anno 1988

VAI alla home page
 
VAI all'elenco  
 
 
1988

 

GRUPPO SPELEOLOGICO GUALDO TADINO

 

 

ATTIVITA’ SVOLTA NEL 1988

XII ANNO

RESPONSABILE: SERGIO SPINOSI

 

 

CORSI DI PERFEZIONAMENTO

   Un piccolo gruppo, chiuso nelle sue grotticelle, alla fine crede che questo sia tutto il mondo e che nulla fuori vi sia di migliore. Un giorno si affaccia all’orlo della buca che sta scavando e vede che invece intorno a lui le cose sono cambiate. Anche a questo servono i corsi: a guardarsi intorno.

Due ottime occasioni fornite dal Centro Nazionale di Speleologia di Costacciaro sono state puntualmente sfruttate: il corso di perfezionamento tecnico ed il corso sulle tecniche di disostruzione.

Dal primo è uscito il nostro primo Istruttore di Speleologia; da entrambe sono venuti gli aggiornamenti necessari per praticare la speleologia ad un buon livello.

28 luglio – 5 agosto   Costacciaro, CNS. XVIII Corso Nazionale CAI di perfezionamento tecnico, con esame per Istruttore di Speleologia. Mara Loreti diventa Istruttore, Alfredo Frillici, Andrea Micheletti.

18 – 20 novembre      Costacciaro, CNS. Corso speciale sulle tecniche di disostruzione, con prove pratiche a Pian delle Macinare. Vittorio Carini, Arnaldo Polidoro, Mara Loreti.

 

SCAVI

   L’Appennino gualdese nasconde bene le sue grotte, al più le fa intravedere con parsimonia e con accattivante perfidia. E chi le vuol trovare ad ogni costo è costretto a riaprire i presunti ingressi, di solito molto ben ostruiti. Ne consegue che l’attività di scavo, né piacevole né gratificante ma necessaria, occupi buona parte dell’impegno profuso, con risultati apprezzabili a lungo periodo. Due le principali mete di quest’anno: l’Antro di monte Nero, quota m 1150, un pozzo a campana, parzialmente concrezionato, scavato per i primi m 5 di profondità; più recente la scoperta della grotta della Bastia (monte Maggio), quota m 1260, diaclasi che penetra suborizzontale nel calcare massiccio, da approfondire in cerca di passaggi di dimensioni umane. In entrambe le cavità, gli scavi continuano.

27.03.88                    Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Mara Loreti, Vittorio Carini.

30.04.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Trovato (e distrutto) un focolare, nessun altro reperto oltre i carboni. Enzo Bozzi, Vittorio Carini, Mara Loreti, Mauro Tavone.

08.05.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Arnaldo Polidoro, Alfredo Frillici, Valentina Vinciotti, Mara Loreti.

22.05.88                    Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Vittorio Carini.

24.05.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Trovato un cranio di Tasso. Enzo Bozzi, Vittorio Carini.

28.05.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Con pioggia battente. Enrico Bazzucchi, Enzo Bozzi, Roberto Marcellini, Mara Loreti.

05.06.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Ancora pioggia battente. Enrico Bazzucchi, Enzo Bozzi, Maurizio Bazzucchi, Vittorio Carini, Franca Ruzziconi, Roberto Marcellini.

11.06.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi, Vittorio Carini, Franca Ruzziconi, Roberto Marcellini, Alfredo Frillici, Mara Loreti, Valentina Vinciotti, Giancarlo Matarazzi, Toto di Sezze.

12.06.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Vittorio Carini, Andrea Micheletti.

03.07.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Uso di microcariche contro i massi. Arnaldo Polidoro, Enrico Bazzucchi, Vittorio Carini, Andrea Micheletti, Celestino Petrelli.

17.07.88                    Antro di monte Nero (Gualdo Tadino).

28.08.88          Antro di monte Nero (Gualdo Tadino). Andrea Micheletti, Roberto Marcellini, Maurizio Bazzucchi, Mara Loreti, Edoardo.

22.10.88          Grotta di Pian de’Cupi 651 UPG (monte Serra Santa, Gualdo Tadino). Microcariche. Roberto Marcellini, Arnaldo Polidoro, Mara Loreti, Rodolfo Loreti, Mauro Tavone, Fabio Ippoliti, Maurizio Bazzucchi, Andrea Micheletti, Vittorio Carini.

09.11.88          Grotta della Bastia (monte Maggio, Gualdo Tadino). Sarà successivamente denominata Grotta del Maestro 859 UPG. Nel corso di un’escursione si trova questa nuova grotta. Mara Loreti, Rodolfo Loreti, Andrea Micheletti.

12.11.88          Grotta della Bastia (monte Maggio, Gualdo Tadino). Primi scavi. Andrea Micheletti, Mara Loreti, Celestino Petrelli.

13.11.88          Grotta della Bastia (monte Maggio, Gualdo Tadino). Celestino Petrelli, Vittorio Carini, Mauro Tavone, Andrea Micheletti, Mara Loreti.

20.11.88          Grotta della Bastia (monte Maggio, Gualdo Tadino). Messi in fuga dalla pioggia dopo gli scavi. Andrea Micheletti, Vittorio Carini, Alfredo Frillici, Mara Loreti, Maurizio Bazzucchi.

04.12.88          Grotta della Bastia (monte Maggio, Gualdo Tadino). Durante gli scavi un’aquila volteggia sopra le Balze. Enzo Bozzi, Arnaldo Polidoro, Mara Loreti, Celestino Petrelli, Carlo Traversari, Vittorio Carini.

 

 

ATTIVITA’ IN ALTRE GROTTE

   Un filo d’aria inseguito nella Grotta di Faggeto Tondo (monte Cucco) ha permesso, dopo disostruzione, di esplorare un centinaio di metri di cunicoli, strettoie e minicondotte nella parte più alta della grotta, superando continue ostruzioni dovute a riempimenti di gesso.

Monti Lepini: un’area carsica interessante, con tante grotte (Pozzo Comune, Abisso Consolini) e con tanto ancora da scoprire, è stata meta di una rapida spedizione del GSGT.

Alcune grotte fatte insieme alla Sezione Speleologica Città di Castello hanno permesso di rinforzare i buoni rapporti tra i due gruppi.

2 – 5 gennaio   Area carsica dei monti Lepini (Lazio). Ospiti, a Sezze, di Giancarlo Matarazzi, scendiamo nella Grotta di S. Erasmo, saliamo sul monte Semprevisa, raggiungiamo l’imbocco dell’Abisso Consolini, poi a Carpineto Romano vediamo l’ingresso del Pozzo Comune, girovaghiamo per una zona veramente carsica, poi turismo a Sermoneta, Santa Ninfa, infine sul monte Circeo, da Torre Paola al Picco di Circe, m 541. Celestino Petrelli, Mara Loreti, Fabio Ippoliti, Vittorio Carini da Gualdo, Giancarlo Matarazzi (Giva), Giovanna Bernabei, Luigino (la guida tra le nebbie del Semprevisa) da Sezze.

24.01.88          Buca di Faggeto Tondo 400 UPG (monte Cucco, Costacciaro). Per accompagnare in visita dieci speleo di Città di Castello. L’ingresso è sepolto dalla neve. Inseguiamo un soffio d’aria nella parte alta della grotta. Vittorio Carini, Maurizio Bazzucchi, Fabio Ippoliti.

31.01.88          Buca di Faggeto Tondo 400 UPG (monte Cucco, Costacciaro). Si oltrepassa l’ostruzione che chiude il cunicolo trovato la settimana precedente e si sbuca in zone strette e tortuose. Enzo Bozzi, Mara Loreti, Vittorio Carini.

14.02.88          Buca di Faggeto Tondo 400 UPG (monte Cucco, Costacciaro). Esplorazione dei “Vicoli Gualdesi”: tutte vie tappate, ma il soffio d’aria s’infila in un ultimo passaggio… Vittorio Carini, Celestino Petrelli, Mara Loreti.

21.02.88          Grotta del Fiume 8 MAAN - Grotta Grande del Vento 307 MAAN (Gola di Frasassi, Genga). Traversata con 13 speleo di Città di Castello e Sergio Roscini, del GSCAI Fabriano. Mara Loreti, Arnaldo Polidoro, Vittorio Carini.

13.03.88          Buca di Faggeto Tondo 400 UPG (monte Cucco, Costacciaro). Ancora sepolto l’ingresso dalla neve, l’esplorazione prosegue in ambiti stretti. Maurizio Bazzucchi, Vittorio Carini.

10.04.88          Sorifa di Nocera Umbra. Visionate tre cavità nel travertino. Nella più ampia da ispezionare una strettoia bloccata da concrezioni. Vittorio Carini, Maurizio Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Valentina Vinciotti, due nocerini.

10.04.88          Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, Gualdo Tadino). Sul fondo si preleva il fango per studiare i pollini fossili. Enzo Bozzi, Mara Loreti, Giuseppe Venarucci.

17.04.88          Buca di Faggeto Tondo 400 UPG (monte Cucco, Costacciaro). Superato un altro ostacolo, ancora cunicoli contorti e tappati, ma i “vicoli gualdesi” continuano. Vittorio Carini, Alfredo Frillici, Enrico Bazzucchi.

17.04.88          Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, Gualdo Tadino). Giuseppe Venarucci, Enzo Bozzi.

24.04.88          Grotta del Narciso 568 UPG (Valsorda, Gualdo Tadino). Visita. Cinque ospiti, Enzo Bozzi, Carlo Traversari.

07.05.88          Grotta del Narciso 568 UPG (Valsorda, Gualdo Tadino). Prelievo d’acqua. Temperatura dell’aria 8,5°, temperatura dell’acqua 8°. Mara Loreti, Fabio Ippoliti, Vittorio Carini.

25.06.88          Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, Gualdo Tadino). Roberto Marcellini, Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi.

21.07.88          Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, Gualdo Tadino). Prove d’armo e disarmo. Mara Loreti, Andrea Micheletti, Alfredo Frillici, Vittorio Carini.

18.08.88          Grotta di Monte Cucco 17 UPG (Costacciaro). Parte turistica. Vittorio Carini, Stefania Temperini, Franca Ruzziconi, Giancarlo Matarazzi, Toto di Sezze.

23.10.88          Buco Bucone 643 UPG (monte Serrasanta, Gualdo Tadino). La grotta, dopo sei anni è completamente disarmata; parte del materiale, restato da tre a cinque anni in grotta, sarà consegnato al CNS per effettuare prove di resistenza e per verifica dello stato d’usura. Sul fondo di Brenco un cunicolo continua. Roberto Marcellini, Enzo Bozzi, Alberto Minelli, Mara Loreti, Vittorio Carini.

06.11.88          Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, Gualdo Tadino). Sul fondo. Andrea Micheletti, Vittorio Carini, Celestino Petrelli, Roberto Marcellini.

26.12.88          Grotta di Monte Cucco 17 UPG (Costacciaro). Fondo del pozzo Terni. Maurizio Bazzucchi, Roberto Marcellini, Vittorio Carini.

 

BIOSPELEOLOGIA

 

Una ricerca sistematica per rilevare le specie animali presenti e gli avvicendamenti nel corso dell’anno è stata fatta nelle grotte sotto elencate, raccogliendo molti dati. Anche in campo paleontologico proseguono raccolta e determinazione dei reperti ossei (Grotta delle Balze, Tane del Monaco, Antro di monte Nero); per la palinologia, un incontro a Modena con la prof. Daria Bertolani Marchetti ha permesso di ottenere l’appoggio del suo Istituto per la preparazione dei campioni in cui cercare i pollini fossili e la collaborazione per l’identificazione.

 

07.01.88          Gualdo Tadino, Valle del Fonno, riparo dei Dolichopoda                                     Part. 2

08.01.88          Grotta dell’Orso 228 UPG (monte Pratiozzo, Fossato di Vico)                            Part. 3

09.01.88          Tana del Monaco 184 MAAN (Belvedere, Fabriano)                                          Part. 2

01.02.88          Grotta dell’Orso 228 UPG (monte Pratiozzo, Fossato di Vico)                            Part. 2

04.02.88          Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, Gualdo Tadino).                            Part. 2

26.02.88          Modena, Orto Botanico.                                                                                     Part. 2

12.04.88          Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, Gualdo Tadino).                            Part. 2

09.05.88          Tana del Monaco 184 MAAN (Belvedere, Fabriano)                                          Part. 3

24.08.88          Grotta dell’Orso 228 UPG, con un corso di 12 allievi operatori turistici.               Part. 4

31.08.88          Tana del Monaco 184 MAAN (Belvedere, Fabriano)                                          Part. 5

16.09.88          Firenze, Dipartimento Scienze della Terra, con il prof. Federico Masini                 Part. 2

27.12.88          Grotta della Miniera 106 UPG (monte Penna, Gualdo Tadino).                            Part. 2

 

 

FORRE.

 

10.07.88          Forra della Balza dell’Aquila (monte Catria). Celestino Petrelli, Maurizio Bazzucchi, Roberto Marcellini, Mauro Tavone, Andrea Micheletti, Mara Loreti.

23.07.88          Forra delle Vene (monte Sibilla). Percorso integrale in circa 12 ore. Arnaldo Polidoro, Celestino Petrelli, Mauro Tavone, Graziano Anderlini, Mara Loreti, Enzo Bozzi, Andrea Micheletti, Enrico Bazzucchi, Maurizio Bazzucchi

31.07.88          Forra di Riofreddo (monte Cucco, Pascelupo), integrale. Maurizio Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Enrico Bazzucchi, Roberto Marcellini, Alberto Minelli.

07.08.88          Forra del Presale (monte Nerone). Maurizio Bazzucchi, Gino Bazzucchi, Mauro Tavone, Roberto Marcellini.

 

 

SENTIERISTICA.

 

Stiamo lavorando insieme con l’Associazione Naturalistica Gualdese e con il Gruppo Scout AGESCI di Gualdo Tadino. In occasione della Settimana Ecologica è stato segnato il sentiero “92” dalla Rocchetta per la Valle del Fonno al monte Penna, dove confluisce con il Sentiero Italia: è stato realizzato anche un depliant illustrativo del percorso. Abbiamo seguito da vicino i lavori della commissione regionale per il progetto GEA-TAU, portato a termine di recente. Per il tratto monte Cucco – monte Vettore l’esperienza della Traversata dell’Appennino Umbro (TAU), realizzata nell’estate del 1986 da A.N.G., WWF Gualdo Tadino e GSGT, è stata preziosa, tanto che in tale tratto il progetto GEA – TAU ripercorre fedelmente il nostro itinerario, con le varianti suggerite dagli errori commessi in quell’occasione. Infine abbiamo fornito documentazione ed appoggio a chi ha voluto percorrere quest’itinerario (in agosto il tedesco Hermann Gerd, in dicembre un gruppo della Sez. CAI di Faenza).

26.04.88          Sentiero 92, dal bivio del Fonno per i Nacchi fino a monte Fringuello. Enzo Bozzi, Vittorio Carini.

01.05.88          Sentiero 92, dalla Rocchetta al bivio dei Nacchi. Enzo Bozzi, Giuseppe Venarucci.

06.05.88          Sentiero 92, tra il Fringuello e Poggio Campanella. Franca Ruzziconi, Vittorio Carini.

11.05.88          Sentiero 92, tra Poggio Campanella e monte Penna, nella nebbia. Solo una breve schiarita permette di ritrovare la strada del ritorno con la Panda tra monte Penna e monte Maiore. Vittorio Carini, Franca Ruzziconi.

13.05.88          Sentiero 92, tra Pian delle Vescole e monte Penna, sempre avvolti dalla nebbia. Enzo Bozzi, Vittorio Carini.

15.05.88          Gualdo Tadino, escursione Rocchetta, monte Penna, Serra Santa utilizzando il sentiero 92, organizzata per la Settimana Ecologica. Partecipanti n. 26.

30.08.88          Gualdo Tadino. Toponomastica: il Paggetto indica i nomi di molti posti e noi li segniamo sulla carta, per utilizzarli per la Carta dei Sentieri e perché non siano dimenticati. Mara Loreti, Rodolfo Loreti, Vittorio Carini, Franca Ruzziconi, Attilio Pasquarelli detto il Paggetto.

04.11.88          Perugia. Presentazione del progetto regionale GEA – TAU. Mara Loreti, Andrea Micheletti.

05.11.88          Città di Castello. Convegno sul percorso GEA – TAU. Si percorre il tratto Parnacciano – Bocca Serriola, segue un pranzo, poi un dibattito cui interveniamo, per rivendicare di aver studiato tra i primi parte del percorso (monte Cucco – monte Vettore). Mara Loreti, Andrea Micheletti, Vittorio Carini.

 

 

VARIE.

 

06.01.88          Gualdo Tadino, Fonna de Biagio, ricerca cavità.                                                Part. n. 2

13.01.88          Città di Castello. Accordi programmatici con la Sezione Speleologica.                    Part. n. 4

20.01.88          Perugia. Assemblea delle associazioni speleologiche umbre.                                    Part. n. 5

30.01.88          Nocera Umbra, monte Alago, ristorante “Da Cinicchia”. Cena sociale.                   Part. n.26

05.03.88          Costa San Savino. Fallito tentativo di recupero in un pozzo artificiale di un pezzo della trivella incastrato tra il fango del fondo, a m – 26. Si finisce a cena a Roseto.                                                                    Part. n. 4

14 – 21.05.88  Gualdo Tadino. Settimana Ecologica.

26.05.88          Gualdo Tadino, Croce Bianca. Tavola rotonda promossa dal Lyons Club sulla Protezione Civile.        Part. n. 5

10.06.88          Gualdo Tadino, sala consiliare. Dibattito su “Ambiente come risorsa”.                     Part. n. 3

09.10.88          Gualdo Tadino, palestre Valfonda: addestramento.                                                 Part. n. 5

29.10 – 01.11  Costacciaro, CNS. Phantaspeleo.

18.11.88          Gualdo Tadino, Municipio. Incontro con l’assessore Pascolini.                                Part. n. 4

18.11.88          Gualdo Tadino, sede GSGT. Incontro con gruppo scout AGESCI.                         Part. n. 4

08.12.88          Costacciaro, CNS. Assemblea del Soccorso Speleologico Umbro.                        Part. n. 4

10 – 11.12       Costacciaro, CNS. Assemblea INS della Scuola Nazionale di Speleologia.            Part. n. 1

11.12.88          Gualdo Tadino, Balze di monte Maggio. Ricerca cavità.                                          Part. n. 6

28.12.88                    Gualdo Tadino, sede GSGT. Assemblea ordinaria.

 

 

SEDE.

   Sono ormai dieci anni che l’Associazione Turistica “Pro Tadino” ci ospita. Al di là di qualche inevitabile screzio condominiale, questa sistemazione è ideale: ringraziamo di tutto cuore il Presidente Giovanni Pascucci, uno dei primi a dar credito al nostro Gruppo e che continua tuttora a spronarci, fiducioso che, prima o poi, troveremo quella grande grotta che sogna insieme a noi.

   Sede e magazzino conoscono alterne vicende di trasandatezza e di splendore: ora, come nei momenti migliori, è ospitale la sede, ben rifornito il magazzino, in buon ordine la biblioteca, con 180 titoli disponibili; sono consultabili le raccolte dei bollettini speleo ed altre riviste e cinque pesanti album di foto e documenti che raccontano la storia del Gruppo.

Quest’anno siamo stati più volte presenti coi nostri articoli sulla stampa locale, compreso il nuovo periodico “Eco del Serrasanta”; la Grotta del Narciso ha ottenuto una pagina su “Speleologia” n.19.