Germanà nuovo comandante a Lodi

L’ex comandante della Polizia Locale, Fabio Germanà Ballarino, è stato scelto dal sindaco di Lodi per ricoprire il ruolo dirigenziale presso il locale comando di Polizia, ruolo dal quale, a Cremona, era stato estromesso agli inizi del mandato Galimberti.
Germanà, che non ha mai smesso di considerare illegittimo il declassamento subito a Cremona e per questo ha avviato una causa di lavoro non ancora conclusa, prenderà servizio nei prossimi giorni e andrà a ricoprire il ruolo di Dirigente comandante di Polizia Locale e Mobilità. E’ stato scelto dal sindaco di Lodi, Sara Casanova, in seguito ad una selezione alla quale hanno partecipato 14 comandanti di varie stazioni, al termine della quale si sono svolti i colloqui individuali. “Sono state riconosciute le mie competenze da dirigente e di questo sono soddisfatto”, afferma il diretto interessato, che negli ultimi quattro anni è rimasto in servizio presso il comando di piazza Liibertà, presso cui è dipendente a tempo indeterminato inquadrato in categoria D. “Questo incarico arriva dopo tanti secondi posti, ad esempio come vice comandante a Milano, o comandante a Ravenna e a Rimini”, dice ancora Germanà, “credo che sia stata premiata la determinazione nel vedere riconosciute le mie competenze”.

L’ultima udienza davanti al giudice del lavoro, lo scorso agosto, aveva visto un tentativo di conciliazione tra amministrazione comunale (rappresentata dal segretario generale Criscuolo e dall’avvocato Cistriani) e l’ex comandante assistito dall’avvocato Massimiliano Cortellazzi, tentativo non andato a buon fine.

Secondo l’ufficiale cremonese, che ha guidato la municipale dal 2009 al 2014, l’amministrazione, nei nove mesi successivi alla cessione del comando a Pierluigi Sforza, lo avrebbe messo da parte, relegandolo a compiti che non avevano nulla a che vedere con le sue competenze, per la precisione a capo della centrale operativa.

Nel frattempo ha già presentato domanda di apettativa presso il Comune di Cremona. L’incarico a Lodi, come tutti gli incarichi dirigenziali, scadrà con il mandato del sindaco.


ANPoL formula vive felicitazioni al collega Germanà Ballarino, augurandogli buon lavoro per il nuovo e prestigioso incarico. ( Milano, 31 ottobre 2017)

L'ASAPS (Polizia Stradale) in favore di un maggior coordinamento con la Polizia Locale

Nel dibattito sempre attuale di una maggiore razionalizzazione e coordinamento delle Polizia Locali a livello nazionale, interviene anche Giordano Biserni, Presidente Asaps, che ringraziamo per il suo favorevole sostegno alla causa della Categoria.

I cittadini chiedono sicurezza e invocano la legittima difesa.  Aeroporti, stazioni ferroviarie e metropolitane sono sempre più presidiate da guardie giurate. I militari dell'Esercito, nelle grandi città, presidiano il territorio per dare man forte a polizia e carabinieri. Si pensi che qualcuno li vorrebbe addirittura sulle spiagge della riviera a contrastare i venditori abusivi.

A fronte di tutto questo, anche noi che non ci stancheremo mai di invocare più uomini e mezzi per la Polizia Stradale di cui è necessario un potenziamento vero, dobbiamo dall'altra parte osservare che ci sono più di 60 mila uomini e donne in divisa, organizzati in corpi di polizia locale, che in cambio del proprio impegno chiedono solo una cosa: che le loro funzioni siano certe e codificate con chiarezza. Non fanno solo multe, operano per la sicurezza pubblica, pattugliano le città in coordinamento con polizia e carabinieri, fanno controlli fiscali a livello comunale e portano spesso sulla giubba la scritta “poliziotto di quartiere”. A livello locale si occupano di sicurezza stradale. Nei piccoli paesi sono vigili urbani, secondo la più classica delle tradizioni, in Città sono polizia amministrativa, ma sono impegnati anche in attività di prevenzione e indagini giudiziarie. Un esempio per tutti: ricordate Michele Liguori, ucciso a 59 anni da due tumori? Ha prestato servizio nella Polizia Municipale di Acerra (Napoli) dove si è sempre battuto contro gli sversamenti illegali di rifiuti, scoprendo discariche abusive. Il Presidente Napolitano lo definì “servitore delle istituzioni”. Come con altre funzioni è stato un eroico servitore dello Stato con le sua indagini sulla camorra ed il disastro ambientale della “terra dei fuochi” l'Ispettore di Polizia Roberto Mancini.

Riconosciamo che le Polizie Locali oggi sono un presidio del controllo del territorio la cui opera consente alla Polizia di Stato, ai Carabinieri ed alla Guardia di Finanza di valorizzare il proprio tempo per le indagini sui reati più gravi, per la polizia criminale, nella lotta alla malavita ed al terrorismo. 
Si parla da anni di migliorare l’organizzazione delle forze di polizia, ma il vero coordinamento, quello che fa risparmiare uomini, mezzi e denaro pubblico, si ottiene semplicemente facendo chiarezza nei diversi ruoli. In molti Paesi europei esiste una polizia locale ed una polizia statale e ciascuno fa la sua parte senza problemi. La Polizia Stradale sugli itinerari di lunga percorrenza, quella locale nei centri urbani.
Da noi, invece, la polizia locale non accede nemmeno alle banche dati del Ministero dell'Interno. Risultato? Una pattuglia di vigili chiamata a rilevare un incidente potrebbe imbattersi in un evaso, aiutarlo a compilare il CID è poi lasciarlo andare con una stretta di mano. Tutto questo perché gli agenti non possono controllare, come Polizia e Carabinieri, su strada al terminale i precedenti delle persone identificate. E' razionale? O i controlli glieli facciamo fare, oppure no.
Per queste ragioni, l'ASAPS, nell'interesse del migliore coordinamento delle forze di polizia che è anche maggiore garanzia di sicurezza dei cittadini, sostiene la necessità di inserire urgentemente nell'emanando decreto sulla sicurezza urbana alcune norme per la razionalizzazione dell'ordina mento delle Polizie Locali.
In concreto norme per: la definizione chiara dei compiti delle Polizie Locali e adeguamento di funzioni, qualifiche e strutture dei Comandi; la creazione di un contratto di lavoro autonomo rispetto a quello della pubblica amministrazione, assimilabile al comparto sicurezza e con profili previdenziali e assistenziali equiparati a quelli delle forze dell’ordine; la possibilità per gli agenti di polizia locale di avere accesso alle banche dati del sistema di indagine gestito dal Ministero dell’Interno (SDI), al sistema automatizzato di identificazione delle impronte (AFIS) e allo schedario Schengen; il superamento degli attuali limiti spazio-temporali della qualifica di polizia giudiziaria, formazione obbligatoria in ingresso e ricorrente nel corso di tutta l’attività lavorativa, con esercitazioni operative congiunte alle Forze di Polizia dello Stato e altri operatori pubblici della sicurezza; turnazione notturna nelle città più grandi, il riordino della dirigenza interna della polizia locale in base alla normativa in vigore per le Forze di polizia ad ordinamento civile, e conseguente inapplicabilità delle disposizioni relative all’assunzione di dirigenti provenienti da altre amministrazioni a tempo determinato, ovvero a contratto; il porto dell'arma anche fuori dall’ambito territoriale dell’ente di appartenenza. 

Forlì, lì 5 maggio 2016
Giordano Biserni Presidente ASAPS (Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale)


























    




Inviate le vostre osservazioni a : info@anpol.it . Verranno raccolte per comporre un'organica proposta di miglioramenti e correttivi.
 

Notizie dalle città

  • San Sebastiano di bronzo 2015 al Comando PL di Rho Venerdì 30 Gennaio 2015, durante il Convegno Nazionale ANVU in Campania, tenutosi presso la sala UCI cinema di Casoria, Napoli, il Dirigente del Corpo  accompagnato dal Vice Comandante  e da ...
    Inviato in data 05 feb 2015, 07:02 da Anpol Polizia Locale
  • Bologna-Con Scout speed arriva il controllo dinamico della velocità Scout Speed è il dispositivo per il rilevamento della velocità istantanea dei veicoli,  montato su di una normale auto della Polizia Municipale, che può essere usato sia con pattuglia in ...
    Inviato in data 23 apr 2014, 06:23 da Anpol Polizia Locale
  • Torino-I nuovi numeri telefonici della Polizia Municipale Sono cambiati i numeri di telefono della Polizia Municipale.I numeri da utilizzare sono due: lo 0110111 solo ed esclusivamente per emergenze e pronto intervento, e lo 011011011 per informazioni ...
    Inviato in data 23 apr 2014, 06:15 da Anpol Polizia Locale
Post visualizzati 1 - 3 di 40. Visualizza altro »

Perché A.N.Po.L. ?

A.N.Po.L.  Associazione Nazionale Polizia Locale è una libera associazione democratica, senza scopo di lucro, indipendente da qualsiasi influenza di governo, confessione o partito politico, istituita per la difesa e la tutela dei comuni interessi professionali, economici, morali, sociali e giuridici di tutti i lavoratori che si occupano dell’attività di polizia locale, di sicurezza e di polizia giudiziaria, dipendenti da Enti Pubblici, da Enti Locali o da Enti Territoriali quali Regioni, Province e Comuni, dalle Regioni e Province Autonome nonché da altri Corpi di Vigilanza regolarmente autorizzati dalle Autorità competenti e della Polizia Sanitaria.

Poliziotto Locale: una professione in evoluzione
















Focus

  • Dalla Regione Lombardia Lombardia-Per la Polizia Locale “presto i nuclei operativi" - Approvato in Giunta il progetto di legge(red.) 28 nov.2014-Creazione di quattro Nuclei operativi coordinati da Regione Lombardia – dedicati ...
    Inviato in data 05 mag 2016, 07:04 da Anpol Polizia Locale
  • Una Mostra in memoria dei caduti della Polizia Locale Urban Center Milano 12 gennaio 2015“QUELLA DIVISA MACCHIATA DI SANGUE“Mostra fotografica documentale dedicata alle Vittime del dovere della Polizia Locale Guarda tutta la Fotogallery
    Inviato in data 05 mag 2016, 07:05 da Anpol Polizia Locale
  • “Qualità dell’ambiente urbano”, i dati del IX rapporto ISPRA ROMA – Presentato da Ispra il IX rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano. Trasporti, sicurezza stradale, emissioni, qualità dell’aria, verde pubblico, zone protette, cementificazione, consumo idrico e gestione dell’acqua ...
    Inviato in data 21 ott 2013, 12:33 da Anpol Polizia Locale
Post visualizzati 1 - 3 di 19. Visualizza altro »



Una giornata con la Polizia Locale,
risorsa per le città, a tutela della comunità

-----------------------------------------------

PROGETTO EDUSTRADA - PNES

La piattaforma Edustrada è l’iniziativa avviata dal MIUR d’intesa con la Polizia Stradale, il Dipartimento di psicologia dell’Università “Sapienza” di Roma, il MIT, la Federazione Ciclistica Italiana, la Federazione Motociclistica Italiana, l’Automobile Club d’Italia e la Fondazione ANIA nell'ambito di un progetto di monitoraggio di tutte le attività di educazione stradale, sia di carattere nazionale che locale, realizzate dalle istituzioni pubbliche e dai più importanti operatori del settore, con l’obiettivo di incoraggiare la partecipazione degli studenti ai progetti educativi attivi, nonché di favorire la raccolta e la condivisione di contenuti didattici sulla sicurezza stradale…

Continua a leggere...
-------------------------------------------
Milano,28 giugno 2013
La norma Uni 11472/2013 nel rilievo
degli incidenti stradali.

Folta partecipazione al Seminario
di aggiornamento ANPOL-UNI ( leggi )

Intervista al presidente ANPOL Ernesto Cassinelli



8 marzo 2013
Dedicato alle donne della P.L.

Segui gli altri video su

ANPOL POLIZIA LOCALE WEBTV



Campagne per la sicurezza



Giurisprudenza stradale




Comments