Dopo l'Africa qualcuno l'ha definita una gita fuori porta e forse lo è. Non per questo conviene prenderla con leggerezza, gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo a partire dal visto del Sudan sul passaporto da far digerire alla cordiale Immigration israeliana.
Petra mancava, l'ultima a completamento delle sette. Israele e Giordania pure. Ancona-Igoumenitsa-Atene-Haifa, poi santi ebrei, arabi e cristiani, sulle tracce di Thomas Edward Lawrence, prima d'iniziare la rincorsa di Tamerlano, il prossimo anno.

Conduce l'Intima, un'Africa Twin CRF 1000. Dopo tanta meccanica, per la prima volta mi porto appresso un po' di elettronica. Confido nella tecnologia Honda ultima generazione.


Ogni promessa è debito.
Bicosisgoooo