WORLD INDUSTRIES SKATEBOARD WHEELS - SKATEBOARD WHEELS

World Industries Skateboard Wheels - Wheel Bearing Price - The Golden Spinning Wheel.

World Industries Skateboard Wheels


world industries skateboard wheels
    world industries
  • World Industries is a skateboarding company that offers skateboarding products including decks, trucks and bearings, as well as snowboards, wax, shoes, and assorted apparel. The company was founded by Steve Rocco in 1987. In 1989, Rocco was joined by skaters Rodney Mullen and Mike Vallely.
    skateboard
  • ride on a flat board with rollers attached to the bottom
  • (skateboarding) the sport of skating on a skateboard
  • Ride on a skateboard
  • a board with wheels that is ridden in a standing or crouching position and propelled by foot
    wheels
  • A circular object that revolves on an axle and forms part of a machine
  • Used in reference to the cycle of a specified condition or set of events
  • A circular object that revolves on an axle and is fixed below a vehicle or other object to enable it to move easily over the ground
  • (wheel) a simple machine consisting of a circular frame with spokes (or a solid disc) that can rotate on a shaft or axle (as in vehicles or other machines)
  • (wheel) change directions as if revolving on a pivot; "They wheeled their horses around and left"
  • steering wheel: a handwheel that is used for steering
world industries skateboard wheels - World Industries
World Industries Pro Series 31" X 7.5" Skateboard-Crest #141794
World Industries Pro Series 31" X 7.5" Skateboard-Crest #141794
The Bravo Sports World Industries Pro Series features a deck that is 31"X7.5", 100% Canadian Maple, double kicktail, steep concave, 1 ply dyed. Trucks are anodized, black polished hangar. Wheels are 54mm/93A hand casted. ABEC 7 bearings with heat treated hardware. Graphics are fun and free stickers included.

Skate with style whether you're performing grinds, ollies, or aerials with this World Industries Pro Series Skateboard Crest skateboard. The Pro Series board is outfitted with such features as a 100-percent Canadian maple deck with a double kicktail and steep concave, anodized black-polished hangar trucks, dual-pour 93a hand-casted wheels, and Abec-7 bearings with American heat-treated hardware. Plus, the World Industries graphics will make you the envy of the skate park. The board--which measures 31 by 7.5 inches--comes with free stickers.

89% (18)
WORLD INDUSTRIES E BIG BROTHER: THE NEW DEAL
WORLD INDUSTRIES E BIG BROTHER: THE NEW DEAL
Alla fine degli anni '80 il pro skater Steve Rocco avvio la skate company World Industries e preparo una serie di pubblicita provocatorie che pero nessun giornale volle pubblicare. Il pretesto utilizzato dalle testate ufficiali Transworld e Thrasher fu quello di una bassa moralita delle campagne pubblicitarie, in realta i giornali stavano proteggendo gli interessi delle grandi companies affiliate. Steve allora decise di inventare un nuovo giornale indipendente che denunciasse l'idiozia delle regole dell'industria: “I want to inform what is really going on in skateboarding. The kids have a right to know” (Steve Rocco, The Concrete Wave,1999:162) e cosi nacque Big Brother. La rivista non ricavo molti soldi perche era solo un pretesto per diffondere le pubblicita scandalo della World. Il circuito distributivo di Big Brother si limitava agli skateshops e puntualmente Rocco minacciava un embargo delle tavole ai negozianti che si rifiutavano di vendere la rivista. Troppa droga e pornografia decretarono l'intervento della censura, infatti la presenza di materiale per adulti in una rivista letta prevalentemente da teen-agers rappresentava un grosso problema negli Stati Uniti. La goccia che fece traboccare il vaso fu una pubblicita disgustosamente splatter in cui uno skater, dopo diversi tentativi di tricks inconclusi, si faceva saltare le cervella. Fortunatamente la Larry Flint Pubblications (nota casa editorice pornografica) era alla ricerca di un nuovo giornale e cosi rilevo Big Brother ripulendolo dalle oscenita e dal cattivo gusto in cui era trasceso. La redazione rimase la stessa ma venne istituito un regolamento interno di autocensura e Big Brother riusci contare su una migliore distribuzione nelle edicole. Nel 1990 la World Industries inizio ad introdurre sul mercato delle tavole con shapes e grafiche assolutamente innovative, il motto dell'azienda era “Why not?”. La tavola “Mike Vallely animal farm” vide il debutto di Marc Mckee e Rodney Mullen rispettivamente come grafico e shape maker, due personalita in grado di cambiare per sempre le sorti dello skateboarding: l'era dei “pesci” (come vennero in seguito chiamate le vecchie tavole con shapes larghissimi e grafiche macabre) era tramontata. Sempre nel 1990 Steve Rocco inizio a convincere altri pro skaters ad avviare delle companies indipendenti che minassero i grandi colossi industriali (the big five's domination), in questo modo si scateno una reazione a catena. Senza nessuna reale pianificazione Mark Gonzales abbandono la sponsorizzazione di Vision ed avvio la skate company Blind (l'esatto opposto di Vision). Nella primavera del '90 venne formata la New Deal che simboleggia il definitivo cambiamento nel business dello skateboarding. Una delle prime innovazioni della company fu quella di commercializzare un promo video negli skateshops prima che i suoi prodotti potessero essere ordinati. Il risultato fu l'immediata richiesta non appena iniziarono a comparire. Usando queste tattiche la New Deal riusci ad emergere sulla scena e a diventare una delle maggiori board companies degli anni '90 rimanendo focalizzata sullo streetskating con l'inclusione di pro come Ed Templeton, Andy Howell, Steve Douglas e Andrew Morrison. L'anno successivo Natas Kaupas, amico di Gonzales e Rocco nonche inventore dello streetskating, avvio la skate company 101. Nel '92 la H-Street di Mike Ternasky divenne una division10 della World cambiando il nome in Plan B. Nel '93 il rider della Plan B Rick Howard entro in dissapori con Ternasky e decise insieme agli altri skaters della Plan B di abbandonare lo sponsor ed avviare un'altra company, la Girl. Nel Gennaio del '94 la Girl diede vita ad una division che allontano altri riders dalla Plan B, la Chocolate. Tragicamente Ternasky mori nel '94 in un incidente stradale e la Plan B scomparve dalla famiglia World . Infine nel '97 un'altra division della World venne avviata dal pro skater Rodney Mullen, la A-Team. Le demo di questa azienda furono animate da skaters estremamente seri e fedeli a Mullen, considerato quasi un profeta dello skateboarding. La World e Big Brother hanno prefigurato e accompagnato la tendenza che ha caratterizzato la quarta ed ultima ondata di diffusione dello skateboard, quella denominata new school, focalizzata sulle manovre tecniche di street mutuate dal freestyle e sull'hip-hop. ANNI '90 E FRAMMENTAZIONE DEL MERCATO Gli anni '90 videro la nascita di altre skate companies non direttamente collegate all'azione di Steve Rocco. Nel '90 Alien Workshop inizio ad ispirare le proprie grafiche alle teorie della cospirazione aliena. La Alien supero i soliti design di teschi, sesso e violenza con una serie di “prodotti alieni”. Curiosamente un grande numero di appassionati di UFO inizio ad acquistare la “Visitor” T-shirt e gli stickers ignorando completamente che fossero i supporti promozionali di una skate company. Nel '91 la Shorty's si specializzo in bulloneria e sucessivamente incluse una propria linea di tavole. Nel
Timmy Knuth - Tre Flip Fakie
Timmy Knuth - Tre Flip Fakie
Got this ran as a World Industries Ad in the new Transworld. This kid isn't even AM and he got 4th in the Dew Tour PRO finals. He's a beast to say the least. Canon 1D Tokina 10-17mm Fisheye 3 Flashes Orlando, FL For Strobist: 1x Sunpak 555 @ 1/2 camera left in front of skater, 1x Sunpak 555 @1/2 camera left behind skater, and 1x 285 Vivitar camera right behind fence pointed down at skater.

world industries skateboard wheels
Comments