Campionato corrente

Coming soon - da settembre su queste pagine

Dicono di noi

pubblicato 07 gen 2016, 01:33 da A AA


Image and video hosting by TinyPic

Bar Centrale - Arci Corcagnano

pubblicato 19 nov 2015, 07:55 da A AA   [ aggiornato in data 23 nov 2015, 04:39 ]




Image and video hosting by TinyPic


Da Emiliagol.it

SENIORES A
Il Bar Centrale Madregolese batte 2 a 0 il Corcagnano e vola a +7 dai primi inseguitori, Luca Bettati su punizione e i delicati piedi di Matteo Ghirardini decidono il match, il Bar Centrale inoltre dopo la gara di oggi ha ottenuto l'imbattibilità per tutto il 2015. Al secondo posto salgono i Dipendenti Sanità con 17 punti oggi hanno battuto e scavalcato in classifica il Fontanellato Camelot 2 a 0 con le reti del bomber Briganti e Vurro. Vittoria importante anche per il Colorno nell' 1 a 0 al San Secondo con gol decisivo di Ferraguti, Colorno che sale a 13 punti a -4 dalla seconda posizione valevole per le finali provinciali. Rinviate per ritiro del campo impraticabile prima della gara Fontanelle - Arci San Leonardo e Il Cervo - Condor Salso.
Nella classifica marcatori comanda Lucio Briganti con 8 reti dei Dipendenti Sanità.

Bar Centrale - Fontanellato/Camelot/Bar Locanda

pubblicato 09 nov 2015, 10:11 da A AA   [ aggiornato in data 23 nov 2015, 04:40 ]


Campionato Seniores UISP 2015 – 2016
9° giornata andata – 14 novembre 2015
  Bar Centrale – Fontanellato/Camelot         
0 – 0

Bar Centrale Collecchio: Marziano 6, Marvisi 6,5, Pecorari 6,5, Azzali G. 5,5, Testoni 6,5, Delnevo M. 6,5, Fochi 7, Cherchi 6, Cacciatore 6, Petrolini 6,5, Ghirardini 6.
A disposizione: Cavalli N.E., Berni N.E., Ferrarini 6, Vetere 6, Tanzi L. 6,5, Romanini N.E. Allenatore: Azzali C. 6,5. Dirigenti Accompagnatori: Corsi, Lisoni e Boschi. Guardalinee: Belletti.

Fontanellato/Camelot Pub/Bar Locanda: Schimmenti, Scaffardi, Piovani R., Magri, Armenzoni, Arena, Sposato, Ugolotti, Betti, Demaldè, Carpi. 
A disposizione: Piovani M., Riva, Mari, Satah, Kanteye. Dirigenti: Borelli, Bussolati, Dattaro. Guardalinee: Dattaro. 

Sanzioni Disciplinari:  Ammoniti: Pecorari, Fochi, Testoni, Betti, Armenzoni (fallo di gioco).   Espulso: Azzali G. (fallo violento) 

Davvero di carattere questo Bar Centrale! Nella gara interna con il Fontanellato/Camelot/Bar Locanda poteva smarrirsi e prendere un’imbarcata per come si erano messe le cose dopo un quarto d’ora, complice l’espulsione di Gianmaria Azzali per un fallo da dietro su Sposato. Invece la squadra del Leone a due code non solo hanno reagito con orgoglio, ma in un paio di occasioni ha anche rischiato di incassare l’intero bottino in una gara comunque equilibrata, in bilico fino alla fine nonostante la mancanza di conclusioni verso i due portieri. Poteva vincere il Fontanellato? Sì. Poteva vincere il Bar Centrale? La risposta è ancora positiva. Invece ne è uscito un pareggio a reti inviolate in un campo reso umido dalla pioggia di venerdì che alla fine accontenta tutti ma, al tempo stesso, fa mordere le mani a entrambe. Già, perché il successo del Fontanellato avrebbe riaperto la lotta al vertice, riavvicinando tutte le inseguitrici. Il successo del Bar Centrale, invece, oltre a dare punti preziosi sarebbe stata una prova di forza notevole, al cospetto di un avversario con il miglior attacco del girone. 
Il punto consente all’undici di mister Claudio Azzali di dare continuità all’imbattibilità che dura da inizio campionato e che si è mantenuta per un intero girone. I collecchiesi sono campioni d’inverno a dispetto di qualsiasi pronostico, con le corazzate che hanno dominato gli ultimi campionati Seniores Uisp ad arrancare a metà classifica. Torneranno su, per ora il Bar Centrale si gode i numeri da primato che l’hanno fatta diventare grande.  
La partita odierna inizia con le squadre abbracciate sulla linea di metà campo. La notizia degli attentati di Parigi che hanno mietuto 130 vittime pesa come un macigno sullo svolgimento di qualsiasi evento sportivo. La vita va avanti, non per le vittime delle quattordici nazioni coinvolte, compresa l’Italia, che perde Valeria Solesin. Il minuto di silenzio ricorda le vittime di questa barbarie.  
La partita vive di folate, con un inizio in cui regna la pennichella, vista l’ora pomeridiana e il tempo più da coperta sul divano che da partita di calcio. 
Il Fontanellato è disposto bene ed attento, mentre nelle file collecchiesi è particolarmente attivo capitan Michele Delnevo, che imperversa sulla fascia destra offensiva, ma si deve anche preoccupare di contenere l’ottimo Carpi sulla sua corsia. 
Il punto di svolta è, come già detto, l’espulsione di Azzali, che lascia la squadra di casa in dieci uomini ed i suoi compagni di difesa con diversi grattacapi nella gestione della linea a tre uomini. A cavallo della metà del tempo la confusione del reparto arretrato collecchiese genera il tiro di Ugolotti e l’imbucata di Demaldè, entrambe comunque senza patemi per Marziano. 
Non appena riordinate le idee il Bar Centrale si riaffaccia nella metà campo avversaria, con Petrolini che serve in verticale Fochi, anticipato perfettamente dall’uscita a terra di Schimmenti.
Nel finale del tempo Ugolotti palleggia al limite dell’area ed è steso, ma la punizione di Betti esce di un metro alla destra di Marziano.
Nel secondo tempo il Bar Centrale torna alla linea a quattro uomini e, complice l'ottimo lavoro fatto dai tre di centrocampo, non fa correre alcun pericolo al suo portiere, che non deve operare nessuna parata. Viceversa il Bar Centrale ha, nel finale, un paio di contropiede che si fermano al limite dell'area e che, se meglio gestiti, potevano portare i tre punti alla capolista. 

Da Emiliagol

Copertina dedicata a Lucio Briganti dei Dipendenti Sanità che oggi ha battuto "da solo" la Condor Salso con la realizzazione di ben 5 reti, Sanità al terzo risultato utile consecutivo e quarto posto con 14 punti in piena lotta per le finali. Terzo stop invece per la capolista Bar Centrale Madregolese che rimane comunque imbattuta nello scontro con il Fontanellato Camelot, risultato ad occhiali e fontanellatesi che si fanno raggiungere al 2°posto dal San Secondo vittorioso di misura sull'Arci San Leonardo con una rete di Dotti. Bene anche il Corcagnano, espugnato ancora una volta il campo del Fontanelle rassegnato "ormai" all'ultimo posto con solo 3 pareggi e 6 sconfitte, 2 a 1 il finale con le reti di Petrolini e Ferrara. Torna alla vittoria anche il Cervo dopo ben 5 turni, a decidere la gara con il Colorno è Rubertellli. Nel prossimo turno inizia il girone di ritorno con i match di Bar Centrale - Corcagnano e Dipendenti Sanità - Fontanellato per l'alta classifica.
Nei marcatori Briganti Lucio sale al comando con 7 gol, al 2°posto Nicola Pometti del Bar Centrale.

Marcatori Bar Centrale: 

6 gol: Nicola Pometti
5 gol: Matteo Ghirardini
2 gol: Federico Fochi
1 gol: Gianmaria Azzali, Matteo Cacciatore, Cristian Ferrarini, Filippo Rossetti 



Condor Salso - Bar Centrale

pubblicato 02 nov 2015, 03:49 da A AA   [ aggiornato in data 10 nov 2015, 01:03 ]



Image and video hosting by TinyPic

Campionato Seniores UISP 2015 – 2016
8° giornata andata – 7 novembre 2015

  US Condor Salso – Bar Centrale/Madregolese  
2 – 2

US Condor Salso: Ferrari, Mantovani, Ionescu, Passera, Grossi, Bonati, Nicolenco, Billone, Calza, Dragone, De Rosa. 
A disposizione: Plizza, Popa, Tigamani, Zazanov, Russo, Bottarelli, Zalaffi. Allenatore: Toscani. Dirigenti: Barbieri e Lupani. Guardalinee: Nappi. 

Bar Centrale Collecchio: Cavalli 6, Marvisi 6, Pecorari 6, Azzali G. 6,5, Testoni 5,5, Cherchi 6, Delnevo M. 6, Cacciatore 6, Tanzi A. 6, Fochi 6,5, Ghirardini 6.
A disposizione: Marziano N.E., Tanzi L. 6, Petrolini 6,5, Ferrarini N.E., Vetere N.E., Romanini N.E. Allenatore: Azzali C. 6,5. Dirigenti Accompagnatori: Corsi e Lisoni. Guardalinee: Benecchi 9.

Marcatori: al 23° Autorete di Marvisi, al 42° rigore di Ghirardini, al 43° Popa, al 52° Azzali G. 

Sanzioni Disciplinari:  Ammoniti: Delnevo, Azzali G. (gioco non regolamentare).   Espulso: Mantovani

Salutare gita a Salsomaggiore Terme per il Bar Centrale di Collecchio/Madregolese, che torna indietro per la via del sale con un punto preziosissimo che conferma l’imbattibilità ma, soprattutto, evita il rientro del Condor nella lotta per il primo posto. I campioni in carica, infatti, complice l’avvio piuttosto complicato, restano ad undici punti dalla vetta in una stagione che sembra, per ora, chiudere un quadriennio di trionfi. In casa Bar Centrale c’è soddisfazione per un risultato di prestigio, anche se occorre mettere rapidamente una pezza ad una difesa che ha incassato, in due partite, più gol che nelle precedenti sei. Non è un caso, dunque, che alle sei affermazioni consecutive siano seguiti due pareggi, con la squadra del Leone a due code comunque brava a reagire alle situazioni di svantaggio.   
Il campo di via Pascoli a Salsomaggiore Terme è stretto e spelacchiato, con una parte battuta dal sole ed una in cui l’ombra occulta tutto, anche una pozzanghera che sembra perenne, unica zona in cui l’erba prova a nascondere il viscido terreno sottostante. Insomma, un campo insidioso, d’altri tempi, come d’altri tempi è l’avvio di partita, con lunghi lanci a cercar fortuna nella metà campo avversaria. Il canovaccio del gioco sarà principalmente questo, col Condor Salso più efficace in un campo che gli risulta più congeniale. Così è Bonati ad aprire le danze dalla distanza, poi una mischia trova la parata a terra di Cavalli. In realtà il gioco è frammentato e confuso, con i padroni di casa che cercano la testa di Calza ad aprire dei varchi che sono puntualmente chiusi dalla difesa collecchiese.
Quando il Bar Centrale trova gli spazi per muoversi in avanti, però, è molto pericoloso. Come a metà tempo, quando Fochi trova lo spiraglio giusto per il tiro che sembra vincente, senonchè Ghirardini lo corregge davanti a Ferrari facendosi annullare il punto per fuorigioco.
Dopo una punizione di De Rosa fuori di poco l’episodio che spezza l’equilibrio. Un cross dalla destra trova la difesa ospite ben posizionata, ma Marvisi colpisce di testa verso la sua porta, infilando la palla dove Cavalli non può arrivare. 
Image and video hosting by TinyPic
Il vantaggio del Salso getta parecchio nervosismo sul terreno di gioco con il Bar Centrale che non ragiona e finisce per andare in area con azioni poco fluide, quasi rugbistiche. 
Il tiro di Cherchi a seguito di un’azione d’angolo è velleitario e chiude il tempo. Nella ripresa la confusione non diminuisce, con Salso più determinato nelle azioni di contropiede, ma ad un tratto l’inerzia del match cambia. Azione prolungata nell’area salsese con Ferrari che esce dall’area piccola per contendere la palla alla testa di Cacciatore. La stessa finisce su Ghiradini che tira a botta sicura, trovando la respinta di Mantovani sulla linea di porta. Non è ben chiaro se la palla sbatta sulla spalla o sul braccio del difensore, sta di fatto che l’arbitro dà retta al movimento del busto del giocatore che impedisce alla palla di entrare, decretando rigore ed espulsione del terzino salsese. Sul dischetto si presenta Matteo Ghirardini che spiazza il portiere ed impatta la gara.
Image and video hosting by TinyPic
Nemmeno il tempo di festeggiare e registrare l’ingresso di Popa che quest’ultimo riversa in campo tutta la sua rabbia per il nuovo vantaggio del Condor. Sulla fascia salta facilmente due difensori e si accentra per trovare il gol del riscatto alle polemiche arbitrali. 
Image and video hosting by TinyPic
Nonostante l’inferiorità numerica il Salso tiene bene il campo, soffrendo solo sui centimetri di Andrea Tanzi, che prova a guidare la riscossa dei suoi. Il pareggio passa attraverso una discesa di Fochi, steso brutalmente al limite dell’area. Sulla palla c’è Tanzi ma anche Gianmaria Azzali, il cui tiro scavalca la barriera predisposta da Ferrari e trova l’incrocio dei pali. 
Image and video hosting by TinyPic
I riflessi di Ferrari e l’ostica difesa del Salso difendono con le unghie e con i denti il pareggio, che potrebbe essere messo in discussione dalla spintone in area su Delnevo nel recupero, con l’arbitro che preferisce sorvolare passando serenamente gli ultimi spiccioli di questo sabato novembrino.  
   

Marcatori Bar Centrale: 

6 gol: Nicola Pometti
5 gol: Matteo Ghirardini
2 gol: Federico Fochi
1 gol: Gianmaria Azzali, Matteo Cacciatore, Cristian Ferrarini, Filippo Rossetti 


Bar Centrale - Amatori Colorno 2-2

pubblicato 02 nov 2015, 03:48 da A AA   [ aggiornato in data 02 nov 2015, 10:20 ]


Image and video hosting by TinyPic

Campionato Seniores UISP 2015 – 2016
7° giornata andata – 31 ottobre 2015
 Bar Centrale – Amatori Colorno ASD         
2 – 1

Bar Centrale Collecchio: Adorni 7,5, Delnevo N. 6, Marvisi 6, Tanzi L. 6, 
Testoni 5,5, Fochi 6,5, Delnevo M.6, Bettati 6, Tanzi A. 6, Ghirardini 6, Rossetti 6.
A disposizione: Cacciatore 6, Berni N.E., Benecchi N.E., Petrolini 6, Ferrarini 6, Cherchi N.E., Vetere N.E. Romanini N.E. Allenatore: Azzali C. 6. Dirigenti Accompagnatori: Corsi, Lisoni e Boschi. Guardalinee: Belletti.

Amatori Colorno: Lorenzoni, Amato, Belicchi, Chezzi, Marossa, Rizzardi, Storci, Toninelli, Carbognani, Facente, Ferraguti.
A disposizione: Arcieri, Biacchi, Capelli, D’Onofrio, Oddi, Plodari, Ferrari. Allenatore: Panepinto. Dirigente: Pezzali. Guardalinee. Rizzardi.  

Marcatori: al 5° Fochi, al 12° Carbognani, al 16° Ferraguti, al 25° Ghirardini (rig.). 

Sanzioni Disciplinari:  Ammoniti: Tanzi A. (proteste), Marvisi e Storci (fallo di gioco).

Tranquillo weekend di paura in casa Bar Centrale di Collecchio/Madregolese, che nella giornata di Halloween imbrocca una partita da brividi che interrompe l’incredibile striscia di sei vittorie consecutive e registra il primo pareggio stagionale contro gli Amatori Colorno, certamente vincitore ai punti della gara odierna di Madregolo.
Giornata ottima per giocare a calcio con un campo in buone condizioni nonostante la pioggia caduta in settimana ed una giornata soleggiata a far da cornice alla gara. Tra i locali assenti Marziano, Pecorari e lo squalificato Gianmaria Azzali nel reparto arretrato, Pometti in attacco oltre al lungo degente Fabio Tanzi, che però manda in sua vece i fratelli Andrea e Luigi, oggi entrambi titolari.
Tra gli ospiti, invece, si registra il cambio in panchina e, questo, galvanizza i colornesi, invischiata in un’anonima metà classifica a fronte del secondo posto ottenuto lo scorso anno. 
Al Colorno, dunque, riesce lo “scherzetto” alla capolista in una partita che, però, era iniziata col “dolcetto” già al quinto minuto. Sfondando dalla sinistra, Andrea Tanzi proteggeva un bel pallone, servendo Ghirardini nel cuore dell’area. L’appoggio per il rapido Federico Fochi valeva il vantaggio della squadra del Leone a due code.
Image and video hosting by TinyPic
Il vantaggio, però, si rivela illusorio per le file collecchiesi. Intanto perché rilassa troppo i giocatori di casa, che sprecano anche un ottimo contropiede tre contro due, in cui Andrea Tanzi preferisce tirare da fuori invece che servire i compagni meglio piazzati. Poi perché risveglia il carattere del Colorno, che inizia a tessere una ragnatela di passaggi con cui imprigiona il centrocampo locale. Così inizia il quarto d’ora di paura dei padroni di casa, in cui l’unico a mantenere sangue freddo è Adorni, che indossa i panni dell’uomo ragno e vola a respingere tutte le iniziative ospiti. Ma, dopo aver respinto almeno tre tentativi delle maglie gialloverdi nulla può sul colpo di tacco di Carbognani, su cui pur era stato reattivo. Image and video hosting by TinyPic La difesa di casa vede le streghe, che si materializzano nell’inserimento di Ferraguti dalla sinistra, che taglia in due la difesa collecchiese e batte Adorni da pochi passi. 
Image and video hosting by TinyPic
Il gol del Colorno, che per la prima volta in stagione manda in svantaggio il Bar Centrale, è un incantesimo da cui i padroni di casa fanno fatica a risvegliarsi, preda delle improvvise verticalizzazioni del centrocampo avversario. Ma quel vecchio lupo mannaro di Claudio Azzali ridisegna la squadra, che riconquista metri nella metà campo avversaria. Mentre Ferraguti si divora il gol della sua personale doppietta, Rossetti è un vampiro nell’inserirsi in velocità da sinistra, venendo scalciato da Rizzardi a pochi metri dalla porta di Lorenzoni. Rigore sacrosanto, lascia qualche perplessità la mancata sanzione del difensore ospite, che non viene neanche ammonito dal signor Ferrarini. 
Matteo Ghirardini è freddo nel trovare il pareggio e scacciare i gufi che già aleggiavano su Madregolo.
Image and video hosting by TinyPic
Nel secondo tempo la partita vive del monologo colornese, con le assenze collecchiesi che pesano sulla qualità della manovra offensiva locale. Così è il neo entrato Plodari a sprecare due ottime occasioni, prima di testa, poi con un destro alto. Da calcio da fermo, invece, ci prova Marossa, senza fortuna. Sul fronte opposto un cross dalla fascia sinistra vede l’ottima torsione di Michele Delnevo, che trova la mostruosa risposta in tuffo di Lorenzoni. 
Il finale è da thriller. Un lancio lungo colornese trova scoperta la linea gotica locale, con Adorni che tocca la palla con le mani fuori dall’area. Espulsione per l’estremo difensore collecchiese e guanti da portiere nelle mani di Testoni, il quale deve subito respingere il tiro a botta sicura di Marossa e ripetersi, poco dopo, su Carbognani. 
Al secondo dei tre minuti di recupero, però, il Bar Centrale potrebbe mandare a casa gli avversari con la zucca, senonché Ghirardini spreca egoisticamente un contropiede da manuale, allargandosi in area piccola per un tiro sbilenco invece di servire centralmente il meglio piazzato Ferrarini.

Da Emiliagol:

Grosse polemiche per l'Arci Corcagnano dopo che alle 17.00 di venerdi pomeriggio ha visto rinviarsi la gara in programma a San Secondo per un problema di fuoriuscita di gas dagli spogliatoi, cosi a detta della dirigenza del San Secondo. Corcagnano che voleva disputare il big match (scontro diretto per il 2°posto) a fronte anche dei 3 squalificati che doveva rinunciare la squadra di casa. Il comune di San Secondo non ha ritirato il campo dopo le piogge di mercoledi e giovedi , quindi sembra che la soluzione per far fronte ad un rinvio potesse essere questa. Vedremo se la Uisp prenderà provvedimenti a questa situazione e sopratutto se andrà alla ricerca della verità.
Parlando di calcio giocato il Colorno ferma per la prima volta sul pareggio la capolista Bar Centrale Madregolese, 2 a 2 con le reti di Fochi e Ghirardini nel Bar Centrale, mentre negli ospiti siglano Carbognani e Ferraguti; non ne approfitta il Fontanellato Camelot per ridurre lo svantaggio e salire in solitaria in seconda posizione, l'Arci San Leonardo fa 1 a 1 e colleziona il terzo punto in sette gare. Vince invece di misura i Dipendenti Sanità contro il Cervo collecchio, il 2 a 1 finale consente alla squadra di via confalonieri di salire a 10 punti in lotta per il 2°posto, Lucio Briganti e Gianmarco Sgura. Infine seconda vittoria della Condor Salso nel 3 a 1 sul campo di Fontanelle con doppietta di Zalaffi e De Rosa, la rete della bandiera del Fontanelle è di Chiari.


Marcatori Bar Centrale: 

6 gol: Nicola Pometti
4 gol: Matteo Ghirardini
2 gol: Federico Fochi
1 gol: Matteo Cacciatore, Cristian Ferrarini, Filippo Rossetti 



Polisportiva Cervo Amatori - Bar Centrale 0 - 1

pubblicato 20 ott 2015, 08:50 da A AA   [ aggiornato in data 26 ott 2015, 03:39 ]



Image and video hosting by TinyPic

Campionato Seniores UISP 2015 – 2016

6° giornata andata – 24 ottobre 2015

 

Polisportiva il Cervo – Bar Centrale/Madregolese

       0 – 1           

 

Polisportiva Cervo: Cotti, Negri, Riccoboni, Ruggieri. Arduini, Boschi, Biondo, Zanichelli, Brizzolara Fi., Brizzolara Fe., Rubertelli.

A disposizione: Ferrari, Azizi, Palumbo, Ruggeri, Battilocchi, Pettenati, Gregorio. Allenatore: Todeschini. Guardalinee: Bruni.

 

Bar Centrale Collecchio: Cavalli 6,5, Marvisi 6,5, Pecorari 6,5, Azzali 6,5, Testoni 6, Bettati 6, Delnevo 6, Cacciatore 6,5, Pometti 6, Ghirardini 6, Rossetti 6.

A disposizione: Ferrarini 6, Cherchi 6, Vetere 6, Fochi 7, Delnevo N. 6, Tanzi L. 6. Allenatore: Azzali C. 6,5. Dirigenti Accompagnatori: Corsi, Lisoni e Boschi. Guardalinee: Belletti.


Marcatori: al 55° Cacciatore. 

Sanzioni Disciplinari: Ammoniti: Azzali, Pecorari, Cacciatore, Negri (fallo di gioco). Espulso: Boschi (comportamento antisportivo). 


Aria di derby a Collecchio, con il ritorno di una sfida che mancava da tanti anni nella categoria Seniores UISP e che termina col successo di misura del Bar Centrale di Collecchio/Madregolese, che viene a capo di una partita difficile aiutato, anche, da quel pizzico di fortuna che spinge gli audaci in questo tipo di dispute. La gara, che avrebbe sicuramente meritato il palcoscenico del campo centrale del Mainardi, per la sua natura confonde gli occhi dei cinquanta spettatori presenti, sollevati dal tepore di questo soleggiato pomeriggio autunnale. Non fosse per le diverse maglie che indossano sarebbe facile scambiare gli interpreti delle due compagini, con tanti giocatori della squadra del Leone a due code che hanno vestito le casacche del Cervo sin da bambini. Ma anche i colori delle maglie non aiutano i presenti sugli spalti, perché la nuova maglia verde e nera del Bar Centrale fa concorrenza ai tradizionali colori sociali dei padroni di casa, che sono così costretti a cambiare la storica divisa per un inedito rosso con inserti grigi.
Con tanti ex sul terreno di gioco i saluti si sprecano nel prepartita, anche se le storiche amicizie vengono accantonate per i settanta minuti di una partita tesa ed incerta come si conviene ad un derby che si rispetti. Partita decisamente equilibrata dunque, complice la pochezza di contenuti tecnici in virtù del fatto che le due squadre sembrano paralizzate dalla paura di commettere un errore decisivo. La strategia attendista della Polisportiva Cervo paga per tutto il primo tempo, anche se i padroni di casa hanno un atteggiamento reverenziale che li porta, praticamente, a rinunciare ad attaccare, isolando là davanti Rubertelli e Filippo Brizzolara, che poco o nulla possono contro l'attenta difesa del Leone a due code. Il Bar Centrale non ne approfitta, vittima di un torpore diffuso tra i singoli che sterilizza il gioco ospite, lento e prevedibile soprattutto in fase di proposizione offensiva.
Così ne viene fuori un primo tempo noioso, figlio più della paura di perdere la supremazia Collecchiese che da reali ragioni di classifica. Al fraseggio si preferisce il lancio lungo ed è naturale che i reparti arretrati la facciano da padrone, soprattutto quello del Cervo, decisamente nutrito con i sei/sette componenti che stazionano stabilmente davanti all'area di Cotti.
L'avvio comunque sembra premiare l'atteggiamento dei padroni di casa, che dopo lunghe sventagliate tentano per tre volte la via del tiro dalla distanza, con il solo Filippo Brizzolara a trovare i pali (e i guanti) di Cavalli. 
Poi inizia a produrre qualche giocata anche il centrocampo del Bar Centrale, con Rossetti e Michele Delnevo abbastanza mobili che, però, producono solo l'occasione di Cacciatore, con un tiro dal limite che si impenna e va fuori. 
Decisamente più pericoloso il Cervo, che cerca di sbloccare il risultato con Ruggieri, su cui è ottima la risposta di Cavalli. In questo frangente c'è anche da registrare l'unica folata efficace di Rubertelli, che però porta solo all'ammonizione di Gianmaria Azzali. Diffidato, il centrale ospite salterà la prossima partita.
Sul finale di tempo sale in cattedra la qualità dei singoli del Bar Centrale. Prima Rossetti ingaggia un duello in piena area contro due difensori avversari, venendo contrastato col fisico dal secondo quando sposta la palla. Sul rigore, che l'arbitro non concede, c'è più di un dubbio. Poi Bettati vede e premia l'inserimento in area di Pometti, su cui è bravo Cotti nell'uscita a terra. Lo stesso Pometti, poco dopo, tenta di girare di testa un cross dalla sinistra, ma nel movimento inarca la schiena su un avversario ed è costretto a gettare la spugna. Nel secondo tempo l'ingresso di un pimpante Fochi dà nuova linfa agli attacchi ospiti, finalmente decisi a far propria la gara. Tuttavia, lo sterile possesso palla nella metà campo del Cervo produce pochissimo negli ultimi sedici metri difesi da Cotti. E allora ci deve pensare Matteo Cacciatore, che sfrutta una punizione dal limite per indirizzare la palla sull'angolo destro difeso dall'estremo difensore locale. Il portiere è sulla traiettoria della palla, ma la stessa viene deviata in barriera e si insacca centralmente, portando in vantaggio il Bar Centrale.

Image and video hosting by TinyPic

La reazione della squadra di casa è poco efficace e si perde in lunghi lanci a tentare la fortuna. Nell’unica occasione degna di nota il neo entrato Ruggeri tenta il gol del sabato da venticinque metri, con la sfera che esce di un metro alla sinistra di Cavalli. Sul fronte opposto, invece, Fochi tenta di imitare il Papu Gómez provando a far gol direttamente da calcio d'angolo, ma Cotti non è Belec e non si fa sorprendere. Poi lo stesso centrocampista del Bar Centrale spreca un bel contropiede iniziato da Vetere con un tiro alto sulla traversa. Sul finale del tempo Testoni in versione Beckenbauer dá qualche brivido ai suoi compagni ma mantiene lucidità e nervi saldi, mentre i nervi saltano a Boschi, che viene a contatto con Cavalli e finisce anzitempo negli spogliatoi. Finisce così il primo derby stagionale con l'affermazione della capolista Bar Centrale e la conferma in testa alla classifica della squadra del presidente Mauro Bersanelli, oggi a soffrire in tribuna con suo figlio Matteo, ma soddisfatto della supremazia finale della sua squadra. 

 


Marcatori Bar Centrale:

6 gol: Nicola Pometti

3 gol: Matteo Ghirardini

1 gol: Matteo Cacciatore, Cristian Ferrarini, Federico Fochi, Filippo Rossetti

 


Bar Centrale - Dipendenti Sanità Seniores 4-0

pubblicato 13 ott 2015, 00:35 da A AA   [ aggiornato in data 20 ott 2015, 08:46 ]



Image and video hosting by TinyPic

Campionato Seniores UISP 2015 – 2016

5° giornata andata – 17 ottobre 2015

 Bar Centrale – Dipendenti Sanità    

4 – 0

 

Bar Centrale Collecchio: Marziano 6,5, Marvisi 6,5, Pecorari 6,5, Fochi 6,5, Azzali G. 6,5, Delnevo M. 6, Bettati 6, Cacciatore 6, Ghirardini 6,5, Rossetti 6,5, Pometti 7.
A disposizione: Cavalli N.E., Vetere 6, Cherchi 6, Testoni 6, Ferrarini 6,5, Romanini 6. Allenatore: Azzali C. 6,5. Dirigenti: Corsi e Lisoni. Guardalinee: Belletti.

 

Dipendenti Sanità Seniores: Coletta, Bordonaro,Di Lauro, Grieco, Fabiano, Buzzoni, Vitale, Forcina, Briganti, Tagliarini, Toggia.

A disposizione: Sgura, Parrinello, Vurro, Rossellini, Della Cioppa, Benegiamo. Dirigente: Di Noi. Guardalinee: Saba.

 

Marcatori: al 31° e al 45° Pometti, al 55° Rossetti, al 62° Ferrarini.

 

Sanzioni Disciplinari: Ammoniti: Grieco, Rossetti, Ghirardini, Delnevo (fallo di gioco).

 

Il quinto passo è laddio.  Il Bar Centrale di Collecchio/Madregolese saluta la truppa e abbozza un tentativo di fuga in vetta al campionato Seniores UISP. Solo il Corcagnano, con una gara in meno, tiene il passo dei collecchiesi, che vanno ben oltre le più rosee aspettative di inizio stagione infilando la quinta vittoria consecutiva, la più brillante affermazione casalinga fino ad oggi. Eppure i Dipendenti Sanità si sono rivelati un avversario ostico, molto compatto nel tenere corta ed aggressiva la squadra. I veloci attaccanti ospiti se la devono vedere contro capitan Delnevo, spostato in mezzo alla difesa, mentre il resto della formazione è confermata rispetto agli undici titolari contro il San Secondo, se si eccettua il recuperato Cacciatore sulla linea mediana.

Il Bar Centrale spiana la nuova maglia verde che, contrapposta alle casacche orange degli avversari, da un colorato colpo d'occhio dei ventidue in campo. La gara si rivela subito scoppiettante: già al quarto Tagliarini prende d'infilata la difesa locale, ma lo stop non è preciso e favorisce l'uscita a terra di Marziano. Un minuto dopo Grieco interviene duramente su Fochi ai venticinque metri; Bettati prova su punizione, Coletta para centralmente. Successivamente un fallo laterale di Pecorari trova libero Rossetti, la cui girata in area piccola è contenuta dai difensori ed esce di un nulla.

I Dipendenti Sanità rispondono con un bel tiro dalla distanza di Forcina, che non è fortunato. Il Bar Centrale è ben pressato e non riesce ad arrivare in area avversaria con dei fraseggi palla a terra, per cui decide di verticalizzare in  maniera più rapida per innescare il trio Pometti-Ghirardini-Rossetti.
A metà tempo un cross dalla sinistra di Pometti taglia l'area, Ghirardini è anticipato di un soffio da un difensore ospite.
Sul fronte opposto Buzzoni ci prova su punizione, Marziano controlla la traiettoria che finisce al lato destro del suo palo. Poi si scatena Briganti, che prima ci prova dalla sinistra con un bel diagonale, poi mette in mezzo una bella palla che Tagliarini rovescia verso la porta, costringendo Marziano alla parata plastica. Quando il primo tempo si indirizza verso il pareggio Ghirardini conquista una palla sulla destra e, caracollando, la porta sul lato opposto. Quando la cede a Nicola Pometti, quest’ultimo la calcia in maniera secca sotto l’incrocio, trafiggendo senza pietà Coletta e portando in vantaggio la squadra del Leone a due code.
Image and video hosting by TinyPic

Nel secondo tempo Michele Delnevo torna sulla linea di centrocampo e la dinamicità del capitano da il là ad un controllo della gara pressoché totale. Il raddoppio arriva quasi per caso, ma legittima una forza che sembra straripare. Fallo laterale di Pecorari, in mezzo all’aria bucano tutti ma non Nicola Pometti, che appoggia facilmente in rete il raddoppio collecchiese.

Image and video hosting by TinyPic

La partita degli ospiti, in pratica, finisce qui. La girandola di cambi sembra più un premio ai giocatori della panchina dei sanitari più che un tentativo di rimettere in carreggiata la gara. Tra gli sbadigli di Marziano ci provano solo Forcina con una girata in area piccola e Briganti con un tiro dalla distanza. Ma è ancora il Bar Centrale ad andare in rete con una splendida imbeccata di Ghirardini per Filippo Rossetti, che sfrutta l’assist del compagno per arrotondare il risultato.

Image and video hosting by TinyPic

 Le sostituzioni del Bar Centrale non ne cambiano l’assetto ed, anzi, sono piuttosto agguerrite. Così, Fochi premia per due volte gli inserimenti di Cristian Ferrarini, che al secondo tentativo trova il tiro a voragine che fissa il risultato finale.

Image and video hosting by TinyPic

 Nei minuti conclusivi, infatti, Cherchi, Ghirardini e Romanini tentano la cinquina sulla ruota di Collecchio, ma i numeri di questo sabato d’ottobre sono già stati estratti e vedono il Bar Centrale ancora vincente sulla ruota del campionato Seniores.

 

Marcatori Bar Centrale:

 

6 gol: Nicola Pometti

3 gol: Matteo Ghirardini

1 gol: Cristian Ferrarini, Federico Fochi, Filippo Rossetti


Bar Centrale - Amatori San Secondo 2 - 1

pubblicato 07 ott 2015, 07:27 da A AA   [ aggiornato in data 14 ott 2015, 02:22 ]




Image and video hosting by TinyPic


Campionato Seniores UISP 2015 – 2016 
4° giornata andata – 10 ottobre 2015
 Bar Centrale – Amatori San Secondo 
 2 – 1 

Bar Centrale Collecchio: Marziano 6, Marvisi 7,5, Pecorari 7, Azzali G. 7, Testoni 6,5, Tanzi A. 6,5, Fochi 7, Bettati 7, Ferrarini 7, Ghirardini 6,5, Rossetti 6,5. A disposizione: Benecchi N.E., Pometti 7, Cherchi 7,5, Vetere 6,5, Romanini N.E. Dirigenti Accompagnatori: Corsi e Lisoni. Guardalinee: Belletti. 

Amatori San Secondo ASD: Casali, Uriati, Riva, Raffaini, Delgrosso, Bisagni, Rigolli, Thei, Dotti, Gazza, Bigoli. A disposizione: Marchettini, Liga, Zilioli, Ceglia, Bocchi, Marenghi, Longari. Dirigenti: Bragadini, Pagani, Papasotirou. 

Marcatori: al 2° Bigoli, al 18° Ghirardini, al 74° Pometti. Sanzioni Disciplinari: Ammoniti: Marziano (proteste), Cherchi, Riva, Dotti, Gazza, Bisagni (fallo di gioco). 

Tre punti portati a casa con le unghie per il Bar Centrale di Collecchio, che infila la quarta vittoria consecutiva in una partita difficile e combattuta, come del resto le ultime sette gare contro i neroarancio del San Secondo. Per il remake della sfida promozione dello scorso anno i ranghi sono ridotti da entrambe le fazioni. Per gli ospiti pesano le assenze di Paganini e Papasotirou, che tolgono qualità e gol alla squadra della bassa. Ma decisamente più lungo è l’elenco degli assenti in casa collecchiese, con i forfait di due dei fratelli Tanzi, dei fratelli Delnevo, di Cacciatore, Maggiali e Petrolini, oltre ai lungo degenti De Palo, Berni e Benecchi. Le assenze per la squadra del Leone a due code pesano soprattutto in mediana, praticamente spazzata via in questo grigio sabato di inizio autunno. Non solo: negli spogliatoi si ferma anche Pometti, vittima del colpo della strega; solo dopo un lungo riscaldamento e complice l’ennesimo infortunio ai danni del Tanzi superstite, Andrea, la necessità di avere un innesto di peso porterà il bomber del Bar Centrale in campo. E sarà decisivo. Lo squalificato mister Claudio Azzali, le cui veci sono fatte dal duo Lisoni-Corsi, fa quel che può per tirare su una squadra che difenda il primato, cercando di motivare a dovere gli undici che vanno in campo. Tuttavia la sorte sembra essere avversa ai giallo neri di casa quando, in avvio, un tiro di Dotti guizza fuori dai sicuri guantoni di Marziano, con Bigoli che colpisce la palla sul tentativo di controllo del portiere locale. Amatori San Secondo in vantaggio e parecchia confusione in casa Bar Centrale, che fatica a riprendere la matassa del gioco. Image and video hosting by TinyPic Dopo qualche assalto a polveri bagnate degli ospiti, su cui spicca il tiro a botta sicura di Uriati respinto di piede da Marziano, la squadra del Leone a due code si riorganizza, riaffacciandosi in area avversaria con i tiri velleitari di Bettati e Fochi. La giocata giusta è, invece, sui piedi di un reattivo Bruno Marvisi, oggi decisamente il migliore in campo sia in fase di contenimento dell’ottimo Dotti, sia in fase di proposizione. Proprio da un anticipo su Dotti nasce la cavalcata sulla destra che porta il difensore locale a contatto con Riva, in piena area. La spallata del centrale ospite viene giudicata irregolare dal signor Consiglio e il rigore viene trasformato da Matteo Ghirardini. Image and video hosting by TinyPic La parità regge fino al duplice fischio, con qualche mugugno ospite per il rigore assegnato al Bar Centrale che accompagna il direttore di gara negli spogliatoi. La ripresa inizia con il tentativo di eurogol di Bigoli, che viene supportato dal gran palleggio con cui, per tutta la prima parte della frazione, il San Secondo prova a trovare la via del gol. Il problema sta nel fatto che quasi mai gli arancio nero arrivano al tiro e Marziano può proseguire il suo pomeriggio quasi indisturbato. Dopo un notevole possesso palla anche il Bar Centrale prova ad affacciarsi dalle parti di Casali, e lo fa con rapide verticalizzazioni per ovviare alla mancanza di buona parte del fosforo che ha animato questo avvio di stagione collecchiese. Così prima Ghirardini si trova a tu per tu con Casali, esaltandone i riflessi, poi è Rossetti a far ballare la difesa avversaria, con ancora il portiere ospite a sbarrargli la via del gol. I cambi faranno la differenza in questa partita, perché lo sfortunato Riva deve abbandonare il campo per Bocchi, mentre il Bar Centrale inserisce Salvatore Vetere ma, soprattutto, Cristiano Cherchi, subito protagonista con un tiro da calcio d’angolo deviato, che gela i tifosi ospiti, presenti in numero cospicuo a Madregolo. Quando la gara si sta avviando verso gli ultimi spiccioli dei cinque minuti di recupero, succede di tutto. Vetere mette in mezzo un cross che Pometti non devia efficacemente in porta. Rimessa dal fondo e si è già dll’altra parte, con gli “sgondini” che protestano per un rigore che non c’è, sia perché la respinta col braccio di Pecorari è involontaria sia perché si trova fuori area, ma sul capovolgimento di fronte succede l’imprevedibile. Palla col contagiri di Cherchi per la volata di Nicola Pometti, che a tu per tu con Casali non sbaglia: è il gol che chiude la partita e consolida il primato solitario di un sorprendente Bar Centrale, tra le proteste contro l’arbitro e le recriminazioni del San Secondo per una bella gara gettata al vento. 
Image and video hosting by TinyPic

Marcatori Bar Centrale: 
4 gol: Nicola Pometti 
3 gol: Matteo Ghirardini 
1 gol: Federico Fochi


GSD Fontanelle - Bar Centrale 1-3

pubblicato 02 ott 2015, 02:15 da A AA   [ aggiornato in data 06 ott 2015, 03:03 ]


Image and video hosting by TinyPic

Campionato Seniores UISP 2015 – 2016 
3° giornata andata – 2 ottobre 2015 
 GSD Fontanelle – Bar Centrale/Madregolese 
 1 – 3 

GSD Fontanelle: Molinari, Manghi, Carenzi, Migliorati, Bianchini, Diletto, Ruggiero, Dalledonne Dan., Bonini, Tamantini, Chiari. A disposizione: Oriani, Dalledonne Dav., Bragadini, Di Costa, Corbo, Gavazza, Maccagnola. Dirigenti: Fantuzzi, Pilato, Ronconi. Guardalinee: Tamburini. 

Bar Centrale Collecchio: Marziano 6,5, Delnevo N. S.V., Pecorari 7, Testoni 6,5, Azzali G. 7, Delnevo M. 7, Tanzi F. 7, Cacciatore 7, Ghirardini 6,5, Pometti 7, Tanzi A. 7. A disposizione: Vetere S.V., Ferrarini S.V., Marvisi 7, Rossetti 6,5, Fochi 7, Romanini 6,5. Dirigenti Accompagnatori: Corsi e Lisoni. Guardalinee: Belletti. 

Marcatori: al 20° e al 28° Pometti, al 66° Fochi, al 71° Chiari. 

Sanzioni Disciplinari: Ammoniti: Gavazza, Diletto, Corbo, Ghiradini, Fochi, Azzali (gioco falloso), Cacciatore (proteste). Espulso: Di Costa (fallo di reazione). 

E fanno tre! Il Bar Centrale di Collecchio/Madregolese allunga la striscia di vittorie che hanno caratterizzato l’avvio di campionato del sodalizio giallonero e consolida il primato allungando sull’inseguitrice Polisportiva Cervo, sconfitta e superata dall’Arci Corcagnano al secondo posto. Neanche nei loro migliori auspici i giocatori collecchiesi avrebbero pensato ad un avvio così felice, alla faccia di coloro che pensavano che il passaggio della squadra del Leone a due code nei Seniores sarebbe stato costellato di difficoltà e sconfitte già dalle prime battute. Invece la partita odierna ha dimostrato la solidità della squadra giallonera anche a cospetto del Fontanelle, ostico avversario soprattutto nel suo campo che, però, da qualche tempo deve far fronte all’assenza del suo storico bomber Dall’Olio. Nonostante le ridotte dimensioni del campo di gioco la partita inizia con il Bar Centrale che occupa bene gli spazi e cerca di destreggiarsi nel traffico grazie a cambi di gioco frequenti e ben impostati. La migliore azione di questa prima parte porta la firma di Andrea Tanzi, che però non è preciso nella conclusione. Poi l’azione che apre in due la gara.
Fabio Tanzi innesca l’imbucata di Nicola Pometti, che è lesto a puntare l’area avversaria e a battere l’uscita di Molinari. Image and video hosting by TinyPic La partita attende la reazione dei padroni di casa ma deve far fronte ad una lunga interruzione dovuta ad un grave infortunio occorso ad un giocatore del Bar Centrale, che subisce la seconda perdita in sette giorni nel reparto di centrocampo. Alla ripresa del gioco il Fontanelle ha un’ottima occasione con Chiari, che a pochi metri da Marziano colpisce d’esterno destro spedendo fuori. L’occasione risveglia i collecchiesi, che riprendono a macinare gioco liberando, stavolta, la corsa di Ghirardini. La punta giallonera fa tutto benissimo, saltando anche Molinari, ma con tutta la porta spalancata subisce il ritorno di un difensore e spedisce fuori. Poco dopo una doppia azione che, in fotocopia, vede sfumare il raddoppio ospite. Prima un fallo laterale di Pecorari finisce sull’incrocio dei pali, senza che nessuno riesca a spingerla in porta, poi lo stesso incrocio respinge ancora un calcio d’angolo, facendo danzare la palla sulla linea e consentendo a Daniele Dalledonne di spazzare la sua area. Così Cacciatore si mette in proprio per ispirare il raddoppio. Punizione dalla destra col contagiri sulla palla del solito Pometti, che incorna da vero bomber siglando la sua terza rete stagionale. 

Image and video hosting by TinyPic
Le urla dell’allenatore locale durante l’intervallo risvegliano i giocatori di casa, che provano a raddrizzare la gara ispirati dalla corsa di Bianchini. Il Bar Centrale si difende con ordine e subisce solo il tiro dai venti metri di Maccagnola, su cui Marziano si esibisce in una parata plastica. Tuttavia i collecchiesi non ripartono con la stessa efficacia del primo tempo concedendo qualche metro di troppo al gioco del Fontanelle. La gara, però, non si riapre ed anzi, l’inerzia continua ad essere nelle mani della squadra del Leone a due code. A farne le spese è il neo-entrato Di Costa, che perde la testa scalciando un avversario e finendo anticipatamente negli spogliatoi. Ora il Bar Centrale si riaffaccia con continuità in area avversaria ed è uno dei nuovi centrocampisti, Federico Fochi, a chiudere la gara con un tiro dal limite deviato da un giocatore locale. 
Image and video hosting by TinyPic

A pochissimi giri di lancetta dal termine, dunque, i collecchiesi già pregustano l’impresa ma la distrazione è fatale e Chiari trova lo spazio per trafiggere Marziano per il gol della bandiera. 

Image and video hosting by TinyPic
Ma è già tempo di andare sotto la doccia a festeggiare un inaspettato primato, in attesa che, prima o poi, i candidati alla vittoria finale si sveglino ed inizino l’inseguimento al leone collecchiese in fuga. 

Nei Seniores "A" in settimana si è svolto un recupero con il Corcagnano che ha prevalso per una rete a zero contro i Dipendenti Sanità dopo una gara particolarmente tirata, ha deciso Lorenzo Negri a metà della ripresa. Negli incontri del sabato continua la marcia inesorabile a punteggio pieno della matricola Bar Centrale dopo aver espugnato 3 a 1 l'ostico campo del Fontanelle, bomber Pometti sigla una doppietta e Fochi Federico la sua prima rete stagionale. Con due vittorie in due giorni l'Arci Corcagnano guadagna il secondo posto dopo aver battuto 2 a 1 il Cervo con doppietta di Margherita. Prime vittorie per Fontanellato (3 a 2 al Colorno) e Dipendenti Sanità (2 a 1 all'arci San Leonardo mentre il San Secondo ancora imbattuto viene bloccato a reti bianche dalla Condor Salso (prima classificata l'anno scorso nei Seniores). Nel prossimo turno la capolista Bar Centrale affronterà proprio il San Secondo. 

Da Emiliagol 

Marcatori Bar Centrale: 
3 gol: Nicola Pometti 
2 gol: Matteo Ghirardini 
1 gol: Federico Fochi

Image and video hosting by TinyPic


Bar Centrale - Arci San Leonardo 2 - 1

pubblicato 21 set 2015, 09:28 da A AA   [ aggiornato in data 02 ott 2015, 02:09 ]


Campionato Seniores UISP 2015 – 2016
2° giornata andata – 26 settembre 2015
 Bar Centrale Collecchio – Arci San Leonardo        
2 – 1

Bar Centrale Collecchio: Cavalli 6, Delnevo N. 6,5, Pecorari 6,5, Azzali G. 6,5, Testoni 5,5, Tanzi F. 7, Delnevo M. 6,5, Bettati 6,5, Tanzi A. 7, Pometti 7, Ghirardini 7.
A disposizione: Adorni N.E., Benecchi N.E., Ferrarini 6, Cherchi N.E., Vetere 6, Fochi 6, Lisoni N.E., Maggiali 7, Romanini N.E. Allenatore: Azzali C. 6,5. Dirigenti Accompagnatori: Corsi e Boschi. Guardalinee: Belletti.

Arci San Leonardo: Copelli M., Copelli R., Pellegrino, Diegoli, Vaga, Gaita, Ravazzoni, Piemontese, Ciavarella, Lacerra W., Dallasta.
A disposizione: Greco, Pezone, Cavalieri, Colli, Soncini. Guardalinee: Copelli V. Allenatore: Lacerra G. 

Marcatori: al 15° Pometti , al 50° Ghirardini, al 71° Greco. 

Sanzioni Disciplinari:  Ammoniti: Delnevo Nicola, Azzali Gianmaria, Fochi, Greco (gioco falloso).   Espulsi: Azzali Claudio (proteste), Piemontese (gioco falloso). 

Vince ancora il Bar Centrale di Collecchio superando per due a uno un Arci San Leonardo ordinato ma i cui spunti vincenti sono stati solo degli sprazzi tra le migliori giocate dei collecchiesi padroni di casa. Grazie al concomitante pareggio dell'Amatori San Secondo la squadra del Leone a due code si issa al vertice della classifica dei Seniores UISP, che neanche nelle più rosee previsioni di inizio stagione era auspicabile. Nella seconda giornata di campionato il Bar Centrale ritrova il campo di casa di Madregolo a quattro mesi dall'ultima apparizione tra le mura amiche. La gara inizia con la squadra di mister Azzali che cambia gli interpreti in ogni reparto rispetto all'esordio col Corcagnano. In porta ritrova la maglia numero 1 Andrea Cavalli, sostituendo l'ottimo Silvano Adorni che siede in panchina. In difesa fa il suo esordio Nicola Delnevo prelevato dal Sivizzano a completare la fascia destra già presidiata da suo fratello Michele. In mezzo al campo il neo papà Luca Bettati si avvicenda a Matteo Cacciatore mentre fa il suo esordio stagionale (con gol) bomber Nicola Pometti, che completa il reparto avanzato composto da Andrea Tanzi e Matteo Ghiradini. La partita inizia con i padroni di casa che mostrano decisamente più piglio nel giro palla e nell'occupare gli spazi della metà campo avversaria, mentre l'Arci San Leonardo agisce prevalentemente in contropiede, affidandosi ai lanci lunghi per Vaga. Dopo una prima fase di studio il Bar Centrale spinge sull'acceleratore ma trova un arbitro un pò impreciso. La giacchetta nera prima annulla un gol a Pometti per una presunta spinta di Andrea Tanzi nei confronti di un difensore, poi annulla un'altra segnatura dello stesso Tanzi su un colpo di testa da calcio d'angolo, che sembra decisamente regolare. Il lungo forcing della squadra del Leone a due code viene premiato quando alla metà del tempo Fabio Tanzi vede l'imbucata di Nicola Pometti sulla sinistra, che controlla in area e batte Massimo Copelli in diagonale.  Image and video hosting by TinyPic
L'Arci San Leonardo si rimette in carreggiata sul finale del tempo, ma la punizione di Ravazzoni sibila vicino al palo protetto da Cavalli mentre la rovesciata di Ciavarella è velleitaria e non preoccupa i gialloneri locali. La ripresa inzia con gli ospiti decisamente più incisivi e la prima parte della seconda frazione si svolge quasi per intero nella metà campo collecchiese. Le occasioni, però, latitano anche se un cross dalla sinistra girato di testa da Vaga gela il sangue alla difesa giallonera. Il ritmo della gara si alza, come anche le proteste dei collecchiesi per l'aggressività degli avversari, che sfocia in qualche intervento non ortodosso. Ne fa le spese mister Claudio Azzali, espulso per proteste dalla panchina. Il tiro di Lacerra pone fine all'assedio avversario perché alla prima, vera, ripartenza collecchiese il Bar Centrale raddoppia. Progressione sulla destra di Pometti, il tiro di Andrea Tanzi è solo abbozzato ma libera Matteo Ghirardini, che di esterno destro scarica alle spalle di Massimo Copelli. Image and video hosting by TinyPic Da qui in poi i gialloneri locali controllano la reazione nervosa dell'Arci San Leonardo, nelle cui fila qualcuno va decisamente sopra le righe come Piemontese espulso per un calcione scomposto a Ghirardini. La partita vive sugli errori della difesa collecchiese fino all'ennesima scarpata che costringe un giocatore di casa ad uscire per un grave infortunio (auguri di pronta guarigione!). L'arbitro decreta cinque minuti di recupero e la difesa Collecchiese è ancora troppo scossa per seguire Greco, che sbuca in mezzo all'area accorciando di testa. Image and video hosting by TinyPic I restanti minuti non regalano sussulti e la festa è tutta per il Bar Centrale al cospetto del presidente, oggi presente in tribuna. Come, poi, sottolinea qualcuno da Mauro, "salutate la capolista!"

Marcatori Bar Centrale: 

2 gol: Matteo Ghirardini
1 gol: Nicola Pometti

1-10 of 162