Arch. Ugomatteo Alfero

.::TEORIA IMITAZIONE MODELLI NATURA::.

La COMPATIBILITA' al sistema ENERGIA fornisce lavoro Sinergetico ed Entropico, al Sistema Empatico la VITA.

La sinergia (dal greco συνεργός, significa "lavorare insieme"), è definita come la reazione di due o più agenti che lavorano insieme. Sinergetico significa l'interazione di più elementi che perseguono un fine comune, allo scopo di ottenere un effetto complessivo più soddisfacente.
L'entropia è una grandezza che viene interpretata come una misura del disordine presente in un sistema fisico. Il disordine come il verso  in cui l'energia tende a fluire. L'agente con più entropia cede energia al sistema attraverso la casualità degli urti fra gli elementi:
in un solo verso.
Nel 'Secondo Principio di Termodinamica' l'entropia è detta entropica: "l'entropia di un sistema chiuso e isolato aumenta sempre" dove per "sistema chiuso e isolato" si considera l'intero Universo. L'entropia di un corpo, ha la caratteristica di non diminuire mai spontaneamente, ma di aumentare sempre.
La "compatibilità" produce sinergie indotte tra gli elementi del sistema chiuso detta "simpatia". La simpatia tra gli agenti viene definita come "empatia", la compatibilità al percepire e reagire in modo simile, comprensibile.
Di conseguenza il sistema produce entropia che non si può dissipare e se utilizzata in maniera empatica indurrà gli attori a tendere verso il miglioramento.

L'uomo, otterrà, dentro il sistema chiuso in cui vive, entropia positiva solamente utilizzando il criterio empatico per migliorare se stesso e ciò che lo circonda. L'uomo che modifica il flusso entropico attraverso la sinergia tra gli elementi compatibili, potrà moltiplicare in modo esponenziale la crescita di tale flusso ottenendo un sistema vivo ed autonomo che tende al miglioramento.

L'entropia che si genera attorno e dentro l'uomo sarà positiva e costruttiva o negativa e distruttiva, il problema è che in un sistema chiuso l'entropia cresce comunque.


"Abitare è il modo secondo il quale i mortali soggiornano sulla terra. Solo se abbiamo la capacità di abitare possiamo costruire." Martin Heidegger

Pagine secondarie (1): download