici.

30.05.93          Grotta di Monte Cucco 17 UPG (Costacciaro). Via dei Barbari, Burella, Salone Canin, Infernaccio fino al Camino della Bestia. Alfredo Frillici, Mara Loreti, Enzo Bozzi, Giuseppe Venarucci, Maurizio Bazzucchi, Andrea Micheletti.

10.06.93          Buca del Diàntene (monte Cucco, Costacciaro), non ancora catastata. Ripresa degli scavi a m 25 dall’ingresso, complicata da presenza d’acqua sul fondo. Euro Puletti, Massimo Passeri, Vittorio Carini.

02.07.93          Buca del Diàntene (monte Cucco, Costacciaro), non catastata. Scavi: la grotta soffia! Marzia Cecconi, Massimo Passeri, Massimo Casagrande, Vittorio Carini.

02.07.93          Buca del Ferro 24 UPG (monte Cucco, Costacciaro). L’ingresso al ramo nuovo è richiuso e mimetizzato con pietre, come consigliato dalla Soprintendenza Archeologica. Marzia Cecconi, Massimo Passeri, Massimo Casagrande, Vittorio Carini.

08.08.93          Grotta di Monte Cucco 17 UPG (Costacciaro). Salone Staffa. Enzo Bozzi, Andrea Micheletti.

22.08.93          Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, Gualdo Tadino). Fondo. Tiziano Bensi, Enzo Bozzi.

03.09.93          Buca del Diàntene (monte Cucco, Costacciaro), non catastata. Scavi. Mirko Puletti, Euro Puletti, Vittorio Carini.

10.09.93          Buca del Diàntene (monte Cucco, Costacciaro), non catastata. Mirko Puletti, Euro Puletti, Vittorio Carini, Massimo Passeri.

14.09.93          Grotta di Monte Cucco 17 UPG (Costacciaro). Zona turistica con Fra’ Mauro e sette ragazzini. Arnaldo Polidoro, Marta Polidoro.

18.09.93          Buca del Diàntene (monte Cucco, Costacciaro), non catastata. Scavando si sbuca in una condotta libera…solo per pochi metri: il fango tappa tutto nuovamente. Pierdomenico Baldelli, Enrico Bazzucchi, Vittorio Carini, Marzia Cecconi, Francesco Fioriti, Sergio Garofoli, Mara Loreti, Massimo Passeri, Euro Puletti, Mirko Puletti, Giuseppe Venarucci.

10.10.93          Buca del Diàntene (monte Cucco, Costacciaro), non catastata. Il punto più basso del cunicolo iniziale è allagato, si toglie l’acqua per proseguire, ma anche la condotta terminale, dove tre settimane prima soffiava aria, è sommersa da un buon metro d’acqua. Gli scavi s’interrompono qui. Euro Puletti, Mara Loreti, Moira Passeri, Carlo Traversari, Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Vittorio Carini, Andrea Micheletti, Francesco Fioriti, Paolo Fioriti.

 

   Da segnalare infine l’attività svolta dai nostri soci facenti parte del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, IV Gruppo, squadra di Perugia. Fortunatamente non ci sono stati incidenti, quindi nessun intervento, soltanto riunioni ed esercitazioni.

23.01.93          Costacciaro, Centro Nazionale di Speleologia. Assemblea annuale dei volontari della squadra CNSAS di Perugia. Enzo Bozzi, Vittorio Carini.

24.04.93          Costacciaro, Centro Nazionale di Speleologia. Assemblea straordinaria dei volontari della squadra CNSAS di Perugia: Francesco Salvatori si dimette da caposquadra e subentra Felice La Rocca. Enzo Bozzi, Vittorio Carini.

22.05.93          Costacciaro, Centro Nazionale di Speleologia. Incontro su “Problemi medici nel trasporto in barella di un infortunato”. Vittorio Carini, Enzo Bozzi.

19.09.93          Grotta di Chiòcchio 103 UPG (loc. Castagnacupa, Spoleto). Recupero dalla sommità del pozzo della Conta, operazione del CNSAS in collaborazione con una squadra speleo dei Vigili del Fuoco. Enzo Bozzi, Vittorio Carini, Mara Loreti.

 

 

PROTEZIONE CIVILE.

27.05.93          Perugia, Prefettura. Riunione delle associazioni dei volontari della Protezione Civile. Giuseppe Venarucci.

04.08.93          Gualdo Tadino, Capodacqua. Si contribuisce allo spegnimento di un incendio boschivo con Vigili del Fuoco, Corpo Forestale, Squadre Antincendio della Comunità Montana, Carabinieri, lavorando dalle 21.30 alle 23.45. Otto partecipanti.

10.08.93          Gualdo Tadino, Cartiere. Contributo allo spegnimento di un incendio di sterpaglie lungo la linea ferroviaria. Giuseppe Venarucci.

11.08.93          Gualdo Tadino, San Facondino. Incendio sulle scarpate del cavalcavia sopra la ferrovia. Giuseppe Venarucci.

13 – 14 agosto   Gualdo Tadino, Balze di monte Maggio. Ricerca di una persona scomparsa. I volontari del GSGT, su sollecitazione dei familiari allarmati per il mancato rientro a Valsorda, cominciano le ricerche al tramonto, in collaborazione con Carabinieri e Vigili del Fuoco, prodigandosi per tutta la notte, alternando diverse squadre che battono il monte Maggio, anche i suoi impervi canaloni. Solo alle ore sette di mattina è ritrovato, a poche decine di metri dalla passarella bassa, il corpo dello scomparso, deceduto per cause naturali. Si provvede al trasporto in barella a Valsorda, dopo autorizzazione del magistrato. Undici partecipanti.

23.08.93          Pineta del Soldato a Gualdo Tadino e Colle di Nocera Umbra. Si collabora allo spegnimento dei due incendi. Giuseppe Venarucci, Enzo Bozzi, Simone Graziosi, Marcello Diso.

24.08.93          Gualdo Tadino, Roveto. Incendio. Giuseppe Venarucci, Simone Graziosi.

08.11.93          Gualdo Tadino e Belvedere di Fabriano. Ricerca di Aldo Paoletti, dal primo pomeriggio alle 20.30, non tornato a casa dopo una visita in qualche zona d’interesse archeologico. Si battono la zona della Rocchetta, monte Maggio, Taino, si entra nelle Tane del Monaco 184 MAAN, senza esito. Fortunatamente Aldo fa ritorno a casa il mattino seguente: si era smarrito ed addormentato sui Quarti di Serra Santa. Sette partecipanti.

25.11.93          Perugia, Prefettura. Riunione per il piano di prevenzione incendi nel prossimo periodo estivo. Giuseppe Venarucci.

 

 

I QUATTROMILA.

Valle d’Aosta 17 – 24 agosto, Maurizio Bazzucchi e Mara Loreti.

   Ancora un quattromila nella storia del Gruppo Speleologico Gualdo Tadino, il Cervino, il più difficile tra quelli finora saliti. Ma la preparazione, cui tutto il Gruppo ha partecipato temprando le forze e l’entusiasmo dei due che hanno concluso l’impresa, è stata adeguata: quasi tre mesi d’arrampicate e d’escursioni, da quelle veloci infrasettimanali sui monti di Gualdo Tadino, ai lunghi percorsi, anche in quota, sui monti Sibillini e sul Gran Sasso. Poi la difficoltà per una stagione estiva troppo ricca di neve, che sconsiglia la salita nei tempi previsti. Solo dopo ferragosto le condizioni volgono al meglio ed è possibile partire, dopo interminabili consulti telefonici con gli amici dei Ragni di Lecco e le guide. Tanto per prendere quota si sale il Gran Paradiso, poi l’arrivo a Cervinia, i rifugi, la vetta.

   Così tutti i principali quattromila italiani sono stati saliti dal GSGT: due volte il Gran Paradiso (m 4061), due volte la Punta Gnifetti del monte Rosa (Capanna Margherita, m 4554), il monte Bianco (m 4807) ed infine il monte Cervino (m 4477).

17.08.93          Partenza per la Valle d’Aosta, campo a Valsaravanche.

18.08.93          Da Pont Valsaravanche al rifugio Vittorio Emanuele.

19.08.93          Ascensione alla vetta del Gran Paradiso (m 4061).

20.08.93          Cervinia, ci attendono alla Casa delle Guide.

21.08.93          Con le guide Luca ed Andrea si raggiunge il rifugio Oriandé e poi il rifugio Carrel (m 3880)

22.08.93          Partiti alle ore cinque, alle 08.30 siamo sulla vetta del Cervino (m 4477). Alle 12.30 rientriamo al rifugio Carrel ed alle 18.30 le due cordate, Mara e Andrea, Maurizio e Luca sono a Cervinia, tra gli amici di Lecco e le guide, che apprezzano il valore dell’impresa.

24.08.93                    Rientro a Gualdo Tadino.

 

 

ARRAMPICATA.

14.03.93          Gola della Rossa (Serra San Quirico, AN). Via Cotichelli – Mosca I e II. Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Andrea Micheletti, un altro.

21.03.93          Gola della Rossa (Serra San Quirico, AN). Via Badiali – Conti, primi tiri. Maurizio Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Massimo Passeri.

06.06.93          Rocchetta (Gualdo Tadino), vie diverse. Maurizio Bazzucchi, Andrea Micheletti, Massimo Passeri, Enrico Bazzucchi.

15.06.93          Valle del Fonno, Coda del Diavolo (Gualdo Tadino). Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti.

27.06.93          Palestra di Pale (Foligno), vie “Sinergie d’estate” e “Uccellessa”. Andrea Micheletti, Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Alberto Minelli, Andrea Santarelli.

01.07.93          Rocchetta (Gualdo Tadino), vie diverse. Massimo Passeri, Marzia Cecconi.

04.07.93          Palestra di Pale (Foligno), vie diverse. Maurizio Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Simone Graziosi.

14.07.93          Rocchetta (Gualdo Tadino), vie diverse. Maurizio Bazzucchi, Moira Passeri, Francesco Fioriti, Mara Loreti.

15.07.93          Valle del Fonno, Coda del Diavolo (Gualdo Tadino). Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Vittorio Carini.

21.07.93          Rocchetta (Gualdo Tadino), vie diverse. Mara Loreti, Andrea Micheletti, Giuseppe Venarucci, Maurizio Bazzucchi.

24.07.93          Valle del Fonno (Gualdo Tadino), via “Lupetto” ed altre. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

 

 

FORRE.

 

   Ormai le forre del monte Sibilla sono tutte armate con le nostre placche con anello, artigianali ma con ottima tenuta al dinamometro del Centro Nazionale di Speleologia di Costacciaro. A forza di cercare l’imbocco di quelle già descritte, n’abbiamo trovato una mai scesa, da noi denominata “Brico”, asciutta ma con tante belle verticali.

 

16 – 17 luglio   Forra Brico (monte Sibilla). Prima discesa, una forra asciutta, con scivoli insidiosi per i detriti instabili, buone verticali: m 30, m 20, m 20 + 50, m 10, m 55 + 20, m10, m 35. Enzo Bozzi, Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

25.07.93          Forra di Rio Freddo (monte Cucco).  Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Livio Galassi, Marcello Diso, Moira Passeri, Francesco Fioriti, Alessandra Bonci, Alfredo Frillici, Alberto Minelli, Celestino Petrelli, Patrizia, Massimiliano, Cristina.

07.08.93          Forra di Rio Freddo (monte Cucco). Mauro Tavone, Graziano Anderlini, Arnaldo Polidoro, altri cinque partecipanti.

07.08.93          Forra del Presale (monte Nerone). Roberto Marcellini, Alfredo Frillici, Mara Loreti, Alessandra Bonci, Di Cola, Simone Graziosi, una ragazza.

12.08.93          Forra di Rio Freddo (monte Cucco). Mauro Tavone, Alfredo Frillici, Alessandra Bonci, Luca, Massimiliano Anderlini, Alessandro, Claudio, Silvana, Loredana, Marco.

13.08.93          Forra di Rio Freddo (monte Cucco). Per accompagnare un gruppo organizzato dalla Pro Loco di Fossato di Vico. Mara Loreti, Alfredo Frillici, Mauro Tavone, Alberto Minelli.

14.08.93          Forra di Rio Freddo (monte Cucco). Roberto Marcellini, Gino Bazzucchi, Alessandro, Marcello Diso, Liberti, Marco Mataloni, Pecci, Lisa Scassellati, Andrea, altri tre partecipanti.

21.08.93          Forra di Rio Freddo (monte Cucco). Pierdomenico Baldelli, Enrico Bazzucchi, Roberto Marcellini, Diego, altri due partecipanti.

27 – 28 agosto  Forra Meta Uno (monte Sibilla). Andrea Santarelli, Enrico Bazzucchi, Alessandro, Roberto Marcellini, Maurizio Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Mara Loreti, Alessandra Bonci, Alfredo Frillici, Simone Graziosi.

11 – 12 settembre   Forra Brico (monte Sibilla). Seconda discesa, si sistema l’armo. Maurizio Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Roberto Marcellini, Alberto Minelli, Andrea Micheletti, Andrea Santarelli, Juri, Marcello Diso, Mara Loreti.

 

 

ESCURSIONI.

06.05.93          Gualdo Tadino, Valle del Fonno, fino alla Pratarella. Mara Loreti.

08.05.93          Gualdo Tadino, canalone, Balze del Mezzogiorno, monte Serra Santa Campetella, Rocchetta. Mara Loreti.

09.05.93          Monti Sibillini. Monte Argentella, Palazzo Borghese, monte Porche. Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci, Maurizio.

18.05.93          Gualdo Tadino. Monte Serra Santa. Due partecipanti.

19.05.93          Gualdo Tadino. Monte Nero. Tre partecipanti.

23.05.93          Gualdo Tadino, escursione in occasione della Settimana Ecologica. Mara Loreti, Sergio Garofoli, Maurizio Bazzucchi, Giuseppe Venarucci, Pierdomenico Baldelli e quindici giovani.

25.05.93          Gualdo Tadino. Valsorda, Costa dei Quarti, Chiavellara, Serra Santa, canalone fino a Valsorda. Giuseppe Venarucci, Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

03.06.93          Gualdo Tadino, Fonna de Biagio, Passo della Sportola, monte Fringuello, pineta del Soldato o di Roti. Mara Loreti, Giuseppe Venarucci, Maurizio Bazzucchi.

09.06.93          Gualdo Tadino, via dei Santi, Serra Santa, via Cremona. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

12.06.93          Gran Sasso (L’Aquila). Sentiero “Il Centenario”, da Fonte Vetica (m 1632) per monte Camicia (m 2564), Vado di Ferruccio (m 2230), monte Prena (m 2561), monte Infornace (m 2469), Forchetta di Santa Colomba (m 2290), Vado di Piaverano (m 2200), monte Brancastello (m 2385), fino a Vado di Corno (m 1924) ed al bivio di Sant’ Egidio (m 1800). Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Alfredo Frillici, Sergio Garofoli, Mara Loreti, Alberto Minelli, Carlo Traversari, Giuseppe Venarucci.

13.06.93          Gran Sasso (L’Aquila). “Direttissima” per il Corno Grande (m 2912). Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Alfredo Frillici, Sergio Garofoli, Mara Loreti, Alberto Minelli, Carlo Traversari, Giuseppe Venarucci.

17.06.93          Gualdo Tadino. Strada Cremona, Salto del Prete. Mara Loreti.

25.06.93          Gualdo Tadino, cave dietro il convento degli Zoccolanti, Balza del Mezzogiorno. Si avvista un gufo reale. Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

27.06.93          Monte Cucco (Costacciaro). Massimo Passeri, Marzia Cecconi, Fiorelli, Silvana.

08.07.93          Gualdo Tadino, gran giro dei monti. Valle del Fonno, monte Penna, monte Nero, Serra Santa, via dei Cavallari, Rocchetta, in due ore e trenta minuti. Mara Loreti, Giuseppe Venarucci, Maurizio Bazzucchi.

10.07.93          Monti Sibillini. Frontignano (m 1342), Monte Bove Sud (m 2159), Pizzo Berro (m 2259), monte Priora (m 2332), alta Val Tenna, valle Orteccia, cima Vallinfante (m 2113), passo Cattio (m 1869), Frontignano. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

11.07.93          Monti Sibillini. Castel Sant’Angelo, Val Rapegna, Prati di Santa Lucia, monte Lieto, Val Canatra, Pian Grande, Forca di Presta. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

20.07.93          Gualdo Tadino, Rocchetta, Campitella, Serra Santa, Strada Cremona, Entiere, Zoccolanti, Rocchetta. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Andrea Micheletti, Giuseppe Venarucci.

22.07.93          Gualdo Tadino. Monte Maggio, passerella alta e bassa. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Andrea Micheletti, Giuseppe Venarucci.

26.07.93                    Gualdo Tadino. Valsorda, Serra Santa, Costa dei Quarti. Mara Loreti.

27.07.93          Gualdo Tadino, Rocchetta, Campetella. Giuseppe Venarucci, Maurizio Bazzucchi.

28.07.93          Gualdo Tadino, Rocchetta, Balze del monte Fringuello, monte Penna, Valle del Fonno. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Andrea Micheletti, Giuseppe Venarucci.

01.08.93          Monti Sibillini. Monte Argentella, Forca Viola, Picco del Diavolo, Creste del Redentore, Rifugio Zilioli, laghi di Pilato, Forca Viola, Argentella, Palazzo Borghese, rientro per un canalone. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Andrea Micheletti.

05.08.93          Gualdo Tadino. Rocchetta, canalone per Cacciagrande. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Andrea Micheletti.

08.08.93          Gualdo Tadino. Rocchetta, canalone per il monte Fringuello, Valle del Fonno. Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti.

09.08.93          Gualdo Tadino. Rocchetta, monte Serra Santa. Mara Loreti.

20.08.93          Gualdo Tadino. Monte Maggio, passarella alta. Giuseppe Venarucci, Carlo Bartoccioni, Daniela.

22.08.93          Assisi, monte Subasio dalla Madonna dei tre fossi. Sergio Garofoli, Marco Trionfera, Biancarosa.

29.08.93          Monte Cucco, da Pian de’Spilli. Sergio Garofoli, Marco Trionfera, Biancarosa, Pierdomenico Baldelli, Stefania Trionfera.

04.09.93          Gualdo Tadino. Rocchetta, Serra Santa, Pian delle Vescole, Campetella. Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

09 – 10 ottobre   Isola del Giglio, trekking. Sergio Garofoli.

13.11.93          Gualdo Tadino, giro dei monti. Due partecipanti.

20.11.93          Gualdo Tadino. Via dei Santi, Serra Santa, Valsorda, Madonnuccia. Giuseppe Venarucci, Maurizio Bazzucchi.

 

 

SCI.

   Mentre prosegue l’attività nello sci da fondo, favorita dalle ottime nevicate del 1993, fa proseliti anche lo sci alpinismo, che porta Mara Loreti sui chilometrici ghiacciai di un quattromila svizzero, la Jungfrau.

 

SCI da FONDO: si annoverano nel registro dell’attività del Gruppo in gennaio (tra il 2 ed il 13) otto uscite sui monti di Gualdo Tadino con 23 presenze. In febbraio (tra il 20 ed il 27) sei uscite con 12 presenze. In marzo cinque uscite con 16 presenze. In novembre (tra il 20 ed il 23) tre uscite con 13 presenze sui monti gualdesi e sei presenze il 28 in Val Canatra – monte Fausole – monte delle Rose (monti Sibillini). In dicembre quattro uscite con 17 presenze sui monti gualdesi e due con 10 presenze sui monti Sibillini. Ciò che noi denominiamo “sci da fondo” è molto vicino allo sci escursionismo, uno sci fuoripista praticato con ai piedi gli sci da fondo.

SCI ALPINISMO

24.01.93          Monti Sibillini, monte La Prata. Mara Loreti, Rodolfo Loreti, Maurizio Bazzucchi.

31.01.93          Monti Sibillini. Monte Bove e Val di Bove, raduno interregionale di sci alpinismo. Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

07.02.93          Monti Sibillini. Monte Vettore (m 2475) dai Piani di Castelluccio per il canalone dell’Acquasanta. Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi, Marcello.

21.02.93          Monti Sibillini. Val di Panico, nella bufera. Carlo Traversari, Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

28.02.93          Monti Sibillini, monte Argentella. Mara Loreti.

03 – 04 aprile   Monti della Laga. Monte Gorzano (m 2458) da Cesacastina. Mara Loreti, Carlo Traversari.

16 – 18 aprile   Jungfrau (m 4158). Dallo Jungfraujoch per il ghiacciaio Jungfraufirn alla Konkordiaplatz e poi interminabile discesa per il Langgletscher. Mara Loreti.

20 – 25 aprile   Gran Sasso, Direttissima al Corno Grande (m 2912) da Campo Imperatore, discesa a Prati di Tivo. Mara Loreti.

 

 

VARIE.

   Da segnalare l’attività in mountain bike, svolta sull’Appennino e sulla zona collinare di Gualdo Tadino: nel registro dell’attività del Gruppo sono documentate 28 uscite con un totale di 52 presenze, da maggio a settembre.

   Importante il lavoro svolto all’interno del Gruppo per realizzare un Centro Ambientale presso l’ex colonia della pineta di Roti a Gualdo Tadino. Contatti con amministratori, riunioni nei primi mesi dell’anno, un’idea che si fa più concreta in novembre e dicembre, quando sono risolti alcuni problemi per la disponibilità della struttura e proposto un regolamento di gestione per il Centro Ambientale, come Associazione di Volontariato indipendente dal Gruppo Speleologico.

   Sul numero ventinove della rivista “Speleologia”, ottobre 1993, è stato pubblicato il nostro articolo “Brico I: il monte Sibilla ha una forra in più”

 

27.02.93          Passignano sul Trasimeno. Convegno sulle attività all’aria aperta. Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi, Marcello.

06.03.93          Scheggia, ristorante “La Pineta”. Cena sociale.

10.05.93          Gualdo Tadino, Pretura. Udienza per il procedimento contro il Sindaco Ferdinando Di Benedetto per la discarica in località Madonnuccia, conseguente ad un nostro esposto. Mara Loreti.

22 – 29 maggio   Gualdo Tadino. Settimana Ecologica: segnaletica Rio Romore, escursione naturalistica guidata per quindici giovani, escursione con gli studenti per il sentiero del Rio Romore ed affissione delle tabelle.

23.06.93          Gualdo Tadino, Municipio. Incontro per il “Progetto Valsorda”. Enzo Bozzi, Mara Loreti.

01.07.93          Gualdo Tadino. Incontro (GSGT; Pro Tadino, WWF, Archeoclub), presso la “Pro Tadino”, per produrre un’opposizione alla concessione da parte del Distretto Minerario di ricerche di marne alla Colacem nella zona Palazzolo – Colle dei Mori - Casale di Gualdo Tadino. Giuseppe Venarucci, Vittorio Carini.

03 – 07 luglio   Gualdo Tadino: raccolta di firme, con altre associazioni locali, contro la concessione di ricerca di marne alla Colacem. Al Sindaco di Gualdo Tadino, Rolando Pinacoli, sono infine consegnate ottocento firme.

12.07.93          Gualdo Tadino, Piazza Martiri della Libertà. A seguito di un’ordinanza del Sindaco, siamo costretti a togliere la nostra bacheca, da una decina d’anni vivace strumento di comunicazione della nostra attività, uno dei pochi segni visibili della spenta vita culturale gualdese. L’aver poco dopo ottenuto la concessione d’esporre una bacheca di dimensioni ridotte all’interno del palazzo municipale non ripaga il danno subito, sia dal Gruppo, sia dal centro storico di Gualdo Tadino, ancora impoverito. Maurizio Bazzucchi, Enzo Bozzi, Vittorio Carini, Alfredo Frillici, Mara Loreti, Carlo Traversari, Giuseppe Venarucci.

02.10.93          Perugia, sede del Catasto Speleologico Umbro. Incontro delle associazioni speleologiche umbre. Carlo Traversari, Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

25.11.93          Genga, Consorzio Frasassi. Si prende visione di un nuovo regolamento che, di fatto, limita l’attività delle associazioni speleologiche all’interno del complesso Grotta del Fiume – Grotta Grande del Vento. Vittorio Carini.

28.12.93          Gualdo Tadino, sede del GSGT. Assemblea ordinaria annuale per l’avvicendamento negl’incarichi: a Carlo Traversari succede per il 1994 Alfredo Frillici. Ventuno partecipanti.