Chi siamo


 

       La Comunità a dimensione familiare “L’Arcobaleno” e la Casa per la Gestante con figlio “Madre Nazarena” sono due  Istituzioni Educative d’Accoglienza della Congregazione delle Figlie del Divino Zelo di S. Annibale M. Di Francia, fondatore anche della Congregazione maschile dei Padri Rogazionisti.

      Le due Comunità sono il risultato di un percorso assistenziale ed educativo iniziato qui a Montepulciano nel lontano 1931.

      L’Istituzione nasce come Orfanotrofio Femminile e inaugurato il 31 agosto del 1931all’interno dell’antico convento di S. Francesco situato in uno dei punti panoramici più belli di Montepulciano.

      Una piccola comunità di Suore accolse le prime 25 orfanelle provenienti da altri Orfanotrofi della Congregazione del sud Italia.

All’interno della Struttura ha funzionato, ininterrottamente fino al 1981, una Scuola Elementare parificata sotto la responsabilità di maestre laiche e religiose.

Oltre alla Scuola Elementare, dal 1957 al 1973, vi era anche una scuola speciale che accolse alunne e alunni con deficit mentali provenienti anche dal territorio di Montepulciano.

        Dagli anni ’70 in poi il continuo calo delle ospiti e l’adeguamento  alle nuove direttive regionali nel         settore assistenziale, hanno portato alle necessarie e definitive ristrutturazioni  dei locali che sono         stati inaugurati il 13 giugno 2002. La struttura è in grado di ospitare, in due spaziosi ambienti                 situati al piano superiore, 13 minori e 8 mamme con rispettivi bambini. 

         Attualmente l’ex istituto  è un’ampia e luminosa struttura rimodernata e messa completamente    a norma secondo le leggi vigenti.
        Intorno all’antico chiostro, su due piani, si trovano i padiglioni che accolgono gli ospiti con stanze da letto di 2/3 posti e relativo bagno, ampi locali per le attività di studio e di  gioco, una sala con computer, saloni per il tempo  libero, un’ampia cucina e locali per accogliere i visitatori.
        Le due Comunità sono completamente autonome sia negli spazi che nelle attività  specifiche.
        L’opera del personale religioso è affiancata da educatrici professionali, una psicologa, due assistenti di base,  una cuoca e da gruppi di volontari.
        La Madre Superiora, in qualità di responsabile e alcune educatrici incaricate curano  i rapporti con tutte le agenzie educative del territorio e i servizi sociali.

Pagine secondarie (1): Comunità Arcobaleno
Comments