Sbarca l'arte partecipata a Napoli: Impossible Naples Project

Una raccolta fondi per una mostra di arte partecipata: Impossible Naples Project.
È in corso fino al 20 luglio, una “colletta” aperta a tutti gli appassionati di Napoli per realizzare una mostra-happening che stimolerà i visitatori a riscoprire la città con una percezione visiva insolita.

Catalogo (prototipo) di Impossible Naples ProjectEsplorando nei social network e nei forum dedicati all’arte, è facile incappare in questioni di artisti che lamentano la carenza di pubblico alle loro mostre specie se emergenti.
In alcuni testi di Angela Vettese (“Artisti si diventa”, “L’arte contemporanea”) sono raccontati quelli che sono i meccanismi che portano un artista alla popolarità.
Diciamolo brutalmente, è un lavoro di marketing e non solo di relazioni che però spesso toglie all’autore tempo prezioso per creare nuove opere.

Sicuramente avrete visitato diverse mostre: non avete mai notato nulla di strano?
  • In pochi si soffermano sulle opere esposte. 
  • Per molti è solo un'occasione di incontro e o un motivo per allacciare nuove relazioni. 
  • Non tutti conoscono l'autore delle opere e spesso non ci si accorge della sua presenza nello spazio espositivo, un'occasione perduta per parlargli e chiedere qualcosa sul suo lavoro. 
  • C’è chi si fa i selfie con un’opera che gli piace. 
  • Poi ci sono quelli che piantonano il buffet aspettando che si aprano le danze. 
Il problema dell’ignorare mostre o opere, se si frequentano le mostre, c’è.
Ma ci siamo mai chiesti come ovviare a questo gap? Come individuare nuovi meccanismi per far interagire i visitatori di una mostra con le proprie opere?
Sicuro che la colpa sia solo dei critici, dei media e del pubblico che ignora le opere ma non il buffet?

Come farsi notare?
Ci sono mostre eccezionali in cui il curatore racconta dell’artista la sua storia condendola con episodi personali, il suo percorso artistico e le tecniche adottate per realizzare le opere.
È un tipo di approccio che anche per chi è neofita, ma comunque curioso, avvicina il pubblico all’arte.
Ma ci sono altri modi per stimolare all’osservazione e al desiderio di interagire con l’arte. In questo sito si è parlato spesso di arte che coinvolge la gente come la fun-theory, l’esperimento di Metamorfosi Reloaded, la “Caja nera” di Barriuso e Galvagni, un certo modo di fare arte pubblica, tutti esempi che affascinano, divertono, fanno innescare meccanismi mentali che intrigano.

Ecco, l’artista non deve piangersi addosso, a meno che non voglia fare il genio incompreso, ma individuare le frequenze di ascolto del proprio pubblico per cercare di entrare in esse, magari hackerandole irrompendo su quella lunghezza d’onda, in maniera decisa e assertiva.

Qual è l'esempio di Impossible Naples Project?
Impossible Naples Project è un progetto del fotografo Marco Maraviglia che proporrà una dozzina di immagini di Napoli ma manipolate in modo surreale e da lui realizzate con proprie immagini di archivio.
Un’operazione che propone alcune linee di sinergia col pubblico:

Sensibilizzare gli appassionati di Napoli (quindi non solo napoletani) a voler mettere in piedi il progetto, e insieme, attraverso una raccolta fondi. È una colletta: “compriamo il pallone mettendoci tutti un po’ di soldi e ne ricaviamo il beneficio reciproco di giocare poi tutti a calcio”. Questo è il crowdfunding!

In questo caso i benefici sono quattro:
  1. Ricevere una ricompensa a fronte di una donazione. Con 5,00 euro ad esempio, il nome del sostenitore sarà presente su una targa di ringraziamento che sarà esposta durante l’evento. Un modo graziosamente epico per ricordare un sostenitore. 
  2. Contribuire a qualcosa per il benessere culturale della città e quindi anche di se stesso. 
  3. Avere la possibilità di partecipare, durante la mostra-happening, al riconoscimento dei luoghi e monumenti presenti in ogni immagine con l’opportunità di vincere una delle opere esposte. 
  4. Il piacere di “giocare” con un pretesto. Il gioco è un elemento fondamentale per la crescita dell’individuo. 

L’ingresso alla mostra e la partecipazione al “rebus napoletano”, a questa sorta di “aguzzate la vista”, saranno gratuiti.
Scheda di partecipazione Impossible Naples Project (prototipo)
Ogni immagine di Impossible Naples è composta da più “pezzi” di Napoli. In alcune vi sono anche diciannove luoghi diversi della città.
Probabilmente nessuno riuscirà a dare tutte le risposte esatte ma vincerà chi riuscirà a darne di più ed avrà tutto il tempo della durata dell’esposizione, per compilare la scheda di partecipazione.
Ecco, i visitatori di una mostra così congegnata saranno così “costretti” ad osservare il materiale esposto sulle pareti in quanto incentivati dalla possibilità di portarsi a casa un’opera che ha un suo valore.



La raccolta fondi per Impossible Naples Project durerà fino alle ore 9.45 del 20 luglio 2016.
Chiunque potrà contribuire per sostenere il progetto. Se non si raggiungerà il budget (9.000,00 euro), tutte le donazioni saranno rimandate indietro ai sostenitori dallo stesso sistema di Eppela, la piattaforma che ospita il progetto.
Le ricompense verranno date ovviamente a progetto concluso.

Il 23 giugno sarà possibile incontrare l'autore e lo staff del progetto (l'Associazione Photo Polis), durante un party organizzato per i sostenitori, presso La Maison du Tango (P.zza Dante, 89 – Napoli) dalle 18.30 alle 20.30

LINK AL PROGETTO PER SOSTENERLO CON UNA DONAZIONE
https://www.eppela.com/it/projects/8413-impossible-naples-project-un-happening-partecipativo
SLIDE DI PRESENTAZIONE
http://ita.calameo.com/read/004024363d4ea50946e31
SITO WEB
http://impossiblenaples.weebly.com/
PAGINA FACEBOOK
https://www.facebook.com/ImpossibleNaplesProject/info/
RASSEGNA STAMPA
https://goo.gl/ezx85i
HASHTAGH INSTAGRAM
#ImpossibleNaplesProject
PER RICEVERE IN TEMPO REALE GLI AGGIORNAMENTI VIA FACEBOOK
https://www.facebook.com/groups/ImpossibleNaplesProjectNews/ 

SOSTENITORI MORALI
Touring Club Italiano - Corpo Consolare della Campania
Videometro Network
Arkeda
Il Giornale del Turismo
Fulltravel
A&P
Timelight open art
La Maison du Tango
Realty servizi immobiliari
Sostenitori morali crowdfunding Impossible Naples Project