Home page

Esprimiamo la nostra solidarietà alle compagne e ai compagni di Bartleby, per quello che sono, per la cultura che hanno prodotto e per le lotte affrontate insieme. 

Grazie a Comune e Università, Bologna da oggi ha uno spazio vuoto in più. 

Siamo comunque convinti che l'esperienza sia più viva che mai, e siamo pronti a nuove iniziative insieme. 

Per ora ci si vede in piazza..


_____________________



A proposito di Bibliopride,

aperture domenicali e volontariato in biblioteca

(comunicato)


Bibliopride 2012

Resoconto della nostra iniziativa

  




(foto di Virginia Farina, c2010)

I Bibliotecari Necessari si impegnano per la costituzione di una rete di gruppi e associazioni uniti nella comune battaglia in favore della Cultura!


"La vita morale fa l'uomo, e l'uomo morale fa la nazione, e le nazioni sono il mondo. Se non sarà legittima qualsiasi forma di profondità e di coscienza, il paese più forte perirà". Sono parole di Anna Maria Ortese, una scrittrice che amo molto, e che mi sembrano perfette per questo contesto. I tagli alla cultura, e a chi la opera nei ruoli più svariati, è la grande idiozia dei tempi, oltre che specchio della miseria morale che stiamo vivendo. Finchè non ci sarà da parte della politica una vera volontà antagonistica alla sottocultura che impera da ormai tre decenni, temo che le cose possano solo peggiorare. Ignorare l'importanza della cultura è come ignorare l'importanza della vita stessa. Senza cultura, arte, bellezza, siamo solo merce umana votata all'abbruttimento più inesorabile. Se la politica continuerà a non capire che si gioca tutto qui, in questa parola: "cultura", se non rimedierà all'emergenza di sostenerla, se non ne riconoscerà il suo potenziale di risorsa economica, perderemo la nostra umanità, nel senso più profondo del termine, esattamente come Anna Maria Ortese presentiva e immaginava... Un abbraccio a tutti, sono con voi, Grazia Verasani

messaggio inviatoci dalla scrittrice Grazia Verasani l'8 novembre 2010


Quando si tratta di libri, se c'è da scegliere, eliminerei tutti gli Eventi o Festival (spesso puramente mediatici), pur d'arricchire e di tenere aperte anche la notte le strutture esistenti [...] chiedo già ai candidati sindaci il regalo di Natale del 2011: almeno per la silenziosa cultura della pagina scritta, non scialacquate soldi in circenses; sappiate rischiare il silenzio dei media sul vostro operato, pur di conservare spazi di studio duraturi

Matteo Marchesini

La gente del libro non è un mondo con il forcone in mano, ma essere miti non significa essere disposti a farsi cancellare come se si fosse privi di valore

Michela Murgia