Stagione 2015-16


Presentazione XXI stagione - ottobre 2015 / aprile 2016

L’associazione culturale Blow Up di Grottammare, in occasione della propria XXI stagione, ha in programma per l’anno sociale 2015-2016, in linea con la propria storia, con le passioni, le ricerche, i laboratori e le attività didattiche e di animazione culturale e sociale di tutti noi che vi operiamo, una serie di iniziative che oltre al cinema hanno lo scopo di avvicinare e approfondire temi quali la musica Blues e quella Jazz, il rapporto tra padri e figli, la fotografia e l’arte contemporanea, il teatro, l’astronomia, le nuove forme di vita condivisa e collaborativa tra socialità ed economia. 

Decine di appuntamenti tra questi del vol. XXI, come fosse un disco di un supergruppo Art Rock, e quelli collaterali da noi organizzati in collaborazione con l’Assessorato alla Formazione e ai Talenti e l’Informagiovani in Rete di Grottammare. 
Partendo dalla nostra onnivora passione per la musica abbiamo affidato al maestro Giacinto Cistola (Scuola di Musica L.A.M. – Laboratorio di Artigianato Musicale) la conduzione di un viaggio multimediale e multisensoriale nei due generi che hanno maggiormente caratterizzato gli ultimi centocinquant’anni. Partendo invece dai due libri dello psicoanalista Massimo Recalcati sulla paternità (“Cosa resta del padre?” e “Il complesso di Telemaco”), densi di rimandi al cinema e alla letteratura, abbiamo affidato alle giovani psicoanaliste della Jonas di San Benedetto del Tronto un viaggio multimediale nel rapporto padri/figli. Ad entrambi questi temi si riallacciano attraverso analogie e rimandi quasi tutti gli altri appuntamenti in programma, tra Biblioteca/Mediateca Comunale, Palazzo Kursaal, Teatro dell’Arancio e Dep Art, nella bella e accogliente città di Grottammare.

Una stagione che costituisce un corpo unico, al contempo articolato ed omogeneo ma godibile anche per sezioni, per temi o per singole iniziative, che non preclude certo al pubblico la possibilità di scegliere attraverso la differenziazione delle offerte culturali, pur richiamandone l’attenzione a tener presente i vari fili rossi che collegano alcune iniziative tra di esse.                             

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti una volta effettuata al costo di 10 € la tessera F.I.C. 2015-2016 rilasciata e timbrata dall’associazione culturale Blow Up. 
Le tessere possono essere fatte velocemente all’ingresso di ogni iniziativa della stagione ed in qualsiasi altra iniziativa collaterale ad ingresso o a partecipazione gratuita con tessera blowuppiana 2015-2016, come ad esempio i corsi e i laboratori in Biblioteca-Mediateca, al Dep Art e al Kursaal da parte delle giovani e dei giovani docenti coinvolti dall’Informagiovani in Rete.
I 10 € della tessera sono di vitale importanza per la sopravvivenza dell’associazione e di tutte le sue attività socio-culturali, nonché per la riuscita della stagione stessa e delle collaborazioni con altre realtà associative, artistiche, culturali e con gli ospiti che intervengono ad animarla.
E’ sempre più difficile riuscire a fare cultura nelle modalità in cui noi di Blow Up l’intendiamo, possibilmente priva di sensazionalismi, svincolata dalle logiche dettate dalla TV, capillare nel territorio, concreta, quotidiana, che valorizzi i talenti e le potenzialità delle persone, che crei aggregazione sociale, interculturale ed interetnica e che sviluppi il senso civico e l’estetica relazionale. Nonostante tutto, però, la nostra forza è, e rimarrà, la vostra presenza fisica alle nostre iniziative, il passaparola,  l’essere seguiti in rete (pagina Facebook e sito), i messaggi e le richieste di collaborazione che riceviamo e che inoltriamo e che di anno in anno accrescono e migliorano i nostri contatti. 
Che questo vol. XXI segni per Blow Up una rinascita sotto il segno della musica, della fertilità creativa, del trionfo alchemico ed esoterico simboleggiato dal corrispondente Arcano Maggiore degli Antichi Tarocchi e che, come il bambino cosmico kubrickiano di “2001 – Odissea nello spazio”, ci permetta di guardare “Il Mondo”, e noi stessi, con occhi nuovi e senza paura alcuna nel vivere gli anni che verranno. Vi aspettiamo!

Sergio Vallorani (presidente associazione culturale Blow Up)




Comments